martedì 15 novembre 2016

I ricercatori italiani svelano il Santo Graal: da Gesù a Yasmin von Hohenstaufen







La scoperta di Gesù, romano-egizio, ci ha permesso di svelare la linea di discendenza di sangue che porta dalla sua famiglia fino ad oggi, giungendo a personaggi illustri come Costantino, Federico II von Hohenstaufen e altri, fino ad arrivare alla principessa Yasmin von Hohenstaufen, attuale discendente di un fratello del Cristo re. La nostra scoperta è partita dalla dimostrazione, attraverso gli scritti di Tito Giuseppe Flavio, che Mariamne (Maria) Boeto, moglie del re Erode il Grande, era la Maria dei vangeli. Ella risulta infatti essere figlia del sacerdote alessandrino Simone Boeto e della regina Cleopatra VII d’Egitto, sorellastra di Marta e di Lazzaro Boeto, cugina di Anna, Elisabetta e Giovanna Boeto e, dulcis in fundo, madre di Gesù Boeto di Gamala. Gesù Boeto risulta inoltre essere parente di Nicodemo Boeto, nonché marito di Erodiade da cui avrà una figlia, Salomé, che ritroviamo sotto la sua croce nei vangeli. Tutti questi personaggi li ritroviamo nei vangeli con le stesse relazioni di parentela, in più di un passaggio si parla di Gesù che va a Betania, nella casa che era di Simone (morto nel 5 a.C.),suo nonno materno, con Maria che gli unge i piedi di olio davanti a Marta. Sempre nei vangeli troviamo Anna, parente di Maria, come la donna che si prende cura di Maria, quando sua madre Cleopatra morì per suicidio insieme a Marco Antonio, Elisabetta, madre di Giovanni Battista, cugina di Maria, e Giovanna discepola e parente di Gesù. Negli apocrifi troviamo inoltre Salomé che aiuta con un’ostetrica Maria nel parto alla nascita di Gesù, la quale corrisponde a Salomé, sorella del re Erode il Grande.


Questo potrebbe far pensare a un Gesù figlio di Erode, ma in realtà il motivo per cui il re cercava Maria, Gesù e Giuseppe è dovuto al fatto che il re scoprì l’adulterio di Maria con quest’ultimo, nato dalla relazione di Alessandro Elio (Helios, Heli) e Ottavia Minore, sorella del primo imperatore di Roma Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto (Gaio Ottavio),facendo sì che Gesù avesse sangue tolemaico da parte della regina Cleopatra d’Egitto, madre della “Vergine Maria” e di Alessandro Heli, ma sopratutto di sangue romano imparentato con la dinastia degli imperatori Giulio Claudia.


Alessandro Heli, nonno di Gesù, era infatti figlio di Cleopatra e del triumviro Marco Antonio. Alessandro Heli fu affidato alla custodia di Ottavia Minore da parte di Ottaviano, dopo la morte di Cleopatra a seguito della disfatta di Azio della regina e di Marco Antonio contro Ottaviano. Alessandro Helios, o “Sole”, fu l’unico superstite, insieme a sua sorella gemella Cleopatra Selene, dei figli di Cleopatra e nel vangelo di Luca troviamo per l’appunto la genealogia di Gesù che va da Gesù a Giuseppe figlio di Heli; inoltre nelle Toledoth Yeshu Giuseppe ha l’epiteto di Panthera, la cui radice egizia è “pan” (= “figlio”), “neter”/“nefer” (= “faraone”),“Ra” (= “dio-Sole egizio”).


Quando la sacra famiglia fuggì in Egitto cercata da Erode, che aveva scoperto la congiura di Maria per cercare di avvelenarlo in quanto era rimasta incinta da parte di Giuseppe di Giacomo il Giusto, si rifugiarono a Menfi dal faraone, come ci informa il Vangelo Arabo dell’Infanzia di Gesù, attribuito a Giuseppe Caifa. L’unico “faraone” rimasto in vita era per l’appunto Alessandro Elio, che dopo la morte di Ottavia Minore nell’11 a.C., tornò in Egitto.
Anche il triumviro Marco Antonio era marito di Ottavia Minore e da questa relazione nacquero Antonia Maggiore, che sposò Lucio Domizio Enobardo e fu nonna dell’imperatore Tiberio Claudio Nerone (Nerone),e Antonia Minore che sposo Druso Maggiore, fratello dell’imperatore Tiberio, e fu la madre dell’imperatore Claudio e nonna dell’imperatore Gaio Giulio Cesare Caligola.
Essendo Giuseppe figlio di Alessandro Heli, e quest’ultimo fratello di Antonia Maggiore, ne risulta che questa fu zia di Giuseppe, figlio di Alessandro Heli. Nerone era figlio di Agrippina minore e di Gneo Domizio Enobardo, cugino di Giuseppe. Nerone era quindi il figlio del cugino di Giuseppe, e sua madre era figlia dell’acclamato condottiero Germanico, nipote di Marco Antonio, di Agrippa e di Augusto, nonché sorella di Caligola, che era suo zio materno. A questo punto Gesù e Nerone risultano essere cugini. Inoltre essendo Giuseppe nato da Alessandro Heli e da Ottavia, sorella del primo imperatore di Roma Augusto, ne risulta che l’imperatore era zio sia di Giuseppe che di Gesù.


