Mass Media e controllo mentale





Programmazione attraverso i mass media
Il sesso è onnipresente nei mezzi di comunicazione di massa, in quanto attira e mantiene l'attenzione dello spettatore. Si collega direttamente al nostro istinto riproduttivo, e, quando attivato, questo istinto può immediatamente far passare in secondo piano ogni altro pensiero razionale nel nostro cervello.
l'uso documentato di questa tecnica nei mass media dimostra che i suoi creatori credono fermamente nella sua efficacia. Recenti studi hanno anche dimostrato che funziona, soprattutto quando il messaggio è negativo. «Un'équipe dell'University College of London, finanziata dalla Wellcome Trust, ha scoperto che la percezione subliminale è particolarmente adatta a registrare i messaggi negativi.

I livelli della programmazione Monarch: I livelli della programmazione Monarch identificano le «funzioni» dello schiavo e prendono il nome dalle onde cerebrali dell'elettroencefalografia (EEG) ad esse associate.

SCHIAVA MONARCH - PROGRAMMAZIONE BETA.
- BETA: fa riferimento alla programmazione «sessuale» (schiave sessuali). Questa programmazione elimina tutte le convinzioni morali apprese e stimola l'istinto sessuale primitivo, privo di inibizioni.
A questo livello si possono creare alter ego «gattine».
Conosciuta come la programmazione Kitten [gattina], è il più evidente tipo di programmazione a cui sono state sottoposte celebrità femminili, modelle, attrici e cantanti. Nella cultura popolare, i vestiti a disegno felino spesso denotano la programmazione Kitten. http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/articoli/origini_e_tecniche_del_controllo_mentale_monarch.htm





"Elemento chiave del controllo sociale, la strategia della diversione è quella di distogliere l'attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche attraverso un fiume continuo di distrazioni e di informazioni insignificanti.
La strategia di diversione è anche essenziale per impedire al pubblico di interessarsi alle conoscenze essenziali nei campi della scienza, dell'economia, della psicologia, della neurobiologia e della cibernetica. "Mantenere l'attenzione del pubblico distratto, lontano da problemi sociali reali, affascinato da argomenti di non reale importanza. Mantieni il pubblico impegnato, occupato, senza tempo per pensare, sempre nella fattoria con gli altri animali.
Fai in modo che l'individuo creda di essere il solo responsabile della sua disgrazia, a causa dell'insufficienza della sua intelligenza, delle sue capacità o dei suoi sforzi. Così, invece di rivoltarsi contro il sistema economico, l'individuo si auto-deprezza e si sente in colpa, il che genera uno stato depressivo, uno dei cui effetti è l'inibizione dell'azione. E senza azione, nessuna rivoluzione!"
- Estratto da Armi silenziose per guerre tranquille -

“I metodi di ipnosi cui si fa ricorso nella propaganda commerciale e politica costituiscono un grave pericolo per l’equilibrio mentale, in particolare per il pensiero chiaro e critico e per l’indipendenza emozionale. Non dubito che studi approfonditi mostreranno come il danno causato dall’intossicazione da droghe sia solo una frazione del danno prodotto dai metodi di lavaggio del cervello in uso nella nostra società, e che vanno dai suggerimenti subliminali a espedienti semipnotici come la continua ripetizione o la distrazione del pensiero razionale mediante l’appello sessuale. 
Non siamo affatto padroni delle nostre menti, perché la propaganda da cui siamo bombardati fa ricorso a metodi ipnotici. E, per combattere questo pericolo via via crescente, dobbiamo impedire l’uso di tutte le forme ipnotizzanti di propaganda, sia per quanto riguarda le merci, sia per quanto riguarda gli uomini politici. Tutti i metodi di lavaggio del cervello usati dalla propaganda politica e dalla pubblicità industriale devono essere messi al bando. I metodi in questione sono pericolosi, non solo perché ci inducono ad acquistare cose di cui non abbiamo bisogno e che non desideriamo, ma anche perché ci persuadono a scegliere rappresentanti politici di cui non avremmo bisogno e che non desidereremmo se fossimo nel pieno possesso delle nostre facoltà mentali.”
(Erich Fromm – Avere o Essere?)




"Colpo di Stato: manuale pratico". L'autore è Edward Luttwak, un esperto militare che è stato anche consigliere di Ronald Reagan, superconservatore e militarista.

Egli spiega, in questo libro, come il colpo di Stato non debba essere per forza incentrato sull'utilizzo della forza e delle masse, non un colpo di Stato militare, ma uno di tipo silenzioso che si appropri degli apparati dello Stato dall'interno.

Perché parlo di questo libro? Perché spiega anche come trattare gli oppositori.

Nel Capitolo 4 dice che è "essenziale evitare spargimenti di sangue, perchè questo può avere ripercussioni negative".

Ancora...

"Le masse... il loro atteggiamento verso il nuovo regime dopo il golpe sarà, alla lunga, decisivo. Il nostro compito immediato sarà di imporre l'ordine pubblico, ma il nostro obiettivo di lungo termine sarà guadagnare l'accettazione delle masse, sì che L'USO DELLA COERCIZIONE FISICA NON SIA NECESSARIO."... il nostro STRUMENTO in questa direzione sarà il CONTROLLO DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE di massa...". 
Ecco spiegato perchè argomenti come le scie chimiche non trovino quasi mai spazio sui media più importanti, salvo solo venirne denigrati quando chiamati in causa.

"L'azione dei media sarà mirata a convogliare la realtà e la forza del colpo, anzichè giustificarlo"

Qui secondo me viene la parte migliore:

"Ogni individuo che si oppone dovrà operare in isolamento. Quindi dobbiamo fare ogni sforzo per sopprimere quel genere di notizie. Se qualche resistenza compare, dobbiamo SOTTOLINEARE CON FORZA CHE ESSA VIENE DA ISOLATI, OSTINATI INDIVIDUI, MAL INFORMATI E DISONESTI, che non sono affiliati a nessun gruppo o partito importante. Il lavoro costante sul tema dell'isolamento faranno APPARIRE LA RESISTENZA INUTILE E PERICOLOSA".

"Faremo uso di SELEZIONE adatta di FRASI SGRADEVOLI (per esempio ANTI-AMERICANISMO ANTI-SEMITISMO... oppure, aggiungo io, SCIACHIMISTA... PARANOICO OSSESSIONATO...) anche se il loro significato è stato oscurato dal loro normale uso costante e deliberato, esse restano utili come indicatori del nostro impeccabile nazionalismo".

In queste frasi chi avete riconosciuto?




“Ora viviamo in una nazione dove i medici distruggono la salute, gli avvocati distruggono la giustizia, le università distruggono la conoscenza, la stampa distrugge l’informazione, la religione distrugge la morale e le banche distruggono l’economia.”
- Chris Hedges







Non lottiamo contro la carne ed il sangue, ma contro POTENZE e PRINCIPATI. Attraverso i programmi televisivi incanaliamo i demoni e c’è un brevetto che dimostra questo loro intento - SAPEVATELO :  https://patents.google.com/patent/US6506148

Le Tecniche di controllo dei Poteri Forti :

La televisione è un’arma moderna; è meglio di una bomba; chiunque la controlli, controlla la gente senza nemmeno che questa se ne accorga.
- Eric Hufschmid


SEMPRE NUOVE CONQUISTE DELLA LIBERAZIONE
Nella Biblioteca di Michelle Obama vengono presentati Drag Queen vestiti da demoni mentre leggono favolette per controllare le menti dei bambini 





http://www.lbpl.org/civica/inc/displayblobpdf2.asp?BlobID=8960


NXIVM: Il potente culto che trasforma donne ricche in schiave del controllo mentale
Nascondendosi, sotto le spoglie di un “seminario per il successo dei dirigenti”, NXIVM recluta donne ricche e le introduce in una bizzarra società segreta che fa il lavaggio del cervello ai suoi membri usando rituali e tecniche di induzione del trauma prese direttamente dal manuale dell’MKULTRA.


Quando veniamo a conoscenza delle oscure ed inquietanti verita` dietro NXIVM (pronunciato Nexium), è difficile capire come questa organizzazione sia riuscita a rimanere attiva per oltre due decenni. Mentre i resoconti sugli orribili metodi del culto sono emersi per la prima volta più di 15 anni fa, NXIVM continua a reclutare donne ricche, a incanalare milioni di dollari provenienti da famiglie elitarie e ad espandersi in tutta America.

Fondato dall'”affascinante e carismatico” leader Keith Raniere (chiamato “Vanguard” dai membri) e dalla sua collaboratrice Nancy Salzman (che si fa chiamare “Prefect”), l’organizzazione vende seminari per aiutare i dirigenti a raggiungere il successo. Tuttavia, all’interno di NXIVM c’è una società segreta chiamata DOS che trasforma le donne in schiave attraverso metodi simili al Controllo mentale Monarch.


Gli ex membri raffigurano Raniere come un uomo che manipola i suoi seguaci, facendo sesso con loro e esortando le donne a seguire diete impossibili per raggiungere il tipo di fisico che trovava attraente.
– New York Times, all’interno di un gruppo segreto in cui le donne sono marchiate

Analizzeremo ora questa bizzarra “sorellanza” e i suoi metodi che sono chiaramente basati sul Controllo mentale Monarch.

MAESTRI DEL CONTROLLO MENTALE


Keith Raniere e Nancy Salzman

Nel 1998, Keith Raniere e Nancy Salzman fondarono l’Executive Success Programs (ESP), una società che offriva corsi e seminari di life-coaching e auto-miglioramento. Il sistema era basato su un “amalgama di tecniche terapeutiche” come l’ipnosi e la programmazione neuro-linguistica (PNL). 
Sia Raniere che Salzman erano addestrati nella PNL, una ben nota tecnica di modificazione del comportamento. Non sorprende che la PNL sia una parte importante del controllo mentale Monarch.


I programmatori utilizzavano la PNL prima che diventasse nota come PNL nel 1976. (…) 
Se si studia la PNL, si scoprirà che libri come “Basic Techniques Book II” di Clifford Wright insegnano alla gente come creare stati dissociativi che sono personalità alternative e come sviluppare diversi stati mentali e pseudo personalità multiple. È difficile esprimere tutti i diversi crossover che la PNL ha con la programmazione Monarch, ma in in molte situazioni i concetti della PNL potrebbero essere stati d’aiuto ai gestori.
– Fritz Springmeier, la formula per creare uno schiavo del controllo mentale

In pochi anni, l’ESP ha formato più di 3.700 persone, compresi individui di grande potere come: Sir Richard Branson, magnate miliardario; Sheila Johnson, co-fondatrice di Black Entertainment Television (BET); Antonia C. Novello, un ex chirurgo generale degli Stati Uniti; Stephen Cooper, amministratore delegato in carica di Enron; Ana Cristina Fox, figlia dell’ex presidente messicano; e Sara e Clare Bronfman, le figlie dell’erede della fortuna di Seagram.

Pochi anni dopo, ESP cambiò il suo nome in NXIVM e rastrellò milioni di dollari vendendo il suo sistema brevettato chiamato “Rational Inquiry”. Per un corso di cinque giorni si spendono $ 10.000, NXIVM fornisce “formazione in settori quali etica, analisi logica e capacità di problem solving”.


