venerdì 18 dicembre 2015

LE GUERRE DI GOG E MAGOG


Arrivarono Chedorlaomer e i re che erano con lui e sconfissero i Refaim ad Astarot Karnaim, gli Zuzim ad Am, gli Emim a Save-Kiriataim e gli Hurriti sulle montagne di Seir fino a El-Paran, che è presso il deserto. Poi mutarono direzione e vennero a En-Mispat, cioè Kades, e devastarono tutto il territorio degli Amaleciti e anche degli Amorrei che abitavano in Azazon-Tamar." 
- Genesi 14,5-7

"8 Allora Amalek venne a combattere contro Israele a Refidim.
9 Mosè disse a Giosuè: «Scegli per noi alcuni uomini ed esci in battaglia contro Amalek. Domani io starò ritto sulla cima del colle con in mano il bastone di Dio». 
10 Giosuè eseguì quanto gli aveva ordinato Mosè per combattere contro Amalek, mentre Mosè, Aronne, e Cur salirono sulla cima del colle. 
11 Quando Mosè alzava le mani, Israele era il più forte, ma quando le lasciava cadere, era più forte Amalek. 
12 Poiché Mosè sentiva pesare le mani dalla stanchezza, presero una pietra, la collocarono sotto di lui ed egli vi sedette, mentre Aronne e Cur, uno da una parte e l'altro dall'altra, sostenevano le sue mani. Così le sue mani rimasero ferme fino al tramonto del sole. 
13 Giosuè sconfisse Amalek e il suo popolo passandoli poi a fil di spada. 
14 Allora il Signore disse a Mosè: «Scrivi questo per ricordo nel libro e mettilo negli orecchi di Giosuè: io cancellerò del tutto la memoria di Amalek sotto il cielo!».
15 Allora Mosè costruì un altare, lo chiamò «Il Signore è il mio vessillo» 
16 e disse: «Una mano s'è levata sul trono del Signore: vi sarà guerra del Signore contro Amalek di generazione in generazione!».
- Esodo 17 - CEI Gerusalemme



Frattanto un rabbino esperto in interpretazione cabalistica dei testi biblici, Rabbi Matityahu Glazerson , ha scoperto che in ebraico, “Russia” e “Siria” sono scritte con le stesse lettere, il che indica una connessione essenziale tra le due nazioni di goym. 
Recentemente, il rabbino aveva scoperto che Donald Trump ha una connessione numerologica con Ciro il Grande, “l’imperatore persiano che consentì al popolo ebraico di ricostruire il Tempio di Gerusalemme”; e infatti si sta comportando come Ciro, come è dimostrato dal fatto che ha lanciato i missili sull’aeroporto della Siria, partecipando alla distruzione dei nemici di Israele. 
Ma la scoperta più importante di rabbi Glazerson è la terza: studiando e ristudiando la numerologia delle parole “Russia” e “siria”, alla luce del commento al Deuteronomio compilato dal venerato rabbi Elihau di Vilna (18mo secolo), ha stabilito senza ombra di dubbio che Russia e Siria sono Amalek.

Ezechiele 38-39

38,1 Mi fu rivolta questa parola del Signore: 2 «Figlio dell'uomo, volgiti verso Gog nel paese di Magòg, principe capo di Mesech e Tubal, e profetizza contro di lui.

