martedì 22 novembre 2016

Gesù ucciso per crocifissione dai Giudei nel 68 d.C. Le sconvolgenti prove e i motivi


Sembra che essere razzista sia qualcosa di negativo, vi dico invece che è esattamente il contrario. La nostra razza proviene da quell'impero romano che portò la civiltà in tutta l'area del mediterraneo e nella quasi totalità dell'Europa. Una sorta di antica globalizzazione dove però si costruivano strade, monumenti, sistemi idrici e fognari, e palazzi al posto di fatiscenti abitazioni. La globalizzazione attuale invece è sotto l'egida dei banchieri sionisti che sin dai tempi dell'impero provarono a prendere il potere attraverso l'usura, tanto che lo stesso Gesù, romano e di sangue imperiale, sbaraccò i tavoli dei cambiavalute giudei. Le multinazionali sono sotto il loro controllo, cosi hanno deciso di far invadere i nostri stati da clandestini per generare future guerre tra poveri che dovranno lavorare per pochi spiccioli. Hanno generato la crisi attraverso la moneta debito, grazie ai politici corrotti che hanno venduto loro la sovranità monetaria. Hanno finanziato entrambi le fazioni nelle guerre da loro volute, compresa prima e seconda guerra mondiale, quando dichiararono nel 1933 guerra alla Germania di Hitler che aveva osato stampare certificati in cambio di ore di lavoro, uscendo così dal perverso meccanismo di potere del denaro che questi usurai controllavano sin dalla nascita della banca d'Inghilterra. Popolo italiano, non basta votare NO, andiamo oltre riprendendoci la nostra patria e processiamo banchieri e traditori politici che ci hanno venduto nelle loro mani. Non permettiamo che i nostri figli diventino loro schiavi. La storia l'hanno scritta loro, i sionisti che hanno generato guerre di potere sin dalla rivoluzione francese. Noi produciamo ricchezza con il nostro lavoro, loro sono solamente parassiti che vanno messi nelle condizioni di non nuocere.40 famiglie di banchieri sionisti comandano la quasi totalità del pianeta creando dal nulla denaro carta straccia da cui tutti si fanno corrompere senza un minimo di dignità e mettendo in pericolo la libertà delle generazioni future. Votiamo no e liberiamo il paese dai clandestini, banchieri, sionisti e politici corrotti.

Alessandro De Angelis 


https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10209107603821350&set=a.4215274374244.2160341.1056604589&type=3&theater


Segue articolo

 Gesù ucciso per crocifissione dai Giudei nel 68 d.C. Le sconvolgenti prove e i motivi



Riassumiamo le sconvolgenti scoperte, storicamente documentate, che ci hanno permesso di scoprire che Gesù non era ebreo, ma di sangue tolemaico in quanto nipote di Cleopatra e imperiale romano, legato a stretti vincoli di parentela a tutta la gens Giulio Claudia con Cesare Augusto zio, e Claudio e Nerone cugini. Ci hanno raccontato che fu crocifisso dai romani nel processo con Pilato quando sono stati invece i Giudei a crocifiggerlo nel 68 d.C., un Gesù che li attaccava dicendogli “razza di serpenti” “adoratori del diavolo”, che sbaraccò i tavoli dei cambiavalute usurai nel Tempio di Gerusalemme e che infine li espulse da Roma, quando sotto suo cugino l’imperatore Claudio, era nell’urbe. Un Gesù antigiudeo che rischia di minare l’aberrante patto di non belligeranza tra chiesa e giudei, con quest’ultimi che sanno che Cristo si salvò dal processo sotto Pilato e che furono loro ad ucciderlo nel 68 d.C. e il vaticano che sa che lo Yahweh della Bibbia altri non era che il dio egizio Aton-Adonay che fu promosso a capo del pantheon degli dei egizi proprio da Mosè, alias Tuthmosè e da suo fratello Akhenaton.

