giovedì 30 luglio 2015

IL LANKAVATARA SUTRA E LA NOBILE SAGGEZZA

Foto web https://lh4.googleusercontent.com/-FmfCPDxxe8E/UFG9O1-ng1I/AAAAAAAAA3g/SzpOlw0Zrj8/s630/il-tredicesimo-piano.jpg


O Beato, o Sugata, Arhat e Illuminato, ti prego di parlarci sulla realizzazione della Nobile Saggezza che è oltre l’uso e il modo dei filosofi; che è priva di tutti i predicati come ‘essere e non-essere, unicità e diversità, dualità e non-dualità, esistenza e non-esistenza, eternità e non-eternità

“Così io ho udito. Il Bhagavan (Beato) apparve una volta nel Castello di Lanka che si trova sulla cima del Monte Malaya nel mezzo del grande Oceano. Molti grandi Bodhisattva-Mahasattva si erano miracolosamente riuniti arrivando da tutte le Terre del Buddha, ed anche un gran numero di ‘bhikshu’ si radunarono in quel luogo. I Bodhisattva-Mahasattva, con alla loro testa Mahamati, erano tutti perfetti maestri dei vari Samadhi, il Decuplice Autocontrollo, i dieci Poteri, e le sei Facoltà Psichiche. Essendo stati attivati dalle stesse mani del Buddha, tutti loro comprendevano bene il significato del mondo oggettivo; tutti loro sapevano come applicare i vari metodi, gli insegnamenti e le misure della diciplina secondo le varie mentalità ed i comportamenti degli esseri; essi erano tutti completamente addestrati nei cinque Dharma, i tre Svabhava, gli otto Vijnana, e la duplice Assenza di Ego. Il Bhagavan, ben conoscendo le agitazioni mentali che stavano arrivando nelle menti delle persone radunate (come la superficie di un oceano, scossa dalle onde agitate dai venti di passaggio), il suo grande cuore si mosse a compassio-ne, sorrise e disse: ‘Nell’antichità, i Tathagata del passato, che erano gli Arhat e Quelli-pienamente-illuminati, giunsero al Palazzodi Lanka sul Monte Malaya e discussero sulla Verità della Nobile Saggezza che è oltre la ragionevole cono-scenza dei filosofi, come pure è oltre la comprensione di maestri discepoli ordinarie che è realizzabile soltanto all'interno della propria intima coscienza


Poiché gli ingenui e gli ignoranti, non sapendo che il mondo è soltanto un qualcosa visto nella mente stessa, si attaccano alla moltitudine di oggetti esterni, ed alle nozioni di essere e non-essere, unità e diversità, dualità e non-dualità, esistenza e non-esistenza, eternità e non-eternità, e pensano che essi possiedano un’auto-natura di per-se-stessi, perciò tutto ciò che sorge dalle discriminazioni della mente ed è perpetuato da energia-abitudine, e da cui essi sono determinati, è una falsa immaginazione. È tutto come un miraggio in cui giochi d’acqua sono considerati come se fossero reali. Essi sono così imma-ginati dagli animali che, assetati dal caldo della stagione, corrono verso di essi. Gli animali non sanno che quelle visioni d’acqua sono un’allucinazione delle loro menti, non realizzano che là non c’è alcuna vera fonte. Allo stesso modo, o Mahamati, gli ignoranti e gli ingenui, con le loro menti che bruciano nel fuoco dell'avidità, rabbia e follia, trovando delizia in un mondo di molteplici forme, con i loro pensieri ossessionati da idee di nascita, crescita e distruzione, senza comprendere cosa significhi l’esistenza e la non-esistenza, ed essendo impressionati da discriminazioni e speculazioni erronee fin da tempi senza inizio, cadono nell'abitudine di aggrapparsi a questo ed a quello, e divenendo con ciò profondamente attaccati ad essi.


Allo stesso modo, l'ignorante e l’ingenuo che sono piacevolmente influenzati dalle visioni erronee dei filosofi, non rico-noscono che le visioni che li influenzano sono solamente idee come-sogni che hanno origine nella mente stessa, e di conseguenza essi si fissano sulle loro nozioni di uno e molti, di essere e non-essere. È come la tela di un pittore sulla quale gli ignoranti immaginano di vedere le elevazioni delle montagne e le depressioni delle valli.


Allo stesso modo, oggi vi sono persone che sono attratte dall'influenza di simili prospettive erronee come ‘l’uno e l’altro’, due e non-due, e la cui mentalità è condizionata dall'energia-abitudine di queste false-immaginazioni e che più tardi dichiareranno a coloro che sostengono la vera dottrina di nessuna-nascita, di essere nichilisti e così facendo porteranno se-stessi e gli altri alla rovina. Per la naturale legge di causa ed effetto, questi seguaci di visioni perniciose sradicano le loro cause meritorie che altrimenti li avrebbero condotti verso una purezza immacolata. Queste persone devono essere evitate da coloro che desi-derano cose più eccellenti.


È come uno che a causa della sua vista offuscata vede una ragnatela in cielo ed esclama ad un altro: "Guarda, è meravigliosa!" Ma la ragnatela non è mai esistita; infatti; non è un'entità, né una non-entità, perciò è stata vista e non è stata vista. Allo stesso modo, coloro la cui mente si è assuefatta alle discrimi-nazioni di visioni erronee tanto care ai filosofi e che sono determinate in base alle irrealistiche visioni di essere e non-essere, contraddiranno il buon Dharma e finiranno per distruggere se stessi e gli altri.


È come una ruota di fuoco fatta con un tizzone ardente fatto ruotare che non è una vera ruota ma che è immaginata tale dall'ignorante. E né essa è una non-ruota per il fatto che non è stata vista da qualcuno. Con lo stesso ragionamento, quelli che hanno l'abitudine di dar ascolto alle discriminazioni e alle visioni dei filosofi guarderanno le cose nate come non-esistenti e quelle distrutte da cause come esistenti. È come uno specchio che riflette i colori e le immagini determi-minato dalle condizioni ma senza alcuna parzialità. È come l'eco del vento che porta il suono di una voce umana. È come un miraggio di acqua mobile vista in un deserto. Allo stesso modo, la mente discriminante dell'ignorante che è stata agitata da immaginazioni e speculazioni false si è fusa nell’onda del miraggio, a causa dei venti di nascita, crescita e distruzione. È come il mago Pisaka, che per mezzo delle sue parole crea l’incantesimo di un pupazzo di legno o di un corpo morto per farlo sembrare pulsante di vita, benchè non ne abbia affatto il potere. Allo stesso modo, gli ignoranti e gli ingenui, sottomettendosi alle visioni erronee dei filosofi, diventano totalmente fedeli all’idea dualistica di ‘l’uno e l’altro’, ma la loro fiducia è mal riposta. Per questa ragione, Mahamati, tu e gli altri Bodhisattva-Mahasattva dovreste abbandonare tutte le discrimina-zioni che conducono alle nozioni di nascita, mantenimento e distruzione, di unicità e diversità, di due e non-due, di essere e non-essere e quindi liberarvi dalla schiavitù dell’energia-abitudine, diventando capaci di raggiungere dentro voi stessi la realtà realizzabile della Nobile Saggezza”.


Allora Mahamati disse al Beato: “Perché l’ignorante è sottoposto alla discrimi-nazione ed il saggio no?”

Il Beato rispose: “E’ perché gli ignoranti si aggrappano ai nomi, ai segni e alle idee; siccome le loro menti si muovono lungo questi canali, essi si alimentano della molteplicità degli oggetti e sprofondano nella nozione di un ego-anima e ciò che ad esso appartiene; Essi fanno discriminazioni sul bene e sul male delle apparenze, e si attaccano al piacevole. Poichè si aggrappano in questo modo c'è un ritorno all'ignoranza, e così si accumula il karma nato da avidità, rabbia e follia. Poiché l’accumulazione del karma li segue sempre, allora essi diventano imprigionati nel bozzolo della discriminazione e sono incapaci di liberarsi dal circolo di nascita e morte.