Annunzierai: 3 Dice il Signore Dio: Eccomi contro di te Gog, principe capo di Mesech e Tubal, 4 io ti aggirerò, ti metterò ganci alle mascelle e ti farò uscire con tutto il tuo esercito, cavalli e cavalieri tutti ben equipaggiati, truppa immensa con scudi grandi e piccoli, e tutti muniti di spada.
5 La Persia, l'Etiopia e Put sono con loro, tutti con scudi ed elmi. 6 Gomer e tutte le sue schiere, la gente di Togarmà, le estreme regioni del settentrione e tutte le loro forze, popoli numerosi sono con te.7 Sta' pronto, fa' i preparativi insieme con tutta la moltitudine che si è radunata intorno a te: sii a mia disposizione. 8 Dopo molto tempo ti sarà dato l'ordine: sul finire degli anni tu andrai contro una nazione che è sfuggita alla spada, che in mezzo a molti popoli si è radunata sui monti d'Israele, rimasti lungamente deserti. Essa rimpatriò dalle genti e tutti abitano tranquilli.
9 Tu vi salirai, vi giungerai come un uragano: sarai come un nembo che avvolge la terra, tu con tutte le tue schiere e con i popoli numerosi che sono con te. 10 Dice il Signore Dio: In quel giorno ti verranno in mente dei pensieri e concepirai progetti malvagi. 11 Tu dirai: Andrò contro una terra indifesa, assalirò genti tranquille che si tengono sicure, che abitano tutte in luoghi senza mura, che non hanno né sbarre né porte, 12 per depredare, saccheggiare, metter la mano su rovine ora ripopolate e sopra un popolo che si è riunito dalle nazioni, dedito agli armenti e ai propri affari, che abita al centro della terra.

13 Saba, Dedan, i commercianti di Tarsis e tutti i suoi leoncelli ti domanderanno: Vieni per saccheggiare? Hai radunato la tua gente per venir a depredare e portar via argento e oro, per rapire armenti e averi e per fare grosso bottino? 14 Perciò predici, figlio dell'uomo, e annunzia a Gog:
Così dice il Signore Dio: In quel giorno, quando il mio popolo Israele dimorerà del tutto sicuro, tu ti leverai, 15 verrai dalla tua dimora, dagli estremi confini del settentrione, tu e i popoli numerosi che sono con te, tutti su cavalli, una turba grande, un esercito potente.
16 Verrai contro il mio popolo Israele, come un nembo per coprire la terra. Sul finire dei giorni io ti manderò sulla mia terra perché le genti mi conoscano quando per mezzo tuo, o Gog, manifesterò la mia santità davanti ai loro occhi. 17 Così dice il Signore Dio: Non sei tu quegli di cui parlai nei tempi antichi per mezzo dei miei servi, i profeti d'Israele, i quali, in quei tempi e per molti anni, profetizzarono che io ti avrei mandato contro di loro? 18 Ma, quando Gog giungerà nel paese d'Israele - parola del Signore Dio - divamperà la mia collera. 19 Nella mia gelosia e nel mio furore ardente io vi dichiaro: In quel giorno ci sarà un gran terremoto nel paese di Israele: 20 davanti a me tremeranno i pesci del mare, gli uccelli del cielo, gli animali selvatici, tutti i rettili che strisciano sul terreno e ogni uomo che è sulla terra: i monti franeranno, le rocce cadranno e ogni muro rovinerà al suolo.

21 Contro di lui, per tutti i monti d'Israele, chiamerò la spada. Parola del Signore Dio.
La spada di ognuno di essi sarà contro il proprio fratello. 22 Farò giustizia di lui con la peste e con il sangue: farò piovere su di lui e le sue schiere, sopra i popoli numerosi che sono con lui, torrenti di pioggia e grandine, fuoco e zolfo. 23 Io mostrerò la mia potenza e la mia santità e mi rivelerò davanti a genti numerose e sapranno che io sono il Signore».

39,1 «E tu, figlio dell'uomo, profetizza contro Gog e annunzia: Così dice il Signore Dio: Eccomi contro di te, Gog, principe capo di Mesech e di Tubal. 2 Io ti sospingerò e ti condurrò e dagli estremi confini del settentrione ti farò salire e ti condurrò sui monti d'Israele. 3 Spezzerò l'arco nella tua mano sinistra e farò cadere le frecce dalla tua mano destra. 4 Tu cadrai sui monti d'Israele con tutte le tue schiere e i popoli che sono con te: ti ho destinato in pasto agli uccelli rapaci d'ogni specie e alle bestie selvatiche. 5 Tu sarai abbattuto in aperta campagna, perché io l'ho detto. Oracolo del Signore Dio.