Siamo partiti da Maria Boeto, moglie di Erode il Grande, per scoprire che tutti i personaggi della casata Boeto sono gli stessi personaggi dei vangeli, compreso Gesù che nel 62 d.C. sposerà sua zia Marta Boeto, sorella di Maria dei vangeli e moglie di Erode, e con le stesse relazioni di parentela. Oltre a Gesù, Maria e Marta, troviamo inoltre, Simone, Anna, Elisabetta, Giovanna, Lazzaro, nicodemo ed altri. Ma vediamo le falsificazioni fatte per coprire le identità di Gesù al fine di non farlo riconoscere, giochetto riuscito per quasi 2000 anni.

Lo storiografo Tito Giuseppe Flavio scrisse due libri importantissimi, Guerra Giudaica e Antichità Giudaiche. In questo passo di Guerra Giudaica sta raccontando della lotta a Gerusalemme tra gli zeloti, frangia oltranzista combattente del popolo giudaico e il popolo di Gerusalemme, vessato dalle loro angherie, tanto che Anano e Gesù furono costretti a chiamare in soccorso Vespasiano:

Libro IV:218 Anano aveva rotto gli indugi e, d’accordo con il popolo, aveva spedito messi a Vespasiano invitandolo a venire al più presto a prendere possesso della città.

Gesù ed Anano riuscirono inoltre a far aizzare il popolo contro gli zeloti che si rifugiarono nel Tempio di Gerusalemme:

Guerra Giudaica Libro IV:159-160: Le personalità più eminenti, quali Gorion figlio di Giuseppe e Simeone figlio di Gamaliel, li incitavano infatti sia tutt’insieme nelle assemblee, sia recandosi a visitarli ad uno ad uno, perché una buona volta punissero i traditori della libertà e purificassero il santuario da quegli empi assassini. Nello stesso tempo i più autorevoli dei sommi sacerdoti, Gesù figlio di Gamala e Anano figlio di Anano, biasimando senza posa nelle assemblee il popolo per la sua apatia, lo istigarono contro gli Zeloti;

Il Gesù in oggetto è Gesù Boeto che sposa Marta Boeto, sorella di Maria moglie del re Erode il Grande. Gesù Boeto divenne sommo sacerdote grazie a Marta che diede 72 talenti d’oro ad Agrippa II e qui ha l’epiteto di Gamala. Gamala non era un nome di uomo ma di una città famosa per aver dato i natali a Giuda di Gamala e a suo figlio Giovanni, come dimostriamo nel libro “Cristo il Romano”, epiteto che gli fu dato dopo la rivolta insieme a Giovanni Battista contro il re Antipa che aveva sposato la moglie di Gesù, ovvero Erodiade.

Ora analizziamo il passo sopra riportato, possiamo notare che G. Flavio parla di Simeone figlio di Gamaliel e di Gesù figlio di Gamala, che abbiamo visto essere invece una città. Ora vediamo come i falsificatori cambieranno paternità a Gesù nel libro, sempre di G. Flavio di Antichità Giudaiche per cercare di nasconderne la vera identità:

Antichità Giudaiche Libro XX:213 Il re poi depose Gesù, figlio di Damneo, dal sommo sacerdozio e designò suo successore Gesù, figlio di Gamaliel.

A dimostrazione che stiamo parlando dello stesso personaggio, sia Gesù Gamala che Gesù Gamaliel sono sommi sacerdoti dal 63 al 65 d.C., ovviamente se Gesù fosse stato figlio di Gamaliel, nel passo di Guerra Giudaica lo scrittore avrebbe messo Simeone e Gesù figli di Gamaliel, mentre abbiamo visto che così non è. Quindi per quale motivo è stato falsificato questo passo per cambiare la paternità a Gesù? La risposta è semplice, pochi passi prima G. Flavio aveva parlato di Giacomo fratello di Gesù soprannominato il Cristo:

Libro XX:200 Con il carattere che aveva, Anano pensò di avere un’occasione favorevole alla morte di Festo mentre Albino era ancora in viaggio: così convocò i giudici del Sinedrio e introdusse davanti a loro un uomo di nome Giacomo, fratello di Gesù, che era soprannominato Cristo, e certi altri, con l’accusa di avere trasgredito , e li consegnò perché fossero lapidati.