A causa della follia, essi non comprendono che tutte le cose sono come maya, come il riflesso della luna nell’acqua, che non c'è nessuna auto-sostanza che può essere immaginata come un'ego-anima con le sue proprietà, e che tutte le loro definite idee sorgono dalle loro false discriminazioni su ciò che esiste solo nel modo come la stessa mente lo vede. Essi non comprendono che le cose non hanno nulla a che fare con qualificazioni e qualificare, né con il flusso della nascita, mantenimento e distruzione, mentre invece essi asseriscono che le cose sono nate da un creatore, dal tempo, dagli atomi, da qualche spirito celeste. È perché gli ignoranti cedono alla discriminazione che essi sono mossi nel flusso delle apparenze, ma per il saggio non è così”.


L’AUTO-REALIZZAZIONE DELLA NOBILE SAGGEZZATratto dal Lankavatara Sutra Traduzione del Professor D.T. Suzuki
Tradotto in Inglese da Suzuki e Goddard -dalla versione che si trova nella Bibbia Buddista – Tradotto in Italiano da Alberto Mengoni (Aliberth) – www.centronirvana.it -


 Its Just Illusion

In cerca di un destino che sia mio
c’è un altro posto e un altro tempo
Toccando molti cuori lungo il viaggio

Sperando di non dover mai dire
E’ solo un’illusione - illusione - illusione
Segui ovunque le tue emozioni
e’ davvero magia quella nell’aria?
Non permettere mai ai tuoi sentimenti di buttarti giu’.
Apri i tuoi occhi e guardati intorno
E’ solo un’illusione - illusione - illusione
Potrebbe essere che sia un’illusione a farmi cadere
in questa confusione?
Potrebbe essere che sia solo un’illusione, ora?
Potrebbe essere che sia un’illusione a farmi cadere
in questa confusione?
Potrebbe essere che sia solo un’illusione, ora?
Potrebbe essere un’immagine nella mia mente?
Mai stato certo di quello che trovero’ esattamente
Solo nei miei sogni ti “accendo”.
Li’ per un momento, poi sei andata.
E’ solo un’illusione - illusione - illusione
Potrebbe essere che sia un’illusione a farmi cadere
in questa confusione?
Potrebbe essere che sia solo un’illusione, ora?
Potrebbe essere che sia un’illusione a farmi cadere
in questa confusione?
Potrebbe essere che sia solo un’illusione, ora?





martedì 28 luglio 2015

Come gli Illuminati hanno ucciso Whitney Houston e sua Figlia .Gli omicidi rituali di Hollywood

 Come gli Illuminati hanno ucciso Whitney Houston e sua Figlia

Gli omicidi rituali di Hollywood
CLICCA QUI PER IL VIDEO La morte della figlia di Whitney Houston era già decisa.

                                                                            Foto web: http://i.ytimg.com/vi/Cj3EJh56Hko/maxresdefault.jpg


Altre info qui http://fuoridimatrix.blogspot.it/2014/03/illuminati-femalela-manipolazione-della.html

domenica 26 luglio 2015

SATAN BUSINESS EMPIRE .Francia,studio sul mais OGM è Veleno!





SATAN BUSINESS EMPIRE

In Francia è stato realizzato uno studio sul mais OGM, da cui è emerso che gli effetti nel lungo periodo sono simili a quelli provocati da un potente veleno:
“Da anni infuriano le polemiche sugli Ogm. Sono nocivi alla salute? Devono essere proibiti? Ma finora nessun studio davvero serio sulla materia era stato realizzato. Soprattutto un’inchiesta scientifica accurata su un periodo relativamente lungo (solo inchieste fino a un massimo di 90 giorni). Adesso, invece, dalla Francia sembrano arrivare le risposte tanto attese. E il verdetto è di quelli senza appello. Per il professor Gilles-Eric Séralini, che ha studiato gli effetti di un mais transgenico, “il suo assorbimento sul lungo periodo agisce come un potente veleno”.”
http://www.lafucina.it/2014/06/17/mais-ogm-e-veleno-lo-studio-dalla-francia/

VIDEO:GLI OGM MODIFICANO ILNOSTRO DNA  


E’ ufficiale! La Russia vieta completamente gli OGM http://www.disinformazione.it/russia_vieta_ogm.htm



sabato 25 luglio 2015

Madri manipolatrici: quando l’amore diventa invalidante







Avere un figlio è uno dei doni più grandi che una donna possa ricevere ma non tutte sanno come esprimere l’amore in modo assertivo. Ci sono madri iperprotettive o che sono inclini a controllare eccessivamente così che finiscono per limitare la libertà e le potenzialità dei propri figli. In questo caso, possono essere considerate “madri manipolatrici” perché il loro comportamento, anche se non vorrebbe causare danni, termina con minare l’autostima dei propri figli e limitare il loro potenziale.
Le madri manipolatrici sono quelle che controllano in eccesso i loro figli entrando nei minimi dettagli come per esempio i vestiti che indossano i locali che visitano o gli amici che scelgono. Inoltre, vogliono avere il controllo soprattutto quando il bambino cresce e inizia a prendere le proprie decisioni autonomamente. In alcuni casi diventano molto egoiste trasformandosi in un vero e proprio calvario per il bambino, che è combattuto tra l’amore per la madre e la sensazione di soffocamento che provoca il suo comportamento.

Alla ricerca di una spiegazione

Uno dei motivi per cui queste madri si comportano in questo modo è legata al’’infanzia che esse stesse hanno vissuto. Approfondendo la loro storia personale spesso si scopre che la loro infanzia era eccessivamente controllata dai genitori e che a volte sono anche state umiliate o manipolate.
Dal momento che molti di noi tendono a ripetere lo stile di insegnamento al quale sono stati sottoposti, la storia si ripete, ma questa volta la vittima diventa il carnefice. Si tratta di un ciclo in cui la madre mette in pratica il modo di educare e di amare che è stato inculcato in lei quando era una bambina. In effetti, è curioso che molte di queste donne affermino che i loro figli non dovrebbero mai vivere le stesse esperienze che hanno vissuto loro, ma inavvertitamente finiscono per adottare un repertorio di comportamenti che hanno sempre odiato.
Altre volte, il comportamento delle madri manipolatrici è semplicemente dovuto a tratti caratteriali e personologici, cioè, sono donne dal carattere così forte e dominante che hanno bisogno di tenere sempre tutto sotto controllo. In questi casi, alla base esiste quasi sempre una certa insicurezza, dato che il controllo che esercitano sui loro figli è una forma di assertività che le fa sentire più sicure.

Come comportarsi con una madre manipolatrice?

Il fatto che una madre abbia dei comportamenti di questo genere non significa che non ami i propri figli. Tuttavia, i bambini devono imparare a gestire questo problema se desiderano avere una vita indipendente. Come fare?
Rompere il ciclo della manipolazione
Quando si è consapevoli che la propria madre mostra comportamenti di controllo e manipolatori bisogna intervenire per fermarla. Ricordate sempre che rimandare è peggio, è meglio affrontare il problema il prima possibile. Fategli sapere che siete abbastanza grandi per prendere le vostre decisioni da soli, che lei potrà sempre esprimere delle opinioni ma non decidere per voi.
Stabilite dei confini
Impostate una determinata distanza tra lei e voi, che può essere di tipo economico, emotivo, o di comunicazione, l’idea è che delimitiate un territorio al quale solo voi avrete accesso. In questo modo starete bloccando il controllo eccessivo e la manipolazione, e dimostrerete che avete bisogno di indipendenza e di privacy.
Imparate a riconoscere la manipolazione
Riconoscere una umiliazione o l’eccessivo controllo è facile, ma quando si tratta di gestire la manipolazione le cose diventano più complicate dal momento che questa è spesso mascherata. Il caso più tipico è quando una madre si finge malata ogni volta che suo figlio vuole uscire la sera o quando lui dice che andrà a vivere da solo. Ovviamente, per porre fine a questi comportamenti si deve imparare a identificarli.
Essere assertivi e incoraggiare la comunicazione
Provate ad aprire uno spazio in cui la comunicazione è assertiva ed esponete le vostre opinioni e i desideri apertamente. Dopo tutto, vostra madre vi ama, il problema è che non riesce a gestire al meglio la preoccupazione che prova per voi. Allora, spiegategli come vi sentite e quanto vi limitano i suoi comportamenti. Dovete sempre cercare la soluzione migliore per entrambi.

 http://psicoadvisor.com/madri-manipolatrici-quando-lamore-diventa-invalidante-110.html

lunedì 20 luglio 2015

SIMBOLI ANTICHI E SACRI NEI MEDIA(VIDEO)