Non ci volle molto prima che i giornalisti scoprissero i bizzarri metodi utilizzati nel culto NXIVM. Nel 2003, la rivista Forbes ha pubblicato un articolo intitolato Cult of Personality, che descrive alcune particolarità del programma:


Gli studenti pagano fino a $ 10.000 per cinque giorni di lezioni e un’intensa ricerca emotiva nelle sedute quotidiane di 13 ore. Si tolgono le scarpe durante la lezione, imparano oscure strette di mano e indossano fasce colorate brevettate in dozzine di diverse varianti che indicano il rango nell’organizzazione. Quando uno studente di alto rango entra nella stanza, gli si deve mostrare rispetto. Agli studenti viene insegnato di inchinarsi l’un l’altro e verso “Vanguard”. 
Durante le sue rare apparizioni, gli studenti si precipitano, in adorazione, da lui. Alcuni ex membri dicono di averlo visto salutare ogni donna con un bacio sulla bocca, anche se Raniere nega il tutto.
– Forbes, Cult of Personality

Tutti gli studenti devono firmare accordi di non divulgazione e giurare di non parlare mai di ciò che apprendono. Non diversamente dalla maggior parte delle società segrete elitarie, il silenzio dei membri è garantito da “potenziali ricatti”.


Per ottenere l’ammissione, ai membri viene richiesto di consegnare – fotografie compromettenti che saranno divulgate se l’esistenza e i segreti del gruppo venissero resi noti .
– New York Times, op cit.

I SOLDI DELLE BRONFMAN


Sara e Clare Bronfman all’evento con il Dalai Lama organizzato per NXIVM

Sara e Clare Bronfman sono le figlie del miliardario elitario Edgar Bronfman Sr. che era il presidente di Seagram (un tempo l’azienda distillatrice di bevande alcoliche piu` importante del mondo), il presidente del World Jewish Congress e un membro di spicco del gruppo Bilderberg. 
Sono le ereditiere di un impero globale che è ancora estremamente influente nel mondo di oggi. Inutile dire che quando sono entrate nei ranghi di NXIVM, le cose si sono fatte estremamente interessanti.

Il coinvolgimento delle sorelle Bronfman con l’organizzazione non è piaciuto al loro padre (che una volta definì NXIVM un “culto”), ma questo disaccordo non ha impedito il trasferimento di enormi quantità di denaro a Keith Raniere. I registri mostrano che Sara e Clare Bronfman hanno dato a Raniere più di $ 150 milioni, salendo nel frattempo ai vertici della compagnia.

Nel 2009, il Dalai Lama appari` ad un evento ad Albany, che ha dato a NXIVM un nuovo livello di “credibilità spirituale”.


Keith Raniere con il Dalai Lama nel 2009.

Tuttavia, i soldi di Bronfman non sono stati utilizzati solo per eventi media friendly. Si ritiene che una grossa fetta di quei soldi sia stata usata per scopi più nefandi.


Negli ultimi mesi, le persone hanno iniziato a farsi avanti con storie su nxivm. Storie su investigatori privati che ​​presumibilmente hanno messo le mani sui conti bancari e hanno intercettato telefonicamente gli oppositori di nxivm; storie riguardo alle minacce nei confronti degli oppositori del culto, racconti di un bambino di tre anni senza madre, portato nel gruppo come un neonato in circostanze misteriose, e racconti delle circostanze alla base della visita del Dalai Lama ad Albany. 
Al contempo iniziavano ad essere sollevate domande piu` oscure su come venivano usati i soldi delle Bronfman. In effetti, oggi, nelle molteplici cause che coinvolgono le sorelle Bronfman, vengono fatte accuse gravi – non solo riguardo a possibili ricatti e spergiuri ma anche concernenti altre attività “potenzialmente illegali”, tra cui il furto e “una cospirazione per falsificare documenti”.
– Vanity Fair, The Heiress and the Cult

Sorprendentemente, NXIVM è solo la facciata di un’organizzazione ancora più inquietante: un circolo magico che trasforma le donne in schiave.

DOS: IL CULTO DEL CONTROLLO MENTALE

Negli ultimi 20 anni, diversi giornalisti hanno esposto le pratiche sadiche e rituali del DOS (“Dominant Over submissive”). Nonostante la gravità delle accuse contro il DOS, le forze dell’ordine non hanno intrapreso alcuna azione contro di esso.

Secondo notizie recenti, una delle figure principali dietro DOS è Allison Mack, ex attrice nota per il suo ruolo nella serie “Smallville”.


La Mack intervista Raniere in “Raniere Conversations”.

Secondo Frank Parlato, ex portavoce di NXIVM, Mack è la seconda in comando in DOS. Secondo lui, non solo recluta schiavi, ma ha anche introdotto punizioni corporali nella società segreta. 
Dopo aver promesso loro maggiore “emancipazione” e attirandole usando attrici famose, DOS introduce le donne ad un mondo di traumi e di brainwashing che ha le sue origini nell’MKULTRA.

I detrattori dicono che Raniere gestisce un programma simile a un culto volto a scomporre psicologicamente i suoi sudditi, separandoli dalle loro famiglie e inducendoli in un mondo bizzarro di pretese messianiche, linguaggio idiosincratico e pratiche rituali.
– Forbes, op. Cit.

I più allarmanti, erano i resoconti dei crolli psicotici che si verificavano tra coloro che avevano partecipato al programma nxivm, resoconti che descrivevano quelle che sembravano essere tecniche classiche di lavaggio del cervello, in cui le persone venivano separate dalle loro famiglie e lentamente distrutte a livello psicologico.
– Vanity Fair, op. Cit.

Nel DOS, ai “maestri” viene detto di reclutare “schiavi” da introdurre nel circolo.

La sottomissione e l’obbedienza venivano usati come strumenti per raggiungere questi obiettivi, hanno affermato diverse donne. La sorellanza comprendeva circoli, ciascuno guidato da un “maestro” che avrebbe reclutato sei “schiavi”, secondo due donne. Col tempo, avrebbero reclutato schiavi per conto proprio.
– New York Times, Inside a Secretive Group Where Women are Branded

Le nuove reclute venivano poi condotte attraverso rituali di iniziazione che sono, in realtà, sessioni di tortura per provocare la dissociazione. In breve, è il controllo mentale basato sul trauma.

A marzo, la signora Edmondson giunse alla casa della signora Salzman a Clifton Park, New York, una città a circa 20 miglia a nord di Albany dove vivono Raniere e alcuni seguaci per una cerimonia di iniziazione. Dopo essersi spogliata, fu condotta con un lume di candela presso l’ubicazione del rito, dove si tolse una benda che le copriva gli occhi vedendo per la prima volta gli schiavi della signora Salzman. Le donne furono poi trasferite in una casa vicina, dove vennero marchiate.
– New York Times, op cit.

Si le donne vengono marchiate come bestiame!


L’ex membro Sarah Edmondson mostra il simbolo che è stato marchiato sul suo corpo.

Sarah Edmondson, una delle partecipanti, afferma che gli organizzatori le dissero che le avrebbero fatto un piccolo tatuaggio come parte dell’iniziazione. Tuttavia la donna non era preparata per quello che la aspettava. Ad ogni donna venne detto di spogliarsi e sdraiarsi su un lettino da massaggio, mentre altri tre le trattenevano le gambe e le spalle. Secondo una donna, il loro “padrone”, un alto funzionario Nxivm di nome Lauren Salzman, ordinò loro di dire: “Maestro, per favore marchiami, sarebbe un onore.”

Una dottoressa procedette utilizzando un dispositivo di cauterizzazione per marchiare a fuoco un simbolo di due pollici sotto l’anca di ogni donna, una procedura che durò da 20 a 30 minuti. 
Per ore, grida soffocate e l’odore del tessuto bruciato riempirono la stanza.
“Ho pianto tutto il tempo”, ha ricordato la signora Edmondson. “Sono stata dissociata dal mio corpo”.
– Ibid.

Si noti che “dissociarsi dal proprio corpo” è l’obiettivo ultimo della programmazione Monarch. 
Altre tecniche che inducono il trauma includevano l’esposizione delle donne a filmati “ultraviolenti”.

Il dottor Porter, come parte di un “esperimento”, mostro` alle donne clip di filmati graficamente violenti mentre una macchina a onde cerebrali e una videocamera registrarono le loro reazioni.

Le donne affermano di non essere state avvertite riguardo al contenuto violento delle clip.
– Ibid.

Non diversamente dalla maggior parte degli schiavi MK, quelli che subiscono la programmazione DOS hanno un trauma psicologico.

Dopo notti insonni e giorni di workshop di 17 ore, una donna di 28 anni di un’importante famiglia messicana dice che inizio` ad avere allucinazioni e che subi` un crollo mentale nel suo hotel vicino ad Albany. Ando` in ospedale e richiese un trattamento psichiatrico. Il suo psichiatra, Carlos Rueda, afferma che negli ultimi tre anni aveva trattato altri due membri della congregazione; uno ebbe un episodio psicotico.
– Forbes, op cit.

Toni Natalie, una delle ex fidanzate di Raniere (o, più esattamente, ex schiava) descrisse nel 2012 il trauma che è stata costretta a sopportare.


Durante i suoi anni con Ranière era così sottomessa a livello psicologico che, secondo i documenti del tribunale, rinuncio` a prendersi cura di suo figlio perché Raniere l’aveva incoraggiata a farlo. (…) 

Era davvero brillante, dice, ma ” la sua genialità era la cosa più vicina alla pazzia”, ​​ricordando come le avesse detto di tenere il corpo del suo cucciolo morto nel congelatore del garage e guardarlo ogni giorno per poter affrontarne meglio la perdita.
– Vanity Fair, op cit.

Costringere gli schiavi a trascurare i loro bambini e tenere animali morti sono tecniche classiche di controllo mentale per indurre il trauma. E quando Natalie ha tentato di lasciare Raniere, si è trovata di fronte a terribili conseguenze.


La casa di Natalie è stata distrutta; la polizia venne mandata a casa di sua madre; la sua famiglia fu minacciata. (…)

Durante quegli anni, Natalie venne a sapere che nxivm ingaggio` il controverso investigatore privato di origine israeliana Juval Aviv per sorvegliare la sua casa e indagare sulla sua vita privata e le sue attività commerciali. Più volte, dice, gli agenti dell’FBI le hanno fatto visita, l’ultima volta in Febbraio.
– Ibid.

Una donna non e` riuscita ad uscire viva dal culto. Le circostanze intorno alla scomparsa di Kristin Snyder sono estremamente inquietanti.


Nel 2003, Kristin Snyder, una consulente ambientale di 35 anni, è scomparsa dopo una sessione in Alaska. Il suo corpo non fu mai trovato, ma nel suo camion, parcheggiato sulla riva della Resurrection Bay, c’era una nota che diceva: “Sono stata sottoposta a lavaggio del cervello e non riesco piu` a provare emozioni . . . . Si prega di contattare i miei genitori. . . se trovi me o questa nota mi dispiace . . . ma sono gia` morta. ”
– Ibid.

Mentre la maggior parte delle vittime sono donne, un’altra storia bizzarra coinvolge un bambino senza madre che venne allevato da NXIVM.


Si dice che le fondazioni delle Bronfman avessero usato fondi per pagare le cure di Gaelen, il bambino di tre anni che viveva nel “compound” di Halfmoon. La sua identità è un mistero. 
La storia “ufficiale” e` che venne “dato” a Barbara Jeske, una delle seguaci di Raniere, da suo nonno, dopo che la madre del bambino morì – per un incidente d’auto. Potrebbe essere nato nel Michigan, dove fonti dicono che la Jeske è andata a prendere Gaelen, ma anche questo non può essere confermato. Oggi Gaelen vive con Kristin Keeffe, la “consulente legale” delle Bronfman e di nxivm. Cresciuto come “l’erede” di Raniere e secondo le teorie sull’educazione dei figli di Raniere, nutrito con una dieta crudista, tenuto lontano da altri bambini, e curato da cinque bambinaie che gli parlano in una lingua diversa, tra cui russo, spagnolo, hindi e cinese. Gli ex addetti di nxivm sono stati così preoccupati per il bambino che hanno telefonato ai servizi di protezione dei minori, senza tuttavia avere successo.
– Ibid.

