lunedì 5 giugno 2017

L'OTTAVA SFERA


Tutto ciò che il male farà decadere nell’uomo andrà a formare l’Ottava Sfera, il mondo degli ostacolatori. Quello del male è un segreto legato alla terza persona della Trinità, lo Spirito Santo. La lotta per la redenzione del male, tra ispirazione dall’Arcangelo Michele foriero del pensare spirituale che sublima la materia in spirito.
Rudolf Steiner: La piccola cupola del primo Goetheanum, il colonnato dei pianeti e il Rappresentante dell’Umanità (1919)




IL MISTERO DELL'OTTAVA SFERA

Negli interventi precedenti relativi ai misteri del numero 666, abbiamo accennato al fatto che, nel corso dell'evoluzione, avvengono durante certe fasi cicliche ben precise delle scissioni all'interno delle varie onde di vita, compresa ovviamente quella di cui facciamo parte noi esseri umani viventi nel sistema solare. In seguito a quelle scissioni, una parte degli esseri appartenenti alla stessa onda di vita seguono un certo tipo di evoluzione superiore, mentre un'altra parte ne segue un'altro di livello inferiore. Questo, abbiamo detto, fa parte del disegno cosmico e pertanto in esso non vi è alcunchè di anomalo. A proposito di queste scissioni e di ciò che ad esse può essere collegato, diremo oggi alcune cose riguardo ad un tema su cui è veramente difficile trovare informazioni precise nella letteratura esoterica. Si tratta della cosiddetta Ottava Sfera, un mondo in formazione che verosimilmente ospiterà coloro che, in seguito alla futura scissione, seguiranno un percorso evolutivo di livello inferiore. Come al solito, è nell'Antroposofia di Rudolf Steiner che siamo riusciti a trovare alcune informazioni su questo tema così delicato e di cui gli esoteristi sono così restii a parlare.

Chi ci segue o conosce i fondamenti della Teosofia saprà che il sistema solare si evolve sulla base di un ciclo settenario, a sua volta caratterizzato dalla formazione di sette diversi stati del sistema stesso detti Globi. L'umanità si è sviluppata gradualmente iniziando dal primo Globo, cui è stato attribuito il nome di 'Saturno' (da non confondere con l'omonimo pianeta) che era costituito da sostanza di calore, un secondo detto 'Sole' costituito da calore e gas, un terzo detto 'Luna' costituito da calore, gas e liquidi e un quarto, la nostra attuale Terra, costituito da calore, gas, liquidi e solidi. L'attuale Terra rappresenta la fase di massima densificazione, infatti i successivi Globi detti 'Giove', 'Venere' e 'Vulcano' saranno progressivamente sempre meno densi e materiali e sempre più 'sottili' e spirituali. Ripetiamo ancora che questi Globi non vanno confusi con i pianeti attuali che portano gli stessi nomi, si tratta di due cose diverse. Questo è lo schema evolutivo di base che verrà seguito da quella parte dell'umanità che si evolverà, per così dire, in modo 'regolare'. Oltre a questi sette Globi ce n'è tuttavia un'altro, l'Ottava Sfera appunto, la cui formazione ed evoluzione è guidata dagli spiriti luciferici e ahrimanici. Questo mondo in formazione e attualmente allo stato non solido attirerà l'umanità che seguirà un livello di evoluzione inferiore, ed è ipotizzabile che si tratti di quel mondo che le varie tradizioni religiose identificano come Inferno, Abisso, Lago di Fuoco e altri nomi simili.

L'Ottava Sfera si è sua volta formata in seguito alla scissione avvenuta nell'onda di vita angelica, tra gli spiriti 'regolari' (gli angeli) e quelli che invece hanno seguito un altro tipo di evoluzione meno elevato, vale a dire gli spiriti luciferici e ahrimanici. Questo è accaduto, spiega Rudolf Steiner, all'epoca della trasformazione del terzo Globo ('Luna') nel quarto Globo (l'attuale Terra). Durante questo processo, una parte della sostanza 'lunare' in fase di densificazione è stata per così dire sottratta dagli spiriti luciferici/ahrimanici alle entità angeliche 'regolari' dette Spiriti della Forma per costituire l'Ottava Sfera. Questo ottavo Globo, essendo una specie di ibrido tra la sostanza immaginativa propria del terzo Globo e quella minerale propria del quarto, viene ad essere costituito da quelle che Steiner definisce 'immaginazioni solidificate', altrimenti dette spettri. Oltre al mondo che conosciamo, ne esiste dunque uno parallelo costituito di sostanza spettrale. Questo mondo, una volta progredito a sufficienza, verrà separato dal Globo terrestre e proseguirà una sua evoluzione autonoma. Quanto all'ubicazione dell'Ottava Sfera, osservando uno schema disegnato da Steiner si deduce come questa compenetri sia la Terra che l'attuale Luna, essendo un globo che corrisponde grossomodo al percorso dell'orbita che la Luna forma girando intorno alla Terra.

Le entità luciferiche e ahrimaniche si adoperano quindi per sottrarre alla Terra quanta più sostanza possibile per costituire l'Ottava Sfera. Il loro intento sarebbe quello di inglobare l'intera evoluzione umana nell'Ottava Sfera, di trasferire interamente la nostra evoluzione nel loro mondo. Naturalmente alla loro azione si oppone quella degli Spiriti della Forma 'regolari' che invece spingono in direzione della nostra evoluzione superiore. Per impedire alle entità demoniache di sottrarre eccessiva sostanza alla Terra, Steiner afferma che le entità angeliche separarono dalla Terra stessa l'attuale Luna fisica, che essendo composta di materiale molto più grossolano rispetto a quello terrestre, non può esere utilizzata dagli spiriti luciferici ed ahrimanici per costituire l'Ottava Sfera. In un tempo successivo la Luna verrà poi riunita alla Terra. Per ora ci fermiamo qui, consapevoli del fatto che si tratta di un tema delicato e complesso che richiederebbe uno studio molto approfondito, peraltro reso assai difficile dalla mancanza di sufficienti informazioni disponibili. Chi volesse saperne di più potrà comunque consultare il ciclo di conferenze di Rudolf Steiner pubblicato con il titolo 'Il movimento occulto del secolo XIX e il mondo della cultura', dal quale abbiamo estratto gran parte delle informazioni contenute in questo intervento. Nell'immagine sotto, l'Ottava Sfera in uno schema analogo a quello disegnato da Steiner.

Testo di Gabriele Bertani
Approfondimenti:
Il mistero dell'ottava sfera
di: Claudio Gregorat

Nessun commento:

Posta un commento