“Nei simboli si osserva un vantaggio nella scoperta che è maggiore quando esprimono concisamente l'esatta natura di una cosa e nel contempo la raffigurano; allora infatti la fatica del pensiero è fantasticamente ridotta.”
Leibnitz

VIDEO ; SIMBOLI ANTICHI E SACRI NEI MEDIA

La Disponibilità Energetica: Nagualismo e Sciamanesimo Tolteco





di Marco Baston – studioso di nagualismo
(tratto da BioGuda n.39 – Inverno 2012/13)

Nel Messico precolombiano si sviluppò un sistema di conoscenza che oggi conosciamo come “Nagualismo” o “Sciamanesimo Tolteco”. Questa tradizione prosegue ancora, profondamente modificata rispetto all’epoca degli antichi veggenti, e portata alla luce da Carlos Castaneda.
In tempi molto precedenti alla conquista spagnola gli sciamani Toltechi impararono a percepire il mondo come energia. Nel loro stato di consapevolezza intensificata “videro” l’universo e gli esseri che lo popolano come insieme di campi energetici. Si resero conto che viviamo immersi, circondati dalla pura consapevolezza. Si accorsero anche che, ciò che mantiene coesi gli esseri viventi, è un particolare aspetto dell’energia stessa che chiamarono “aspetto vibratorio dell’energia” ma, soprattutto, compresero che tutto ciò che noi siamo e facciamo (sia come sciamani che come persone comuni) dipende dalla nostra disponibilità energetica. In sintesi tanto più disponiamo di energia, tanto maggiori saranno la nostra forza vitale e l’intensità della nostra consapevolezza, fino a giungere a spezzare la barriera della percezione, dell’interpretazione, della socializzazione, e liberare finalmente il nostro collegamento con l’infinito.
Quindi i Toltechi si adoperarono con ogni mezzo per incrementare la loro disponibilità energetica. Gli antichi veggenti ricorsero a sistemi che prediligevano il “movimento dall’esterno”, quindi utilizzando apporti energetici oltre la propria disponibilità: piante di potere, interazione con forze di varia natura, complessi procedimenti rituali finalizzati alla coercizione dell’attenzione. Questo approccio si rivelò però catastrofico perché, invece di sviluppare la sobrietà e la disciplina che sarebbero necessarie per canalizzare correttamente l’energia disponibile, diede loro l’illusione di impadronirsi dell’energia stessa.
Oggi, i moderni veggenti, prediligono il “movimento dall’interno”, quindi mettono in atto un processo di trasformazione strategica che li conduce fino al “non fare del sè”. Durante questo processo il praticante si rende conto che le barriere energetiche sono mantenute in essere dalle nostre convinzioni personali e dall’idea di noi stessi, che costringono la nostra attenzione a scorrere entro cicli reiterativi predeterminati. La convinzione genera la qualità della percezione. E’ la convinzione ciò che sostiene il sistema di interpretazione, ma le convinzioni, a loro volta, derivano dalle conoscenze dirette acquisite. Se riusciamo a fare nostro un nuovo ordine di conoscenza, allora possiamo modificare l’interpretazione o perfino eliminarla del tutto.
Per fare questo però abbiamo bisogno di concepire una nuova forma di conoscenza. Nei gruppi che seguono questo percorso nasce prima o poi inevitabilmente una domanda: “dove trovo il tempo da dedicare alle pratiche? Quanto tempo devo dedicarci?”. La risposta è semplice: un guerriero tolteco applica la propria strategia all’intera esistenza, il tempo per fare questo è lo stesso della nostra vita.
La questione non è ciò che si fa, ma come lo si fa, cioè come le nostre azioni orientano l’attenzione e quindi l’energia. Le tecniche che si imparano dovrebbero servire solo ad incrementare la propria energia e consapevolezza fino al punto in cui il praticante si renda conto, da solo, che il segreto sta in ogni piccola cosa. Le pratiche servono a dare una pausa nella continuità della propria esistenza per modificare il punto di vista riguardo la quotidianità. Una volta ottenuto questo, allora l’energia diventa disponibile e ogni impresa è possibile. L’energia stessa trova la strada per preservarsi, una volta avviato il processo.
A tale scopo i “nuovi veggenti” svilupparono una nuova parte delle loro pratiche magiche alla quale diedero il nome di “arte dell’agguato”. Molto in sintesi questa arte consiste in un processo di rieducazione culturale, percettiva e comportamentale applicato alla vita quotidiana che, alla fine, genera la nuova disponibilità energetica. Questo processo determina una totale trasformazione di se stessi, è un lavoro a tempo pieno; non si tratta di eseguire qualche tecnica per un paio d’ore al giorno.
I Toltechi si basano su di un presupposto: tutto ciò che facciamo nella nostra vita quotidiana (inclusi i nostri pensieri e sentimenti, anzi specialmente quelli) non serve per il suo scopo apparente, ma per mantenere il mondo e noi stessi nello stato di fatto, mettendo in atto un meccanismo rituale di consumo energetico finalizzato, appunto, alla stabilità del processo interpretativo. In pratica, noi siamo tutti maghi che attuano continuamente un rituale al fine di rimanere intrappolati nel proprio incantesimo sociale. Tutta la nostra energia disponibile è impiegata nelle faccende quotidiane: di conseguenza è solo partendo dal mondo di ogni giorno che possiamo avviare il processo di ricanalizzazione dell’energia.
Questo meccanismo si fonda principalmente sul “dialogo interno”. Quando un bambino nasce, egli percepisce il mondo come energia, sono i suoi simili umani ad insegnargli come interpretare il flusso energetico e trasformarlo nel mondo che conosciamo. Ogni elemento del mondo viene descritto, catalogato e messo in una sorta di “inventario umano”, che include tutto ciò che compone il mondo degli uomini (inclusi se stessi). Una volta imparato l’inventario, il bambino diventa un membro del consorzio umano. Da quel momento in poi egli continuerà a rinnovare l’inventario stesso per dare continuità al mondo attraverso la pratica del dialogo interno, cioè ripetendo continuamente le caratteristiche di tutto ciò che lo circonda e di se stesso.
Tale processo avviene in tutti i viventi, ma nell’uomo assume una caratteristica più inquietante. I campi energetici di tutti gli altri esseri si “allineano”, orientandosi insieme a quelli che compongono l’universo. Nell’uomo questo allineamento subisce una distorsione; i campi di energia interni degli esseri umani invece di allinearsi con quelli cosmici si girano, si ritorcono e cominciano così a riflettere se stessi. Per fare una metafora, noi esseri umani ci poniamo di fronte ad uno specchio e poi ci rimiriamo per tutta la vita, senza minimamente renderci conto di ciò che ci circonda.
La gran parte delle tecniche messe in atto dai Toltechi cerca di modificare questo orientamento innaturale. I guerrieri, per prima cosa, concepiscono la possibilità di conoscere anche in altro modo, in assenza di linguaggio. La conoscenza dei toltechi esclude il linguaggio, esula dal pensiero, esautora il pregiudizio del suo potere. Dunque i primi passi necessari sono: interrompere il dialogo interno e ricanalizzare “l’attenzione a se stessi”. Non è possibile però affrontare questa impresa di petto, senza energia sufficiente non siamo in grado di ottenere nulla. Se invece disponiamo di energia, allora ogni impresa diventa accessibile, ma l’energia disponibile è totalmente impiegata nel sostenere l’immagine del mondo e di noi stessi…
I Toltechi partono dal presupposto che siamo esseri fatti di pura attenzione e che l’attenzione canalizza l’energia, la orienta, ne determina l’applicazione pratica. Da questo deriva una questione fondamentale: i nostri sentimenti e pensieri fungono da guida per l’energia attraverso la fissazione dell’attenzione. C’è un motivo molto semplice per cui i toltechi decidono di desistere dal giudicare: il giudizio altera la percezione (per i guerrieri il giudizio coincide con l’interpretazione del mondo).
Se consideriamo ogni nostro atto come un atto magico ci sono due modi di compierlo: come facciamo normalmente e cioè come gesto inconsapevole, ritualizzato, finalizzato al mantenimento dello stato di fatto, oppure come un gesto che sprigiona dal dispiegamento consapevole della nostra attenzione e che conduce al cambiamento.
I guerrieri cercano il cambiamento attivamente e continuativamente. Il vero cambiamento infatti è quello che porta ad ulteriori cambiamenti. I Toltechi considerano l’agguato come una serie di indicazioni per arrivare a svincolarci dai nostri legami, tutto deve essere applicato con estrema immaginazione. Senza immaginazione e conseguente capacità di improvvisazione, non esiste agguato, non esiste sogno; anzi non esiste alcun guerriero. Ciò che i guerrieri della conoscenza fanno non ha alcuno schema preordinato. Torniamo al concetto che non conta “ciò che si fa” ma “come lo si fa”… per un guerriero non esiste un atto più importante di un altro, perchè qualunque cosa egli faccia, ogni azione (interiore od esteriore) è compiuta con la finalità di salvaguardare la propria disponibilità energetica. Ciò significa compiere quell’atto con la maggiore intensità possibile, in totale consapevolezza, privi di obiettivi legati all’immagine di se stessi.
Ogni gesto, ogni azione dovrebbe essere un atto di potere, un atto per l’infinito.
Ricordandosi però che l’infinito (o l’intento come lo chiamano i Toltechi) è del tutto impersonale, diciamo “sopra le parti”.

