lunedì 13 novembre 2017

Forza Cosmica dello Sciamano e simboli a Gobekli Tepe – Parte 2


Gobekli Tepe è un antico e importante sito che risale agli inizi della civiltà,molto più antico rispetto a quanto avevamo precedentemente ipotizzato.In questo Tempio, pilastri, e incisioni risalenti al neolitico sono stati ritrovati, la storia umana viene riscritta, ed i simboli e messaggi di culture preistoriche sono state rivelate.


Sito archeologico di Göbeklitepe in Turchia. Wikimedia Commons
I tre cesti



I tre cesti possono essere visti scolpiti lungo la parte superiore del pilastro

Il simbolo dei “Tre canestri” sul pilastro di recinzione D
A prima vista, possiamo definire questo simbolo come tre canestri ordinari. Nella cosmologia spirituale del paniere è anche il simbolo delle stagioni e le offerte della prima frutta, la fertilità e la santità.
Nel Pentateuco (Torah),i tre canestri sono definiti come “tre giorni”. Forse simboleggiano tre giorni specifici dell’anno.I tre canestri potrebbero riguardare le porte in tutto l’orizzonte a “due solstizi e il punto dell’equinozio” verso est / ovest.


Posizioni degli equinozi e solstizi.

Il pilastro con questo simbolo guarda in direzione est. I motivi di questo pilastro – dal basso verso l’alto – possono rappresentare la corsa dello spirito dello sciamano dopo la morte, prima della rinascita. Vivere la morte e la rinascita è la stipulazione più importante per ottenere il potere sciamanico. Forse è l’origine dell’ascesa celeste di Etena nella mitologia sumera.
 L’avventura di Etena al cielo o cieli sul dorso dell’aquila rappresenta il volo dello sciamano per il mondo superiore.Nello sciamanesimo turco, lo spirito degli sciamani resuscita tre volte.
Per tre volte sono nei giorni 21 giugno, 21 marzo / 23 settembre, e il 21 dicembre. Gli sciamani beneficiano delle energie di questi giorni.

Su questo pilastro è inciso anche il sole .
Forza Cosmica dello Sciamano

Il pilastro-18, che viene identificato come una statua antropomorfa, ha una pelle di leopardo sul ventre. Essa non solo simboleggia un uomo cacciatore,ma c’è molto di più. A mio parere, la pelle di leopardo rappresenta la Puissance Cosmica o potere cosmico dello sciamano.
Nei miti egizi, la dea dell’astronomia Seshat indossa sempre una pelle di leopardo che rappresenta le stelle del cielo. Possono indicare chiaramente che gli sciamani del Paleolitico, Neolitico e in seguito, avevano trasformato le divinità della mitologia egiziana e sumera.
Il simbolo H



I pilastri a Göbeklitepe raffigurano il segno “H”

Uno dei simboli altamente controversi è il simbolo H , che si vede scolpito sulla faccia dei pilastri. Alcuni dicono che questo simbolo simboleggi la costellazione di Orione.
Penso che questo non è vero. Poiché, oltre al simbolo “H”, c’è un simbolo “I grande”, che si può definire”H” inclinato . Entrambi non sono correlati a Orione. Per fornire alcuni significati intriganti e fattuali, basata su dati culturali ed archeologici:

Simbolo “H” non è solo un simbolo del monolite. Si compone di due parti, che possiamo definire Tau. Incontriamo lo stesso simbolo “H” in petroglifi in Utah che sono fatti dagli Anasazi. Infatti, vediamo il “(H)” simbolo completo. Qui il simbolo “H” non è solo. Su entrambi i lati ci sono altri simboli.



Petroglifi Utah

Ray Urbaniak interpreta il simbolo “H” per indicare una doppia T. Due forme di T intestati insieme formano una doppia T. Dice anche che Tau rappresenta la metà nel mondo spirituale.
Quindi, possiamo immaginare che il simbolo “H” è composto da due simboli Tau.
A mio parere, entrambi i simboli laterali accanto a simbolo “H” rappresentano il sorgere e tramontare del sole. Questo carattere tripartito corrisponde a un’espressione verbale di idee mitologiche circa i tre stati del sole durante il giorno (o la luna per tutta la notte). L’antico dio egiziano dice:
Io sono Khepra la mattina, Io sono Ra a mezzogiorno, sono Atum in sera-i nomi delle divinità che rappresentano il sole nei suoi vari stati.
Simboli

Il simbolo “I” della mitologia messicana presenta non solo una singola Tau di due forme, ma in diverse posizioni, così come due figure a doppia testa unito in uno, che illustra la dualità, sopra e sotto, o il cielo e la terra.

