mercoledì 30 marzo 2016

Come i Rockfeller hanno riprogettato la donna.





                                             Sopra: le due attiviste femministe americane
                                               Gloria Steinem e Dorothy Pitman Hughes.
 







Il femminismo è un eccellente esempio di come il mega-cartello dei Rockefeller usi il terribile potere dei mass media (ossia lapropaganda) per controllare la società. In appena quarant'anni, molte donne hanno perso il contatto con i loro istinti più naturali. Di conseguenza, la famiglia è nel caos più completo, la depravazione sessuale è rampante e i tassi di natalità sono precipitati. Mi soffermerò soprattutto sul ruolo della famiglia Rockefeller, ma prima vorrei ricordare che per la donna l'amore è un atto istintivo di abnegazione. Essa si dona al marito e ai figli, e realizza sé stessa vedendoli crescere e ricevendo il loro amore, il loro rispetto e la loro gratitudine. La donna compie questo sacrificio supremo per un solo uomo che la curerà teneramente e che provvederà alla sua famiglia. Gli uomini vogliono adempiere istintivamente a questa responsabilità. Questa è l'essenza del contratto eterosessuale (vale a dire il matrimonio): il potere femminile in cambio del potere maschile espresso come amore. Il sesso è il simbolo di questo legame esclusivo. Il matrimonio e la famiglia non possono essere per tutti, ma sono il cammino naturale per la maggior parte delle persone. Il femminismo ha abituato le donne a rifiutare questo modello come «un vecchio stereotipo antiquato e oppressivo», anche se esso riflette i loro istinti più naturali. Uno scrittore britannico ha riportato una conversazione tra due giovani donne che ha sentito per caso: «Oggi tutti gli uomini sono degli incapaci», ha detto una di loro. «Sì», ha risposto l'altra. «Il guaio è che non si sono svegliati nemmeno davanti al femminismo. Non capiscono che noi abbiamo bisogno che essi siano più virili, e invece hanno tirato i remi in barca». Ma che razza di logica è questa? Se le donne sono meno femminili, perché mai gli uomini dovrebbero essere «più virili»? Gli uomini non sono stati progettati per entrare in competizione con le donne.



Essi hanno bisogno di affermarsi mediante l'accondiscendenza e la fede di una donna. Quando donne li sfidano continuamente, gli uomini sfuggono al matrimonio e alla famiglia. Ai nostri tempi, l'amore e il matrimonio sono stati screditati, e le donne non hanno niente da dare in cambio se non il sesso. E così molte sono innaturalmente ossessionate dal loro aspetto fisico e offrono pateticamente il loro corpo a tutti i pretendenti. L'amore permanente non è basato sul sex appeal di una donna, sulla sua personalità o sulle sue conquiste. Esso è basato sull'abnegazione. Noi amiamo le persone che ci amano.



Il grande ritratto: il cartello dei banchieri


Molte persone non capiscono che il femminismo è un indottrinamento di massa perché non riescono ad identificare l'esecutore di questo piano, i mezzi e il motivo per cui viene realizzato. Recentemente, Aaron Russo (1943-2007), il produttore di molti film della cantante-attrice Bette Midler e di America: From Freedom to Fascism(«America: dalla libertà al fascismo»; 2006), è riuscito ad identificare tutti e tre gli elementi di questa macchinazione. Mentre tentava di arruolare Russo nel Council on Foreign Relations (un organismo mondialista che lavora per edificare un Nuovo Ordine Mondiale), Nicholas Rockefeller gli confidò che la sua Fondazione di famiglia aveva creato il mito della liberazione della donna usando il controllo esercitato dai mass media come parte di un piano a lungo termine per asservire l'umanità. Inoltre, Rockefeller gli rivelò che avevano progettato di inserire un chip sottocutaneo a tutta la popolazione.



Se cercate digitate su Google le voci «Rockefeller Foundation» e «Women's Studies» troverete mezzo milione di link a siti o pagine web che parlano di questo argomento. La scopo segreto perseguito dal femminismo è la distruzione della famiglia, in quanto essa interferisce con il lavaggio del cervello praticato nei giovani. Gli scopi secondari di questa operazione includono lo spopolamento e l'innalzamento delle tasse. Distogliendo gli uomini dal loro ruolo di mariti e padri si destabilizza anche la famiglia. Un drastico cambiamento di paradigma è necessario per dare un senso al mondo. I Rockefeller sono parte del potentissimo cartello privato bancario che tra l'altro controlla anche i mass media, la difesa, i grandi colossi farmaceutici e altre lucrose attività. Per proteggere il loro monopolio di credito e la loro ricchezza, essi stanno istituendo una polizia di Stato mondiale (il cosiddetto «Governo Mondiale»), e si sono serviti dell'attacco fittizio dell'11 settembre come pretesto per condurre una guerra senza fine 2. Nelson Rockefeller parlò a Russo di questo piano un anno prima dell'attacco alle Torri Gemelle. Il poeta francese Charles Péguy (1873-1914) ha scritto: «Tutto comincia nel campo della fede e finisce in quello della politica».







Aaron Russo America: From... Nicholas Rockefeller


Il cartello bancario ha bisogno di una filosofia per giustificare il suo tentativo di incatenare l'umanità. Questa filosofia è il satanismo. Il cartello controlla il mondo attraverso una rete di società segrete collegate alla Massoneria e al giudaismo internazionale (B'nai B'rith, Anti-Defamation League, American Jewish Committee e movimenti sionisti). Il vertice occulto della piramide è noto come gli Illuminati. La cultura occidentale moderna è essenzialmente massonica.

Basata sul luciferismo, la Massoneria insegna che è l'uomo e non Dio a determinare la realtà (naturalmente, i massoni devono annullare le leggi naturali e spirituali per affermare il loro controllo). Essi hanno notato che le persone sono creature malleabili e insicure che preferiscono credere a ciò che viene detto loro piuttosto che fidarsi della propria ragione o delle loro percezioni. Così, ad esempio, i mass media promuovono con successo i valori dell'omosessualità, i quali sono in stridente contrasto con i nostri istinti naturali.







I mass media sradicano l'amore

Ogni sfaccettatura dei mass media (i film, la televisione, i giornali, la musica, la pubblicità e i notiziari) viene usata per l'indottrinamento e per il controllo sociale allo scopo di asservire i popoli. Esiste un collegamento tra ciò che accadde nella Russia comunista e quello che sta succedendo nell'America odierna. In entrambi i casi il potente cartello bancario sta affermando il suo controllo totalitario. La funzione dei mass media è di impedire che la gente prenda coscienza di questa scalata al potere da parte dell'Alta Finanza e dell'imminente guerra che gli Stati Uniti vogliono scatenare contro l'Iran. Attualmente, essi stanno usando come diversivo la bufala del riscaldamento globale.



Per distruggere la famiglia, i mass media hanno convinto le donne che esse non possono fare assegnamento sul contratto eterosessuale. Myrna Blyth è stata capo-redattore del Ladies Home Journal dal 1981 al 2002. Nel suo libro Spin Sisters: How the Women of the Media Sell Unhappiness - and Liberalism - to the Women of America (2004), essa ha scritto che i mass media hanno venduto alle donne «una brillante carriera esattamente nello stesso modo in cui le loro dalle madri hanno venduto loro il ruolo di "casalinga felice"» 3. Gli Illuminati hanno minato gli istinti naturali delle donne ripetendo sino alla nausea i seguenti mantra:








Myrna Blyth Spin Sisters Betty Friedan



Non ci si può più fidare degli uomini. Prendendo ad esempio ciò che la rete televisiva Lifetime Network propina alle sue ascoltatrici, la Blyth conclude che «tutti gli uomini sono 1) canaglie infedeli; 2) mostri insolenti; 3) fottuti disonesti; 4) tutte queste cose messe insieme. Per contro, le donne sono [...] delle ciniche spietate che trionfano nonostante l'uomo delle caverne tenti di farle restare al loro posto» 4.