Anche Gaelen è uno schiavo MK?

CONCLUDENDO

NXIVM ha reclutato e annullato psicologicamente i suoi membri nelle ultime due decadi, sottoponendo i suoi partecipanti a orribili abusi al fine di distruggerli. Usando il carisma naturale di Keith Raniere, la conoscenza della PNL di Nancy Salzman e il denaro di Sara e Clare Bronfman, l’organizzazione è diventata una setta potente, che opera apparentemente al di sopra della legge.

Dopo anni in cui le denunce sono state sistematicamente ignorate dai media e dalle forze dell’ordine, sembra che le recenti storie abbiano finalmente fatto crollare la copertura dell’organizzazione rivelandone le strutture segrete. Rimangono tuttavia molti misteri irrisolti e ci si può facilmente chiedere se questa sia solo la punta di un iceberg molto oscuro.

Queste rivelazioni dimostrano che le organizzazioni elitarie possono utilizzare tecniche di controllo mentale per creare schiavi e, inoltre, che queste tecniche funzionano davvero. 
Le storie so testimonianze provenienti da donne vere e dalla loro vera esperienza con una vera organizzazione operativa. Questa non è una “teoria della cospirazione”. È un fatto.

Fonte:https://neovitruvian.wordpress.com/2017/11/18/nxivm-il-potente-culto-che-trasforma-donne-ricche-in-schiave-del-controllo-mentale/




Dalla Tecnologia al Transumano. Un Microchip nel Cervello e una Cloud come Organo di Controllo. Lo scopo finale è trasformare ognuno di voi in una specie di palmare wireless ambulante

Mentre il premier Matteo Renzi era in visita negli Stati Uniti al fine di ottenere appoggio per le riforme di crescita, (?) e i telegiornali spostavano l'attenzione e l'opinione pubblica su vizi, mondanità e vite private delle coppie presidenziali, una delle tappe in programma era la sede IBM Watson Health di Boston gemellata al polo di ricerca Human Technopole Italy per promuovere il piano di conoscienza nel campo della genomica (transumanesimo), del Big Data, dell’invecchiamento della popolazione e dell’alimentazione. Bisogna chiarire che studiare la genomica è sinonimo di studiare "Anima-Animus" promuovendo StartUp di ricerca internazionale (es. decreto Lorenzin) nel campo della tecnologia sanitaria pediatrica e geriatrica sottoponendo le ultime generazioni di anime-cavia allo studio del loro corredo genetico analogico per poi digitalizzarlo ed estinguerlo premendo i tasti On-Off a piacimento con sistemi di controllo Technophole spia All in One. 
Una classe di soluzioni basate sul Cloud che richiedono il reclutamento di una nuova forza lavoro fondata sul "cognitive computing" sostenuta da una costosissima attività di Think Tank finanziari che si piazzano sul fronte economico del titolo Hi Tech speculativo (Nasdaq100, Biotech Ndx, RSTI, NLFX Netflix, NVIDIA ecc..) tecnologico informatico, telefonico, hacking, agricolo e alimentare, medico sanitario, chimico farmaceutico, bioingegneria, ingegneria genetica e molecolare per lo sviluppo dei progetti Human Brain Project, Progetto Genoma Umano, Progetto Grafene (alveare psichico per stereotipizzazione - transumanizzazione) affiancato dalle università e laboratori di ricerca.
Propaganda aggressiva perpetrata da sponsor e influencer, troll e fake su "Server Bot" per la persuasione spingendo artificialmente i like sugli sponsor portandovi gradualmente a cambiare il vostro sistema di pensiero, il vostro credo culturale, le vostre scelte e tendenze, "Overtone Window". Controllo satellitare di Intelligence e mercenario militare sia di cielo che di terra, organizzazioni terroristiche di Stato, catastrofi geologiche e "Pandemiche" per emettere titoli azionari sulle Onlus come UBI SICAV monitorando l'ammontare del danno in crescita.
Ecco la vera generosità del "no profit" umanitario, detto questo possiamo prenderci una tisana e dormire sopra a tutto il resto.

In una frase: le Royal Society (Reali e banchieri filantropi) sono una potente macchina bellica moderna fondata sull'intelligenza artificiale in grado di controllare e riunire tutti i sistemi di manipolazione mentale e robotizzazione dei sistemi biologici per ridurre "l'UMANA PROGENIE" e sostituirla con quella "UMANOIDE". Volete anche dei nomi naturalmente che userete come chiavi di ricerca. Spaziamo senza ordine gerarchico, ne cito solo alcuni: "IBM, Microsoft, MacOs di Apple, Telecom e tutti i servizi mobileword come Vodafone, Tre, Fastweb, Wind. Big Pharma, Merck & Co, Glaxo SmithKline, Pfizer, Abbott Laboratories..con una forte spinta di ricerca su tecniche di irrorazione chemitrails e manipolazione climatica, a microonde e Higth Frequencies.
Tutto coordinato dai satelliti aerospaziali e GPS standard con fibre ottiche ad alta velocità interrate a 5-8mt di profondità o su server sottomarini (Deep Web) che richiedono una potente capacità di calcolo basato sulla superconduttività impiegando sofisticate schede di memoria al Silicio montate su potenti terminali IBM come PRISM e PALANTIR basati sul prestante 2.0 algoritmo. Colossi gestiti e controllati da NASA, ESA europea e ASI italiana, RKA e VKS russe, UAE Space Agency araba, CNSA cinese e JAXA giapponese con banda 5G. Questo è il CLOUD e il Big Data è il traguardo previsto, secondo le stime molto prima del 2025, per la completa sottomissione dell'umanità. 
I principali canali di controllo collegati al Cloud: "Alphabet americana a cui fa capo Google per sostenere il progetto medico digitale "Calico", Google Venture per investimenti Royalty ad alto rischio di fallimento sulle nuove StartUp (vaccini speriamo) Yahoo, Tor, Amazon che controlla il mercato digitale a cui fa capo "Uber" altra grossa corporazione che ricicla enormi volumi di sinistri affari con cibo "chimico" pronto e accoppiato a un ampio sistema di trasporto a domicilio in tutto il mondo sui cui mezzi insieme al cibo viaggiano narco trafficanti e loschi signori del Businnes in tailleur nero. YouTube, Facebook, Twitter, Istagram, Snapchat ecc. Aziende tecnologiche per automobili che guidano da sole (disponibili per l'èlite, noi non avremo più bisogno di guidare) Tesla Motors e General Motors appoggiate da avanzatissimi algoritmi già in uso da Sony, Samsung, Motorola, LG, Huawei ecc su sistema Android. Ce l'abbiamo tutti. Infine, purtroppo devo chiudere, il controllo bancario con le principali carte prepagate per acquisti online tracciati a scopo di spionaggio e statistiche di mercato: "PayPal, carte Google Play, Netflix e altre Up da associare a un numero di cellulare, le carte di credito sono incluse. Persone Chiave un'infinità che risparmio di elencare.

L'architettura dell'AI è già ben sviluppata e avanzata. Quanti in realtà avranno capito la sua pericolosità è prevedibile, pochi, si sente si vede si annusa. C'è chi vi verrà a dire..a cosa ti serve saperlo, tanto ormai è tutto deciso. La conoscienza è la più potente arma di difesa e agisce nella pace del silenzio. Risvegliare i sensi significa diventare antenne a larga banda per trasferire il messaggio via etere sia allo stato di veglia e per pochi anche di sonno.

Dalla Tecnologia al Transumano. Un Microchip nel Cervello e una Cloud come Organo di Controllo

Nessun "complotto". Solo insidiosa tecnologia che avanza troppo rapidamente, senza regole né etica. Con tutta la stima che nutriamo per Alberto Sangiovanni Vincentelli, ma non ci faremo impiantare per nessun motivo un chip nel cervello.

Anno 2012, evento accademico su: -

- Acqua Intelligente
- Traffico Intelligente
- Energia Intelligente
- Microchip nel Cervello
- Interconnessione Globale dell'uomo alla "Rete"
- Smartphone che cadranno in disuso
- L'uomo immerso nella Realtà Elettronica
- Una Cloud sovrastante per monitorare ogni cosa

(2012, Evento Bocconi)

"Una impronta italiana nell'ICT globale. Quali sfide per il futuro"?

RELATORE, Franco Bernabè Presidente Esecutivo Telecom Italia SpA DISCUSSANT, Alberto Sangiovanni Vincentelli, "Institute of Electrical Engineering and Computer Sciences", The Edgar L. and Harold H. Buttner Chair of EECS, "University of California", Berkeley




https://www.youtube.com/watch?v=mRDjCfygiNs&t=12s




Le strategie di controllo mentale utilizzate all’interno del circuito di Facebook.

1 L’effetto casino -

I suoni dei messaggi e dei commenti che arrivano, stimolano i centri del cervello adibiti all’eccitazione, sono simili ai suoni dei casinò che alternativamente attraggono le persone e che fanno in modo che si desiderino udirli. I suoni “dell’attenzione” possono fungere da riempitivo nella vuota vita di un individuo e causare una dipendenza da Facebook. Quando le persone reagiscono ad un nostro post con “mi piace” e commenti, viene stimolata una sostanza che genera appagamento, chiamata Dopamina, ed è dimostrato che ciò generi dipendenza.
Questa agenda distorce i legami famigliari e delle comunità distruggendoli, facendo si che gli individui creino legami con computer e apparecchi elettronici, anziché con la famiglia e altri esseri umani.

Uno dei fondatori di Facebook spiega ciò in questo commento.

2 Riconoscimento facciale -

Questo è il motivo per cui è chiamato “Facebook” dai gruppi dominanti che hanno creato questa tecnologia, per identificare il volto di ognuno, in modo che il software di riconoscimento facciale possa tracciare gli utenti nel mondo in caso questi dovessero venir meno al controllo o creare troppi problemi quando lo stivale Orwelliano li colpirà dritti in faccia negli anni a venire.
Peraltro questa tecnologia è completamente inutile perché nel caso di una recente condanna, per cui è stato utilizzato il programma di riconoscimento facciale, si ha fallito nel ravvisare che il vero criminale aveva un grande neo sul suo volto, mentre la persona arrestata e messa in prigione ( e finalmente poi rilasciata ), non aveva alcun neo.
Un’altro inganno per sbattervi in galera nel caso in cui doveste causare problemi ai nostri ingegneri social sulla rete di controllo. https://www.youtube.com/watch?v=Cbdw8ViEl1Y
Vogliono essere in grado di potervi seguire ovunque, in caso doveste abbandonare la succitata rete. La tecnologia di riconoscimento facciale è parte delle operazioni di allevamento di esseri umani, avente lo scopo di contenere tutto il bestiame umano all’interno del recinto.