6 Manderò un fuoco su Magòg e sopra quelli che abitano tranquilli le isole: sapranno che io sono il Signore. 7 Farò conoscere il mio nome santo in mezzo al mio popolo Israele, e non permetterò che il mio santo nome sia profanato; le genti sapranno che io sono il Signore, santo in Israele. 8
Ecco, questo avviene e si compie - parola del Signore Dio -: è questo il giorno di cui ho parlato. 9
Gli abitanti delle città d'Israele usciranno e per accendere il fuoco bruceranno armi, scudi grandi e piccoli e archi e frecce e mazze e giavellotti e con quelle alimenteranno il fuoco per sette anni. 10 Non andranno a prendere la legna nei campi e neppure a tagliarla nei boschi perché faranno il fuoco con le armi: spoglieranno coloro che li avevano spogliati e deprederanno coloro che li avevano saccheggiati. Parola del Signore Dio.

11 In quel giorno assegnerò a Gog come sepolcro un luogo famoso in Israele, la valle di Abarìm, a oriente del mare: essa chiude il passo ai viandanti. Lì sarà sepolto Gog e tutta la sua moltitudine e quel luogo si chiamerà Valle della moltitudine di Gog. 12 La casa di Israele darà loro sepoltura per sette mesi per purificare il paese. 13 Lì seppellirà tutto il popolo del paese e sarà per loro glorioso il giorno in cui manifesterò la mia gloria. Parola del Signore Dio. 14 Saranno scelti uomini che percorreranno di continuo il paese per seppellire con l'aiuto dei viandanti quelli che son rimasti a fior di terra, per renderla pura; cominceranno le ricerche alla fine del settimo mese. 15
Quando percorrendo il paese vedranno ossa umane, vi porranno un segnale, finché i becchini non le seppelliscano nella valle della moltitudine di Gog: 16 Hamonà sarà chiamata la città.
Così purificheranno il paese. 17 A te, figlio dell'uomo, dice il Signore Dio: Annunzia agli uccelli d'ogni specie e a tutte le bestie selvatiche: Radunatevi, venite; raccoglietevi da ogni parte sul sacrificio che offro a voi, sacrificio grande, sui monti d'Israele. Mangerete carne e berrete sangue; 18 mangerete carne d'eroi, berrete sangue di prìncipi del paese: montoni, agnelli, capri e tori grassi di Basàn, tutti. 19 Mangerete grasso a sazietà e berrete fino all'ebbrezza il sangue del sacrificio che preparo per voi. 20 Alla mia tavola vi sazierete di cavalli e cavalieri, di eroi e di guerrieri d'ogni razza.
Parola del Signore Dio.

21 Fra le genti manifesterò la mia gloria e tutte le genti vedranno la giustizia che avrò fatta e la mano che avrò posta su di voi. 22 La casa d'Israele da quel giorno in poi saprà che io, il Signore, sono il loro Dio. 23 Le genti sapranno che la casa d'Israele per la sua iniquità era stata condotta in schiavitù, perché si era ribellata a me e io avevo nascosto loro il mio volto e li avevo dati in mano ai loro nemici, perché tutti cadessero di spada. 24 Secondo le loro nefandezze e i loro peccati io li trattai e nascosi loro la faccia.

25 Perciò così dice il Signore Dio: Ora io ristabilirò la sorte di Giacobbe, avrò compassione di tutta la casa d'Israele e sarò geloso del mio santo nome. 26 Quando essi abiteranno nella loro terra tranquilli, senza che alcuno li spaventi, si vergogneranno di tutte le ribellioni che hanno commesse contro di me.