Le donne sono vittime a causa del loro sesso. La Blyth afferma che i mass media trasmettono «un messaggio chiaro e tondo. Per il solo fatto di essere donne, siamo vittima nelle nostre vite private, sul lavoro e nella società considerata nel suo insieme» 5. Dunque, le donne devono alimentare in sé stesse un senso di ingiustizia, di diritti e di ribellione. La stessa tattica è stata usata per manipolare gli ebrei, i neri, i lavoratori e i gay.


Le donne dovrebbero essere più egoiste. «La liberazione e il narcisismo sono diventati una sola cosa», dice la Blyth. Libertà ora significa «avere più tempo per sé stesse, fare shopping da sole o forse con le amiche, ma assolutamente senza il marito e i figli [...]. Articoli infiniti predicano il nuovo vangelo femminista nel quale sentirsi appagate è una parte importante per sentirsi donne sane ed equilibrate» 6.


Il sesso dev'essere slegato dall'amore e dal matrimonio. Riviste come Glamour e Cosmopolitan spingono le giovani donne a «fare apertamente l'occhiolino agli uomini fin dal loro primo appuntamento e ad essere atletiche a letto. Non si deve parlare né di matrimonio né di famiglia» 7. Queste donne non possono avere abbastanza fiducia in un uomo al punto da concedergli il loro amore.


L'autorealizzazione si raggiunge in una carriera di successo e non nel matrimonio e nella famiglia. L'attivista femminsta Betty Friedan (1921-2006) pontificò a suo tempo: «Le rimunerazioni sociali per un lavoro sono critiche per una donna che ha il senso della dignità e un'opinione rispettosa di sé stessa». Infatti, osserva la Blyth, «la maggior parte del lavoro è profondamente mediocre» 8. (Non sto dicendo che le donne non possono avere un lavoro, ma solamente che non dovrebbero essere fuorviate se desiderano farsi una famiglia).





Così, molte donne sono diventate schizofreniche perché tentano di conciliare i loro istinti naturali con esortazioni continue a fare l'opposto. Il naufragio - famiglie distrutte e persone problematiche - è sotto i nostri occhi. Allo stesso tempo, riviste come Playboy inviano un messaggio simile agli uomini. «Tu non hai bisogno di sposarti per fare sesso. Il matrimonio e i figli sono una seccatura».



Conclusione



Questa ininterrotta propaganda mediatica è una forma organizzata di lavaggio del cervello. La società è stata totalmente sovvertita dal grande cartello bancario, che si serve di una sètta satanica - la Massoneria - come di uno strumento privilegiato. La maggior parte dei massoni ignora la verità, ma i detentori dei mass media la conoscono benissimo. Un tempo si usava dire che «l'americano è tutto maternità e torta di mele». Solo i satanisti desiderano devastare la maternità. Lungi dal conferire potere alle donne, il femminismo le ha mascolinizzate.



Esso le ha spogliate di un ruolo sicuro e onorato e le ha ridotte ad oggetti sessuali e a lavoratrici facilmente rimpiazzabili. I luciferini promuovono la ribellione perché si rifiutano di accettare tutto ciò che è naturale e che conduce alla felicità. Come il loro simbolo - Lucifero - essi vorrebbero sconfiggere Dio. La dedizione di una donna verso suo marito e i suoi figli è un'immagine dell'amore di Dio. Ecco perché i banchieri devono distruggerla a tutti i costi.







Note

1 Traduzione dall'articolo originale inglese How the Rockefellers Re-Engineered Women («Come i Rockefeller hanno riprogettato la donna»), a cura di Paolo Baroni. Scritto reperibile alla pagina web

http://www.savethemales.ca/001904.html

2 A questo riguardo, vedi il filmato dell'intervista ad Aaron Russo (sottotitolata in italiano) alla pagina web

http://www.youtube.com/watch?v=ihJOIKzzw6o

Il regista è morto poco dopo di cancro fulminante.

3 Cfr. M. Blyth, Spin Sisters: How the Women of the Media Sell Unhappiness - and Liberalism - to the Women of America («Spin Sisters: come le donne dei mass media hanno venduto l'infelicità - e il liberalismo - alle donne d'America»), St. Martin's Griffin 2004, pag. 38.

4 Cfr. M. Blyth, op. cit., pagg. 62-63.

5 Ibid., pag. 156.

6 Ibid., pag. 65.

7 Ibid., pag. 160.

8 Ibid., pagg. 35-36.

http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/femminismo/pagine_articoli/come_i_rockefeller_hanno_riprogettato_la_donna.htm

Smascherato Alex Jones di Info Wars.Non parla mai degli inganni ad opera dell' Elite Ebraica.







Deve essere doloroso per Alex Jones essere bloccato in una situazione in cui risulta molto evidente che molti antichi testi ebraici parlano di Gesù come "essere il figlio di una puttana, un re falso, la cui punizione è di essere bollito nei suoi propri escrementi per l'eternità "[Scrittura di Gittin] e hanno buoni valori cristiani, evitando sempre il fatto evidente che c'è stata una campagna di odio contro i cristiani e musulmani di essere condotta dal elite rabbinica fin dai tempi dei Cavalieri Templari. I fatti affrontati nudi della storia ci dimostrano che la cristianità europea e anche i berberi e i beduini sono sempre stati la fonte di odio ripugnante dagli "Eletti" nel Vecchio Testamento. Non è né razzista né corretto sottolineare con calma che molti libri sono stati scritti da studiosi che evidenziano il grande numero di scritture del Talmud e della Torah-correlati che parlano in un modo odioso del carattere ebraico di Galilea che è noto come Gesù nel west, 'Gesù' in Arabia e Lord Esaù in India. I bolscevichi sono stati tutti finanziati dalle famiglie ebraiche e hanno commettendo omicidi di massa - l'eredità di Karl Marx è dovuto al satanista e incestuoso Jakob Frank ... Perché questo non è mai menzionato sul Infowars?


Il Sinedrio è l'autorità rabbinica a capo dei comitati che sovrintendono la Scrittura ebraica - nel capitolo 43 bis si dice "Gesù era un mago - o un fachiro" e questa è stata la ragione per cui è stato ucciso - Tuttavia, ciò che è numerologia,Gematria, e le parole della Kabbalah non è magia in sé? Sicuramente qualsiasi idiota può vedere che sono state applicati "doppi standard" - e che molte famiglie ebree hanno monopolizzato il sistema legale. Perché questo fatto 'non è mai detto' o menzionato sul Infowars quando ci sono fatti chiari per mostrare che c'è un pregiudizio da parte israeliana nella maggior parte delle amministrazioni della Casa Bianca?




