lunedì 24 giugno 2019

Madonna: Gesu` sarebbe stato favorevole all’aborto

In un’intervista, martedì, con il conduttore televisivo australiano Andrew Denton, la cantante Madonna ha suggerito che Gesù Cristo avrebbe favorito il diritto di una donna di sottoporsi ad un aborto.

Mentre promuoveva il suo recente album Madame X, Madonna ha discusso riguardo la Chiesa cattolica e Papa Francesco. Dopo una battuta di Denton su di lei e il papa, la cantante di Material Girl ha detto che non sarebbe sorpresa se si presentasse l’opportunita`. “Un giorno potrebbe invitarmi. Penso che questo papa potrebbe farlo “, ha detto, prima di elencare ciò che i due avrebbero discusso.

“Parleremo del punto di vista di Gesù sulle donne”, ha riflettuto Madonna. “Cosa pensava veramente sulle donne? Non credi che Gesù sarebbe d’accordo sul fatto che una donna ha il diritto di scegliere cosa fare con il suo corpo? Penso che sarebbe aperto ad avere quella conversazione con me. ”

Nel 2015, Madonna ha affermato che, nonostante sia stata presumibilmente “scomunicata” dalla Chiesa cattolica in numerose occasioni, la possibilità che lei e il papa si incontrassero per parlare di questioni “scottanti” non sarebbe al di fuori del regno delle possibilità. “Sento che questo nuovo papa è piu` disponibile, e penso che potremmo essere in grado di stare insieme e fare due chiacchiere sul sesso”, ha detto la cantante.
Le osservazioni di Madonna arrivano mentre Hollywood sta aumentando la sua campagna di pressione contro gli stati che hanno recentemente approvato leggi severe sull’aborto. I governatori repubblicani in Georgia, nel Mississippi e nell’Ohio hanno firmato regolamentazioni, che salvano i bambini da morte per aborto dopo il rilevamento del battito cardiaco fetale – che si verifica entro sei settimane dalla gravidanza. Il mese scorso, i legislatori del Missouri hanno approvato una legislazione simile, diventando l’ottavo stato a farlo. Lo stesso giorno, la Camera dei rappresentanti del Texas ha approvato una misura volta a vietare a qualsiasi stato o governo locale di utilizzare denaro dei contribuenti per collaborare con le cliniche abortive.
I principali studi di Hollywood si sono uniti a Netflix nelle ultime settimane dicendo che potrebbero cancellare le riprese in Georgia se la legge sull’aborto dello stato entrerà in vigore. Lo stato è noto per i suoi vantaggi fiscali lucrativi per le riprese.
WarnerMedia, NBCUniversal, Sony Pictures Entertainment e Walt Disney Co. hanno seguito l’azione del servizio di streaming all’inizio di questa settimana con una serie di dichiarazioni, rompendo un silenzio di tre settimane da parte dei grandi attori riguardo la legge.

Il CEO della Disney, Bob Iger, ha detto a Reuters che sarebbe difficile continuare le riprese se diventasse legge. Iger ha dichiarato che la società ha ascoltato delle persone che affermano che non lavoreranno piu` se la legge entrerà in vigore.
Molti georgiani, dai politici alle persone che lavorano sui set cinematografici, si preoccupano degli effetti negativi della legge. I legislatori democratici e gli operatori cinematografici locali della Georgia hanno esortato Hollywood a mantenere la produzione nello stato. I boicottaggi, alcuni dicono, non sono la risposta che stanno cercando.

1 commento:

  1. Io non mi stupisco tanto per quello che dice Madonna. Mi stupisco che ci sia gente che addirittura ci scrive su un'articolo. Smettiamola di dare rilievo a puttane, mentecatti e minorati mentali e forse qualcosa cambiera'. Finche continuiamo a dare attenzioni a sta feccia ,a cosa fa e non fa, a cosa dice o non dice, a ogni peto del culo nulla cambia.

    RispondiElimina