Ricapitoliamo: Alessandro Heli, Antonia Maggiore e Antonia Minore erano fratelli, figli di Marco Antonio; Giuseppe (figlio di Alessandro Heli) e Gneo Domizio Enobardo (figlio di Antonia Maggiore) erano cugini; Gesù (figlio di Giuseppe) e Nerone(figlio di Gneo Domizio Enobardo) erano cugini di II grado. Antonia Maggiore era inoltre una nipote del primo imperatore Augusto, cugina dell’imperatore Tiberio, prozia paterna dell’imperatore Caligola e zia materna e prozia dell’imperatore Claudio. Ma Antonia Maggiore era anche la zia di Giuseppe e quindi zia di II grado di Gesù, che risulta cosi essere parente con tutti gli imperatori del suo periodo qui nominati, compreso il dittatore Gaio Giulio Cesare, fratello di Giulia Minore, madre di Azia Maggiore, madre di Augusto. Cesare era inoltre stato compagno di Cleopatra, nonna e bisnonna di Gesù.
Ora possiamo capire il motivo per cui a Gesù fu dato l’epiteto di “re dei re” e perché fu scelto dall’imperatore Costantino come figura strategicamente adatta per costruire il cristianesimo. Altro che ebreo marginale, Gesù era di sangue romano, tolemaico, seleucide, egizio e della stirpe reale di Israele, con discendenza di sangue addirittura macedone, discendendo da Tolomeo I, fratellastro di Alessandro Magno.


Dalle genealogie gallesi, che legano la famiglia di Gesù all’imperatore Claudio attraverso Giuseppe d’Arimatea, che abbiamo visto nel libro Cristo il Romano essere Giuseppe Heli padre di Gesù, abbiamo ulteriori conferme del legame fra la famiglia di Gesù e la dinastia Giulio-Claudia, che vengono tratteggiati dalle cronache, dalle leggende e dalle genealogie celtiche. Giuseppe d’Arimatea, indicato come senatore in un manoscritto del 1796, avrebbe generato Josefes, evidentemente una forma del nome Giuseppe, a sua volta padre di Giosuè. Giuseppe d’Arimatea genera anche Anna, la quale con Bran genera Penardun, moglie di Mario, figlio di Arvirago e di Genvissa, figlia dell’imperatore romano Claudio, figlio di Antonia, figlia di Marco Antonio. Dall’unione di Penardun, nipote di Giuseppe d’Arimatea, con Mario, nipote di Claudio, nasce Coelo I, da cui discende Flavia Elena, che con l’imperatore Costanzo Cloro, genera l’imperatore Flavio Costantino Magno, che avrebbe quindi scelto di fondare la nuova religione di stato del Cristianesimo su un suo antenato e non su un qualunque falegname ebreo, storicamente improponibile, viste le continue guerre tra Roma e questo popolo, che portarono a miriadi di morti , molti per crocifissione, nelle guerre giudaiche e nelle altre rivolte.


Giuseppe d’Arimatea ha legami con l’establishment romano in Egitto,Paese collegato a diversi seguaci e parenti di Gesù come Maria, madre di Gesù, l’apostolo Bartolomeo (che significa in aramaico “figlio di Tolomeo” ed è chiamato Cleofa, diminutivo di Cleopatro o Cleopatra – quindi due nomi, Bartolomeo e Cleofa/Cleopatra, entrambi propri e tipici della dinastia Lagide-Tolemaica) secondo i vangeli dell’infanzia, e, come scrive lo storico bizantino e Patriarca di Costantinopoli Niceforo (758-829),anche l’apostolo Simone lo Zelota. Giuseppe d’Arimatea secondo le tradizioni britanniche sarebbe stato vicino a un tal re Evelac, che è stato interpretato come una deformazione del titolo di aballach del governatore di Alessandria d’Egitto Alessandro Lisimaco, padre di Tiberio Alessandro, procuratore di Giudea nel 46 d.C. Evelac/Alessandro Lisimaco viene indicato come cugino di Tolleme, evidentemente una forma del nome Tolomeo dell’ultima dinastia faraonica, portato da due figli di Cleopatra VII, Tolomeo Cesarione, avuto da Gaio Giulio Cesare, e Tolomeo, fratello di Alessandro Elio e di Cleopatra (VIII) Selene.