Ho fatto diversi documentari televisivi che hanno filmato l'epoca dei cristiani in Palestina mentre vengono terrorizzati dalle forze israeliane. Non dobbiamo dimenticare che molti politici israeliani di spicco avevano carriere precedenti come terroristi e hanno bombardato le truppe britanniche. Che cosa o che problema abbiamo esattamente nel dire che il patto rabbinico con i Cavalieri Templari era utile per mettere i cristiani contro i musulmani per indurli ad uccidersi a vicenda, lasciando le ricchezze e le terre per i rabbini? Chiunque abbia buon senso può vedere che questo patto del 12 ° secolo è ancora oggi attivo L'elite pro-israelia sta usando il 50% delle persone più povere per uccidere l'altro 50% della popolazione mondiale. Alex non sembra mai contestualizzare tali questioni in termini di patti rabbinico-templari, né contare che molte importanti organizzazioni cristiane sono in realtà gestite da culti ebraici mascherati da cattolici - come i Gesuiti e gli ebrei marrani delle inquisizioni. Questa prospettiva storica è, per me, assolutamente indispensabile, perché altrimenti non vedremo mai la pace sul pianeta mentre questo patto è ancora in fase,rispettato dai giudei-babilonesi e dalle società segrete sataniche che hanno tenuto questo segreto nel petto per secoli.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10201570155731675&set=a.1179223136677.19518.1711111543&type=3&theater


Versione originale in Inglese di Cristopher Everard

IT MUST BE PAINFUL for Alex Jones to be stuck with a situation where it is very obvious that many ancient Hebrew texts speak of Jesus as "being the son of a whore, a fake king, whose punishment is to be boiled in his own excrement for eternity" [scripture of Gittin] and have good Christian values, whilst always avoiding the plain fact that there has been a hate campaign against Christian and Muslims being waged by the Rabbinical elite since the time of the Knights Templar. The bare faced facts of history show us that European Christendom and also the Berber and Bedouin have always been the source of repulsive hatred from the 'Chosen Ones' in the Old Testament. It is neither racist, nor incorrect to calmly point out that several books have been written by scholars which highlight the large number of Talmudic and Torah-related scriptures which speak in a hateful way of the Jewish character from Galilee who is known as JESUS in the West, 'Yeshua' in Arabia and Lord Esau in India. The Bolsheviks were all funded by Hebrew families and committed mass murder - the legacy of Karl Marx is owed to the Satanist and incestuous Jakob Frank… Why is this never mentioned on InfoWars?




The Sanhedrin are the Rabbinical authority at the head of the committees which oversee Hebrew scripture - in chapter 43a it says "Jesus was a Sorcerer - or a Fakir" and this was the reason why he was executed - however, what is Numerology and Gematria, and word squares and Kabbalah if not MAGICK in itself? Surely any idiot can see that 'double standards' have been applied - and that many Hebrew families have monopolised the legal system. Why is this 'unspoken' fact never mentioned on InfoWars when there is plain a clear facts to show that there is an Israeli bias in most White House administrations?


I have made several Tv documentaries which have vintage footage of Christians in Palestine being terrorised by the Israeli forces. Let us not forget that several prominent Israeli politicians had earlier careers as terrorists and bombed British troops. What, exactly, is the problem in saying that the Rabbinical pact with the Knights Templar was to pit Christians against Muslims and cause them to kill each other, leaving riches and lands for the Rabbis? For anyone with good sense can see that this pact from the 12th century is still active today: The pro-Israeli elite are using 50% of the poorest people to kill the other 50% of the world population. Alex never seems to contextualise these matters in terms of the Rabbinical-Templar pacts, nor mention that many leading Christian organisations are actually managed by Hebrew cults masquerading as Catholics - such as the Jesuits and the Marrano Jews of the Inquisitions. This historical perspective is, for me, absolutely vital, as otherwise we shall see no peace on the planet whilst this pact is still being adhered to by the Judeo-Babylonian and Satanic secret societies who have held this secret to their chests for centuries.

martedì 29 marzo 2016

Le citazioni del Re Delle Due Sicilie - Francesco II Di Borbone



12513746_10207893379639728_2176348332991121461_o



Quello che mai nessuno vi racconterà..

A seguire alcune citazioni, estrapolate da alcune lettere, dell'ultimo Re Delle Due Sicilie, Francesco II di Borbone, e sono volte a simboleggiare, significare, da ciò capiamo che l'Italia in realtà è già caduta da un pezzo, e che ci è stata raccontata una storia completamente diversa rispetto a quello che accadde in realtà, durante il processo di "unificazione" di Italia tra il 1861 al 1870.

 Non si instaura infatti un "nuovo ordine mondiale" da un giorno all'altro, o nell'ultimo decennio circa come ci vogliono fare credere; ma è piuttosto un disegno ben coordinato da circa un secolo e mezzo almeno a questa parte, disegno che avrà portato alle due guerre mondiali e chissà adesso dove vogliono arrivare, se noi non li fermiamo..

"l’usurpatore fa nuovi tentativi per consolidarsi in Italia, i suoi stessi eccessi e le sue inesauribili miserie non fanno che confermare per finire che la sua opera è mostruosa, nata dalla menzogna e dal tradimento, continuata con la violenza e l’astuzia, è sul punto di crollare.
Non vi lasciate sorprendere dagli eventi, e soprattutto, quando suonerà l’ora … della liberazione e della riparazione, che quest’ora non vi trovi divisi."


"Sì, è impossibile che quest’ammasso ridicolo di mostruosità non sia spazzato via dal primo soffio di giustizia e d’onore che passerà sulla vecchia Europa; è impossibile che … questa usurpazione impudente, più infame ancora nel suo prosieguo che nei suoi inizi;"

"Forse se sapessero, tutti i fautori e tutti i complici di questo assassinio sociale, quanto la loro doppiezza e i loro tradimenti sollevino, presso gli uomini d’onore, pietà, disprezzo e disgusto, forse arrossirebbero di sentirsi così in basso nell’abisso della vergogna e sarebbero i primi ad allontanarsi dal (usurpatore, ndr) come ci si allontana saggiamente dall’edificio che minaccia la rovina, o soltanto dall’ immondizia."

"che mai à durato lungamente l'opera della iniquità, nè sono eterne le usurpazioni."


Francesco II di Borbone, ultimo Re Delle Due Sicilie (Napoli&Palermo).





Davide

La Cia conia il termine “complottismo” nel 1967



NEL 1967, LA CIA CONIÒ UN NUOVO TERMINE PER TUTTI COLORO CHE SFIDAVANO L’UFFICIALITÀ IN TOTO ANDANDO AL DI LÀ PER COMPRENDERE.

ESSI VENIVANO ETICHETTATI COME “TEORICI DEL COMPLOTTO” OVVERO COMPLOTTISTI.
LA DEMOCRAZIA E IL CAPITALISMO DEL LIBERO MERCATO SONO STATE FONDATE SU TEORIE DEL COMPLOTTO.

In particolare, nel mese di aprile del 1967, la CIA ha scritto un comunicato sul nuovo termine coniato contenente dei metodi e dei “consigli” su come screditare tutti coloro che erano considerati complottisti.
Viene affermato quanto segue:
2. Questa nuova tendenza di opinione è motivo di preoccupazione per il governo degli Stati Uniti, tra cui la nostra organizzazione.
L’obiettivo di questa spedizione è quello di fornire materiale per contrastare e screditare le affermazioni dei teorici della cospirazione , in modo da inibire la circolazione di tali crediti in altri paesi.

3. Azione. Non è consigliabile che la discussione del “cospiratore/complottista” venga propagandata normalmente.
a.Se ciò viene fatto,bisogna far notare che queste teorie sono avallate solo da propagandisti. Il loro scopo è quello di usare la loro influenza per scoraggiare la speculazione infondata e irresponsabile. Bisogna perciò fare molta attenzione a livello giornalistico,a livello pubblicitario e con gli editori a maggior ragione quando sono presenti degli amichevoli contatti di “elite”.

b. Per utilizzare le attività di propaganda per confutare gli attacchi dei critici. Recensioni di libri ed articoli di approfondimento sono particolarmente adatti a questo scopo. La nostra manovra dovrebbe indicare, a seconda dei casi, che i critici sono (I) sposati a teorie adottate non sull’evidenza, (II) politicamente interessati , (III)finanziariamente interessati , (IV) frettolosi ed imprecisi nelle loro ricerche, ( V) infatuati dalle proprie teorie .