http://www.bioguida.com/articoli/disponibilita-energetica/

http://www.sciamanesimo-tolteco.it/author/marco-baston/

domenica 19 luglio 2015

LA GRECIA E I SIMPSON









La ‪#‎Grecia‬ sarà liquidata per rimborsare i creditori?

Quali beni pubblici la Grecia consegnerà all'‪#‎Europa‬? 'Aeroporti, aeroplani, infrastrutture e certamente le banche'


"Gli asset greci di maggior valore saranno trasferiti in un fondo indipendente che li monetizzerà attraverso la loro privatizzazione o altre soluzioni"

"Le autorità greche dovranno sviluppare un programma significativo e più consistente di privatizzazioni; gli asset greci di maggior valore saranno trasferiti in un fondo indipendente che li monetizzerà attraverso la loro privatizzazione o altre soluzioni. La monetizzazione degli asset sarà una delle risorse per effettuare i pagamenti delle rate del nuovo prestito del ‪#‎MES‬ e produrre, nel periodo intero del prestito, risorse per un totale di 50 miliardi di euro. Metà di quelle risorse saranno utilizzate per finanziare la ricapitalizzazione delle banche; il denaro che avanzerà da questo 50 per cento sarà usato per ridurre il livello del debito rispetto al Prodotto Interno Lordo (PIL). I rimanenti 25 miliardi di euro saranno usati per nuovi investimenti. Il fondo sarà mantenuto in Grecia e sarà gestito dalle autorità greche sotto la supervisione delle autorità europee".

E cosa dice il Fondo Monetario Internazionale di questo piano di privatizzazioni, per altro già proposto nel 2011? "Non realistico"

http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=82&pg=12312

Staff di Controinformo

Ps ancora una volta i Simpson avevano previsto tutto...
http://www.privateislandsonline.com/areas/greece

La mappa della griglia mondiale

La mappa della griglia mondiale




David Hatcher Childress



Cos'è la griglia del mondo? Come possiamo farne una mappa? Perché dovremmo preoccuparcene? Cos'ha a che fare con l'anti-gravità?

Nei miei molti viaggi per il mondo alla ricerca di città perdute e antichi misteri, mi sono chiesto spesso se ci fosse qualche legame tra i molti siti megalitici antichi. Alcuni anni fa ho scoperto che non esistono le coincidenze.

Se il posizionamento di un sito antico non era una coincidenza, allora quale poteva essere il principio organizzante della curata disposizione di un modello? I siti megalitici sono disposti su una griglia? Cos'è la griglia?

Secondo il mio affidabile dizionario Webster, una griglia è "una rete di linee orizzontali e perpendicolari uniformemente distanziate, nello specifico usate per localizzare dei punti (come su una mappa, un grafico o una foto aerea) tramite un sistema di coordinate."
In altre parole, parliamo di uno schema geometrico intelligente in cui, teoricamente, la Terra e le sue energie sono organizzate e possibilmente, in cui sono posizionati i siti megalitici antichi onnipresenti. Stiamo parlando di qualcosa differente dalle linee di longitudine e latitudine della geografia convenzionale. I propositori della teoria della Griglia Terrestre suggeriscono che le linee della griglia siano di natura più basilare delle moderne convenzioni nella cartografia....






Comunque, l'immagine familiare della Terra come suddiviso in una struttura di linee dette latitudini e longitudini, ci aiuta a capire come possa essere una Griglia della Terra, basata su linee energetiche più fondamentali.


Dico "linee energetiche" in particolare, perché una delle osservazioni più consistenti che i lettori incontreranno in questo libro (ndt. ) è che lo schema geometrico della Griglia della Terra è di natura energetica. Inoltre questa della Terra, organizzata in una precisa rete, una volta era, ma può esserlo ancora, la fonte di un'energia libera e inesauribile, che alimentava in antiche civiltà che possedevano grande tecnologia. Molti teorici della Griglia affermano con sicurezza, che questa tecnologia della Griglia può essere recuperata nuovamente oggi. Gli UFO sono un soggetto controverso, cosa che può contribuire alla loro perenne popolarità, ma alcuni teorici affermano che esista una relazione fondamentale tra il fenomenoUFO e le anomalie magnetiche e gravitazionali nella Griglia. Questo verrà discusso nel libro.

Inoltre, la gravità è un soggetto complicato quanto gli UFO e la Griglia Mondiale. Chiedete all'uomo medio per strada se sa cosa sia la gravità, facilmente dirà "Chiaramente! Tutti sanno cos'è. E' quello che tiene i miei piedi per terra!" Benché la gravità sia un principio fisico che definisce la vita sulla Terra, rimane ancora oltre la comprensione dello scienziato più intelligente. Nessuno ha ancora spiegato in modo soddisfacente la gravità. La gravità è la manifestazione di una energia che viene dalla Terra, connessa alla Griglia? Se è così, possiamo usare certi punti sulla Griglia per controllare la gravità? GliUFO superano il campo gravitazionale della Terra usando una sorta di anti-gravità? Queste sono tutte domande pressanti. Forse osservando il fenomeno UFO, possiamo dedurre alcuni principi della Griglia. La Griglia sembra implicare due realtà fondamentali della vita fisica: gravità ed energia. Nelle pagine seguenti, verranno introdotte alcune delle teorie più avanzate ed emozionanti sulla Griglia Mondiale. I contribuenti a questo volume, si avvicinano alla Griglia da diversi punti di vista professionali e filosofici. Il risultato è una fusione di visioni (la prima e forse la definitiva) sulla Griglia che va dal poetico al matematico.





Per esempio, gli antropologi professionisti Bethe Hagens e William Becker, nel capitolo "The Planetary Grid System", forniscono una visione approfondita della geometria e della geografia di un modello unico della Griglia Mondiale, che chiamano "EarthStar". Bruce Cathie, autore di quattro libri sulle armoniche della Griglia Mondiale, presenta una analisi matematica affascinante della Griglia, che incorpora la Teoria di Campo Unificato di Einstein; Cathie arriva a conclusioni sorprendenti. Richard LeFlors Clark, Ph.D., discute le aree dei vortici gravitazionali attorno alla Terra, che sono state sfruttate sia segretamente dai governi, che da scienziati amatoriali, per ottenere levitazione e anti-gravità. Egli avvisa che potreste divenire "polvere spaziale permanente" se finiste in una di queste aree nel momento sbagliato! Richard Leviton presenta la Griglia come un laboratorio spirituale interattivo col proposito di allineare l'umano alle energie planetarie tramite il "tempio megalitico". La Griglia della Terra è vista come un ologramma vivente dell'organizzazione del sistema solare, legato con la vita e il destino degli esseri umani.


Harry Osoff discute il controverso e misterioso "Philadelphia Experiment" della Marina USA e lo collega alla struttura della Griglia e alla ricerca governativa. Quindi rinforza la visione di una ricerca governativa segreta nelle aree dell'anti-gravità e della Griglia Mondiale. Barbare Hero descrive l'idea della Terra dal punto di vista di un musicista, "Armonia Internazionale Basata sulla Musica dei Sistemi di Griglia Planetari". Altri argomenti nel libro includono le discussioni del genio Nikola Tesla e del piano "Star Wars", il misterioso Vortice dell'Oregon, la levitazione acustica e altro. Non ci prenderemo così seriamente da tralasciare il relax e alcune risate. Alla fine del libro trovate capitoli sui brevetti relativi all'anti-gravità, Titoli di Giornale, l'Anti-Gravity File e persino Comix.