3 Sfogo emozionale -

Lo sfogo emozionale della massa schiavizzata è una tecnica semplice, che è applicata in molte altre aree, non solo tramite Facebook.
Consiste nel fare in modo che la massa creda di potersi esprimere e di poter avere una sorta di controllo, permettendole di dar sfogo ad un’emozione o ad una potenziale ribellione, in modo da dirottare quell’energia satura di rabbia, dall’abusante padrone degli schiavi.
Questi ultimi non fanno esperienza di una gamma completa di stati d’animo o di controllo nelle loro vite, così le icone che esprimono le emozioni sono state aggiunte per favorire lo sfogo emozionale, una strategia volta ad ingannare la mente dello schiavo e per fare in modo che si illuda di avere il controllo. Per comprendere a pieno il concetto di sfogo emozionale, si suggerisce la visione del seguente video che mostra come lo sport venga utilizzato col medesimo scopo; consentire lo sfogo di una potenziale ribellione alle masse, e allo stesso tempo proteggere il tiranno padrone delle stesse.

4 Utilizzare i “mi piace” per generare dipendenza -

Gli algoritmi all’interno del programma di Facebook sono impostati per far sì che ciò che viene scritto come primo post alla propria lista di amici, abbia maggiore visibilità, e gli altri meno, mano mano che si utilizza Facebook. Ciò vuol dire che il primo post che viene condiviso al mattino con gli amici gode di ampia visibilità, mentre gli altri, condivisi nel corso della giornata, ne hanno sempre meno. Facebook è programmato come una macchinetta del casino, che elargisce una massiccia vincita di “mi piace”, con il primo post del mattino, in modo che ci si predisponga alla dipendenza giornalmente. È interessante notare anche che più si è attivi, maggiori saranno i mi piace, i commenti e la visibilità. In altre parole, se si è davanti al proprio computer, muovendo il mouse, arriveranno maggiori premi emozionali, al contrario di ciò che succederebbe se postassimo un contenuto per poi allontanarci dal pc. Questa sorta di sistema di controllo a premi di attivazione cerebrale causa dipendenza alla gratifica a breve termine, facendo in modo che le persone siano incapaci di applicarsi in un qualsiasi progetto che richieda una gratifica a lungo termine, nel futuro, come dare il via ad una attività commerciale, ad esempio. Questo sistema di stimolazione a breve termine influenza chi necessita di appagamento nell’immediato e allontana il vero successo basato sul raggiungimento di obiettivi a lungo termine. Ciò consolida la condizione di schiavitù, soprattutto influenzando la mente ad essere avversa all’intraprendere un’indipendente attività.
Nel seguente link viene spiegata la distruzione degli obiettivi a lungo termine ( il che è grandioso per l’1% che tira le fila, e molto dannoso per le masse ) tramite la dipendenza elettronica.

La parte del cervello che viene attivata dalla stimolazione tramite Facebook, aumenta le sue dimensioni, e necessita in seguito di più stimolazioni, tramite Facebook o altre fonti stimolanti. Questo vuol dire che la tecnologia sopra descritta, che è provato attivi circuiti cerebrali inclini alla dipendenza all’interno del cervello, può innescare un’altra dipendenza e la ricerca di altro appagamento nell’immediato. In breve Facebook può innescare un edonismo impazzito che fagocita la spiritualità, cosa alquanto comune tra la popolazione, in generale.

5 Controllo dello sfogo -

Consentendo agli schiavi di illudersi di avere voce in capitolo riguardo ogni tematica, si impedisce loro di prepararsi a ciò che sta per accadere in realtà. Molte persone esprimono il loro voto online per salvare la foresta pluviale o per fermare l’inquinamento, o magari scrivono un articolo riguardante la corruzione del governo, ma quanti possiedono un’arma da fuoco, una stufa a legna, una fornitura di cibo, lotti di munizioni, energia solare, approvvigionamento di acqua fresca, etc.

Quando una persona pensa di offrire un aiuto nel mondo, nel suo piccolo, viene ritenuta uno “Slackavist”, ovvero una persona che abbraccia cause sociali o politiche sul web e tramite i social media, firmando petizioni ed operando il minimo sforzo.
La nostra società è oggi colma di impotenti narcisisti di questo tipo. I poteri che controllano Facebook preferiscono offrire l’illusione di controllo tramite i post, per favorire lo sfogo delle emozioni, piuttosto che gli schiavi applichino le medesime energie per prepararsi a ciò che sta per avvenire. I nostri ingegneri social utilizzeranno l’economia, il potere, la foga, il cibo, false flag, fomenteranno perfino violenza a volte, e il conseguente caos contro la popolazione, per cui sarebbe meglio prepararsi un minimo. Sarebbe opportuno smettere di scrivere post riguardo varie questioni e parlarne e basta, ma mobilitarsi piuttosto, e compiere qualche azione reale.

6 Controllo del dissidente -

Gli algoritmi di Facebook controllano chi posta le foto dei propri gatti e dei calici di vino il venerdì sera ( sostenitori del governo, appassionati di sport, etc.) e viene controllato anche chi sa cosa sta accadendo. Entrame le categorie sono target che utilizzano metodi differenti.
Lo schiavo inconsapevole sarà intossicato con i vaccini, farmaci nocivi, cibo spazzatura avvelenato sempre in aumento, radiazioni dei telefoni cellulari, fluoro, scie chimiche, tassazioni, organizzazioni benefiche che rubano denaro etc. mentre i dissidenti saranno scovati, eventualmente, a meno che tutti gli schiavi non si uniscano in un’unica forza per esigere un cambio di rotta da parte del padrone nel suo agire diabolico. Indipendentemente da ciò, nessuno verrà risparmiato, quindi divulgare informazioni e cercare di fare in modo che le persone acquisiscano consapevolezza, è l’unica strategia efficace da applicare utilizzando Facebook. È molto utile cercare su Facebook persone che custodiscano conoscenza, apprendere, educare, crescere, riscoprire la moralità, promuovere un comportamento etico e cercare di indirizzare il mondo verso la direzione di cui c’è bisogno per le generazioni future, e ciò non consiste nel postare foto in cui si è alticci ogni venerdì sera, o foto dei nuovi acquisti. Bisognerebbe smetterla e procedere. Facebook inoltre controlla le informazioni più disturbanti per il sistema, perché veritiere, e ne limita gli algoritmi, in modo che il minor numero possibile di persone possano condividere e divulgare quelle informazioni.
Al contrario vengono resi epidemici alcuni algoritmi per far sì che informazioni inutili e comportamenti remissivi si diffondano ampiamente, con lo scopo che l’obbediente si senta sicuro e soddisfatto perché gli viene garantito il feedback emozionale di cui ha bisogno nella sua vuota vita in schiavitù, nell’allevamento umano.

7 Analisi del comportamento -

Il comportamento della community di Facebook è analizzato giornalmente per verificare se l’ipnosi di massa è ancora in corso o no.
Come reagiscono le persone ad una particolare notizia che i nostri burattinai confezionano e diffondono tramite il malato sistema mediatico?
Quale storia è più efficace per instillare paura nelle menti delle persone, quali colori sono più efficaci, quale foto, le pecore sono ancora dormienti? C’è bisogno che i tiranni aggiungano ancora più veleni nei vaccini per assicurarsi di distruggere il funzionamento del sistema nervoso delle masse schiavizzate? È necessario più fluoro, più otturazioni di mercurio sono utili? Etc. Ciò è chiamato Cibernetica. Lo studio di come le balle si diffondano, quanto velocemente e verso quale direzione. L’1% al comando del mondo utilizza Facebook valutando il più offensivo dei metodi per instillare false informazioni nella psiche collettiva del pubblico. La propaganda di governo è pubblicità per le famiglie che tirano le fila, e come per ogni business che si rispetti, è necessario monitorare gli andamenti e i risultati della pubblicità in modo da sapere cosa è più utile al fine di condurre il profitto alle stelle.

8 L’effetto del linguaggio del “like”. -

Notate come al giorno d’oggi molti ragazzini siano impossibilitati nel comunicare efficacemente, perché ogni secondo la parola utilizzata è “like”. La magia della parola, l’abilità di comunicare efficacemente e cambiare l’idea di un’altra persona, viene interrotta dalla parola “like” utilizzata in una frase. L’integrazione della parola in questione in un periodo, è tipica del linguaggio di un individuo condizionato, per gli schiavi, perché la conversazione evidenzia un’assenza di comunicazione efficace di idee. L’uso del tasto “like” e conversazioni contenenti “like”, conducono la suddetta parola più in profondità, direttamente nel subconscio delle persone, rendendola più strategica in modo da poter essere usata nel linguaggio condizionato.
Ho ascoltato le conversazioni dei giovani di oggi e ogni secondo la parola “like” viene utilizzata, ovviamente questa forma di comunicazione distrugge la loro abilità di creare interazioni con gli altri o di formare gruppi, come un buon oratore ha sempre fatto da secoli. Utilizzando la parola “like” si verifica ciò che il docente John Taylor Gatto definisce la nuova stupidità. Si tratta di una stupidità indotta, che non si verifica naturalmente in adulti e bambini che non sono entrati in contatto durante la crescita con i media e con l’influenza del potere governativo.

9 L’agenda delle emoji -

Recentemente Facebook ha aggiunto le icone emoticon per esprimere una reazione emotiva ai post. Questo ovviamente è dovuto a ricerche che dimostrano che le persone impossibilitate nella comunicazione, non possono guidare se stesse, ne gli altri, perché non riescono a trovare l’appropriata formulazione per fare in modo che la loro informazione arrivi in modo efficace.

Viene dimostrato inoltre che le persone che non possono esprimere se stesse mediante il linguaggio, sono controllabili più facilmente sempre e sono più inclini alla violenza.
Utilizzando un emoticon come reazione ad un post, piuttosto che esprimere esattamente ciò che si sente a parole, è come se auto sabotassimo quella parte adibita all’espressione autentica delle emozioni e dei pensieri. Le emoticon sono pensate per rincitrullire ancora di più la massa asservita, facendola precipitare dalla scala evolutiva, verso la condizione di bavosi troll, rendendola incapace di comunicare o descrivere accuratamente il proprio stato emotivo, e cosa più importante, per eliminare ogni tipo di processo di pensiero profondo grazie al quale ci si potrebbe unire contro il tirannico controllo dei padroni. Prendendo il controllo del pulsante degli emoticon attraverso lo schermo, si può controllare lo spettro emozionale del partecipante. Utilizziamo la nostra mente e facciamo in modo che riemerga dal guado esprimendo le nostre emozioni con le parole e non con faccine che hanno confezionato per l’allevamento umano perché le utilizzassimo. Questo è simile a ciò che viene chiamato “L’effetto SpongeBob”, un progetto analogo avente lo scopo di ledere le capacità comunicative nei bambini.

10 L’operazione di condizionamento tramite i commenti archiviati -

È una novità, Facebook archivia i commenti dei post e attende finché non si termina di scorrere in basso o non si apre un’altra finestra sul pc. 
A quel punto i commenti possono essere notificati, e viene così attivato il campanello Pavloviano di condizionamento per essere riportati alla pagina Facebook, in modo da condurre il ciclo della dipendenza più in profondità nel sistema nervoso. Così, i commenti da postare, vengono salvati e pubblicati di proposito quando l’utente è disconnesso, o ha smesso di scorrere in basso, o è su un’altra pagina. Tutto organizzato in modo che si torni sul social network per partecipare al piano dell’agenda che è stato qui descritto.

Utilizziamo Facebook con la consapevolezza di ciò che sta accadendo. Utilizziamo queste conoscenze per aiutare a studiare coloro che ci studiano nei comportamenti.

Conosci il tuo nemico.
Traduzione a cura di Marguerite Blanche

Articolo originale in,Inglese: 


Controllo Mentale nei Mass Media (PNL, Propaganda

di The Vigilant Citizen
Traduzione di Anticorpi.info

I mass media rappresentano il più potente strumento mai usato per il controllo mentale e il plagio delle masse. 'Ispirano" opinioni e azioni, e definiscono ciò che sia da ritenere normale.