4. Per quanto riguarda i media e le discussioni non dirette a un particolare scrittore, o ad attaccare le pubblicazioni, i seguenti argomenti dovrebbero essere utili:

a. La Commissione ha ritenuto che non vi sia NESSUNA nuova e significativa evidenza emersa.
b. I critici di solito sopravvalutano oggetti particolari,ignorando altro. Essi tendono a porre maggiormente l’accento sui ricordi dei singoli testimoni(che sono meno affidabili e più divergenti, e quindi offrono più per la critica).
c. Quella definita “Cospiracy” sarebbe difficile da celare e mantenere nascosta in un paese come gli Stati Uniti.
d. I critici sono spesso allettati da una forma di orgoglio intellettuale: si scatenano su qualche teoria e si innamorano di essa.
f. Per quanto riguarda gli oneri della Commissione sull’urgente Report da stilare, il termine fissato originariamente, emerse tre mesi dopo. La Commissione ha cercato ad ogni modo di accelerare la sua segnalazione grazie alle pressioni e alle speculazioni irresponsabili degli stessi critici i quali,si rifiutavano di ammettere i propri errori spostando l’attenzione su altre e nuove critiche.
g. Le “accuse vaghe” come ad esempio “più di dieci persone sono morte misteriosamente”, possono sempre essere spiegate in qualche modo naturale. Il complottismo,il mistero,non esiste,e devono farlo credere a tutti i costi.

5.La cura,la completezza, l’obiettività e la velocità sono stati fattori ed elementi principali del lavoro della Commissione.

RIASSUMENDO LA “TATTICA” DALLA CIA CONSIGLIATA:

Sostenere che sarebbe stato impossibile per tanta gente tacere su una grande cospirazione;
Avere gente nella CIA per gestire al meglio gli attacchi e le rivendicazioni;
Sostenere che le testimonianze oculari non siano inaffidabili;
Sostenere che questo sia solo una notizia vecchia ed errata evidenziando le “nuove evidenze significative emerse”;
Ignorare discussioni (media, giornali, ovunque) che trattino il tema della cospirazione. Meno spazio si dà meno se ne parlerà; Sostenere che è irresponsabile speculare;
Accusare i teorici di essere sposati e infatuati dalle loro teorie;
Accusare i teorici di essere motivati ​​politicamente;
Accusare i teorici di avere interessi finanziari nel promuovere le teorie del complotto.

More info ; http://www.vacciniinforma.it/?p=2124

lunedì 28 marzo 2016

Le confessioni di Joseph Marie Garibaldì

    foto di Regno Delle DUE Sicilie.
Un delinquente, assassino, sanguinario (massone), camuffato da "eroe".. ma stesso destino riservato un po' a tutti quelli che hanno partecipato, truffando ed imbrogliando, uccidendo ed assassinando, alla grande truffa ed atto di usurpazione, fatta passare ancora come processo di "unità d'Italia" e "Risorgimento".. 


La massoneria ha corrotto quanto più era possibile corrompere, e lui, Giuseppe Garibaldi, massone conclamato presso la società segreta "Libero Muratore" (scomunicata più e più volte dalla Chiesa Cattolica, Stato Pontificio che fu), e i vari altri "eroi", non hanno dovuto far altro che seguire un copione già scritto dall'unico esito, date le forze in campo; campo di battaglia costituito da tutte le varie massonerie europee ("Europa Rivoluzionaria", così citata in vari documenti ufficiali) contro il solo Regno Delle Due Sicilie (anche se vantava di un esercito di circa 120.000 effettivi, e di una flotta che dominava teoricamente il mediterraneo), affiliato e gemello allo Stato Pontificio e al GranDucato di Toscana. 
Quindi, si può dire che hanno fatto crollare l'Italia, altro che "unità"! La più grande truffa mai partorita dal genere umano, e le conseguenze sono tutt'ora visibili finanche lapalissiane. 
Ha vinto il denaro, l'avidità, la sete di potere ed ego contro la coscienza, il cuore e l'amore. Da allora nacque la corruzione, la raccomandazione all' "italiana". Adesso è un sistema che non si regge più in piedi, come è palese verificare e notare.

Le frasi sopra citate nell'immagine e quelle a seguire, sono state estrapolate da una lettera sua privata, a pochi giorni della sua morte; un barlume di coscienza, cosa rara e unica, ma almeno questa da apprezzare, per un delinquente assassino imbroglione (massone) come lui:


«Illustrissimo professore Carlo Lorenzini,
Scrivo con rispetto e gratitudine a Voi che decideste di farmi cosa grata riportando le mie memorie al popolo di una penisola che mai amai come avrei potuto, che mai difesi come avrebbe meritato.
Una penisola che non fu mai e mai sarà la mia patria.
Una penisola meravigliosa che io non solo non unificai, se non unicamente al nome, ma che addirittura divisi, e, per mia colpa, divisa sarà per sempre.
[…] codesto giorno, trentuno maggio ottantadue del secolo milleottocento, sono a ricordare la mia vita trascorsa, in attesa che venga definitivamente compiuto il mio destino […] forse non temo neppure: diciamo che attendo che presto sia fatta giustizia e chi mai può sapere se dopo la morte vi sarà giustizia?!
Voi infatti penserete che io sia felicemente italiano: se così fosse le sorprese non vi mancheranno.
Se vi aspettavate un patriota, troverete un avventuriero.
Se vi aspettavate un probo, troverete un dissoluto. La spedizione dei mille fu realmente la più vile porcata che il suolo della penisola possa aver mai vissuto e, a questo punto, spero che mai sia costretta a rivedere.
Cercai appoggi, soldi e falsi ideali su cui far leva e trovai qualcuno che, dopo avermi usato, mi mise da parte.
Diciamo subito e senza giri di parole: il patriottismo in Italia non è mai esistito.
Mi ricordano tutti come il patriota Giuseppe Garibaldi, ma queste sono voci, magari leggende, ma certamente menzogne.
Mi chiamo Joseph Marie Garibaldi e, contrariamente, a quanto pensano molti, sono e mi sento francese.

[…] l’Italia del Nord depredò ltalia del Sud con atti di ferocia tale che mai potrà essere cancellata ed ancora accade mentre sto scrivendo…». La mia vita era rivolta alla ricerca di fama e ricchezza: mi venne in mente di unificare l’Italia in quanto sarei potuto diventare potente e ricco.



Libro completo sulle sue confessioni per intero, acquistabile al seguente link:

https://www.bookrepublic.it/book/9788898470570-le-confessioni-di-joseph-marie-garibaldi/






domenica 27 marzo 2016

Caduta della Chiesa e avvento dell’anticristo


Nella foto: Vittorio Emanuele II, Massone conclamato, autoproclamatosi primo Re d'Italia.
















A seguire alcuni passi estratti dalle Sacre Scritture che descrivono praticamente quello che ha combinato Vittorio Emanuele II allo Stato Pontificio (o Stato Della Chiesa, o Stato Ecclesiastico), attraverso il proprio esercito (“Europa Rivoluzionaria”), guidato e condotto, animato dalla grande quantità di denaro immesso dalle massonerie europee (anticristo), di cui lui era il tramite finale, in quel lontano, ma che sembra attualissimo e vicinissimo, 1861/1870. E ancora ce lo spacciano quel periodo storico come processo di “unità di Italia” e “Risorgimento”.. È tutto perfettamente descritto, per chi sa ben osservare e leggere. La Chiesa quindi possiamo attestare che sia caduta ufficialmente nell'anno 1870, e adesso è da chiedersi cosa faccia e quale funzione assolva in realtà.

Aspettiamo quindi la venuta del Cristo redentore a salvarci, poiché non si intravede più altra tipologia di risoluzione (il più classico dei “deus ex machina”) dato il livello di indottrinamento, addormentamento delle coscienze raggiunto.