Thutmose I
(Faraone della XVIII dinastia d’Egitto)
= Mutnofret
|
Thutmose II
(Faraone della XVIII dinastia d’Egitto)
= Iside
|
Thutmose III
(Faraone della XVIII dinastia d’Egitto)
= Merira-Hatshepsut
|
Amenhotep II
(Faraone della XVIII dinastia d’Egitto)
= Tiaa
|
Thutmose IV
(Faraone della XVIII dinastia d’Egitto)
= Mutemuia
|
Amenhotep III
(Faraone della XVIII dinastia d’Egitto)
|
Smenkhkara (Aronne)
(Faraone della XVIII dinastia d’Egitto)
= Neferneferuaton Merytaton (Elisabetta)
(Faraone della XVIII dinastia d’Egitto)
|
Eleazar
|
Finea
|
Abishua
|
Bukki
|
Uzzi
|
Tseraia
|
Meraioth
|
Amaria
|
Ahitub
|
Tsadok
|
Ahimaaz
|
Azaria
|
Yohanan
|
Azaria
|
Yohanan
|
Azaria
|
Amaria
|
Ahitub
|
Tsadok
|
Xy
|
Xy
|
Xy
|
Shallum
|
Hilkia
|
Azaria
|
Seraia
|
Yehozadak
|
Giosuè
|
Yoachim
|
Eliashib
|
Gioiada
|
Yohanan
|
Yadduah
|
Onia
|
Simeone
|
Onia
|
Simeone
|
Onia
|
Onia
|
Anania
|
Ananel l’Egiziano
|
Boeto
|
Simone Boeto
= Cleopatra VII
(Faraone d’Egitto)
|
Mariamne II Boeto (Maria)
= Giuseppe d’Arimatea
|
Giuseppe/ Yoseh (Josefes)
|
Giosuè
|
Aminadab
|
Catheloys
|
Manael
|
Titurel
|
Frimutel
|
Boaz
|
Frotmund
|
Clodione
|
Meroveo
|
Childerico
|
Clovis I
|
Lotario I
|
Chilperico I
|
Lotario II
|
Dagoberto I
|
Sigisberto III
|
Dagoberto II
|
Adelaide di Nivelles
|
Begga
= Ansegiso
|
Pipino di Heristal
|
Carlo Martello
|
Pipino il Breve
|
Carlo Magno
|
Ludovico il Pio
|
Gisella
= Eberardo del Friuli
|
Ingeltrude del Friuli
= Enrico di Babenberg
|
Hedwige di Babenberg
= Ottone I di Sassonia
|
Enrico I l’Uccellatore
(Duca di Sassonia, Sacro Romano Imperatore)
= Matilde di Ringelheim
|
Ottone I il Grande
(Sacro Romano Imperatore)
|
Lutgarda
= Corrado
|
Ottone
|
Enrico
|
Corrado II il Salico
(Sacro Romano Imperatore)
|
Enrico III
(Sacro Romano Imperatore)
= Agnese
|
Enrico IV
(Sacro Romano Imperatore)
|
Agnese
= Federico von Büren
(Duca di Svevia)
|
Federoco l’Orbo
(Duca di Svevia)
= Giuditta di Baviera
|
Federico I Barbarossa
(Sacro Romano Imperatore)
= Beatrice di Borgogna
|
Enrico VI
(Sacro Romano Imperatore)
= Costanza di Sicilia
|
Federico II von Hohenstaufen
(Sacro Romano Imperatore, Re Federico I di Sicilia)
|
(Discendenti)
|
Yasmin von Hohenstaufen
Alessandro De Angelis
Andrea Di Lenardo



http://apocalisselaica.net/i-ricercatori-italiani-svelano-il-santo-graal-da-gesu-a-yasmin-von-hohenstaufen/


Nessun commento:

Posta un commento