27 Quando io li avrò ricondotti dalle genti e li avrò radunati dalle terre dei loro nemici e avrò mostrato in loro la mia santità, davanti a numerosi popoli, 28 allora sapranno che io, il Signore, sono il loro Dio, poiché dopo averli condotti in schiavitù fra le genti, li ho radunati nel loro paese e non ne ho lasciato fuori neppure uno. 29 Allora non nasconderò più loro il mio volto, perché diffonderò il mio spirito sulla casa d'Israele». Parola del Signore Dio.


La terra popolata

10 Questa è la discendenza dei figli di Noè: Sem, Cam e Iafet, ai quali nacquero figli dopo il diluvio.
2 I figli di Iafet: Gomer, Magog, Madai, Iavan, Tubal, Mesech e Tiras.
3 I figli di Gomer: Askenaz, Rifat e Togarma.
4 I figli di Iavan: Elisa, Tarsis, quelli di Cipro e quelli di Rodi.
5 Da costoro derivarono le nazioni disperse per le isole nei loro territori, ciascuno secondo la propria lingua e secondo le loro famiglie, nelle loro nazioni.
6 I figli di Cam: Etiopia, Egitto, Put e Canaan.
7 I figli di Etiopia: Seba, Avìla, Sabta, Raama e Sàbteca.
I figli di Raama: Saba e Dedan.
8 Ora Etiopia generò Nimrod: costui cominciò a essere potente sulla terra.
9 Egli era valente nella caccia davanti al Signore, perciò si dice: «Come Nimrod, valente cacciatore davanti al Signore». 10 L'inizio del suo regno fu Babele, Uruch, Accad e Calne, nel paese di Sennaar. 11 Da quella terra si portò ad Assur e costruì Ninive, Recobot-Ir e Càlach 12 e Resen tra Ninive e Càlach; quella è la grande città.
13 Egitto generò quelli di Lud, Anam, Laab, Naftuch, 14 Patros, Casluch e Caftor, da dove uscirono i Filistei.
15 Canaan generò Sidone, suo primogenito, e Chet 16 e il Gebuseo, l'Amorreo, il Gergeseo, 17 l'Eveo, l'Archita e il Sineo, 18 l'Arvadita, il Semarita e l'Amatita.
In seguito si dispersero le famiglie dei Cananei. 19 Il confine dei Cananei andava da Sidone in direzione di Gerar fino a Gaza, poi in direzione di Sòdoma, Gomorra, Adma e Zeboim, fino a Lesa. 20 Questi furono i figli di Cam secondo le loro famiglie e le loro lingue, nei loro territori e nei loro popoli.
21 Anche a Sem, padre di tutti i figli di Eber, fratello maggiore di Jafet, nacque una dicendenza.
22 I figli di Sem: Elam, Assur, Arpacsad, Lud e Aram.
23 I figli di Aram: Uz, Cul, Gheter e Mas.
24 Arpacsad generò Selach e Selach generò Eber. 25 A Eber nacquero due figli: uno si chiamò Peleg, perché ai suoi tempi fu divisa la terra, e il fratello si chiamò Joktan.
26 Joktan generò Almodad, Selef, Ascarmavet, Jerach, 27 Adòcam, Uzal, Dikla, 28 Obal, Abimaèl, Saba, 29 Ofir, Avìla e Ibab. Tutti questi furono i figli di Joktan; 30 la loro sede era sulle montagne dell'oriente, da Mesa in direzione di Sefar.
31 Questi furono i figli di Sem secondo le loro famiglie e le loro lingue, territori, secondo i loro popoli.
32 Queste furono le famiglie dei figli di Noè secondo le loro generazioni, nei loro popoli. Da costoro si dispersero le nazioni sulla terra dopo il diluvio.