Questo articolo esaminerà il funzionamento dei mass media attraverso il pensiero dei loro maggiori teorici, la loro struttura di potere e le tecniche che utilizzano, al fine di comprendere il loro vero ruolo nella società.

Molti articoli di questo sito analizzano i simboli occulti celati nella cultura popolare. Da tali articoli emergono domande legittime in merito alle finalità di tali simboli e le motivazioni di coloro che li hanno "integrati" in quei contesti.

Ebbene, per me è impossibile fornire delle risposte senza menzionare diversi altri concetti e fatti. Ho quindi deciso di scrivere un articolo che fornisca le basi teoriche e metodologiche e consideri le tematiche addotte dai principali studiosi della comunicazioni di massa.

Qualcuno penserà che voglia uscirmene con discorsi del tipo: "Lady Gaga vuole controllare le nostre menti". Naturalmente non è così. Lei è solo una piccola componente dell'enorme meccanismo che è la comunicazione di massa.

PROGRAMMAZIONE ATTRAVERSO I MASS MEDIA

I media sono strumenti di comunicazione progettati per raggiungere il maggior numero di persone possibili. Includono televisione, film, radio, giornali, riviste, libri, dischi, videogiochi ed internet. Molti studi sono stati condotti nel secolo scorso per individuare le più efficaci tecniche con cui tali forme di comunicazione influiscono sulla popolazione. Da tali studi è emersa la scienza della comunicazione, utilizzata nel marketing, nelle relazioni pubbliche e nella politica. La comunicazione di massa è uno strumento necessario per assicurare la funzionalità di una democrazia, ma è altrettanto irrinunciabile per una dittatura. Dipende tutto dall'utilizzo che ne viene fatto.

Nella prefazione del 1958 per il saggio A Brave New World, Aldous Huxley dipinge un cupo ritratto della società. Egli ritiene che sia controllata da una 'forza impersonale'; una elite che manipola la popolazione con diversi mezzi.

"Forze impersonali su cui non abbiamo alcun controllo sembrano spingerci verso il nuovo incubo del dominio mondiale, e questa spinta impersonale è accelerata da organizzazioni mercantili e politici che hanno sviluppato una serie di nuove tecniche per manipolare, nell'interesse di qualche minoranza, i pensieri e i sentimenti delle masse."
Aldous Huxley, Prefazione di A Brave New World.
Le prospettive poco rosee di Huxley non sono ipotesi o un delirio paranoico. E' un fatto documentato dai più importanti studiosi del fenomeno mass media.

Di seguito, vado a citare alcuni di essi:

STUDIOSI DEL FENOMENO.

Walter Lippman
Lippmann, intellettuale americano, scrittore, due volte premio Pulitzer, fu uno dei primi a produrre uno studio sull'utilizzo dei mezzi di comunicazione di massa in America.

In Public Opinion (1922), paragonò le masse ad un 'gregge disorientato' che ha bisogno di essere guidato da una classe dirigente. Descrisse tale elite al governo come 'una classe specializzata i cui interessi vanno al di là della località, composta da esperti e burocrati.'

Secondo Lippmann gli esperti, spesso indicati come 'elite', sarebbero una sorte di macchina di conoscenza che correggerebbe il difetto fondamentale della democrazia, ossia l'ideale impossibile di un 'cittadino onnicompetente.' La manipolazione del 'gregge disorientato' ha una funzione: far si che il cittadino partecipi alla vita sociale come 'spettatore interessato', ma non attivo. La partecipazione attiva sarebbe doverosa solo per 'l'uomo responsabile', cosa che il cittadino medio non è.
I mass media e la propaganda sono quindi strumenti che devono essere utilizzati dalle élite per governare il popolo senza dover ricorrere alla coercizione fisica. Un importante concetto sottolineato da Lippmann attiene la 'costruzione del consenso', cioè la manipolazione in grado di indurre l'opinione pubblica ad accettare l'ordine del giorno delle elite. È opinione di Lippmann che il cittadino non sia qualificato per ragionare e decidere su questioni importanti. Risulta perciò imprescindibile per le elite assumere decisioni 'per il bene collettivo' e poi 'venderle' alle masse..

"Nessuno può negare che la creazione del consenso sia capace di grandi raffinatezze. Il processo che fa sorgere le opinioni pubbliche non è certo meno complesso di quanto non sia apparso in queste pagine, e le ampie possibilità di manipolazione riservate a chi conosca il processo appaiono chiare. Come risultato la scienza psicologica applicata ai moderni mezzi di comunicazione ha trasformato letteralmente il concetto di democrazia. E' in atto una rivoluzione infinitamente più importante di qualsiasi spostamento del potere economico. Grazie alla propaganda, non necessariamente nel senso sinistro della parola, i vecchi capisaldi del nostro pensiero sono diventati modificabili. Non è più possibile, ad esempio, credere nel dogma originario della democrazia, come se le conoscenze necessarie per la gestione delle cose umane possano scaturire autonomamente dal cuore dell'umanità. Tale ordine di pensieri ci espone ad un autoinganno. E' dimostrato che non si possa contare sulle intuizioni o la casualità degli eventi, se si è intenzionati ad affrontare il mondo oltre la nostra portata."
Walter Lippmann, Opinione Pubblica.
E' interessante notare come Lippmann sia stato uno dei padri fondatori del Consiglio per gli Affari Esteri, (CFR) ossia uno dei più influenti tink tank mondiali in materia di politica estera. Questo fatto dovrebbe darvi un piccolo suggerimento su quali debbano essere le finalità dei mezzi di comunicazione, secondo il pensiero delle elite..

"Il potere politico ed economico negli Stati Uniti è concentrato nelle mani di una "classe dirigente" che controlla la gran parte delle multinazionali a base statunitense, i media di comunicazione, le fondazioni più influenti, le principali università pubbliche e private. Fondato nel 1921, il Consiglio per gli Affari Esteri è il legame fondamentale tra le grandi imprese e il governo federale. E' stato definito 'scuola per statisti' e si avvicina ad essere l'organo teorizzato da C. Wright Mills: un gruppo di uomini dalle vedute omogenee che plasmi gli eventi da una posizione nascosta, perciò invulnerabile. La creazione delle Nazioni Unite è un progetto del Consiglio, come lo sono il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale."
Steve Jacobson: Controllo Mentale negli Stati Uniti.
Alcuni attuali membri del CFR sono David Rockefeller, Dick Cheney, Barack Obama, Hilary Clinton, Rick Warren e gli amministratori di grandi aziende come CBS , Nike , Coca-Cola e Visa..

Carl Jung
Carl Jung (correlati) fu fondatore della psicologia analitica (nota anche come psicologia junghiana), la quale analizza la psiche umana tramite i sogni, l'arte, la mitologia, la religione, i simboli e la filosofia. Il terapeuta svizzero introdusse numerosi concetti psicologici odierni, come l'archetipo, il complesso, il personaggio, l'introverso / estroverso e la sincronicità.

La sua opera fu fortemente influenzata dal background occulto della sua famiglia. Carl Gustav, suo nonno, era un avido massone (Gran Maestro) e alcuni suoi antenati furono rosacrociani. Questo potrebbe spiegare il suo grande interesse per la filosofia orientale e occidentale, l'alchimia, l'astrologia e la simbologia. Uno dei suoi concetti più importanti (e fraintesi) è quello di Inconscio Collettivo..

"La mia tesi, quindi, è la seguente: oltre alla nostra coscienza immediata, personale, che riteniamo essere la sola psiche empirica, esiste un secondo tipo di coscienza, universale, impersonale, collettiva, che è identica in tutti gli individui. Questo inconscio collettivo non si sviluppa individualmente, ma è ereditato. È costituita da forme pre-esistenti: gli archetipi, i quali danno forma definita a certi contenuti psichici."
Carl Jung, Il Concetto di Inconscio Collettivo L'inconscio collettivo si evince considerando l'esistenza dei medesimi simboli e figure mitologiche in civiltà diverse. Simboli archetipici che sembrano essere incorporati nel nostro inconscio collettivo, e che suscitano in noi precise reazioni nel momento in cui siamo esposti ad essi. I simboli occulti possono quindi esercitare un grande impatto sulle persone, anche se le stesse persone non sono coscientemente a conoscenza del reale significato esoterico di tali simboli. I grandi teorici dei mass media hanno fondato le loro fortune proprio sullo sfruttamento degli archetipi. .

Edward Bernays
Edward Bernays - il 'padre delle pubbliche relazioni' (v. correlati) - seppe mettere a frutto le teorie dello zio Sigmund Freud per manipolare l'opinione pubblica agendo sul subconscio individuale. Bernays condivideva le idee di Walter Lippmann in merito ad una popolazione irrazionale guidata solo dallo "istinto del gregge". A suo parere, era necessario che le masse fossero manipolate da un governo invisibile, per assicurare la salute della democrazia..

"La manipolazione cosciente e intelligente delle abitudini organizzate e delle opinioni delle masse è un elemento importante nella società democratica. Quelli che manipolano questo meccanismo invisibile della società formano un governo invisibile che è il vero potere dominante del nostro paese.Noi siamo governati, le nostre menti sono modellate, i nostri gusti formati, le nostre idee suggerite, in gran parte da uomini che non abbiamo mai sentito nominare. Questo è il logico risultato dell'a nostra organizzazione di stampo democratico. Ed un gran numero di persone devono cooperare in tal senso se si desidera convivere in una società ben funzionante. I nostri governanti, in molti casi, ignorano l'identità dei loro colleghi del "governo interno."
Edward Bernays, Propaganda
Le campagne di Bernays sconvolsero il funzionamento della società americana. A Bernays dobbiamo ciò che definiamo 'consumismo', cioè la cultura dell'acquisto di beni per il piacere dell'atto, anziché per la soddisfazione di reali bisogni. Per questo motivo, Life Magazine lo ha inserito nella classifica dei 100 americani più influenti del 20° secolo.

Harold Lasswell

Nel 1939-1940, l'Università di Chicago tenne alcuni seminari in materia di comunicazione occulta. Gruppi di studio furono finanziati dalla fondazione Rockefeller e coinvolsero i ricercatori più importanti nei settori della comunicazione e della sociologia. Tra di essi vi era Harold Lasswell, tra i principali politologi e teorici della propaganda USA. Ovviamente anche egli era convinto che un governo democratico non sia sostenibile senza una elite che plasmi l'opinione pubblica.

Nella sua Enciclopedia delle Scienze Sociali, Lasswell spiegò che quando le elite non hanno la forza necessaria per costringere all'obbedienza, allora devono rivolgersi a 'nuove tecniche di controllo', che in parte si concretizzano nella propaganda. Il tutto coronato dalla solita motivazione secondo cui le masse sarebbero stupide e ignoranti e sia impensabile affidarsi al dogmatismo democratico che vorrebbe gli uomini capaci di autogovernarsi.

Nel saggio Contenuti della Comunicazione Lasswell spiega che per comprendere il senso di un messaggio (ad esempio un film, un discorso, un libro , ecc), si debba tener conto della frequenza con cui in esso compaiono alcuni simboli, le modalità con cui i simboli influiscono sul parere del pubblico, e l'intensità dei simboli utilizzati.

Lasswell era famoso per il suo modello di analisi dei media basato su:

"Chi (dice) Che Cosa (a) Chi (in) Che Modo (con) Quale Effetto." .

