Garuda

I Garuda sono nemici dei nāga, una razza di esseri intelligenti simili a serpenti o draghi, che cacciano. I Garuda un tempo catturarono i nāga afferrandoli per la testa; ma i nāgas impararono che inghiottendo grosse pietre, potevano rendersi troppo pesanti per essere trasportati dai Garuda, logorandoli e uccidendoli per sfinimento. Questo segreto fu divulgato a uno dei Garuda dall'asceta Karambiya, che gli insegnò come afferrare un nāga per la coda e costringerlo a vomitare la sua pietra (Pandara Jātaka, J.518).


Garuda Immagine: https://vedicfeed.com/garuda-king-of-birds/


Cariatidi che rappresentano aquile garuḍa mentre sottomettono dei nāga nel tempio Wat Phra Kaew a Bangkok
https://it.wikipedia.org/wiki/Nāga#/media/File:Garudakaryatid98.jpg

I nāga sono discendenti di Kaśyapa e Kadru, presiedono la dimensione del NAGA LOKA, sono i nemici giurati dei garuḍa, una razza divina di aquile.

Nell'immagine il capostipite deila stirpe dei Garuda

Garuda
Scritto da Mark Cartwright, pubblicato il 25 giugno 2015 www.ancient.eu

Garuda è una creatura uccello della mitologia indù che ha un mix di aquila e tratti umani. 
È il veicolo (vahana) di Vishnu e appare sullo stendardo del dio. Garuda rappresenta la nascita e il paradiso ed è nemico di tutti i serpenti. Nell'arte indiana, Garuda acquistò gradualmente più forma umana nel corso dei secoli e quindi mantenne solo le sue ali. In Cambogia, tuttavia, conserva ancora oggi i grandi artigli e il becco vizioso di un uccello rapace.
Aspetto e associazioni
Garuda tradizionalmente ha il busto e le braccia di un uomo e le ali, la testa, il becco e gli artigli di un'aquila o di un avvoltoio. Il suo corpo è di colore oro, le sue ali sono rosse e la sua faccia è bianca. Garuda è anche conosciuto come il "re degli uccelli" (Khagesvara), come "colui che ha bellissime piume" (Suparna), come "il corpo d'oro" (Suvarnakaya) e "il divoratore" (Nagantaka). 
Quest'ultimo nome si riferisce al suo ruolo di nemico di tutti i serpenti che sono simbolici della morte e degli inferi. Al contrario, Garuda rappresenta la nascita e il paradiso; inoltre è associato al sole e al fuoco.
La moglie di Garuda è Unnati (o Vinayaka in altre versioni) e suo figlio è Sampati, un altro uccello mitico e alleato di Rama. Garuda è la progenie di Kasyapa e Vinata (o anche Tarksya in altre versioni). Fu in seguito al litigio di sua madre con la sua co-moglie Kadru, la regina dei serpenti, che Garuda acquisì la sua antipatia per i serpenti.


Avventure mitologiche

Nel Bhagavata Purana viene raccontata una leggenda in cui Garuda combatte il temibile serpente dalle molte teste Kaliya. Da molto tempo le offerte venivano lasciate ai serpenti nei primi giorni di ogni mese e una parte di questa offerta veniva data dai serpenti a Garuda. Tuttavia, in un'occasione Kaliya, ritenendosi al sicuro da Garuda a causa del suo terribile veleno, conservò per sé tutte le offerte. 
Non molto contento di questa impertinenza, Garuda attaccò Kaliya, colpendolo così duramente con le sue ali che Kaliya si nascose in una pozza del fiume Kalindi. Qui Kaliya era salvo perché una volta il saggio Saubhari aveva maledetto Garuda per aver rubato troppi pesci dal fiume e se Garuda fosse tornato nelle sue acque sarebbe immediatamente scaduto. Kaliya in seguito avrebbe ottenuto la sua sorpresa mentre Krishna nuotava nella piscina e lo castigava calpestando ognuna delle sue molte teste.

Nel Mahabharata Garuda mangia uomini malvagi. In un episodio ha ingoiato un brahmana e sua moglie, ma il prete ha bruciato la gola di Garuda così tanto che è stato costretto a sputare la coppia.

In forse l'episodio più famoso della mitologia indù che coinvolge Garuda, l'uccello gigante ha tentato di rubare agli dei la sacra amrta o "acqua della vita". Indra scoprì presto e, non convinto dal motivo di Garuda di aver bisogno dell'amrta come riscatto per liberare sua madre dalle grinfie di Kadru, combatté l'uccello gigante in una battaglia epica. Il potente Indra ha perso il suo famoso fulmine nello scontro ma alla fine è riuscito a recuperare l'amrta.