“egli mi parlò così: “Egli (l’anticristo) proferirà parole contro l’Altissimo, perseguiterà i santi dell’Altissimo con l’intento di sterminarli e penserà di mutare i tempi e la legge; i santi saranno dati nelle sue mani per un tempo, dei tempi e la metà di un tempo. Si terrà quindi il giudizio e gli sarà tolto il dominio, che verrà annientato e distrutto per sempre. Poi il regno, il dominio e la grandezza dei regni sotto tutti i cieli saranno dati al popolo dei santi dell’Altissimo; il suo regno è un regno eterno, e tutti i domini lo serviranno e gli ubbidiranno”. (Daniele 7:25-27)
“Nessuno v’inganni in alcuna maniera, perché quel giorno (il ritorno di Cristo) non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e prima che sia manifestato l’uomo del peccato, il figlio della perdizione, l’avversario, colui che s’innalza sopra tutto ciò che è chiamato dio o oggetto di adorazione, tanto da porsi a sedere nel tempio di Dio come Dio, mettendo in mostra se stesso e proclamando di essere Dio … quell’empio che il Signore distruggerà col soffio della sua bocca e annienterà all’apparire della sua venuta.” (2 Tessalonicesi 2:3-4, 8)

“Poiché la creazione aspetta con impazienza la manifestazione dei figli di Dio; perché la creazione è stata sottoposta alla vanità, non di sua propria volontà, ma a motivo di colui che ve l’ha sottoposta, nella speranza che anche la creazione stessa sarà liberata dalla schiavitù della corruzione per entrare nella gloriosa libertà dei figli di Dio. Sappiamo infatti che fino a ora tutta la creazione geme ed è in travaglio; non solo essa, ma anche noi, che abbiamo le primizie dello Spirito, gemiamo dentro di noi, aspettando l’adozione, la redenzione del nostro corpo.” (Romani 8:19-23).


Alla risoluzione di tutto, ecco cosa potrebbe accadere, anche se sono evidenti le allegorie:


"Ora, fratelli, non vogliamo che siate nell'ignoranza riguardo a quelli che dormono, affinché non siate contristati come gli altri che non hanno speranza.  Infatti, se crediamo che Gesù è morto ed è risuscitato, crediamo pure che Dio condurrà con lui, per mezzo di Gesù, quelli che si sono addormentati. Ora vi diciamo questo per parola del Signore: noi viventi, che saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo coloro che si sono addormentati perché il Signore stesso con un potente comando, con voce di arcangelo con la tromba di Dio discenderà dal cielo, e quelli che sono morti in Cristo risusciteranno per primi; poi noi viventi, che saremo rimasti saremo rapiti assieme a loro sulle nuvole, per incontrare il Signore nell'aria; così saremo sempre col Signore. Consolatevi dunque gli uni gli altri con queste parole”. (1Tessalonicesi 4:13-18) 


“Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco, e colui che lo cavalcava si chiama il Fedele e il Verace; ed egli giudica e guerreggia con giustizia. I suoi occhi erano come fiamma di fuoco e sul suo capo vi erano molti diademi, e aveva un nome scritto che nessuno conosce se non lui; era vestito di una veste intrisa nel sangue, e il suo nome si chiama: “La Parola di Dio”. E gli eserciti che sono nel cielo lo seguivano su cavalli bianchi, vestiti di lino finissimo, bianco e puro. Dalla sua bocca usciva una spada acuta per colpire con essa le nazioni; egli governerà con uno scettro di ferro ed egli stesso pigerà il tino del vino della furente ira di Dio onnipotente. E sulla sua veste e sulla coscia portava scritto un nome: IL RE DEI RE e IL SIGNORE DEI SIGNORI.[…] E vidi la bestia (l’anticristo) e i re della terra coi loro eserciti radunati per far guerra contro colui che cavalcava il cavallo e contro il suo esercito. Ma la bestia fu presa e con lei il falso profeta che aveva fatto prodigi davanti ad essa, con i quali aveva sedotto quelli che avevano ricevuto il marchio della bestia e quelli che avevano adorato la sua immagine, questi due furono gettati vivi nello stagno di fuoco che arde con zolfo. E il resto fu ucciso con la spada che usciva dalla bocca di colui che cavalcava il cavallo, e tutti gli uccelli si saziarono delle loro carni.” (Apocalisse 19:11-16, 19-21)

mercoledì 23 marzo 2016

LE ELEMENTARI NEL BOSCO: A OSTIA AL VIA LA SPERIMENTAZIONE NELLA SCUOLA PUBBLICA.




Le scienze si studiano nel bosco, la geometria nell'orto. Un'esperienza che sta prendendo definitivamente il volo quella dell'Asilo nel bosco di Ostia Antica, gestito dall'Emilio e dall'Associazione Manes. Dopo il successo della scuola dell'infanzia, gli ideatori hanno pensato di estendere l'iniziativa anche alleelementari, con una sperimentazione all'interno della scuola pubblica.


Da settembre, dunque, anche i bambini da 6 anni in su potranno imparare divertendosi a contatto con la Natura, sulla base delle stesse idee pedagogiche che hanno animato l'asilo.

Un'esperienza “entusiasmante”, come l'ha definita Paolo Mai, maestro dell'asilo nel Bosco di Ostia Antica. L'università di Bologna e quella della Valle D'Aosta stanno preparando un lavoro di ricerca e osservazione sull'asilo nel bosco, guidato da Michela Schenetti e Fabrizio Bertolino.

Abbiamo chiesto direttamente a Paolo Mai di parlarci di questa bella iniziativa:
Com'è nata l'iniziativa?

L'iniziativa è nata come naturale conseguenza dei risultati molto incoraggianti ottenuti con l'asilo nel bosco dove i bambini sono cresciuti felicemente sviluppando autonomia, autostima, creatività e una socialità molto ricca e poco conflittuale. Il progetto dell'asilo nel bosco è frutto della collaborazione di due diverse realtà operanti nel nostro territorio: "L'Emilio" che gestisce da 15 anni un nido e una scuola dell'infanzia ad Acilia e "Manes" un'associazione di promozione sociale che si occupa del progetto "Maestri d Strada" che lavora per contrastare l'abbandono scolastico. La scuola nel bosco nasce semplicemente dalla volontà di rispondere al meglio ai bisogni dei bambini.
Cosa si fa in una scuola elementare nel bosco?

In una scuola nel bosco si lavora sugli stessi obiettivi richiesti dal Ministero, attraverso una didattica diversa che sfrutta le grandi opportunità che offre ilcontesto naturale e il diverso rapporto maestro/bambino che non è 1 a 25 come nella scuola tradizionale ma 1 a 8.



È per noi prioritario uno sviluppo del bambino che tenga conto della sua individualità, delle sue attitudini e dei suoi interessi e che non si concentri solo sull'aspetto cognitivo ma che si prenda cura anche delle sue emozioni e della sua creatività. Partendo dal presupposto che nessun bambino è uguale all'altrocerchiamo di creare dei sentieri di apprendimento individuali che rispettino i ritmi di ciascuno di loro. Pensiamo che la curiosità, la piacevolezza con cui si compie un lavoro e l'esperienza diretta siano gli ingredienti fondamentali affinché i processi di apprendimento risultino efficaci, cerchiamo di trasmettere al bambino il messaggio che è bene fare le cose non per far contenti gli adulti ma seguendo le proprie passioni.



La natura è una grande maestra in quanto stimola la curiosità dei bambini e li stimola a fare delle domande. Per noi la scuola deve fare proprio questo : stimolare le domande e non pretendere delle risposte. La nostra aula sarà la città e cosi' i bambini studieranno scienze nel bosco, storia agli Scavi di Ostia Antica e in tutto il meraviglioso patrimonio storico di Roma, geometria all'orto.Da noi non ci sono voti e pagelle gli alunni dovranno essere stimolati a fare non in vista del giudizio del maestro ma per piacere della conoscenza. Le giornate prevedono oltre alla parte più propriamente curricolare un momento dedicato alle arti e all'educazione emozionale il nostro obiettivo non è preparare gli alunni al lavoro ma alla vita e il lavoro sulle emozioni è fondamentale. Se un bambino non sa gestire la rabbia o l'ansia difficilmente otterrà successi e gioie nella sua vita.


In Germania è stato calcolato che questo modello di scuola costa circa l'80% in meno di un istituto pubblico tradizionale. Perché in Italia non decolla?