Questo modello indica che per analizzare correttamente del materiale mediatico bisogna guardare chi lo ha prodotto (le persone che hanno ordinato la sua creazione), quale sia il suo scopo (il target) e quali siano gli effetti desiderati (informare, convincere, vendere, ecc) sul pubblico.

ESEMPIO: Un videoclip di Rihanna.
Chi lo ha prodotto: Vivendi Universal
Che cosa: l'artista pop Rihanna
A chi: ai consumatori di età compresa tra 9 e 25,
A che scopo: la vendita dell'artista, della canzone, dell'immagine e del messaggio.

Le analisi di video e film su questo sito pone grande importanza sul "chi ci sia dietro" i messaggi comunicati al pubblico. Il termine Illuminati è spesso usato per descrivere tale elite dirigente occulta. Anche se il termine sembra piuttosto caricaturale e cospirazionistico, descrive adeguatamente le elite e le loro dirette connessioni con le società segrete e le conoscenze occulte.

Tuttavia detesto usare l'espressione 'teoria della cospirazione' per indicare ciò che accade nei mass media. Se tutti i fatti concernenti la natura elitaria del settore sono prontamente disponibili al pubblico, può ancora essere considerata una 'teoria'?

LA STANDARDIZZAZIONE DEL PENSIERO UMANO

La fusione di grandi società messmediatiche negli ultimi decenni ha generato una piccola oligarchia di conglomerati dei media. Ciò che vediamo in tv, la musica che ascoltiamo, i film che guardiamo, i giornali che leggiamo negli USA sono prodotti da cinque società in tutto. I proprietari di questi conglomerati hanno stretti legami con le oligarchie mondiali. Potendo contare sulla forza mediatica, essi hanno il potere di creare nella mente delle persone una visione del mondo unica e coesa, generando una 'standardizzazione del pensiero umano.'

Anche i movimenti considerati marginali sono, infatti, estensioni del pensiero mainstream. Sono gli stessi mass media a produrre le proprie controparti espressione di ribellione (v. correlati). Artisti, creazioni e idee che non rientrano nel tradizionale modo di pensare sono respinti senza pietà e messi al bando dai conglomerati, che ne sanciscono la scomparsa dalle scene..

"Il cinema USA è il maggior vettore inconsapevole di propaganda nel mondo di oggi. Si tratta di un grande distributore di idee e opinioni. Il film può standardizzare idee ed abitudini di una nazione. Perché le immagini sono fatte per soddisfare le richieste del mercato, esse riflettono ed enfatizzano le tendenze popolari, piuttosto che stimolare nuove idee e opinioni. Il film si avvale solo di idee e di fatti che sono in voga. I giornali cercano le notizie più adeguate per i lettori, il cinema fa lo stesso con l'intrattenimento."
E. Bernays, Propaganda. Tutte queste problematiche sono state segnalate come pericoli per la libertà umana nel 1930 dai pensatori della scuola di Francoforte, come Theodor Adorno e Herbert Marcuse. Essi hanno identificato tre principali problemi con l'industria culturale. L'industria può:


- ridurre gli esseri umani allo stato di massa, ostacolando lo sviluppo di individui emancipati, che siano capaci di prendere decisioni razionali.
- sostituire la legittima autonomia e consapevolezza di se nella pigra sicurezza del conformismo.
- avvalorare l'idea che gli uomini in realtà cerchino di sfuggire al mondo assurdo e crudele in cui vivono per perdersi in un ipnotico stato di continua evasione.

La nozione di evasione è ancora più rilevante oggi, con l'avvento dei videogiochi online, film in 3D e Home Cinema. Le masse, costantemente in cerca dello stato dell'arte dello intrattenimento, non fanno che ricorrere a gadget costosi che possono essere prodotti solo dai più grandi gruppi mediatici del mondo. Prodotti contenenti precisi messaggi e simboli i quali altro non sono che propaganda che dona anche svago. L'opinione pubblica è stata talmente ben addestrata ad amare la sua propaganda da spendere interi stipendi per essere esposta ad essa. La propaganda insomma non è più la forma di comunicazione autoritaria o coercitiva adoperata nelle dittature: è diventata sinonimo di divertimento e piacere..

"Per quanto riguarda la propaganda, va detto che i primi sostenitori della alfabetizzazione universale e della libertà di stampa previdero appena due possibilità: la propaganda può essere vera, o falsa. Tuttavia esiste una terza possibile via di sviluppo, specie nelle nostre democrazie occidentali. Un vasto settore delle comunicazioni di massa non interessato a produrre verità o bugie, quanto a produrre irrealtà, irrilevanza. In una parola, non hanno considerato la inclinazione umana verso il superfluo, l'intrattenimento puro."
Aldous Huxley, Prefazione di Brave New World Piccole dosi di propaganda mediatica di norma non sortiscono effetti duraturi sulla psiche. Tuttavia i mass media attuali - i quali sono per definizione onnipresenti - ci cuciono addosso un ambiente di vita che sperimentiamo ogni giorno. Definiscono quale sia la normalità e le situazioni indesiderabili. Come si fa con i cavalli, mettono un paraocchi alle persone, così che possano considerare solo ciò che i media ritengono sia appropriato considerare.. 

"E' stata la nascita dei mass media a rendere possibile l'uso di tecniche di propaganda su scala sociale. L'orchestrazione di stampa, radio e televisione per creare una influenza continua, duratura, rende invisibile l'influenza della propaganda proprio perché è orchestrata nell'ambito di una realtà fittizia. I mass media costituiscono il legame essenziale tra l'individuo e le esigenze della società tecnologica."
Jacques Ellul.
I motivi per cui i media godono di un tale ascendente sulle masse sono rintracciabili nella vasta quantità di ricerche sulla natura umana che sono state applicate al fenomeno.


TECNICHE DI MANIPOLAZIONE .

Lo scopo di vendere prodotti e idee per le masse ha portato ad una quantità inaudita di studi sul comportamento e la psiche umani. Scienze cognitive, psicologia, sociologia, semiotica, linguistica e altri settori connessi sono stati e sono tuttora utilizzati, mediante gruppi di studio ben finanziati

"Nessun gruppo di sociologi può approssimare gli studi per la raccolta ed elaborazione dei dati sfruttabili. I gruppi di studio dispongono di miliardi da spendere ogni anno per la ricerca e la sperimentazione di reazioni, ed i loro prodotti sono distillati delle esperienze e dei sentimenti di tutta la comunità. "Marshal McLuhan, Le Estensioni dell'Uomo
Tali studi si applicano a pubblicità, film, video musicali e altri mezzi di comunicazione, al fine di renderli il più possibile "identificabili". L'arte del marketing è molto misurata e scientifica pochè deve raggiungere sia l'individuo che la coscienza collettiva. Un semplice video non è mai solo un video. Immagini, simboli e significati sono collocati strategicamente al fine di suscitare un preciso effetto desiderato.

"E' con la conoscenza dell'essere umano, le sue tendenze, i suoi desideri, i suoi bisogni, i suoi meccanismi psichici, i suoi automatismi che affinano le loro tecniche di propaganda."
Jacques Ellul, Propaganda (libera traduzione).
Oggi è raro che la propaganda usi argomenti razionali o logici. Attinge direttamente agli istinti e ai bisogni primordiali dell'essere umano per suscitare una reazione emotiva e irrazionale.

Se tutti noi fossimo continuamente razionali e ragionevoli, probabilmente la metà delle cose che possediamo non le avremmo mai acquistate.

Vi è una precisa ragione se nelle pubblicità rivolte alle donne appaiano spesso neonati e bambini: alcuni studi hanno dimostrato che le immagini dei bambini scatenano nelle donne un bisogno istintivo di nutrire, di prendersi cura e proteggere; in ultima analisi suscita in loro una distorta simpatia nei confronti dello spot.

Il sesso è onnipresente nei mass media in quanto attira e mantiene viva l'attenzione dello spettatore. Si collega direttamente al nostro naturale istinto di riproduzione che - quando attivato - fa passare in secondo piano qualsiasi altro pensiero nel nostro cervello.

PERCEZIONE SUBLIMINALE
Tali messaggi sono in grado di raggiungere direttamente il subconscio degli spettatori senza che nemmeno se ne rendano conto. Questo è lo scopo della percezione subliminale.

La definizione 'pubblicità subliminale' fu coniata nel 1957 dal ricercatore americano James Vicary, che affermò di essere in grado di indurre chiunque a bere Coca-Cola e mangiare popcorn facendo lampeggiare sullo schermo per una frazione di secondo alcuni messaggi, inavvertibili dagli spettatori..

"La percezione subliminale è un processo creato dagli specialisti della comunicazione con cui la gente riceve informazioni e risponde alle stesse informazioni senza alcuna consapevolezza di farlo."
Steve Jacobson, Controllo Mentale negli Stati Uniti
.Questa tecnica viene spesso usata nel marketing. Sappiamo tutti che il sesso vende.


 .



Sebbene alcune fonti sostengano che la pubblicità subliminale sia inefficace o addirittura una leggenda metropolitana, l'uso documentato di questa tecnica nei mass media dimostra che molti specialisti del settore ripongono invece molto affidamento in essa. Recenti studi hanno anche provato la sua efficacia, soprattutto quando il messaggio veicolato è negativo.

"Ci sono state molte speculazioni sul fatto che le persone possono elaborare le informazioni emozionali inconsciamente, ad esempio mediante immagini, volti e parole", ha affermato il professor Nilli Lavie, che ha guidato la ricerca. "Abbiamo dimostrato che le persone possono percepire il valore emozionale dei messaggi subliminali e abbiamo dimostrato che le persone sono molto più in sintonia con le parole negative." Fonte
Un esempio famoso di messaggi subliminali nelle comunicazioni politiche è quello dello spot elettorale di George Bush contro Al Gore nel 2000.




Subito dopo il nome di Gore la scritta: "ratti" balenava durante la parola "burocrati".

La scoperta di questo inganno suscitò molto scalpore, e sebbene ancora non esistano precise leggi contro i messaggi subliminali negli Stati Uniti, la cosa ha avuto un forte impatto nel mondo della pubblicità.

Come abbiamo avuto modo di vedere in numerosi articoli di The Vigilant Citizen, nei film e video musicali si fa spesso uso di messaggi semisubliminali per comunicare messaggi ed idee agli spettatori.

DESENSIBILIZZAZIONE

In passato, quando sia stato imposto un cambiamento alla popolazione in forma esplicita, la cosa quasi sempre ha sollevato proteste e insurrezioni. La ragione principale risiedeva nel fatto che i governanti - facendo affidamento sulla comprensione del popolo - esprimevano l'intenzione di effettuare il dato cambiamento. Oggi, se le elite hanno necessità che il popolo accolga il loro ordine del giorno, lo inducono a farlo mediante desensibilizzazione. L'ordine del giorno, che potrebbe andare contro gli interessi pubblici, è lentamente, gradualmente, ripetutamente sottoposto alle masse con il cinema, i video musicali (che lo rendono fresco e sexy) o la notizia (che lo presenta come una soluzione ai problemi di attualità).

. Dopo anni di esposizione camuffata le elite presentano apertamente il concetto che - grazie al lungo processo di programmazione mentale - è accolto nella indifferenza generale, ed accettato passivamente. Tecnica che deriva dalla psicoterapia.