Chrestos era un epiteto che aveva anche Giulio Cesare e Osiride-un nefer come ci riferisce Plutarco. Anano non aveva il potere di convocare il Sinedrio senza l’autorizzazione dei romani, per cui:

Libro XX:201 Ma le persone più equanimi della città, considerate le più strette osservanti della Legge si sentirono offese da questo fatto. Perciò inviarono segretamente (legati) dal re Agrippa supplicandolo di scrivere una lettera ad Anano che il suo primo passo non era corretto, e ordinandogli di desistere da ogni ulteriore azione.

A questo punto il re Agrippa II rimosse Anano e diede il sommo sacerdozio a Gesù figlio di Damneo, ma poco dopo:

Libro XX:213 Il re poi depose Gesù, figlio di Damneo, dal sommo sacerdozio e designò suo successore Gesù, figlio di Gamaliel.

Questo fatto accade quando Marta Boeto diede al re Agrippa II 72 talenti d’oro per far dare il sommo sacerdozio a Gesù Boeto, che abbiamo visto essere il Gesù dei vangeli figlio di Maria Boeto moglie del re Erode il Grande. Era pericolosissimo collegare Gesù Boeto a Gesù soprannominato Cristo, fratello di Giacomo, quindi i falsificatori cambiarono il suo nome in figlio di Gamaliel per nascondere il fatto che era ancora in vita e che fu lui a salvare suo fratello Giacomo. Agrippa II era il figlio di Agrippa I, fratello di Erodiade moglie di Gesù dalla cui relazione nacquero Salomè e Paolo di Tarso, alias Saul:

Da parte loro, Costobaro e Saul, raccolsero bande di malviventi; loro stessi erano di stirpe reale e raccolsero favori a motivo della loro parentela con Agrippa, ma erano sfrenati e pronti a spogliare le proprietà dei più deboli. Fu da quel momento, in particolare, che la malattia piombò sulla nostra città e ogni cosa andò scadendo di male in peggio1.

Ed ecco come saluta Paolo di Tarso suo cognato Aristobulo, marito di sua sorella Salomè, nella Lettera ai Romani: Salutate i familiari di Aristòbulo. Salutate Erodione, mio parente.


Saul, o Paolo di Tarso era parente di Agrippa II in quanto sua madre Erodiade era la zia del re e quindi Saul era cugino di Agrippa II. Saul e Costobar verranno poi spediti in Grecia da Nerone, cugino di Gesù per ritrovarsi poi insieme all’imperatore nell’urbe l’anno successivo implicati nella congiura dei Pisoni contro il loro parente. Giuseppe Heli, padre di Gesù, era nato dalla relazione tra Alessandro Heli e Ottavia Minore. Alessandro Heli era il fratello gemello di Cleopatra Selene e dopo la morte di Cleopatra e Marco Antonio, genitori dei due gemelli, furono adottati da Antonia Minore sorella dell’imperatore Cesare Augusto. Cleopatra Selene fu data in sposa al re numida Giuba II e da questa relazione nacque Cleopatra IX che sposò il procuratore Gessio Floro, vera causa della rivolta a Gerusalemme per le sue angherie contro il popolo:

Libro XX:252 – XI, I. – Gessio Floro, inviato da Nerone quale successore di Albino, portò al colmo le molte disgrazie dei Giudei. Costui era nativo di Clazomene e portò con sé la moglie Cleopatra che quanto a cattiveria non era da meno di lui. Fu sotto l’influsso di lei che egli ottenne il posto in quanto era amica di Poppea, moglie di Nerone.

Cleopatra Selene e Alessandro Heli erano fratellastri da parte della madre Cleopatra regina d’Egitto, di Maria Boeto, per cui Cleopatra IX era la cugina di Gesù, a sua volta cugino di Nerone tramite sua madre Antonia Maggiore, figlia di Marco Antonio e Ottavia Minore. Abbiamo scoperchiato il vaso di pandora, e per finire ecco ulteriori prove di come Gesù fu crocifisso dai Giudei nel 68 d.C.:

Giuseppe Flavio Guerra Giudaica russo antico:

E oltre a queste iscrizioni ve n’era una quarta, negli stessi caratteri, la quale menzionava Gesù come re, che non aveva regnato, crocifisso dai Giudei perché preannunciava la distruzione della città e la desolazione del tempio.

