mercoledì 4 febbraio 2015

TUTTO SULL'ARGENTO COLLOIDALE




2.300 anni fa, Alessandro il Grande aveva esaminato il suo campo di battaglia e bevuto acqua da vasi in argento. Non sapeva nulla a proposito di batteri, ma sapeva che i recipienti in argento avevano un che di miracoloso nel rendere l’acqua fresca. L’argento è stato usato per migliaia di anni in diversi modi per i suoi effetti benefici sulla salute. Durante il medioevo, i ricchi davano ai loro bambini cucchiai d’argento da succhiare per prevenire malattie. I popoli conoscevano da talmente tanto tempo i benefici dell’argento che lo si ritrova anche nelle leggende. L’argento è consigliato per uccidere i vampiri, i lupi mannari e varie forme di cosiddetti non-morti. Come narra un’antica leggenda, uno stiletto d’argento era tutto ciò di cui un cavaliere aveva bisogno per sconfiggere il male.
La nuova storia dell’argento è una storia falsificata. L’argento veniva ampiamente utilizzato dai medici come un antibiotico, antivirale e antimicrobico. Nient’altro era migliore allora e nient’altro lo è oggi. La F.D.A. inizio la sua crociata contro i prodotti contenenti argento nel 1930, perché l’argento (come sostanza naturale) non può essere brevettato; ma i soci dell’organizzazione industriale degli antibiotici e dei vaccini furono in grado di brevettare i loro prodotti. Celato dietro al nome ufficiale della Food and Drug Administration c’era il Bureau of Chemistry, la cui vera missione era di proteggere legalmente l’industria chimica dichiarando dannose le sostanze chimiche per essere “generalmente riconosciute come sicure” ed eliminando la competizione dell’industria chimica attraverso regolamentazioni. Questa storia è stata parimenti completamente oscurata nella maggior parte dei testi storici moderni, ma la verità può essere trovata in documenti recenti.
La medicina argentea è stata cancellata dai libri di testo, e raramente viene menzionato nella letteratura medica. La Farmacopea ufficiale (il libro di riferimento dei medici) elencava dozzine di medicinali composti d’argento precedente alla metà degli anni ’30; ma, successivamente, tutti i riferimenti all’argento sono scomparsi. I libri più recenti riferiscono che non è mai realmente accaduto. Prima che la storia fosse riscritta, l’argento poteva essere paragonato all’arma nucleare della medicina. Nessun patogeno umano di qualsiasi tipo gli sopravviveva. Questo era il gospel della medicina. L’argento colloidale puro è ancora il maggior omnicomprensivo e potente antibiotico e antivirale conosciuto, che è attualmente sicuro per il consumo umano ed è assolutamente sicuro per chiunque in ogni condizione. E’ naturale, non ha effetti collaterali e ha eliminato le peggiori malattie virali negli anni ’30, molto prima che divenisse impossibile eliminare virus con la medicina.
Nei due secoli trascorsi, l’argento è stato usato sia dalla medicina alternativa che da quella allopatica. Oltre ad essere usato come abituale alimento, l’argento è stato effettivamente usato contro alcune malattie fra le più notoriamente difficili da eliminare, inclusa la tubercolosi e la sifilide. E’ stato usato come un agente antibatterico che veniva aggiunto ai bendaggi e sprays disinfettanti. E’ stato incorporato nei vestiti per prevenire il nauseante odore di sudore provocato dai batteri ed è stato incorporato nel tessuto utilizzato nei centri ustionati.
Le prove sono state fatte usando l’ospedale come miglior banco di prova per l’argento, per prevenire l’aumento dei batteri. I diversi tipi di recipienti in argento sono stati ampiamente utilizzati per disinfettare l’acqua nei paesi del terzo mondo.
L’argento è straordinario perché è un naturale antibatterico e antivirale estremamente potente, ciò nonostante non danneggia la salute in genere come fanno gli antibiotici. Elimina virus, funghi e parassiti nei casi in cui i parassiti vivono in una relazione simbiotica con gli agenti batterici. Ciò è sorprendentemente comune, specialmente nel caso di parassiti sviluppatisi nel sangue, come quelli delle armi biogiche tipo la malattia Lyme. Perché il modo in cui l’argento elimina con una carica elettrica, nessun patogeno può essere trovato o creato per essere immune da esso. Nessuna forma di vita può sviluppare un’immunità all’elettricità.