Cosa ne faremo di questa apparente congettura pazzesca?

I rapporti dei nostri teorici della Griglia vanno sicuramente contro le visioni scientifiche moderne. Attingono da informazione spesso soggettiva e sicuramente controversa. Le teorie della Griglia sfidano le basi della nostra visione fisica del mondo. Inoltre non concordano tutte tra loro. Comunque, grandi innovazioni della scienza spesso arrivano da speculazione apparentemente "folle". Lascio ai lettori decidere quali teorie rientrino meglio nella loro personale struttura della realtà. Per quanto mi riguarda, continuando a viaggiare nel mondo, osservo con occhio più attento i complessi antichi, le città e i tumuli. Mentre non posso concordare, o capire pienamente, con tutte le teorie presentate in questo libro, ognuna di esse mi ha illuminato e ho capito che la Terra è un pianeta vivente unificato e che noi come umani abbiamo un posto speciale e di responsabilità in questo ambiente.






Alcune delle caratteristiche significative delle principali intersezioni sulla griglia:




1-La Grande Piramide di Giza

3-Tyumen, USSR

4-Lago Baikal, USSR, con piante e animali unici

9-Baia di Hudson, polo nord magnetico al presente

11-Isole Britanniche del nord, Maes Howe, Ring of Brodgar, Callanish

12-Mohenjo Daro, cultura dell'Impero di Rama

13-Piramidi di Xian

14-Giappone del sud, "Triangolo del Dragone", grande attività sismica

16- Hamakulia, grande attività vulcanica e sismica

17- Cibola

18-Bimini, enormi mura sottomarine, scoperte nel 1969, la data in cui, secondo Cayce, avremmo scoperto indizi su Atlantide

20-Rovine megalitiche Algerine

21-Megaliti a Axum, il centro Cristiano Copto in Etiopia

25-Bangkok e Ankor Wat

26-Sarawak, Borneo, sito di antiche strutture megalitiche

28-Isola di Pohnpei, Micronesia, con la città megalitica di Nan Madol

35- Lima, Perù, confine della Piana di Nazca, Pisco, il Candeliere delle Ande e le linee di Nazca

40-Gabon, Africa Occidentale, reattore atomico naturale in azione da 1.7 milioni di anni

41-Zimbabwe con le sue miniere e le sue strutture antiche

44-Il Sito di Test Atomico Maralinga, con rovine megalitiche

47-L' Isola di Pasqua con i suoi megaliti

62-Base tedesca sotterranea?

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

http://crepanelmuro.blogspot.it/2015/07/la-mappa-della-griglia-mondiale.html

venerdì 17 luglio 2015

Piante che curano, piante proibite VIDEO

Le piante che curano davvero VIDEO QUI

Sono venuto a conoscenza della serra di Josep Pamies a Balaguer, nella provincia di Lerida in Spagna e credo che il lavoro che sta facendo quest’uomo debba essere diffuso quanto piu è possibile.

La Dulce revolución de las plantas medicinales, è una associazione no profit, creata da Josep Pamies, che si occupa di raggruppare tutte le persone che vogliono condividere le loro esperienze derivanti dall’uso delle piante medicinali e delle terapie naturali non aggressive. La dulce revoluciò prende il nome dalla Stevia Rebaudiana, dal suo sapore dolce e dalle sue proprietà medicinali che vengono occultate dagli interessi delle multinazionali. Con la stevia è cominciata una dolce rivoluzione che permetterà contrastare gli abusi delle case farmaceutiche e recuperare, o evitare che vada perduto, il sapere popolare nell’uso delle piante medicinali e delle terapie naturali. In Europa è in vigore dal primo di maggio del 2011, una legge che proibisce la commercializzazione di piante medicinali, non registrate nell’albo europeo, anche se in uso da millenni nella medicina ayurvedica indiana, nella medicina cinese, sudamericana, africana etc. Ovviamente le spese da sostenere per poter completare la “procedura semplificata” per registare una pianta e poter dimostrare che è “innocua”, possono arrivare anche a centinaia di migliaia di euro ed è evidente che solo le grandi multinazionali possono affrontare queste spese.

Questo video che ho tradotto in Italiano, è un viaggio nella serra a Balaguer dove Josep Pamies fa da cicerone e ci mostra varie piante, illustrandone le proprietà medicinali. Un farmaco non sarà mai uguale alla pianta dalla quale viene estratto il principio attivo. Nella pianta sono presenti milioni di composti differenti che agiscono in sinergia e che vengono a mancare nel farmaco sintetizzato in laboratorio. L’uomo non è superiore alla natura, anche se è quello che vogliono farci credere…

Infatti le case farmaceutiche fanno a gara a chi brevetta per primo, questo o quell’altro principio attivo di una pianta continuando imperterriti a brevettare la vita grazie al nostro silenzio assenso. Prendiamo ad esempio il caso della stevia una pianta proveniente dal centro america con proprietà straordinarie. La stevia è un potente dolcificante naturale che a differenza dello zucchero commerciale a cui siamo abituati, regola il livello di glicemia nel sangue. Una pianta benedetta per i diabetici che usandola vedono migliorare le loro condizioni, ma maledetta per le case farmaceutiche che vedono diminuire i loro profitti.

La stevia viene usata da millenni in Sud America e in Europa fino a poco fa era consentita la vendita solo dell’edulcorante ricavato da questa pianta che guarda caso venne brevettato dalla monsanto. La stessa azienda che produceva l’aspartame che è il dolcificante cancerogeno più diffuso nel mondo, presente in moltissimi alimenti, era quella che faceva pressioni per criminalizzare l’uso della stevia. Grazie alle pressioni fatte dalla monsanto, era probito infatti venedere la pianta intera o il suo estratto integrale ma, se volevi comprare una bella pastiglia di edulcorante estratto dalla stevia e prodotto da loro non c’era nessun problema.

La dolce rivoluzione delle piante medicinali di Josep Pamies iniziò da quì.

Oggi a Balaguer, nella sua serra, oltre alla stevia Josep Pamies sta producendo moltissime altre piante, che regala alle persone afflitte da malattie gravi e nel caso di alcune piante come la marijuana che è considerata droga, Josep sta aspettando una denuncia da parte delle autorità in modo tale da poter portare il caso in tribunale.

“Non siamo noi a dover dimostrare che una pianta è benefica, piuttosto ci dimostrino loro i danni che produce, se ne producesse. Se qualcuno ancora non se ne fosse accorto, l’industria farmaceutica produce un arsenale tossico inimmaginabile, semi transgenici, insetticidi, pesticidi, funghicidi ed erbicidi che sono presenti nei nostri alimenti e ci fanno ammalare, inoltre producono medicine che non curano. Per aumentare i profitti un farmaco non deve curare ma deve rendere cronica la malattia, malattie che vengono provocate da queste stesse aziende.” Josep Pamies


Gli studi e le ricerche fatte nella serra di Josep sulle piante medicinali, usano il metodo scientifico e sono anche avallate da alcuni medici ed università. La maggior parte dei medici al giorno d’oggi pensa solo al profitto e non ha interesse a divulgare informazioni che oltre a fargli perdere i vantaggi che derivano dalla prescrizione di alcuni farmaci, potrebbero anche fargli perdere il posto. Ma sta accadendo che gli stessi medici che vengono colpiti da malattie si rivolgano a Josep come ultima spiaggia. Là dove la chemio, la radio o altri trattamenti invasivi falliscono, l’uso di alcune piante specifiche sta dando speranza a molte persone, visti gli effetti “miracolosi” riportati dai tanti testimoni sul sito della dulce rivoluciò. “Le cose stanno cambiando” dice Josep: “molte persone si rivolgono a me proprio perchè gliel’ha consigliato il medico. Anche se questi non può manifestarlo apertamente per paura di giocarsi il titolo o di perdere il posto.” L’associazione la dulce rivoluciò si sta espandendo a macchia d’olio e già sono presenti varie filiali nelle città più importanti della Spagna. Le piante trattate da Josep provengono da tutto il mondo e hanno già curato o ridotto le sofferenze provocate da malattie come il diabete, la sclerosi multipla, il cancro, il parkinson e l’alzheimer. Non stanno facendo chiacchiere, lo stanno dimostrando ogni giorno, con dati scientifici alla mano e con testimonianze reali di persone guarite. Ma Josep non solo illustra le proprietà benefiche di una pianta, studia e diffonde informazioni su come coltivarla, su come farla riprodurre e su come utilizzarla.