“Siria è Amalek”, ha scoperto il rabbino

Frattanto un rabbino esperto in interpretazione cabalistica dei testi biblici, Rabbi Matityahu Glazerson ,ha scoperto che in ebraico, “Russia” e “Siria” sono scritte con le stesse lettere, il che indica una connessione essenziale tra le due nazioni di goym. Recentemente, il rabbino aveva scoperto che Donald Trump ha una connessione numerologica con Ciro il Grande, “l’imperatore persiano che consentì al popolo ebraico di ricostruire il Tempio di Gerusalemme”; e infatti si sta comportando come Ciro, come è dimostrato dal fatto che ha lanciato i missili sull’aeroporto della Siria, partecipando alla distruzione dei nemici di Israele. Ma la scoperta più importante di rabbi Glazerson è la terza: studiando e ristudiando la numerologia delle parole “Russia” e “siria”, alla luce del commento al Deuteronomio compilato dal venerato rabbi Elihau di Vilna (18mo secolo), ha stabilito senza ombra di dubbio che Russia e Siria sono Amalek

Tutti gli atlanti della Bibbia stampati prima del 1940 mostrano che la terra di Gog è in Turchia, e Magog è nella parte settentrionale del moderno Iraq, a nord di Bagdadd. Mesec e Tubal sono nella Turchia di oggi è e in parti della Siria settentrionale e del nord dell'Iraq. Questo è il centro dell'ex impero ottomano, che si potrebbe riformare. http://fuoridimatrix.blogspot.in/2017/07/le-terre-di-gog-e-magog-oggi.htmlhttp://fuoridimatrix.blogspot.in/2017/07/le-terre-di-gog-e-magog-oggi.html

Gog è il presidente di una delle nazioni, che Rabbenu Saadia Gaon paragona al califfo musulmano dei suoi giorni, perché Gog governerà molti popoli. Gogana è il nome di una città portuale sul Golfo Persico, che oggi viene chiamata Bandar-e Kangan, in Iran. Pertanto Gog, in questa prospettiva, rappresenta l'Iran, e Magog rappresenta le regioni del Baluchistan di Iran, Pakistan e Afghanistan. Magog, da questo punto di vista, copre il territorio che occupa al Qaeda. 



Conseguenze a breve termine della sconfitta

Dal momento che Gog e suoi alleati sperimenteranno una grande sconfitta, questo li indebolisce nei conflitti con le nazioni vicine. Forse, una nazione Shita come l'Iran (Persia), un alleato di Gog, verrebbe indebolita a tal punto che potrebbe essere conquiata dai paesi sunniti vicini.
Ciò potrebbe consentire al Mahdi, se sunnita, di consolidare il suo regno, o impero.

Un mondo arabo unito sotto il Mahdi

E' possibile, in entrambe le location #1 e #2, che il prossimo leader islamico (Gog) sarà l'Iran o l'Iraq/Turchia, e che diventerà principe capo. Egli governerebbe la Turchia e la parte settentrionale della Siria con l'Iran/Iraq, che è una buona parte del Vecchio Regno hashemita, attualmente rappresentato solo dalla Giordania e dall'Arabia Saudita che paga a causa della Giordania.

Si noti che le aree che compongono la "testa" sulla mappa quì sotto dell'antico impero greco. 
Questa è l'area generale profetizzata dal profeta Daniele occupata dall'ultimo sovrano che si oppone a Israele.


Nessun testo alternativo automatico disponibile.


Il libro di Daniele indica il governo e l’impero più attivo contro Israele, e lo identifica nella zona dell'antico impero greco. Questo restringe la posizione del Mahdi. Inoltre, sarebbe una zona sunnita. Da altre profezie bibliche (Ap 16), mi aspetto che il leader venga da una regione che si trova vicino al fiume Eufrate. Questo restringe il campo di nuovo. 





VERSO IL TERZO TEMPIO. HANNO GIA’ CONIATO LA MONETA.
Nuova moneta Trump-Temple in edizione speciale coniata per il 70 ° anniversario di Israele: in vista del terzo tempio.
“Così ha detto Hashem: quando i settanta anni di Babilonia saranno finiti, prenderò nota di te e adempirò a te la mia promessa per riportarti in questo luogo”.
Geremia 29:10 (La Bibbia di Israele ™)

Nessun commento:

Posta un commento