In Germania il pluralismo educativo è un principio che trova riscontro nella pratica, in Italia no, pensate solo alla difficoltà con cui il metodo Montessori e ilReggio Approach così amati e diffusi in tutto il mondo hanno difficoltà a rientrare nelle opzioni di scelta delle famiglie. Di fatto in Italia la proposta educativa è unica e questo a causa dell'assurda centralizzazione della scuolavoluta dalla politica che a parole parla di autonomia e di fatto imbriglia gli operatori del settore in pratiche burocratiche e amministrative per lo più inutili.

Per fortuna ci sono delle presidi coraggiose come quella dell'Istituto Comprensivo Amendola Guttuso che ci permetterà di fare questasperimentazione all'interno della scuola pubblica. Ma il cambiamento della scuola non può essere delegato all'iniziativa dei singoli ma deve essere sollecitato e incentivato dal legislatore.

L'ultima legge italiana sulla scuola dell'infanzia e sulla primaria è del 1975 e forse è il momento di metterci mano in maniera seria e consapevole. Speriamo proprio che si ripeta la dinamica dell'asilo nel bosco: quest'anno eravamo solo noi e un'esperienza in Alto Adige in tutta Italia, l'anno prossimo saranno una decina gli asili nel bosco che partiranno nel nostro Belpaese. Bisogna creare delle crepe nel muro del pregiudizio e dell'immobilismo e la luce che filtrerà sarà da stimolo alle molte risorse umane che ci sono in Italia che si è sempre contraddistinta nella storia per l'elaborazione di teorie pedagogiche di successo e per la creazione di scuole veramente efficaci e innovative.



Per entrare nello specifico della questione dei costi abbiamo a Roma un altro esempio eclatante del fatto che la classe politica è più interessata alla ricerca del consenso che al benessere della comunità: un nido gestito dal comune di Roma costa alle casse pubbliche 1500 euro al mese a bambino, lo stesso servizio e mi sento di dire con una qualità maggiore viene fornito dalle strutture convenzionate dal comune di Roma a 715 euro. E' evidente che c'è uno spreco intollerabile di risorse e il motivo per cui non si mette mano alla questione è che non si vuole alterare la suscettibilità dei sindacati che costituiscono un grosso bacino di voti. Questa non è una mia deduzione ma le parole di due diversi assessori ai servizi scolastici del comune di Roma con cui ho parlato negli anni passasti.
Qual è l'aspetto innovativo di questa nostra iniziativa? Secondo voi, può sposarsi con la scuola pubblica?

I vantaggi di questo approccio sono molti e sono stati evidenziati da diverse ricerche oltre che dalla nostra piccola esperienza. Ne partirà una in Italia coordinata dall'Università di Bologna e da quella della Valle d'Aosta e quest'anno ne abbiamo parlato in un Convegno internazionale all'Università Roma Tre. innanzitutto i bambini sono felici di andare a scuola e questo li predispone a costruire relazioni sociali costruttive e ad attivare processi d'apprendimento efficaci.



Non molti lo sanno ma le neuroscienze dimostrano che quando siamo felici la nostra memoria funziona meglio, cosi' come la nostra creatività e anche il sistema immunologico funziona a pieno regime. I nostri bambini si ammalano pochissimo e questo oltre che dalla felicità dipende che trascorrere la quotidianità all'aria aperta rinforza il sistema immunitario e rende difficile la diffusione di virus e batteri. La sensibilità verso la natura è un altro tratto che contraddistingue queste scuole, la natura è maestra e compagna di gioco e l'amarla è il primo passo per prendersene cura. In più abbiamo visto che quando vogliamo trasmettere competenze o informazioni se i bambini fanno un'esperienza diretta senza la mediazione del maestro e del libro le acquisiscono in molto meno tempo e rimangono nel loro bagaglio di conoscenze utili per la vita senza che scompaiano presto come accade nell'approccio tradizionale.

Quali sono i vantaggi per i bambini e per i genitori, sia sotto il profilo educativo che sotto quello relazionale?

Il vantaggio per i genitori è che sono parte attiva del processo, non crediamo che l'educazione dei propri figli possa essere delegata e per questo coinvolgiamo i genitori nei processi di progettazione e analisi del lavoro che quotidianamente facciamo.

Francesca Mancuso

Foto: L'asilo nel bosco

http://www.greenme.it/vivere/speciale-bambini/17264-elementari-bosco-ostia-paolo-mai

Black Magic Rituals - Manipolazione della coscienza collettiva dell'umanità.The 40-Day Season of Sacrifice: March (19th or 22nd) to May 1st






Traduzione a cura di Donjuanmatus975 per Fuori di Matrix.


Il 40-Day Season of Sacrifice: marzo (19 o 22) al 1 ° maggio | Manipolazione della coscienza collettiva dell'umanità mediante l'uso dei rituali di magia nera.

Il nostro mondo è pieno di influenze sottili, l'indottrinamento, l'intimidazione, coercizione e inganno - tutti progettati per farci sentire impotenti in modo da diventare pedine disposte per una elite globale.

Come molti sanno, i falsi attacchi di bandiera sono diventati fin troppo frequenti in tempi moderni. Gli obiettivi di questi attacchi sono le menti delle persone per mezzo di elaborati rituali, il teatro e l'illusione, con lo scopo di ingannare la popolazione ad accettare una versione falsa della realtà.
Una volta che questo è stato raggiunto, un individuo diventerà un partecipante disposto nella matrice di controllo.

Per tutti gli effetti, le persone che hanno avuto un incantesimo di questo tipo lanciato su di loro, sono diventati le vittime della magia nera, che è sempre un tentativo di costringere un individuo ad agire come un agente del mago , di solito senza il loro consenso consapevole.
Ma la buona notizia è che;con la conoscenza arriva il potere, e con discernimento viene l'immunità alla manipolazione.

Quanto segue ha lo scopo di potenziare l'individuo con la conoscenza in modo da evitare di essere ingannati o manipolati. Con ogni probabilità, ci sarà un attacco false flag commesso contro il popolo nei prossimi giorni e settimane. Prendete il tempo per prepararvi per acquisire conoscenze, che fiorirà in saggezza con l'esperienza.

sabato 19 marzo 2016

Aspetti occulti della Tavola Periodica

tavola periodica

Già prima che Mendeleev (1869) organizzasse gli elementi chimici nella sua Tavola Periodica, era stato notato dal geologo francese A. de Chancourtois che disponendo gli elementi in ordine di peso atomico lungo una spirale, quelli con caratteristiche chimico-fisiche simili comparivano ad intervalli regolari, lungo una stessa linea verticale.








Queste linee verticali, nell’attuale sistemazione della Tavola degli Elementi, sono diventati i Gruppi, che sono in numero di sette più uno (la colonna dei gas nobili), e ricorrono ogni sette Periodi. Questi “periodi” (orizzontali) si allargano fino a comprendere un numero maggiore di elementi, incorporando un gruppo di transizione e uno di sub-transizione (lantanidi e attinidi). Questo dato numerologicamente significativo richiama l’onnipresenza cosmica della legge dell’Ottava o del Settenario. Sette sono fra l’altro i Metalli della Cosmologia tradizionale. Sette “stadiazioni” sono frequentemente osservabili quando una forza cosmica si dispiega in atto, in un processo naturale di completamento di un qualche fenomeno o dominio del mondo naturale. I processi naturali sia fisici che sottili si manifestano come vibrazioni, ma queste vibrazioni sono discontinue. Sono significativisolo determinati livelli energetici (osservazione su cui si è sviluppata la fisica quantistica). In certi fenomeni del dominio naturale o umano si osserva esattamente che questi livelli sono spesso in numero di sette. Alcune scuole li chiamano ” i Sette Raggi”. Nel campo della moderna chimica fu quasi inevitabile disporre gli elementi per numero atomico ( e parallelamente per numero degli elettroni negli orbitali esterni); si è evidenziata così una processione crescente di elementi che “riposa” solamente nell’Ottavo Gruppo di ogni Periodo, che possiede 8 elettroni all’esterno, in una configurazione che gli garantisce la massima stabilità energetica: l’inerzia chimica dei Gas Nobili. Questo ottavo gruppo è in realtà un non-gruppo perché esprime sinteticamente l’armonia dell’Unità che si esplica nei sette gruppi (e sotto gruppi) del Periodo successivo.