La situazione che si è creata è paradossale. Le forze dell’ordine non prendono iniziative per paura della risposta sociale, ma anzi, una volta hanno collaborato con Josep, portandogli piante di marijuana che erano state sequestrate… questa storia la puoi leggere quì.

Grazie alla crociata di Josep, in Spagna la Stevia adesso è reperibile anche nella sua forma naturale. Dalla stevia poi, sono passati a coltivare altre piante straordinarie, presenti da secoli nelle medicine tradizionali di altri popoli. Dall’Artemisia che ha proprietà potentissime contro la malaria, alle Kalanchoe che hanno già guarito dal cancro varie persone, che riportano la loro testimonianza non anonima sul blog di Josep Pamies, e molte altre ancora.

In Africa, un trattamento contro la malaria a base di Artemisinina, il principio attivo estratto dall’artemisia e brevettato dalla novartis, costa 60 euro. Praticamente non può permetterselo nessuno. Gli studi sull’artemisia di Josep hanno portato alla conclusione che assumere la pianta nella sua forma naturale è più efficace del trattamento con artemisinina nel contrastare la malaria e nel prevenirla, nonostante nella pianta la quantità di principio attivo raccomandato dalla OMS, sia inferiore. Questo avviene a causa della moltitudine di composti esistenti nella pianta, che agiscono in sinergia. Una pianta, che può essere coltivata in casa è sufficiente a soddisfare il bisogno di una famiglia ed ha un costo irrisorio di pochi centesimi.

Non si tratta di dare false speranze alla gente, si tratta di stimolare la società a fare le proprie ricerche. Investigate da soli, cercate in un motore di ricerca qualsiasi, il nome scientifico delle piante proposte da Josep Pamies e guardate voi stessi gli studi scientifici che sono stati fatti. Controllate voi stessi le proprietà straordinarie che hanno queste piante e vi accorgerete presto da che parte stanno le bugie.

“L’organizzazione mondiale della sanità, che ha la capacità di obbligare gli abitanti del pianeta a vaccinazioni di massa innecessarie, o che puo proibire i trattamenti gratuiti che la natura e le terapie naturali ci offrono, è un organismo non eletto da nessuno che è finanziato all’ 80% dalle multinazionali farmaceutiche. È dal 1995 che la OMS “raccomanda” ai governi del mondo di non diffondere la notizia che l’artemisia può essere presa nella sua forma naturale, per evitare di provocare resistenza agli antibiotici, che la mafia farmaceutica ha ordinato di produrre.” Josep Pamies

Queste informazioni in nessun caso pretendono sostituire le raccomandazioni dei professionisti della salute.

  https://byologik.wordpress.com/2013/06/05/piante-che-curano-piante-proibite/

mercoledì 15 luglio 2015

RISCALDAMENTO INDOTTO E MODIFICA DEL CLIMA GLOBALE





Come costruire un climatizzatore in pochi minuti

Visto il Riscaldamento Globale Indotto ,info qui http://fuoridimatrix.blogspot.it/2015/07/ondata-di-caldo-la-storiella.html  sarebbe utile costruirsi climatizzatori fai da te

VIDEO Come costruire un climatizzatore in pochi minuti

 Scopri tutta la verità atroce sulla
Geoingegneria clandestina
delle Scie Chimiche
Info qui CREDI ANCORA ALLA BUFALA DELL EFFETTO SERRA

martedì 14 luglio 2015

Ondata di caldo: la storiella dell'anticiclone africano






Le caratteristiche artificiali del cosiddetto "global warming" e dei vari sconvolgimenti climatici

Mentre i geoingegneri manipolano il clima, i media di regime manipolano i dati sul meteo, ad esempio quelli sui valori di umidità relativa e pressione atmosferica: i vari organi ufficiali continuano a ripetere che l’attuale ondata di caldo, abbattutasi su gran parte dell’Europa, è dovuta all'anticiclone africano cui sarebbe connessa un’umidità molto elevata.
Non è vero: i valori igrometrici sono bassi in misura anomala anche nelle località di mare a tal punto che non si formano quasi mai delle nuvole; al massimo in un cielo grigio-violaceo al mattino aleggia qualche brandello di cumulo polveroso che è poi dissolto nell’arco delle ore successive. Se i parametri di umidità fossero alti, si dovrebbero generare i nembi e si dovrebbero scatenare i temporali di calore anche sulle città, fenomeni che sono oggi solo un pallido ricordo del passato.
In un firmamento così opaco non è agevole discernere gli aerei chimici (a bassa quota) con le loro scie persistenti ed effimere o assenti, ma le operazioni di avvelenamento globale continuano senza requie, notte e giorno, pure quando il cielo sembra “sereno”. Non solo: i riscaldatori ionosferici e probabilmente i satelliti in orbita geostazionaria seguitano ad irradiare campi elettromagnetici che aumentano le temperature in modo drastico e mirato.
La verità è che il pianeta, soprattutto l’emisfero settentrionale, è sempre più caldo, ma non a causa delle emissioni di biossido di carbonio né a seguito dell’attività solare: certe aree sono roventi a cagione delle attività chimico-elettromagnetiche che, tra le altre cose, depauperano l’atmosfera di ossigeno. L'umidità è decurtata o migra in aree circoscritte dove provoca disastrosi nubifragi. Le società private, che lucrano sull’acqua e sulla siccità, sono già sulla porta di casa, come petulanti piazzisti.
Le microonde sono una forma di radiazione non ionizzante che, producendo un violento attrito tra le molecole, genera calore. E’ quanto sta accadendo in questo periodo con i “caloriferi” al massimo: ne consegue un’afa spaventosa, secca ed innaturale. Gli esseri viventi ne risentono in modo preoccupante: gli alberi sono ustionati da raggi ultravioletti non filtrati dall’ozonosfera ridotta a colabrodo, animali e uomini accusano tutti i sintomi dovuti ad una calura infernale. Le “nuvole” zigrinate o simili a denti di pettine sono la grottesca conseguenza di pesanti azioni sul clima.
“Riscaldamento globale”, “cambiamenti climatici”, “febbre del pianeta” sono i mantra dei globalizzatori del clima, ma che cosa sta accadendo veramente?
In buona sostanza lo sconvolgimento degli equilibri è provocato dalla guerra climatica con un innalzamento occasionale ed estemporaneo delle temperature di origine artificiale, soprattutto nell'emisfero Nord (più trafficato da velivoli commerciali e con una maggiore presenza dei cosiddetti "riscaldatori ionosferici"). Questo spiega perché, in questo periodo, mentre il pack artico tende a ridursi, sebbene non in modo catastrofico, i ghiacci antartici si stanno espandendo. Lo spostamento indotto delle correnti a getto e le anomalie del Nino sono una delle cause principali della variazione dei flussi idrodinamici in quota.
Il resto è ottenuto con le microonde ed i metalli elettroconduttivi aviodispersi. E’ dunque evidente un balzo del tutto anomalo dei parametri termici, fenomeno commisurato all'intensità delle operazioni di geoingegneria clandestina. Infatti le misurazioni sin qui eseguite da oltre 100 anni non mostrano un aumento delle temperature medie sulla Terra, piuttosto una tendenza nella norma. La N.A.S.A. ed altri enti sono stati spesso colti in flagrante a falsificare i dati, pur di avvalorare la tesi del global warming.
Dispiace, però, che al negazionismo classico si aggiunga la disinformazione di siti pseudo-indipendenti che se, correttamente, smentiscono l'equazione tra biossido di carbonio ed i cosiddetti cambiamenti climatici, dall’altro attribuiscono le aberrazioni meteorologiche solo a manifestazioni naturali (macchie solari, raggi cosmici, cicli atmosferici etc.). Sulla base di studi che ignorano del tutto la geoingegneria clandestina, evidenziando solo fattori geo-fisici, gli esperti di questi portali sono giunti a preannunciare, usando astrusi modelli, copiose piogge (non tornado e celle autorigeneranti indotte!) in Italia per la prima decade di luglio.
Piogge naturali? Bisognerà rivolgersi alla Dottoressa Sciarelli.
Articolo correlato: D. Wigington, Engineered drought catastrophe continues: target California, 2015
Articolo originale commentato dai lettori dove si può proporre un proprio commento.
Autore: Straker
Fonti: tankerenemy.com - Scie Chimiche (Chemtrails) - TANKER ENEMY TV - tankerenemymeteo.blogspot.co.uk

 http://www.ecplanet.com/node/4703

Inquietanti,attuali e casuali analogie









Inquietanti,attuali e casuali analogie   :D  

Sono stanco di vedere facce femminili ritoccate, tette strabordanti dalle scollature in concorrenza, culi in mostra, tacchi, trucchi fetish e gesti hard da donnacce, ormai non più distinguibili da quelle del mestiere. Voglio vedere donne con la loro femminilità nei gesti morbidi e gentili, nei sorrisi aggraziati, nelle movenze seducenti, ma accennate, dalle parole dolci e decise allo stesso tempo. Dai pensieri originali e nuovi. Vorrei vedere donne indipendenti, non succubi dell’uomo a cui immolano la propria dignità, femmine dai cuori di ghiaccio fuso, compagne e amiche dell’uomo, libere e sincere. Vere.