Fin dal tardo diciannovesimo secolo, l’argento colloidale è stato il più sicuro e maggiormente efficace modo per medicare con l’argento. L’argento colloidale è costituito dalla combinazione elettrica dell’argento con l’acqua pura. Il processo di costituzione colloidale, non usa agenti chimici. Mentre l’argento è odiernamente etichettato come una medicina alternativa, un tempo era largamente utilizzato negli ospedali come il primario antisettico e antibiotico. Viene ancora utilizzato nei centri ustionati ospedalieri per la sua incredibile capacità di guarire le ustioni molto più rapidamente degli steroidi. Siamo rimasti senza parole quando siamo stati testimoni del fatto che l’argento ha eliminato una scottatura solare nel giro di una sola ora, e una lingua bruciata in pochi minuti.
Rimuovere l’argento dal mercato fu una delle prime azioni della Food and Drug Administration quando ha cambiato il suo nome negli anni ’30. Ha gradualmente cambiato il suo nome da Bureau of Chemistry per il più pubblicamente accettabile Food and Drug Administration. Nel 1999, dopo una ri-emergenza dell’argento, la F.D.A. lo ha completamente bannato in ogni forma tale da essere venduto come farmaco da banco, nonostante il fatto che l’argento sia stato senza alcun rischio usato come medicina per millenni.
La devastazione epidemica della polio fu ampiamente causata da come la Food and Drug Administration soppresse l’argento per promuovere le sue nuove industrie di antibiotici e vaccini. Eliminando l’argento dalle liste delle medicine approvate, ha effettivamente eliminato l’unico trattamento che eliminava in maniera efficace la polio, virus con il quale hanno scatenato molte epidemie. In seguito, la F.D.A. aveva proclamato una vittoria sulla polio vantandosi che la nuova generazione di vaccini ci aveva salvato. L’agenzia ha astutamente aspettato finché l’epidemia arrivò al suo naturale declino per realizzare il vaccino, in modo da assicurarsi che la gente vedesse una connessione fra il periodo di realizzazione del vaccino e la scomparsa della malattia. Il pubblico, e non pochi medici, furono appositamente sviati dal fatto che i farmaci con l’argento fossero un trattamento sicuro, che effettivamente eliminava la polio velocemente, e anche, virtualmente, ogni altro virus conosciuto. Prima di tutto questo gioco di “fumo e specchi”, all’argento erano riconosciute delle proprietà benefiche che l’establishment ora dichiara impossibili. Se l’argento non fosse stato tolto dal mercato, l’epidemia di polio non sarebbe stata possibile. Gli odierni vasti mercati di vaccini e antibiotici non sarebbero potuti esistere. L’argento andava eliminato. Giusto per aumentare ancor più il disonesto marketing del vaccino, la F.D.A. e l’American Medical Association cominciarono allo stesso tempo  ad incentivare tonsillectomie per tutti i bambini, mentre sapevano che le tonsille sono il solo organo del corpo umano che produce anticorpi contro la polio.
La Food and Drug Administration ora ammette che I farmaci antibiotic sono inutili nella maggior parte dei casi in cui sono stati prescritti nel corso degli ultimi settant’anni. Il comune freddo, l’influenza, e la maggior parte dei tipi di pneumonia, si ritiene siano stati causati dai virus sui quali gli antibiotici non avevano alcuna efficacia. Tuttavia, l’argento è efficace contro i virus, così un incalcolabile numero di persone sono morte come risultato dell’aver sostituito l’argento con gli antibiotici.
Un’altra campagna di soppressione contro l’argento iniziò poco prima dell’inizio della seconda guerra mondiale, quando gli agenti microbici come arma di guerra furono studiati a fondo come nuova generazione di guerra. L’argento ha la capacità di neutralizzare ogni bio-arma che sia mai stata creata, attraverso il modo con il quale attacca i patogeni elettricamente. Questa è una delle principali ragioni per cui è stato soppresso e diffamato in modo così aggressivo. Ci sono gruppi all’interno del governo U.S. che non vogliono che niente sia resistente alle bio-armi militari, così i farmaci con l’argento sono stati rimossi in tutto il mondo per via di un programma sotto copertura di armi militari che è vietato dalle leggi internazionali. Se i farmaci con l’argento fossero stati ancora distribuiti ufficialmente come la miglior medicina, il programma di bio-armi sarebbe stato reso impotente, perché le vittime potevano semplicemente usare argento colloidale per guarire da qualsiasi agente microbico di guerra.