Anche i Periodi sono sette e manifestano insieme ai gruppi una matrice di 7 x 7 e questo è molto significativo sul piano numerologico, si pensi al biblico “sette volte sette“. I Periodi della tavola periodica assumono un particolare significato in omeopatia (corrispondendo, anche se solo in parte, alla “scala di Bernard” ), ma anche i Gruppi – cioè le colonne verticali- possono avere un significato secondo le teorie dell’omeopata olandese J. Scholten (come mostrerò in futuri articoli).


Il “Sette” costituisce anche il numero delle classi cristallografiche in cui i minerali si possono presentare: cubico, tetragonale, esagonale, trigonale, rombico, triclino e monoclino, l’ottavo essendo lo stato amorfo (un non-cristallo, o caos primordiale).




Come detto il numero di elementi presenti in un Periodo non è quello iniziale ma cresce, la complessità si allarga, disegnando una spirale a giri crescenti: lo stesso microcosmo si apre su un’ottava più ampia. In effetti dal 4°periodo vediamo affacciarsi i metalli di transizione, che sono in numero di dieci (la decade, la tetraktys pitagorica), infine si affacciano i lantanidi e gli attinidi, serie che, se si escludono i capostipiti, comprendono 14 elementi: lo stesso numero delle parti smembrate del corpo di Osiride. Il mito del dio smembrato (Osiride, il Purusha hindu, l’ Ymir nordico o il Kingu dell’Enuma Elish) rappresenta il completamento del processo cosmogonico, l’ultimo atto della manifestazione nel suo processo più denso, così questi elementi sono gli ultimi ad inserirsi nella progressione ordinata della Tavola Periodica. Va poi notato che il 14 rappresenta in realtà un doppio settenario.


Gli elementi che compaiono per ultimi tuttavia, quelli con Numero e Peso atomico sempre più alto, sono in realtà più rari in natura. Nell’Universo a noi noto la disponibilità percentuale degli elementi (concetto definito dagli astrofisiciAbbondanza cosmica) decresce col crescere del Peso atomico.


Inoltre, in parte anche per questa ragione di “distribuzione”, sono i primi dodici elementi: Idrogeno, Potassio, Sodio, Azoto, Fosforo, Zolfo, Ossigeno, Cloro, Magnesio, Calcio, Silicio e Carbonio a costituire il 99,8% degli elementi presenti negli organismi viventi, i rimanenti 0,2% rappresentano gli elementi in tracce definiti meglio col termine di oligoelementi. Notiamo che il numero di dodici comporta un preciso simbolismo, e non è un caso se questi elementi, in pratica del 1° e 2° periodo, costituiscono la quasi totalità degli esseri viventi. Così come il Settenario planetario rappresenta Potenze o Archetipi che governano i Dodici segni dello Zodiaco, così allo stesso modo essi esprimono il loro dominio e irraggiano questi elementi dei propri significati.


Secondo l’osservazione di alcuni autori fra cui il dott. A. Angelini le corrispondenze sono così riassumibili:
Idrogeno sotto la Luna. (alla funzione lunare corrisponde anche l’Alluminio e il Boro ( III Gruppo)
Sodio e Potassio (I Gruppo) sotto Venere, tra i metalli di transizione il Rame, come nella cosmologia tradizionale.
Calcio e Magnesio (II Gruppo) sotto Giove, tra i metalli di transizione loZinco e tra i metalli post-transizionali lo Stagno.
Carbonio e Silicio (IV Gruppo) sotto il tetro Saturno, e tra i metalli il tradizionale Piombo e l’Antimonio.
Azoto e Fosforo (V Gruppo) sotto Mercurio, che regge anche l’omonimo metallo liquido.
Ossigeno e Zolfo (VI Gruppo) sotto il Sole, e fra i metalli di transizione l’Oro.
Fluoro e Cloro (VII gruppo) sotto Marte, a cui si assegna fra i metalli anche ilFerro. Tra gli elementi del VII Gruppo troviamo anche lo Jodio, il cui tropismo per la tiroide (organo di irradiazione marziale) è altamente significativo.


Si può osservare comunque che questo schema non segue la sequenza caldaicadegli Dei planetari. Secondo certi autori, Ossigeno, Azoto,Idrogeno e Carbonio – gli elementi che in maggiore percentuale si trovano diffusi nella nostra biosfera – possono inoltre essere messi in relazione con i Quattro Elementi del mondo sublunare nelle cosmologie antiche: rispettivamente il Fuoco (Ossigeno), l’Aria(Azoto), l’Acqua (Idrogeno) e la Terra (Carbonio). Questa osservazione può al massimo avere un qualche valore analogico, stante il fatto che i Quattro Elementi Tradizionali sono ElementiElementanti, cioè principi formativi della materia fisica e appartengono al piano delle forze eteriche, e non vanno confusi con gli elementi della chimica che sono solo il precipitato di queste forze. [Più proprio semmai è far corrispondere i Quattro Elementi agli stati di aggregazione della materia: solido, liquido, gassoso e plasma.]








Alcune ipotesi sono state proposte per le corrispondenze fra i “pianeti” trans-saturniani (Urano, Nettuno e Plutane) e alcuni elementi di più recente scoperta, con ad esempio far corrispondere Urano(Originalità) agli elementi transuranici (osuper-pesanti), di più recente scoperta, Plutone agli elementi radioattivi, eNettuno al Molibdeno (secondo Antoine Faivre). Tuttavia le distinzioni fra questi non sono nette e i criteri adottati non sono molto convincenti, le ho citate a titolo d’inventario. Di sicuro all’aumentare del Peso Atomico (massima corporificazione e densità della materia) ci si avvicina al “polo opposto”, al decadimento radioattivo, con conversione della materia verso lo stato di pura energia. Possiamo dire al massimo che ciò corrisponde all’allontanamento dalla struttura del Sistema Solare.[Da un altro punto di vista, se si vuole considerare tutto l’insieme dei pianeti, compresi quelli trans-saturniani, ritengo che ci si potrebbe riferire al blocco deimetalli di transizione che sono esattamente in numero di dieci, passando da uno schema settenario a quello della decade. Un sistema completo di corrispondenze per questi elementi non è ancora stato tuttavia, e questa rimane una semplice possibilità]


Le corrispondenze “planetarie” della chimica inorganica hanno un particolare interesse anche per la Medicina astrologica ed ermetica. Ho detto di Marte-Tiroide e della sua associazione con lo Jodio. Venere ha dominio su Sodio e Potassio, elementi il cui bilancio è regolato dai Reni (organo che risponde a Bilancia, domicilio di Venere). Nè si trascurerà l’importanza del rimedio omeopaticoAurum(oro) sul cuore-Leone (Sole) .


Possiamo estendere queste osservazioni anche al dominio della chimica organica per mostrare la portata e la sorprendente ricchezza di questo sistema di corrispondenze. Basterà osservare il ruolo del legame Carbonio-Idrogeno (C-H) cardine della chimica organica o chimica ‘del Carbonio’. Nelle corrispondenze zodiacali l’Idrogeno (Luna) è associato al segno del Cancro, unico domicilio della Luna, mentre il Carbonio è associato al Capricorno, domicilio diurno di Saturno. Così il legame Carbonio-Idrogeno, asse portante della Vita e della chimica organica nel nostro mondo, coincide immancabilmente con l’Asse ‘polare’ dei Solstizi (Capricorno-Cancro), che è il cardine dell’anno e dello zodiaco.


fonte: https://asclepiosalus.wordpress.com/2014/03/13/gli-aspetti-occulti-della-tavola-periodica/

lunedì 14 marzo 2016

Le citazioni del Re Delle Due Sicilie – Francesco II Di Borbone.