Charles Bukowski

Cult of Venus -The Female Illuminati Sisterhood of Death
https://www.youtube.com/watch?v=_njVo7g_FUs

Female Illuminati
https://www.youtube.com/watch?v=H6NqTwzYEp0&list=PL666A6EA2DA579BB9

lunedì 13 luglio 2015

LA TRUFFA DELL’ ACQUA IN BOTTIGLIA.Acqua imbottigliata o del rubinetto?

Gli Italici sono i primi consumatori di acqua in bottiglia in europa,grazie alla loro capacita di abboccare a tutte le cazzate che propongono le multinazionali sataniche
pagano due volte l acqua,quella in casa e quella al supermercato

Video; LA TRUFFA DELL’ ACQUA IN BOTTIGLIA
Fuoridimatrix


 Foto http://www.infosostenibile.it/sites/default/files/immagini/eventi/91-acqua.jpg

Acqua imbottigliata o del rubinetto? Tutto ciò che dobbiamo sapere


In Italia solo il 30% della popolazione beve acqua di rubinetto: si consuma più acqua minerale rispetto agli altri paesi europei. L’acqua minerale è diventata un elemento integrante delle nostre abitudini alimentari, considerate parte del “Made in Italy”, anche perché il nostro è il Paese europeo più ricco di fonti di acque, ciascuna delle quali ha proprie caratteristiche organolettiche e diversi sapori all’origine.

Nel nostro Paese, secondo recenti dati ISTAT, una famiglia arriva a spendere circa 20 euro al mese per acquistare acqua in bottiglia, reputata più sicura di quella del rubinetto. “La gente non apprezza l’acqua del rubinetto perché è a buon mercato, e questo a volte nell’immaginario collettivo non è considerato una garanzia. Mentre non valuta che, dati alla mano, rappresenterebbe la soluzione migliore sia per il risparmio, sia per rispettare l’ambiente e salvaguardare la salute”, afferma in proposito Paolo Giovane, un ricercatore italiano che in Gran Bretagna ha condotto lo studio: “Water, all that matters”, dove spiega i vari vantaggi del consumo dell’acqua del rubinetto nei centri urbani.

L’acqua è un elemento fondamentale per il nostro benessere e la nostra stessa esistenza esistenza.

Il fabbisogno idrico giornaliero per un individuo adulto in condizioni normali è di un litro e mezzo e fino a due litri al giorno, alternati anche ad altri liquidi (es. succhi di frutta). I bambini e gli anziani hanno un fabbisogno idrico più elevato, nel primo caso per l’elevato “turn over” dell’acqua, nel secondo caso perché gli anziani avvertono meno lo stimolo della sete, e quindi tendono a non avere una buona idratazione dell’organismo.

Bere è molto importante per la nostra salute per le varie funzioni che questo elemento svolge all’interno del nostro organismo, composto al 65% di acqua:

-         Regola la temperatura corporea

-         Solubilizza le sostanze nutritive nelle cellule

-         Favorisce l’eliminazione delle tossine

-         Protegge gli organi interni

-         Regola l’equilibrio elettrolitico

L’acqua è anche la componente fondamentale del liquido cefalorachidiano che scorre lungo il sistema nervoso centrale e ha funzione sia protettiva che di trasporto. In sintesi l’acqua fa bene a:

-         Fegato: lo aiuta a depurarsi

-         Apparato cardiovascolare: regola la pressione

-         Apparato urinario: facilita l’espulsione delle scorie

-         Sistema nervoso: potenzia concentrazione e memoria

-         Apparato digerente: aiuta l’intestino a mantenersi pulito e riduce il rischio di cancro

-         Colesterolo: contribuisce all’abbassamento dei valori

Non è sempre vero però che l’acqua in bottiglia sia migliore dell’acqua del rubinetto, e i più recenti studi scientifici in tal senso, condotti in Italia e all’estero, lo hanno confermato. Un consiglio utile è quello di leggere attentamente le informazioni contenute nelle etichette delle imbottigliate, per confrontarle poi con le proprietà dichiarate dalle Asl locali, sulle caratteristiche dell’acqua erogata nelle case.

Il peggior nemico dell’ambiente e della salute umana è la disinformazione pubblica. Campagne informative aggiornate, promosse dagli enti di competenza, come Asl, Arpac, ma anche da associazioni a tutela dei consumatori, potrebbero determinare un’inversione di tendenza nel consumo delle imbottigliate, tenendo ben presenti i vantaggi che ne deriverebbero.

Vantaggi dell’acqua in bottiglia:

-         Non viene trattata all’origine

-         Non contiene cloro

-         Può avere qualità organolettiche utili al benessere e alla salute

Svantaggi:

-         Può contenere residui rilasciati dai contenitori, soprattutto quelli in plastica

-         Se non ben conservata in termini di temperatura ambiente, può presentare alterazioni microbiologiche e perdere le qualità organolettiche

-         Ha un elevato impatto ambientale dato che deve essere trasportata, con relativo consumo di carburante e inquinamento atmosferico

-         La produzione di contenitori in pet crea inquinamento

-         Anche l’acqua imbottigliata, a meno che non sia a km zero, è considerata dagli analisti “energeticamente morta”.

Vantaggi dell’acqua del rubinetto:

-         Non ha problemi di cessione di sostanze dai contenitori

-         Può avere, nel caso di acque sotterranee specifiche del territorio, le stesse caratteristiche organolettiche e salutari di un’acqua minerale

-         Ha uno scarso impatto ambientale

-         E’ estremamente economica

-         Non comporta problemi di smaltimento di contenitori

Svantaggi:

-         Qualora non provenga direttamente da fonti sotterranee può essere disinfettata e trattata prima dell’erogazione, presentando residui di cloro

-         La qualità è garantita dallo stato di manutenzione degli acquedotti locali e degli impianti di erogazione

-         Gli analisti la classificano comunque come “energeticamente morta”

In sintesi: l’Italia e’ un paese fortunato quando si parla di acqua, per le fonti minerali presenti su tutto il  territorio, ma anche e soprattutto per l’indubbia buona qualità dell’acqua cosiddetta “di casa”. Salvo situazioni particolari, l’acqua erogata dal rubinetto viene sottoposta per legge a controlli più severi e costanti rispetto alle acque minerali. Inoltre ha in genere un sapore gradevole, ed è indubbiamente più ecologica.

Sembrerebbe un paradosso, ma è così: basti pensare che in un anno la sola produzione delle bottiglie di plastica comporta l’impiego di 350 tonnellate di pet, con relativa emissione di ben 910 mila tonnellate di CO2 nell’atmosfera. A questo si aggiunge la fase di trasporto: il 18% delle bottiglie viaggia sui treni, il resto su strada. Ancora oggi inoltre solo un terzo delle bottiglie di plastica è raccolto in differenziata e avviato a riciclaggio, e i contenitori in vetro sono solo il 19% del totale.

E’ vero che l’acqua minerale viene imbottigliata così com’è alla fonte, mentre quella del rubinetto deve essere potabilizzata con un processo di clorazione per eliminare eventuali batteri. Il cloro può determinare un gusto sgradevole in alcune acque di città e questo spinge molti a scegliere acque imbottigliate. Il segreto per ovviare a questo problema c’è: far decantare l’acqua da portare a tavola in una brocca per circa un’ora. Il sapore dovuto ai componenti residui del cloro, che comunque non sono nocivi per la salute, così si dissolve.