In un'altra storia, una volta Garuda venne in aiuto di un passero sfruttato dall'Oceano. 
Il passero aveva deposto le sue uova sulla spiaggia, ma Ocean le portò via con le sue onde. Pregando inutilmente che le uova fossero restituite, il passero beccò il bordo dell'Oceano per incoraggiarlo a restituire ciò che non era suo. Il determinato passero divenne famoso per la sua persistenza e attirò così l'attenzione di Garuda che, come re degli uccelli, provò simpatia e minacciò l'Oceano che se le uova non fossero state restituite, Garuda stesso avrebbe attaccato incessantemente l'Oceano. Ocean cedette e restituì le uova al passero sempre riconoscente.

Vishnu e Garuda
di Bob King (CC BY)

Garuda in arte

Garuda appare spesso nelle rappresentazioni scultoree di Vishnu (Garudasana Visnu), in particolare su colonne come la colonna Eran del V secolo d.C. nel Madhya Pradesh che ha due figure di Garuda, insolitamente con teste umane rispetto a quelle tipiche dell'aquila. Si ritiene che la colonna di arenaria alta 6,5 ​​metri a Besnagar, risalente almeno al I secolo a.C., fosse stata sormontata da una figura di Garuda. Nell'arte nepalese, Garuda di solito ha il viso di un giovane e spesso indossa le ali come un mantello. Il primo esempio completo è di Cangu Narayana, che risale al VI-VII secolo d.C. 
In Cambogia, dove Garuda è conosciuto come Kruth, ha un busto umano e paurosi piedi artigliati. In ogni mano stringe un serpente ed è una figura comune nella scultura architettonica, in particolare ad Angkor, ma spesso anche come supporto di legno agli angoli dei tetti degli edifici del tempio.



Garuda - Divoratore del serpente

Questo articolo è stato rivisto per accuratezza, affidabilità e aderenza agli standard accademici prima della pubblicazione.

Bibliografia
Dowson, J. Dizionario classico di mitologia e religione indù; Geografia, Storia. DK Print World, 2000.
ahckin, J. Asiatic Mythology 1932. Kessinger Publishing, LLC, 2005.
Harle, J.C. The Art and Architecture of the Indian Subcontinent, Seconda Edizione. Yale University Press, 1994.
Michell, G. Hindu Art and Architecture. Thames & Hudson, 2000.
Traduzioni
Vogliamo che le persone di tutto il mondo conoscano la storia. Aiutaci e traduci questa definizione in un'altra lingua!

Circa l'autore

Mark Cartwright
Mark è uno scrittore di storia con sede in Italia. I suoi interessi speciali includono la ceramica, l'architettura, la mitologia mondiale e la scoperta delle idee condivise da tutte le civiltà. Ha conseguito un Master in filosofia politica ed è direttore editoriale di AHE.

Cita quest'opera
Stile APA
Cartwright, M. (2015, 25 giugno). Garuda. Enciclopedia di storia antica. Estratto da https://www.ancient.eu/Garuda/
Stile di Chicago
Cartwright, Mark. "Garuda". Enciclopedia di storia antica. Ultima modifica 25 giugno 2015. https://www.ancient.eu/Garuda/.
Stile MLA
Cartwright, Mark. "Garuda". Enciclopedia di storia antica. Enciclopedia della storia antica, 25 giu 2015. Web. 16 maggio 2020.

Licenza
Scritto da Mark Cartwright, pubblicato il 25 giugno 2015 con la seguente licenza: Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike. Questa licenza consente ad altri di remixare, modificare e sviluppare questi contenuti non commercialmente, a condizione che accreditino l'autore e concedano in licenza le loro nuove creazioni con le stesse identiche condizioni. Si noti che i contenuti collegati da questa pagina potrebbero avere termini di licenza diversi.

Fonte: 

Commenti

Miðgarðsormr - il serpente della terra di mezzo

Miðgarðsormr - il serpente della terra di mezzo
pubblicato da The Matrix of Symbolism in data gennaio 21, 2020

Dallo Zep Tepi ai seguaci di Horus, qundo l'Egitto era governato dagli Dei

Dallo Zep Tepi ai seguaci di Horus, qundo l'Egitto era governato dagli Dei
pubblicato da The Matrix of Symbolism in data gennaio 04, 2018

Il segreto di Madre Natura

Il segreto di Madre Natura
pubblicato da The Matrix of Symbolism in data marzo 10, 2018

Post più popolari

Come rimuovere l’alluminio dal cervello prima che scateni il morbo di Alzeimer

Rudolf Steiner,gli spiriti delle tenebre e i vaccini - conferenza del 27 Ottobre 1917

Madri manipolatrici: quando l’amore diventa invalidante

La profezia Hopi, gli umani consapevoli e risvegliati costruiranno il nuovo mondo

Taglio dell cordone ombelicale, un rituale da evitare - Squilibri energetici causati dal taglio del cordone ombelicale.

Ogni malattia ha una frequenza - Il dr Rife guarì il cancro con le frequenze

Non importa cosa vi raccontano sui vaccini, non accettateli, una nuova arma biologica è distribuita tramite i vaccini ...

Le strategie di controllo mentale utilizzate all’interno del circuito di Facebook.