I motivi del tappeto turco contengono anche i simboli “H” e “I”. Il significato di questi simboli sono “matrimonio”, “unità di famiglia” e “fedeltà degli innamorati”. A volte essi rappresentano “la maternità”, “fecondità” e “nascita”. Tra questi motivi del tappeto è importante, il cosiddetto “Eli Belinde (Mano sulla pancia)”, i pilastri centrali di Gobekli Tepe, in cui vediamo entrambe le mani sul omphalos.



I Motivi del tappeto turco contengono i simboli ‘H’ e ‘I’

Nella cultura proto-turca il simbolo “I” è stato chiamato come “ON: Cosmos”.
È interessante notare che, Nella cultura cinese il simbolo”I” rappresenta lo sciamano o lo spirito intermediario, i cosiddetti Wu. L’uso diffuso tra le popolazioni indigene americane della forma Tau rovesciata e verticale come emblemi di cui sopra e al di sotto è abbondantemente provata e senza dubbio è sorto naturalmente come i caratteri cinesi “Shang: Sopra”, impiegati come un simbolo per il cielo, e “Lea: Qui di seguito o nascoste “, utilizzato come simbolo per la terra.
La connessione tra Cielo e Terra rappresenta la creazione dell'innocenza e questo si riflette dalla linea centrale.



I caratteri cinesi “Shang”, utilizzati come simbolo per il cielo, e “Lea: sotto o al di sotto”, impiegati come un simbolo per la terra

Quindi, posso suggerire che il simbolo misterioso “I” parla di un “Cielo e del collegamento con la terra: così la vita poteva esistere”.
Nella credenza sciamanica, la terra prende la sua forza vitale dal cielo attraverso il cordone ombelicale. Gobekli Tepe dovrebbe essere vista come un luogo importante per questo motivo.
(È interessante notare che, in turco “Göbek” significa “l’ombelico”).
In questo, forze creative si uniscono per la nascita o rinascita. Di conseguenza, alcuni giorni specifici sono di vitale importanza per l’adozione di energia vitale dal cielo.
La forza vitale si crede essere sempre lì, ma non e' sempre visibile. Si crede sia visibile in determinati giorni dell’anno. Questi giorni sono i giorni dell’equinozio e del solstizio. D’altra parte, la “H” o il simbolo inclinato “io” est-ovest, può essere Donna-Uomo o le connessioni Dio-Dea.

I motivi terra e cielo, ed i rituali rappresentati da questi motivi, erano probabilmente legati insieme come dualità rituale. In una dualità, né terra né cielo può esistere uno senza l’altro, ed entrambi i rituali cielo e terra-sono stati correlati gli elementi necessari nella vita delle persone, come visto nel Ho’e’ga; Il Osage (Great Plains dei nativi americani) nome rituale per la terra: un involucro in cui tutta la vita prende forma corporea. Perché non può essere lo stesso in Göbekli Tepe?
E ‘possibile che il posizionamento dello sciamano sia un ricordo dei ruoli dello sciamano come funzionario del rito e mediatore tra i mondi naturali e soprannaturali.
In questo caso, lo sciamano poteva fungere nel rituale come da ponte tra cielo e terra.

Foto di presentazione: Deriv; Statua da Gobeklitepe a Urfa Museum (CC BY 2.0), Nebulosa di Orione (CC BY 4.0), e Gobekli Tepe (Flickr / CC BY-NC 2.0)

Immagini per gentile concessione dell’autore Özgür Etli.

Özgür Etli

http://www.ancient-origins.net/opinion-guest-authors/cosmic-power-shaman-and-symbols-g-bekli-tepe-part-ii-005194

Fonte: Condiviso da Pianteablunews http://www.pianetablunews.it/2016/01/20/forza-cosmica-dello-sciamano-e-simboli-a-gobekli-tepe-parte-ii/



Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia.



GLI SCIAMANI DI GOBEKLI TEPE E I LORO SIMBOLI COSMICI - PARTE 1 http://fuoridimatrix.blogspot.it/2017/04/gli-sciamani-di-gobekli-tepe-e-i-loro.html

Nessun commento:

Posta un commento