"Le tecniche di psicoterapia - ampiamente praticate e accettate come terapia dei disturbi psichici - sono anche metodi di controllo. Possono essere usate per influenzare pensieri e azioni. La desensibilizzazione sistematica è un metodo utilizzato per sciogliere l'ansia in modo che il paziente (il pubblico) non sia più tormentato da una paura specifica. L'adattamento alle situazioni spaventose è direttamente proporzionale al prolungamento dell'esposizione ad esse."
Steven Jacobson, Controllo Mentale negli Stati Uniti La programmazione intuitiva è riscontrabile spesso nel genere della fantascienza. Esso presenta una specifica immagine del futuro - quella desiderata dalla elite - che lentamente entra a far parte della coscienza collettiva.

Un decennio fa il pubblico fu desensibilizzato sulla guerra contro il mondo arabo. Oggi, la popolazione sta prendendo coscienza di essersi trovata esposta ad un controllo mentale esercitato dagli ideologi del transumanesimo. Questi concetti sono riscontrabili ormai ovunque nella cultura popolare. Questo è ciò che Alice Bailey definisce la "esteriorizzazione della gerarchia": I governanti occulti stanno lentamente diventando riconoscibili.

SIMBOLISMO OCCULTO NELLA CULTURA POPOLARE

Praticamente non esiste una vera letteratura sul simbolismo occulto. Ciò non dovrebbe essere una sorpresa dal momento che il termine stesso: "occulto" significa letteralmente: "nascosto". Nascosto, nel senso di informazione "riservata a coloro che sanno", a coloro i quali siano ritenuti degni di sapere. Non è insegnato nelle scuole né è discusso sui media. E' considerato un fenomeno marginale o addirittura ridicolo da parte del cittadino medio.

La conoscenza dell'occulto non è tuttavia ritenuta ridicola nello ambito delle società segrete. E' anzi considerata sacra e arcana.
C'è una lunga tradizione di discipline occulte tramandate mediante sette segrete risalenti allo antico Egitto, al misticismo orientale, ai cavalieri Templari, fino alla moderna massoneria.

Anche se gli elementi più profondi di tale conoscenza sono probabilmente andati alterandosi e modificandosi nei secoli, le scuole misteriche hanno conservato le loro caratteristiche principali, cioè il simbolismo, i rituali e le discipline metafisiche. Queste caratteristiche, che furono parte integrante delle antiche civiltà, sono state cancellate dalla società moderna, per essere soppiantate dal materialismo pragmatico. .

"Se tali dottrine sono sempre state nascoste alle masse, per le quali fu elaborato un codice semplificato, non è forse probabile che gli esponenti di ogni ramo della civiltà odierna - filosofico, etico, religioso e scientifico - siano basilarmente ignoranti in merito agli stessi principi su cui si fondano le loro discipline?"
Manly P. Hall, Insegnamenti Segreti di Tutte le Epoche.
Il "codice semplificato" pensato per le masse ha a che fare con varie forme di religione. La religione in voga attualmente viene professata nel tempio dei mass media e fonda i suoi sermoni quotidiani su principi quali il materialismo estremo, la vacuità spirituale ed una esistenza egocentrica ed individualistica. Questo è esattamente l'opposto dei valori da sviluppare per diventare individui veramente liberi, come insegnano tutte le grandi scuole di pensiero filosofico. Sarà che una popolazione grezza è più facile da manipolare?.

"Tali schiavi lobotomizzati sono perfino definiti 'liberi' e 'altamente istruiti' benché sia estremamente semplice, attraverso la manipolazione mentale, sconvolgere la loro realtà facendo in modo che si comportino proprio come un qualsiasi contadino medievale che inizia a correre urlando di panico di fronte a qualcosa che non comprende o controlla. I simboli che l'uomo moderno abbraccia con la fiducia di un bambino equivalgono pressappoco al manifesto della sua riduzione in schiavitù, e proseguono la tradizione della schiavitù ignorante, contadina, dell'antichità."
Michael A. Hoffman II, Società Segrete e Guerra Psicologica.
CONCLUSIONI

Questo articolo ha esaminato i pensatori più importanti nel campo dei mass media, le strutture di potere dei mass media e le tecniche utilizzate per manipolare le masse. Credo che questo tipo di informazioni siano fondamentali per la comprensione degli argomenti discussi da The Vigilant Citizen. La contrapposizone tra la base della popolazione e la classe dirigente descritta in molti articoli non è una "teoria della cospirazione" (odio questo termine), ma una realtà chiaramente dimostrata nelle opere di alcuni dei più influenti uomini del Ventesimo secolo.

Lippmann, Bernays e Lasswell hanno affermato limpidamente che il popolo non sarebbe in grado di decidere il proprio destino, cioè di esercitare la democrazia. Al contrario, hanno propugnato l'istituzione di una occultocrazia, un governo nascosto, una classe dirigente responsabile del "gregge disorientato". In che misura le loro idee continuino ad essere applicate alla società risulta sempre più evidente. Una popolazione ignorante non costituisce problema per i governanti: è anzi una cosa auspicabile e necessaria per assicurare una leadership assoluta. Una popolazione ignorante non conosce i propri diritti, non cerca una maggiore comprensione delle questioni e non discute le decisioni delle autorità. La cultura popolare è progettata per mantenere ed incrementare l'ignoranza ed il torpore mentale mediante l'entertainment.

Molte persone mi chiedono: "C'è un modo per fermare tutto ciò?" Sì, c'è. Non comprare più la loro merda e leggere libri.
Articolo in lingua inglese, pubblicato sul sito The Vigilant Citizen

Link diretto all'articolo:

Traduzione a cura di Anticorpi.info

Note sul Copyright
Il materiale pubblicato su Anticorpi può essere riprodotto solo se la successiva ripubblicazione contenga la citazione della fonte e dell'autore, non abbia fini di lucro, sia liberamente e gratuitamente
accessibile, e sia ospitata da un sito che autorizzi la libera riproduzione del proprio materiale.


Avanza in fretta l’ideologia mondialista dell’ “Uomo senza identità”

Intervista a Perrucchetti : l’ideologia di genere punta all’omologazione dell’individuo:
Il ministro della Pubblica Istruzione, Stefania Giannini, ex rettore della Università per stranieri di Perugia, da poco tempo ha fatto sospendere la distribuzione nelle scuole pubbliche e negli asili degli opuscoli “Educare alla diversità”, che hanno suscitato tante polemiche e contestazioni che con il pretesto della lotta alla «discriminazione sessuale», diffondevano in maniera neanche troppo velata l’«ideologia gender». Questi libretti erano stati realizzati dall’Unar (Ufficio nazionale antirazzismo).

Ma cosa c’è dietro l’deologia della cancellazione dei sessi? Enrica Perucchietti, giornalista, e Gianluca Marletta, docente, hanno pubblicato UNI SEX. La creazione dell’uomo senza identità (Arianna editrice, Gruppo Macro, pagg.120, euro 9,80). Il volume parla del tentativo di cancellare le differenze fra i sessi


Perucchietti, dietro questo disegno ci sono alcune lobby? Qual è l’obiettivo?

Secondo quanto esposto in UNI SEX l’ideologia di genere farebbe parte di un progetto di omologazione dell’individuo che partirebbe da lontano e che passerebbe attraverso diverse tappe con lo scopo di sradicare le radici dell’uomo contemporaneo e renderlo, come cita il sottotitolo del saggio, “senza identità”.

Il percorso di spersonalizzazione e omologazione dell’individuo passa anche per il livellamento dell’identità sessuale e la distruzione della famiglia. La famiglia “tradizionale”, infatti, si pone come l’ultimo ostacolo per la costituzione di un pensiero unico e globale. Inoltre, distruggere la famiglia “naturale” serve per ridurre o almeno mantenere la crescita della popolazione, che è una delle ossessioni delle élite di potere.

L’Ideologia di Genere sembra essere al giorno d’oggi uno “strumento”, una sorta di vero e proprio “cavallo di Troia” che alcuni Poteri Forti sono decisi ad utilizzare per “fini” che vanno ben al di là delle sacrosante “rivendicazioni omosessualiste”, ma che mirano, con tutta evidenza, a manipolare la natura stessa dell’uomo, allo scopo di generare un “uomo nuovo” compatibile con il progetto ormai sempre più avanzato di un Nuovo Ordine Mondiale.

Il mondialismo, in estrema sintesi, agisce preferibilmente sul piano dei “costumi”, delle “mode”, dei “modi di pensare”, attraverso la creazione di un “immaginario globale” che influenzi le scelte delle masse. Uno degli scopi dell’azione mondialista, ad esempio, sarà quello di demolire le “vecchie” identità (siano esse sociali, religiose, politiche o culturali) che potrebbero, in qualche modo, rappresentare un ostacolo all’omologazione globale.

Ci sono azioni concrete? Quali?

Uno dei segnali evidenti dell’appoggio dei Poteri Forti occidentali all’Ideologia di Genere e ai movimenti omosessualisti, viene dal sostegno economico “a fondo perduto” che una gran parte delle oligarchie economiche effonde a beneficio di tali cause. Nei soli Stati Uniti, (dati del 2008), le organizzazioni omosessualiste possono vantare i loro principali paladini nella persona del miliardario e mondialista George Soros – lo stesso che ha finanziato le “primavere arabe” e le rivoluzioni filo-occidentali e anti-russe in alcuni paesi dell’Est, come l’Ucraina – attraverso l’Open Society Institute (150 mila dollari annui), la MacArthur Foundation (600 mila dollari), e la fondazione della casa automobilistica Ford (1.200.000 dollari). Meritano un cenno anche il Goldman Fund di San Francisco (che nel 2000 ha devoluto ben due milioni di dollari alle organizzazioni gay), la Rockefeller Foundation (con circa 60.000 dollari annui), oltre a innumerevoli altri “torrenti” di decine di migliaia di dollari che giungono con regolarità da gruppi come Kodak, Hewlett-Packard, American Airlines, Apple, AT&T, BP, Chevron, Citigroup, Credit Suisse First Boston, Daimler Chrysler, Dell, Deutsche Bank, Ernst & Young, Estee Lauder, Intel, Ibm, J.P. Morgan Chase & Co, Johnson & Johnson, Levi Strauss & Co, Merril Lynch, MetLife, Microsoft, Nike, Pepsi, Toyota, Ubs, Xerox e, soprattutto, Motorola, oltre alla Fondazione Playboy (che da decenni finanzia le organizzazioni gay). Sempre George Soros, insieme ad altri miliardari come Jeff Bezos di Amazon o Bill Gates, ha recentemente donato milioni di dollari ai comitati pro-matrimoni gay negli Stati Uniti, arrivando persino ad “ungere” di dollari molti deputati del Partito Repubblicano (il cui elettorato è, al 90% contrario ai matrimoni-gay) pur di ottenerne il consenso.

Un tale sostegno finanziario a fondo perduto, pertanto, non può non suscitare la domanda su quali siano le vere ragioni di una tale mobilitazione, che avviene peraltro in contemporanea con una sovraesposizione bipartisan senza precedenti dei maggiori leader politici e delle più rappresentative istituzioni dell’Occidente.


-Risulta assai evidente come, al giorno d’oggi, piccoli eventi di cronaca quotidiana vengano ampliati e diffusi al fine di manipolare sempre più l’opinione pubblica nella distruzione della famiglia tradizionale a favore di una insistente propaganda omosessuale. Perché?