Queste frasi sono dell’ultimo Re Delle Due Sicilie Francesco II di Borbone, e sono volte a simboleggiare, significare che l’Italia è già caduta da un pezzo.
Non si instaura un “nuovo ordine mondiale” da un giorno all’altro, o nell’ultimo decennio circa come ci vogliono fare credere; ma è un disegno ben coordinato da circa un secolo e mezzo almeno a questa parte, disegno che avrà portato alle due guerre mondiali e chissà adesso dove vogliono arrivare, se noi non li fermiamo..

“l’usurpatore fa nuovi tentativi per consolidarsi in Italia, i suoi stessi eccessi e le sue inesauribili miserie non fanno che confermare per finire che la sua opera è mostruosa, nata dalla menzogna e dal tradimento, continuata con la violenza e l’astuzia, è sul punto di crollare.
Non vi lasciate sorprendere dagli eventi, e soprattutto, quando suonerà l’ora … della liberazione e della riparazione, che quest’ora non vi trovi divisi.”


“Sì, è impossibile che quest’ammasso ridicolo di mostruosità non sia spazzato via dal primo soffio di giustizia e d’onore che passerà sulla vecchia Europa; è impossibile che … questa usurpazione impudente, più infame ancora nel suo prosieguo che nei suoi inizi;”

“Forse se sapessero, tutti i fautori e tutti i complici di questo assassinio sociale, quanto la loro doppiezza e i loro tradimenti sollevino, presso gli uomini d’onore, pietà, disprezzo e disgusto, forse arrossirebbero di sentirsi così in basso nell’abisso della vergogna e sarebbero i primi ad allontanarsi dal (usurpatore, ndr) come ci si allontana saggiamente dall’edificio che minaccia la rovina, o soltanto dall’ immondizia.”

“che mai à durato lungamente l’opera della iniquità, nè sono eterne le usurpazioni.”

Davide

venerdì 4 marzo 2016

Nasce l'auto fatta di Canapa



Quasi tutti sanno che nel 1903 Henry Ford fondò una delle case automobilistiche che hanno fatto la storia: la Ford Motor Company. Sono invece pochi a conoscere che lo stesso Ford progettò un veicolo costruito principalmente di fibre di cellulosa biodegradabili derivate da canapa , sisal e paglia di grano, ma - soprattutto - alimentata per mezzo di etanolo di canapa.Correva l'anno 1941. E la vettura in questione era la Hemp Body Car, l'auto più ecologica del mondo.

Henry Ford non aveva mai nascosto il sogno di realizzare "...vetture a prezzi ragionevoli, affidabile ed efficienti..." e tutt'ora, con le dovute remore dettate dal mercato, la casa statunitense da lui fondata è in effetti una delle più accattivanti per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo. Per quanto riguarda il progetto della "bio vettura" si erano, però, creati tutti i presupposti per trovarsi di fronte ad un mezzo che avesse le capacità di esaudire totalmente le volontà di Ford.



Già nel 1925 lo stesso Ford rilasciò al New York Times una dichiarazione che fece supporre quanto avesse competenze e volontà adeguate a creare un'autovettura capace di utilizzare carburanti alternativi: "Il carburante del futuro sta per venire dal frutto, dalla strada o dalle mele, dalle erbacce, dalla segatura, insomma, da quasi tutto. C'è combustibile in ogni materia vegetale che può essere fermentata e garantire alimentazione. C'è abbastanza alcool nel rendimento di un anno di un campo di patate utile per guidare le macchine necessarie per coltivare i campi per un centinaio di anni". Ford all'epoca azzardò l'ipotesi che si potesse arrivare a vetture fatte di canapa che utilizzassero l'etanolo come carburante.

Unendo la passione per la natura ed un indubbio fiuto per gli affari, l'imprenditore americano volle ad ogni costo che venisse realizzata una vettura che "uscisse" dalla terra. Per realizzare questo affascinante progetto impegnò nella ricerca fior fiore di ingegneri che nel 1941, dopo 12 anni di studi, diedero forma concreta alla più ecologica delle automobili. La Hemp Body Car era una realtà: interamente composta da plastica in fibre di canapa, biodegradabile e dieci volte più leggera delle auto con carrozzeria d'acciaio.

Inoltre per dimostrare quanto fosse valido tale progetto si realizzò persino uno spot in cui la vettura veniva colpita ripetutamente con un martello da incudine senza che si scalfisse o graffiasse minimamente. Ma la grande novità, come detto, era nel carburante: la Hemp Body Car era difatti alimentata dalla canapa distillata, il cui impatto inquinante era pari ad un clamoroso "valore zero". Henry Ford morì sei anni dopo e, nel 1955, la coltivazione della canapa venne proibita negli Usa. I re dell'acciaio e del petrolio ripresero il controllo delle operazioni lasciando che quest'idea "fumosa" venisse dimenticata.

A questo punto la domanda che viene naturale porsi è: perché solo ora, e per giunta timidamente, stanno rispuntando supposizioni, studi, progetti e dichiarazioni che Henry Ford nei primi ventenni del novecento aveva cercato di promuovere?












La risposta può essere senz'altro riscontrata nel processo economico politico che ha portato il petrolio ad essere un combustibile dal grande "potere" finanziario, capace di non favorire la reale funzionalità di una tecnologia rispetto ad un'altra, ma appoggiando esclusivamente gli interessi e le strategie politiche.

Questi progetti risultarono sicuramente scomodi all'epoca, per via della crescita delle nazioni che potevano continuamente beneficiare di risorse petrolifere (gli stati medio orientali, ad esempio, si scoprirono grossi beneficiari di oro nero proprio in quegli anni). Oggi, con una crisi petrolifera sempre più evidente, con la crescita di un'educazione orientata alla salvaguardia ambientale e, soprattutto, con una volontà nell'abbassare sprechi e consumi, si potranno forse portare a termine le volontà del fondatore del marchio Ford.

La casa automobilistica dall'ovale blu sta dimostrando di essere una delle più motivate ad orientarsi a questo tipo di approccio, mettendo in commercio, ed è stata la prima in assoluto a farlo, una vettura alimentata a bioetanolo a basso contenuto di CO2. Sembrerebbe che, a distanza di quasi 70 anni, le previsioni del suo padre fondatore si stiano finalmente verificando.

Alessandro Ribaldi

http://www.greenme.it/muoversi/auto/953-ford-hemp-car-lauto-ecologica-esisteva-gia-70-anni-fa




La nuova auto in canapa della casa produttric Renew Sport Car

Accesso al video di presentazione nell'immagine sottostante.



Oggi, direttamente dalla california nascono CANNA 255, CANNA 525, CANNA EV
3 modelli diversi della stessa autovettura ad alte prestazioni: Ben 255hp (cavalli) e 525hp.
Ma esiste anche una versione economica per gli usi urbani che monta un motore di 80hp soltanto.

La macchina è molto leggera, essendo la fibra di canapa molto piu' leggera della vetroresina o di qualsiasi metallo, ed essendo una pianta che cresce quasi spontaneamente da la possibilità di avere un ottimo prodotto ad un prezzo bassissimo.
Ovviamente anche questa come nel caso della Ford antica, monta un motore alimentato a etanolo di canapa.

Il sito ufficiale: http://www.renewsportscars.com

Si ringrazia particolarmente i Siti e le pagine Facebook ; "La Grande Opera" e "Nocensura Video".

http://lagrandeopera.blogspot.it/2016/01/il-futuro-era-il-passato-nasce-la.html#more