lunedì 19 ottobre 2015

IL VEDERE LA PERCEZIONE LUCIFERO ED ARIMANE IN ANTROPOSOFIA -RUDOLPH STEINER





Senza l’azione di Lucifero l’uomo avrebbe dovuto man mano sviluppare una doppia vista: la capacità di vedere sia il mondo fisico, sia il mondo spirituale che operava dietro di esso. Avrebbe percepito una realtà totale. Dietro ad ogni forma sensibile si sarebbe visto il legame con un’entità spirituale. Lucifero spense, “tolse” una parte del reale, presentando all’uomo solo la parte materiale. A metà dell’epoca atlantica, intervenne un’altra influenza da parte di altre entità ritardatarie. Queste entità immisero nel corpo eterico umano “tenebra”, ossia lo specchio della coscienza venne “affumicato”, distorcendo le percezioni. La visione umana divenne ancora più offuscata. Lucifero “eclissa” lo spirituale all’anima umana, lo fa presentire, nascondendolo. Arimane ricopre la materia con un velo di tenebra, conferendo un apparenza minerale. Facendo sparire lo spirituale.

Tratto da Antroposofia - Rudolph Steiner

1 commento:

  1. Da tempo studio STeiner e so quanto dice il vero. Quando parla di Lucifero e A rimane dice la pura realtà'. Mi auguro che tanti leggano Steiner

    RispondiElimina