Secondo quanto esposto in UNI SEX ciò farebbe parte di un progetto di omologazione dell’individuo che partirebbe da lontano e che passerebbe attraverso diverse tappe con lo scopo di sradicare le radici dell’uomo contemporaneo e renderlo, come cita il sottotitolo del saggio, “senza identità”. Il percorso di spersonalizzazione e omologazione dell’individuo passa anche per il livellamento dell’identità sessuale e la distruzione della famiglia. La famiglia “tradizionale”, infatti, si pone come l’ultimo ostacolo per la costituzione di un pensiero unico, globale e onnicomprensivo. Senza di essa l’uomo si crede “libero” dal giogo della tirannia della cultura borghese, mentre appare in realtà sempre più spaesato e abbandonato a se stesso, facilmente condizionabile e controllabile. Inoltre, distruggere la famiglia “naturale” serve per ridurre o almeno mantenere la crescita della popolazione, che è una delle ossessioni delle élite di potere.

L’Ideologia di Genere sembra essere al giorno d’oggi uno “strumento”, una sorta di vero e proprio “cavallo di Troia” che alcuni Poteri Forti sono decisi ad utilizzare per “fini” che vanno ben al di là delle sacrosante “rivendicazioni omosessualiste”, ma che mirano, con tutta evidenza, a manipolare la natura stessa dell’uomo, allo scopo di generare un “uomo nuovo” compatibile con il progetto ormai sempre più avanzato di un Nuovo Ordine Mondiale. Uno dei segnali evidenti dell’appoggio dei Poteri Forti occidentali all’Ideologia di Genere e ai movimenti omosessualisti, viene dal sostegno economico “a fondo perduto” che una gran parte delle oligarchie economiche effonde a beneficio di tali cause.

L’ideologia del NWO prima ancora di pianificare una strategia di conquista “materiale” del globo da parte dell’Occidente anglo-americano e dei suoi alleati o sudditi, mira soprattutto alla creazione di un “uomo nuovo”: un essere resettato e omologabile, stereotipato e apolide, perfetto “mattone” utilizzabile nella costruzione del Mondo Nuovo. Mira cioè a “creare” il cittadino perfetto del futuro governo globale.

Il mondialismo, in estrema sintesi, agisce preferibilmente sul piano dei “costumi”, delle “mode”, dei “modi di pensare”, attraverso la creazione di un “immaginario globale” che influenzi le scelte delle masse. Uno degli scopi dell’azione mondialista, ad esempio, sarà quello di demolire le “vecchie” identità (siano esse sociali, religiose, politiche o culturali) che potrebbero, in qualche modo, rappresentare un ostacolo all’omologazione globale. Ed è proprio in quest’ottica che si comprende l’appoggio dei Poteri Forti occidentali all’Ideologia di Genere la quale, rendendo “nebulosa” e ambigua persino quella dimensione basilare che è l’appartenenza sessuale, diviene l’ingrediente necessario alla creazione dell’uomo nuovo: un uomo nuovo che, ricordiamo, si vuole confuso, ambiguo, letteralmente a-morfo.

Nel libro “UNI SEX” si parla di “un passo avanti verso l’omologazione assoluta e irreversibile del pensiero unico” facendo riferimento ad un articolo della legge Mancino del 1993 riguardo le discriminazioni sull’identità sessuale e a tutte quelle misure adottate nei vari paesi per ridurre sempre di più le differenze tra maschio e femmina a partire dalla scuole. Quali motivi si nascondo dietro l’idea di un Nuovo Ordine Mondiale?

Per comprendere che cosa sia il Nuovo Ordine Mondiale è necessario ricostruire le tappe che hanno portato, attraverso i secoli, allo sviluppo di una vera e propria ideologia mondialista, riscoprendone le radici e i presupposti filosofici (ma anche spirituali e teologici). Marletta ed io abbiamo dedicato a questa ricostruzione storica e giornalistica il nostro precedente saggio edito da Arianna, Governo Globale. La storia segreta del Nuovo Ordine Mondiale. Anche l’ideologia del NWO, infatti, attinge la sua linfa vitale da un preciso contesto storico, identificabile con il mondo protestante inglese dei secoli XVII e XVIII in cui nasce l’idea di una Nuova Era di “trasformazione del mondo”, di un progetto prima utopistico e poi politico di “rinnovamento” dell’umanità.

Fatte salve le differenze che contraddistinguono le diverse correnti interne, possiamo identificare alcuni obiettivi essenziali dell’ideologia mondialista:

1. L’evidente aspirazione ad governo universale e sovranazionale controllato più o meno direttamente da un’autoselezionata élite;

2. La diffusione o imposizione di un pensiero omologato tendente a dissolvere le identità e le particolarità culturali, politiche e religiose in una sorta di Pensiero Unico globale;

3. La lotta contro le “identità forti” difficilmente omologabili alla cultura mondialista;

4. Una strategia d’azione che prevede l’utilizzo strumentale della politica (una sorta di vera e propria “criptopolitica”) per ben altri scopi che rimangono occultati alle masse;

5. L’ossessione per la riduzione della popolazione o almeno del suo contenimento;

6. Lo stretto rapporto – fin quasi ad una vera e propria identificazione – con i grandi potentati economici: a tal punto che, nell’immaginario di molti, il NWO ha finito per identificarsi con il potere dei colossi bancari e delle multinazionali che ne sono, per certi versi, l’espressione più visibile.

3-L’atto sessuale diventerà solamente un gesto di affetto non più indispensabile per la procreazione. Dall’invenzione di strumenti capaci di provocare con un click il piacere sessuale alla clonazione dell’individuo tanto sognata dall’oncologo Veronesi… L’Uomo del futuro sarà davvero un ermafrodita, un “modello unico”? In quanto tempo l’eugenetica pensa di raggiungere questo obiettivo?

Questo “traguardo” non è una tappa obbligata dell’umanità. Non è detto che l’uomo debba diventare per forza un essere geneticamente modificato, un OGM e che la riproduzione avverrà soltanto in provetta. Ma per reagire a queste derive eugenetiche l’uomo contemporaneo dovrebbe riappropriarsi della propria identità sessuale e comprendere che questo terzo sesso agognato dai media è in realtà un prodotto dei Poteri Forti. Al contempo dovrebbe rendersi conto che la riproduzione relegata al campo scientifico diventerà un lusso permesso a pochi, ossia a coloro che potranno permettersi l’accesso alle terapie.

4-In Italia alcune scuole hanno già abolito i termini “Mamma” e “Papà” sostituendoli con “genitore 1″ e “genitore 2″: pensa sia anche questo un passo a favore dell’ideologia gender?

Certo, fa parte di quel processo di riscrittura della neolingua che George Orwell spiegava magnificamente in 1984. Uno dei punti di forza della propaganda gender risiede nell’abilità di saper creare nuovi vocaboli mediaticamente vincenti da sostituire a quelli tradizionali che vengono progressivamente bollati come sessisti oppure omofobi. Proprio perché portatrice di una visione dell’uomo e della natura assolutamente “inedita”, infatti, l’Ideologia Gender è stata costretta a mettere le mani sulla lingua allo scopo di modificarla. Già l’imposizione del termine “genere” al posto di “sesso”, o l’invenzione del termine “gay”, sono stati, indubbiamente, notevole successi; eppure, negli ultimi tempi, il processo “neolinguistico” sembra aver fatto passi da gigante.

Al termine gender, infatti, si affiancano giorno dopo giorno, nuovi neo-vocaboli destinati al sicuro successo. Così, ad esempio, il vecchio termine omosessuale (già divenuto sinonimo del più popolare gay) è già stato ampiamente sostituito dal termine trans-gender (indicante un individuo che, per l’appunto, “transita” da un genere all’altro); mentre anche il vecchio termine “eterosessuale” sembra destinato a finire in cantina sostituito dal più “ortodosso” cis-gender (ovvero, colui i cui tratti sessuali di nascita “coincidono” con il genere di appartenenza).

Così la sostituzione di termini o espressioni quali madre, padre, donna incinta, etc rientrano in questo processo di erosione semantica e di riscrittura della lingua dove, proprio come in 1984, il controllo sui vocaboli trasforma lentamente le menti stesse dei parlanti, rendendo di fatto impossibile anche solo formulare concetti “proibiti”.

5-Principe o principessa: che ruolo giocano i cartoni animati nell’orientamento sessuale dei bambini?

I cartoni animati sedimentano nell’orientamento del bambino immagini fortemente evocative: pensiamo già a cartoni ambigui come Lady Oscar in cui la protagonista si veste e si atteggia da uomo e fa innamorare di sé sia uomini che donne (compresa la futura regina Maria Antonietta). L’universo anime giapponese veicola l’immagine dell’eterno adolescente, un efebo o lolita dai contorni sessuali ambigui o esplicitamente maliziosi (si pensi al celebre Lamù) che i bambini e poi i ragazzi tendono a emulare. Dai cartoni degli anni ’80 ovviamente questa tendenza ha tenuto il passo con l’evoluzione della dottrina gender.

A fianco ai cartoni abbiamo anche una lista lunghissima delle serie TV che vedono al loro interno almeno un personaggio gay o bisex (o “pansessuale” come il Jack Harckness di Torchwood) e la tendenza si sta sviluppando soprattutto sul fronte teen con serie rivolte a un pubblico adolescente (tendenza inaugurata a partire da Dawson’s Creek). In una puntata del telefilm Once Upon a Time (C’era una volta) rivolto proprio a un pubblico giovane, troviamo la principessa Mulan innamorata di Aurora…

6-Nel libro viene dedicato uno spazio importante al tema della pedofilia. Perfino Pannella, Vendola ed altri politici avrebbero spesso giustificato tale fenomeno sulla base del “diritto del bambino ad avere una propria sessualità”: dovremmo già prepararci ad una più forte propaganda mediatica a favore della pedofilia?

La cronaca sembrerebbe portarci in questa direzione. Nelle “alte sfere” dei fautori del mondo-gender la pedofilia non è affatto ritenuta come un crimine esecrabile ma, addirittura, come un momento di necessario, inevitabile progresso della morale umana. I padri della rivoluzione sessuale e dell’Ideologia di Genere, come Alfred Kinsey e John Money, non avevano nessuna remora a riconoscere la pedosessualità e la pedofilia come momenti irrinunciabili della “liberazione sessuale” dell’umanità.

Eppure, a oggi, la morale di massa non può accettare il pensiero che un bambino possa avere contatti sessuali con un adulto. Una delle ragione, naturalmente, è che tali contatti avrebbero come oggetto una creatura considerata “non ancora capace di assumersi scelte libere”, e quindi presupporrebbero un’inevitabile forma di violenza ai danni del fanciullo. Per questo coloro che vogliono legittimare la pedofilia come semplice “orientamento” tentano di veicolare l’idea che il bambino non sia una creatura “innocente” e “pura” ma che al contrario abbia pulsioni sessuali fin dalla nascita. Se a parere degli ideologi del gender lo stesso bambino ricercherebbe il contatto erotico con gli adulti, nulla si opporrebbe a favore di uno sdoganamento della pedofilia: una pedofilia, naturalmente, che si vorrebbe “non violenta” e “rispettosa” della scelta del bambino.

La liberalizzazione (e legalizzazione) della pedofilia sono dunque i prossimi obbiettivi dei “grandi architetti” della coscienza di massa? A partire dall’attuale “sentire comune”, almeno a tutt’oggi, sembrerebbe difficile far accettare la pedofilia al grande pubblico: ma sarebbe lo stesso, ci chiediamo noi, dopo qualche anno di mirata e costante propaganda mediatica?

Solo il prossimo futuro potrà dircelo

di Roberta Barone

da L’Intellettuale Dissidente

La televisione è un’arma moderna; è meglio di una bomba; chiunque la controlli, controlla la gente senza nemmeno che questa se ne accorga.
- Eric Hufschmid

Nessun commento:

Posta un commento