Nel passo russo antico di Guerra Giudaica, viene imputata ai Giudei la crocifissione materiale di Gesù, nel testo greco leggiamo invece:

Libro IV:316-318 In breve li presero e li uccisero; poi, accalcandosi presso i loro cadaveri, beffeggiavano Anano per il suo amor di patria e Gesù per il suo discorso dalle mura. Giunsero a tal punto di empietà, da gettarli via insepolti, mentre i giudei si danno tanta cura di seppellire i morti, che finanche i condannati alla crocifissione vengono deposti e sepolti prima del calar del sole. Non credo di sbagliare dicendo che la morte di Anano segnò l’inizio della distruzione della città, e che le sue mura caddero e lo stato dei giudei andò in rovina a cominciare dal giorno in cui essi videro scannato in mezzo alla città il loro sommo sacerdote e il capo della loro salvezza.

Dopo aver parlato della morte di Gesù e di Anano si dice che i giudei seppelliscono i morti dopo la crocifissione. Ma perché nominare la crocifissione in questo frangente? Il motivo è semplice, sono state cambiate le vere frasi di G. Flavio, cosa sfuggita nel testo in Guerra Giudaica in russo antico, dove vengono incolpati i Giudei della crocifissione di Gesù. Un Gesù che volevano crocifisso nel processo con Pilato e che espulse i Giudei da Roma sotto l’imperatore, suo cugino Claudio, come riferito da Svetonio. Il testo, nell’originale latino presente in Vita Claudii, 25.4, recita: – Iudaeos impulsore Chresto assidue tumultuantis Roma expulit, la cui traduzione in italiano è: “[Claudio] espulse dalla città i Giudei che per istigazione di Cresto erano continua causa di disordine”.

E per chiudere l’ennesima prova di come gli evangelisti retrodatarono la crocifissione di Gesù di 35 anni per creare la sua finta resurrezione. Quando morì Gesù Boeto, Giuseppe Flavio parla di tre eventi, uno sopramenzionato dallo storiografo è l’annunciazione della distruzione del Tempio di Gerusalemme e della città, che va sotto il nome di abominio della desolazione che l’evangelista Matteo mette in bocca a Gesù durante il suo ministero, la seconda il terremoto che avvenne la notte prima che Gesù venisse crocifisso dai Giudei ancora in Guerra Giudaica:

Durante la notte scoppiò un violento temporale con venti impetuosi, piogge torrenziali, un terrificante susseguirsi di fulmini e tuoni e spaventosi boati di terremoto. Sembrava la rovina dell’universo per la distruzione del genere umano, e vi si potevano riconoscere i segni di un’immane catastrofe2.

Vediamo come ancora una volta l’evangelista Matteo ha ricopiato e traslitterato questo passaggio di Guerra giudaica nei vangeli nell’inventata morte per crocifissione di Gesù:

E Gesù, emesso un alto grido, spirò. Ed ecco il velo del tempio si squarciò in due da cima a fondo, la terra si scosse, le rocce si spezzarono, i sepolcri si aprirono e molti corpi di santi morti risuscitarono. E uscendo dai sepolcri, dopo la sua risurrezione, entrarono nella città santa e apparvero a molti. Il centurione e quelli che con lui facevano la guardia a Gesù, sentito il terremoto e visto quel che succedeva, furono presi da grande timore e dicevano: «Davvero costui era Figlio di dio!»3.

Ed infine poco dopo la morte di Gesù, Giuseppe Flavio parla della morte di Zaccaria che verrà messa in bocca a Gesù, ancora dall’evangelista Matteo durante il suo ministero:

Di fronte alla sentenza di assoluzione gli Zeloti scoppiarono in schiamazzi e, mentre tutti inveivano contro i giudici per non aver capito che si era trattato solo di una burla, due dei più facinorosi si avventarono su Zaccaria, lo uccisero in mezzo al tempio e ne schernirono il cadavere dicendo: “Eccoti anche il nostro voto per essere più sicuro di andartene”; poi dall’alto del tempio lo gettarono nel sottostante burrone.

