venerdì 17 novembre 2017

Il Sistema Pardes e i quattro livelli di interpretazione della Sacra Scrittura - tratto da La Bibbia Rivelata Vol.1 -



Il Sistema Pardes e i quattro livelli di interpretazione della Sacra Scrittura - tratto da La Bibbia Rivelata Vol.1 - Iniziazione al Linguaggio esoterico della Sacra Scrittura di Michele Perrotta:

I quattro livelli di interpretazione dell’Ebraismo secondo il sistema PARDES sono i seguenti: Peshat, Remez, Derash, Sod.

La prima lettera di ognuna di queste P-R-D-S, insieme alle vocali necessarie per la pronuncia, danno la parola (acronimo) PARDES (“giardino” o “frutteto”- nome analogo al termine Paradiso).

Ogni livello è più profondo e più intenso del precedente.

Esaminiamoli uno per uno:

- Peshat (Semplice): senso letterale, immediato, storico, insegnamenti evidenti.

- Remez (Allusione): senso allegorico, simbolico.

- Derash (Esposizione): senso omiletico (che riguarda la conversazione/omelie:
predica morale, socievole, affabile).

- Sod (Segreto): senso esoterico (infonde profondi cambiamenti interiori, elevazione di stadi coscienziali; chiave esoterica-cabalistica che consente di “vedere” al di là del velo - comprendere verità celate).

Il livello spirituale più alto denominato Yechidah (Unità) comprenderebbe tutti i livelli di interpretazione o sensi del Pardes.

Il grado di Qabbalah (Kabbalah) rivelata riguarda quei livelli a partire da Sod sino a quello che i maestri mistici definiscono Qabbalah profetica in cui l’attaccamento a Dio è vissuto a livelli elevatissimi con tutte le missioni spirituali che essi comportano tra cui i Tiqqunim (la rettificazione spirituale) e la profezia.

È con questo sistema che dobbiamo studiare la Bibbia per comprenderne il significato più profondo custodito al suo interno....

...Nello Zohar (Sepher ha-Zohar) le quattro chiavi di lettura o livelli succitati vengono confrontati con i quattro “Maestri” del cammino mistico del Pardes.

Questa allegoria delle quattro visioni risulta, a nostro avviso, come una sorta di liberazione del pensiero stesso dell’Adam, “oltre il giardino” o quel “Paradiso terrestre”, attraverso vie diverse ma non separate tra loro.

In sostanza si tratterebbe di una liberazione della coscienza da concetti mentali mediante la trascendenza mistica.

«Il Signore Dio (Yahweh) prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse».
(Genesi 2:15)

“Guai a colui che dice che la Torà viene a narrare racconti mondani, e cose ordinarie.
Se così fosse, perfino nei nostri tempi potremmo comporre una torà (insegnamento) per le faccende ordinarie, perfino di qualità superiore. Perfino i potenti (principi) del mondo possiedono libri di valore superiore. Se fosse così, seguiremmo questi capi, e faremmo delle loro parole una torà. Ma non è così, poiché tutte le parole della Torà sono parole superne (celestiali) e segreti sublimi”.
(Rabbi Shimon)

“Guai ai malvagi che sostengono che la Torah è fatta solo di racconti mondani, e osservano solo tale rivestimento, e niente di più”.
(Sefer Ha-Zohar - “Libro dello Splendore”)

...Le quattro chiavi di lettura dei testi sacri sono, a nostro avviso, strettamente legate anche all’Alchimia poiché esse, oltre ad essere comparabili ai quattro elementi, sono potenti vie trasformative del Sè: conducono le energie psichiche e la coscienza dell’iniziato in uno stato paradisiaco di ascesi mistica dove sarebbe possibile "beatificare" l’ego (o meglio il sè).

Ogni testo sacro antico esige la seguente lettura quadruplice secondo gli elementi:

- Chiave letterale – Terra (che accomuna la mente del lettore al piano terrestre, alla natura e a tutto il creato).

- Chiave allegorica – Aria (che trasporta l’essenza di Dio nel lettore).

- Chiave morale – Acqua (che purifica colui che legge).

- Chiave anagogica – Fuoco (che brucia senza consumare il cuore del lettore trasportandolo verso le dimensioni spirituali).

I testi sacri ci indicano velatamente che l’uomo è legato ad un cordone ombelicale invisibile che lo tiene vincolato alla natura, al cosmo e a Dio.

"A voi (apostoli/iniziati ai misteri di Dio) è stato confidato il mistero del regno di Dio; a quelli di fuori invece tutto viene esposto in parabole, perché guardino, ma non vedano, ascoltino, ma non intendano, perché non si convertano e venga loro perdonato".
(Marco 4:11-12)

Continua....

La Bibbia Rivelata Vol.1 - Iniziazione al linguaggio esoterico della Sacra Scrittura:
https://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-bibbia-rivelata-vol-i-libro.php

La Bibbia Rivelata Vol.2 - Il Corpo di Luce e il Segreto del Fiore della Vita:
https://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-bibbia-rivelata-vol-ii-libro.php

La Bibbia Rivelata

https://www.facebook.com/labibbiarivelata/photos/a.210338646075049.1073741828.210327252742855/380378155737763/?type=3&theater

Nessun commento:

Posta un commento