C’è da valutare comunque che il problema legato al gusto è certamente minore rispetto a quello che potrebbe presentarsi consumando acque imbottigliate che, se stoccate per mesi in luoghi non adatti, al caldo o in condizioni igieniche dubbie, possono sviluppare batteri nocivi per la salute, o nel migliore dei casi perdere le caratteristiche organolettiche presenti alla fonte. Oltre a questo, acque imbottigliate nel pet sono a rischio “cessione chimica”, cioè al passaggio di particelle di plastica all’acqua da bere.

Altra importante considerazione su cui riflettere seriamente: il consumo di acqua imbottigliata aumenta la produzione di rifiuti, dato che le bottiglie in pet, pur essendo riciclabili, sono anche altamente inquinanti dal processo di produzione sino a quello di smaltimento.

venerdì 10 luglio 2015

PUTIN: INTERNET,UN PROGETTO CIA(VIDEO) + CONNESSIONI CIA-GOOGLE,NSA,DARPA



Putin: "Internet è un progetto CIA, Non usate Google"
VIDEO http://caosvideo.it/v/putin-internet-e-un-progetto-cia-non-usate-google-7255?u=amarushakur



Foto http://voxnews.info/wp-content/files/2014/04/nsaeye.jpg

La Defense Advanced Research Projects Agency (nome inglese che tradotto letteralmente in italiano significa "agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa"), più conosciuto con la sigla DARPA, è un'agenzia governativa del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti incaricata dello sviluppo di nuove tecnologie per uso militare.

DARPA è stata responsabile dello sviluppo e dell'implementazione di tecnologie importanti, che avrebbero influito notevolmente nella vita comune di milioni di cittadini del mondo: tra queste includiamo le reti informatiche http://it.wikipedia.org/.../Defense_Advanced_Research...


 Commissions advanced research for DoD. It was founded in response to the surprise Sputnik launch in 1958
 Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA)
www.darpa.mil/


 DARPA - Defense Advanced Research Projects Agency - Agencia de Investigación de Proyectos...
Eisenhower creó DARPA (entonces llamada simplemente - ARPA) en el año 1958 con el propósito de formar y ejecutar proyectos de investigación y desarrollo para ampliar las fronteras de la tecnología y la ciencia, y capaces de llegar mucho más allá de
http://www.bibliotecapleyades.net/soci.../sociopol_DARPA.htm



 Obama Pre-Identified as President by Secret DARPA-CIA Time Travel Program
Andrew D. Basiago U.S. President Barack H. Obama...

 http://www.bibliotecapleyades.net/.../sociopol_obama85.htm 
 http://www.bibliotecapleyades.net/.../sociopol_obama85.htm
bibliotecapleyades.net


Google: seeded by the Pentagon

In 1994 — the same year the Highlands Forum was founded under the stewardship of the Office of the Secretary of Defense, the ONA, and DARPA

  https://medium.com/.../how-the-cia-made-google-e836451a959e

 Nel film "Pacific Rim" di Guglielmo del Toro, viene spiegato come la tecnologia per connettere i due piloti "drift" derivi dai progetti DARPA https://plus.google.com/u/0/+PacificRimMovie/posts

 

Dopo anni di cooperazione, l'azienda californiana e l'agenzia d'intelligence americana investono in un futuristico progetto per controllare cosa succede in rete




Con il pretesto della lotta al terrorismo, le agenzie di spionaggio statunitensi stanno sviluppando sistemi sempre più elaborati di sorveglianza e schedatura di massa attraverso il monitoraggio e l'analisi di ciò che accade in rete, su internet.
Il campo d'azione dei servizi segreti sono sempre meno i luoghi del mondo fisico (locali pubblici, abitazioni private, sedi di associazioni, ecc) e sempre più quelli del cyberspazio (siti web, social netowrk, server di posta, blog, chat, ecc).
Non può quindi stupire - ma inquietare, sì - la sempre più stretta collaborazione tra le strutture governative d'intelligence Usa e Google: il gigante della rete che tiene traccia di tutte le nostre attività in rete.

Finora i rapporti tra la società californiana di Eric Schmidt (consigliere di Obama e membro del Bilderberg Group) e le agenzie di spionaggio americane si erano limitati, per così dire, al passaggio di tecnologie (l'acquisizione da parte di Google, nel 2004, dell'azienda Keyhole, finanziata dalla Cia per sviluppare il software di mappatura geografica satellitari da cui deriva Google Earth) e alla collaborazione in materia di sicurezza informatica (la partnership con la National Security Agency nata a inizio 2010 dopo i cyber-attacchi subiti da Google Mail).
Ma adesso, come ha rivelato la vista specializzata Wired, questa relazione sta facendo un notevole salto di qualità.

Solo pochi giorni fa si è appreso che In-Q-Tel, la sezione sviluppo tecnologico della Cia, e Google Venture, la divisione investimenti dell'azienda di Mountain View, hanno investito circa 10 milioni di dollari ciascuno nello sviluppo di un'azienda, la Recorded Future, che ha sviluppato un sofisticatissimo software di sorveglianza del web in tempo reale. Una sorta di 'grande fratello' che, scandagliando contemporaneamente migliaia di siti, blog, chat e social group, fornisce una continua mappatura delle dinamiche relazionali tra individui, organizzazioni ed eventi (con tanto di coordinate spaziali, grazie all'integrazione con Google Earth) con la possibilità di prevederne anche l'evoluzione. Un 'intelligence preventiva' (di cui il blog dell'azienda da un esempio riguardante i terroristi libanesi di Hezbollah) poco lontana dalla fantascientifica investigazione 'pre-crime' raccontata nel film 'Minority Report'.

''Siamo in grado di vedere, ricostruire e seguire i collegamenti invisibili tra individui, documenti e fatti, ipotizzando anche i trend futuri di questi legami e assemblando dossier in tempo reale sulle persone'', ha dichiarato l'amministratore delegato della Recorded Future, l'ex militare svedese Christopher Ahlberg.
Questo evolutissimo sistema di 'open source intelligence' - come viene definita in gergo spionistico l'acquisizione di informazioni riservate per mezzo del monitoraggio di dati e fonti di pubblico dominio - si basa su un software che lavora con complessi algoritmi di ricerca capaci di analizzare i testi in rete sia dal punto di vista del contenuto informativo ('analisi spazio-temporale') che da quello della forma e del tono usati da chi scrive ('analisi sentimentale').

La collaborazione con Google sul progetto Recorded Future è solo l'ultimo diamante che la Cia ha aggiunto alla corona dei suoi progetti di spionaggio in rete.
Negli ultimi anni In-Q-Tel ha investito in decine di piccole e grandi aziende all'avanguardia nel settore del monitoraggio e nell'analisi dei contenuti online. Tra queste la Visible Technologies, una piattaforma di 'social intelligence' specializzata nel passare al setaccio in contemporanea milioni di post, conversazioni e commenti pubblicati sui siti web interattivi (Wikipedia, Youtube, Facebook, Myspace, Twitter, Wordpress, Tripadvisor ecc). O la Attensity, che fornisce evoluti programmi di ricerca semantica parallela all'interno di fiumi di testi non strutturati pubblicati su internet.

Questo 'grande fratello' della rete rientra probabilmente nel più ampio programma di sorveglianza digitale della popolazione, avviato nell'ambito dell'Homeland Security Act dall'amministrazione Bush dopo l'11 settembre 2001 (con il nome di Totale Consapevolezza dell'Informazione) e proseguito sotto la presidenza Obama.

Enrico Piovesana
http://it.peacereporter.net/articolo/23351/Google+e+Cia,+insieme+per+spiarci



http://it.wikipedia.org/.../Defense_Advanced_Research...
www.darpa.mil/http://www.bibliotecapleyades.net/soci.../sociopol_DARPA.htm
http://www.bibliotecapleyades.net/.../sociopol_obama85.htm 
http://www.bibliotecapleyades.net/.../sociopol_obama85.htm
bibliotecapleyades.net

https://medium.com/.../how-the-cia-made-google-e836451a959e
https://plus.google.com/u/0/+PacificRimMovie/posts