La citazione di Zaccaria figlio di Barachia è inserita nei vangeli in un contesto di una lunga invettiva che Gesù pronunciò a Gerusalemme contro gli scribi e i farisei4. Durante il discorso riecheggia più volte il monito: “Guai a voi, scribi e farisei ipocriti”. Poi giunge all’epilogo in Mt 23:34, 35:

Perciò ecco, io vi mando profeti, sapienti e scribi; di questi alcuni ne ucciderete e crocifiggerete, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città; perché ricada su di voi tutto il sangue innocente versato sopra la terra, dal sangue del giusto Abele fino al sangue di Zaccaria, figlio di Barachìa, che avete ucciso tra il santuario e l’altare.

Gesù, ultimo faraone d’Egitto della dinastia tolemaica e di sangue imperiale romano, la cui morte fu retrodatata di 35 anni dagli evangelisti per creare una resurrezione mai avvenuta, che si scagliò contro i giudei, sbaraccando i tavoli dei cambiavalute che praticavano l’usura e che li espulse da Roma per essere infine crocifisso da essi, a chi da fastidio se non all’elite dei banchieri sionisti che hanno messo in ginocchio e sotto dittatura interi stati, Italia compresa, attraverso la truffa del denaro debito? Questo è il vero motivo per cui le nostre scoperte vengono fatte oggetto di congiura del silenzio da parte di tutti i mass media e cercate di essere screditate dall’admin di Biglino, Steve Null, nel suo gruppo ufficiale fb, costringendoli a togliere il post dopo la mia confutazione alle loro tesi? Un admin che si permette di andare dai blogger a chiedere di togliere i miei articoli, come riferitomi dai blogger stessi. Il possibile motivo? Dopo la sconfitta di Hitler i banchieri sionisti, che finanziavano entrambi gli schieramenti, cooptarono scienziati e tecnologia tedesca, compresi UFO in stato embrionale che sfruttavano antigravità. Prova ne è il fatto che i primi veicoli ebbero numerosi incidenti, come quello di Roswell, che mai avrebbero avuto Ufo provenienti da altre stelle. Non solo, abbiamo assistito al loro sviluppo fino a quelli triangolari, come se esseri provenienti da altri sistemi stellari, con tecnologia di milioni di anni più avanti rispetto alla nostra si potesse essere sviluppata tecnologicamente in pochi decenni sulla terra. Tutto questo andava coperto. Ecco allora che i mass media e la cinematografia in mano a questi personaggi, iniziò a produrre film e documentari su invasioni aliene e incontri ravvicinati, corroborati da Ebrei, come Sitchin e Rael, che iniziarono a parlare di UFO e alieni nella Bibbia, negli scritti dei Sumeri, dei Veda ecc, senza che ve ne sia traccia. Percorso poi ripreso da Biglino, il cui mentore Giuseppe Tedesco era del partito sionista ebraico. Un caso? Noi non facciamo finta che…, ma portiamo prove storiche ed archeologiche sia sull’Antico Testamento che sul Nuovo, sia su Gesù che su Mosè e Yahweh che altri non era che il dio egizio Aton Adonay. Perché quindi non fare un confronto per vedere chi ha ragione? Troppo comodo cercare di denigrare le nostre scoperte dicendo alle persone che non sono attendibili in quanto si è cambiato idea sull’identità di Gesù, come se dopo decine di migliaia di ricercatori, per quasi due millenni che hanno cercato la verità storica era d’obbligo fare centro al primo colpo. No, non si plaude alle scoperte che riscrivono la storia, ma si cercano di denigrarle perché non sono state fatte al primo colpo. Noi siamo disponibili a confrontarci con chiunque, vediamo gli altri. Chiedetevi come mai i mass media danno spazio agli inesistenti alieni nella Bibbia e non a scoperte che vedono Gesù imparentato con tutta la gens Giulio Claudia e nipote di Cleopatra; di Mosè figlio primogenito del faraone Amenhotep III e fratello di Akhenaton e di Smenkhare alias Aronne; di Yahweh nato dal sincretismo degli dèi egizi Aton e Iah. Quali dei due argomenti merita più attenzione?

Alessandro De Angelis ricercatore di storia comparata del Nuovo e Antico Testamento

1ag XX, 214.
2
3
4 mt 23:2

http://apocalisselaica.net/gesu-ucciso-per-crocifissione-dai-giudei-nel-68-d-c-le-sconvolgenti-prove-e-i-motivi/

Nessun commento:

Posta un commento