COME SI PENSA AGISCA IL FARMACO CON L'ARGENTO

Ci sono delle teorie su come l’argento agisca. Una delle principali è che l’argento elimina batteri e virus elettricamente, per cui rende impossibile per i patogeni diventare resistenti ad esso. Infatti, è vero che non c’è evidenza di patogeni che sviluppino qualsiasi resistenza all’argento colloidale. Questa ipotesi è impossibile da provare (o sconfessare), perché non possiamo esaminare una singola particella colloidale e la sua relazione con un batterio, o vedere il meccanismo attraverso il quale l’argento uccide quest’ultimo. Possiamo meramente mettere insieme argento colloidale e batteri e vedere che tutti i batteri muoiono rapidamente.
Si pensa che ogni particella mantenga una carica elettrica (ione) e che ogni particella dello stesso metallo immagazzini una carica della stessa polarità. Le cariche assicurano uguale distribuzione delle particelle in tutta la soluzione. La teoria è similare a quella del magnetismo, dove gli stessi poli dei magneti vengono respinti da ogni altro e attratti solo dai loro opposti.
C’è evidenza del fatto che l’argento, nel corpo, interferisce con il rame e il ferro, legandosi con entrambi elettricamente formando chimicamente un nuovo composto metallico.
Le persone che stanno usando regolarmente una grande quantità di argento colloidale possono iniziare a desiderare ardentemente cibi che sono ricchi di ferro, come la carne bovina. Questi desideri vanno assecondati con prudenza, poiché sono causati da una carenza di un importante nutriente.
Il rame può essere sicuramente integrato con l’uso della clorofilla ma, virtualmente, ogni altra fonte di rame integrativa è pericolosa, perché è così superficialmente facile andare in overdose e causare danni al fegato. Per via dell’abilità dell’argento colloidale di neutralizzare il ferro, gli uomini oltre i 30 anni avranno dei benefici dall’assunzione occasionale di integratori di argento colloidale. L’accumulo di ferro nel corpo degli uomini si ritiene sia uno dei punti chiave per cui le donne vivono più a lungo degli uomini, e il ferro in eccesso è il maggior fattore di disturbi cardiaci negli uomini.

I DIVERSI PRODOTTI D'ARGENTO

Ci sono diversi tipi di soluzioni d’argento, inclusi i nitrati d’argento, ioni d’argento, argento colloidale, cloruro d’argento e proteine d’argento. Il solo prodotto medicinale d’argento completamente sicuro e il tipo che ufficialmente vi raccomandiamo, è l’argento colloidale.
Il nitrato è prodotto dall’industria farmaceutica mescolando argento con acido nitrico. Può danneggiare il fegato e i reni come la maggior parte dei medicinali farmaceutici. Sono i terribili effetti collaterali del nitrato d’argento che l’establishment spesso usa per giustificare i suoi attacchi all’argento colloidale, nelle loro molteplici congiure tattiche ingannevoli. Il nitrato d’argento farmaceutico ha una lunga storia di pazienti la cui pelle è diventata di colore grio-bluastro. I nitrati sono componenti velenosi che vengono aggiunti alla carne e che causano il cancro. In altre parole, la F.D.A. spinge il pubblico all’uso dei nitrati velenosi e cancerogeni, e incolpa l’argento delle conseguenze.
L’argento ionico e colloidale sono prodotti in modo quasi uguale. La principale differenza fra loro è la dimensione delle particelle d’argento. Nell’argento ionico, le particelle sono atopicamente piccole, così piccole che anche le analisi per rilevare la loro esistenza sono difficili. E’ possibile che le particelle nell’argento ionico siano così piccole che l’acqua stessa diventa una sostanza diversa, perché le particelle d’argento non sono autonome per molto tempo.
Nell’argento colloidale, le particelle sono ancora microscopicamente piccole, ma non così piccole come nell’argento ionico. L’argento ionico può essere ottenuto usando voltaggi molto bassi, per prolungati periodi di tempo con i piatti d’argento. Alti voltaggi, o diminuita resistenza nell’acqua, producono argento colloidale. Per il vero argento colloidale o ionico, l’acqua deve rimanere pura, vale a dire che il solo modo per ridurre la resistenza dell’acqua è di riscaldarla, cosa che la maggior parte dei produttori commerciali imprudentemente fanno.
E’ molto più probabile che l’argento colloidale abbia un colore, mentre l’argento ionico è sempre trasparente. Ciò perché le particelle grandi nell’argento colloidale forniscono una maggiore area di superficie. Le particelle di argento ionico sono così piccole che attualmente risultano molto più piccole delle lunghezze d’onda della luce visibile, rendendo l’argento invisibile e senza colore anche in alte concentrazioni. Tutte le soluzioni d’argento colloidale sono mescolanze di argento ionico e colloidale, ma le soluzioni ioniche possono essere completamente ioniche. Non è possibile produrre argento colloidale senza produrre anche argento ionico.
Ciò può essere paragonato all’operaio edile che estrae materiali da un muro di mattoni. Egli potrebbe usare una lama affilata che produce solo una polvere fine, o potrebbe colpire il muro di mattoni con un martello, che produrrebbe un mix di pezzi e polvere fine.
L’uso di alti voltaggi per l’estrazione del colloidale è come martellare l’argento. Le particelle più grandi che sono state trovate nelle soluzioni di argento colloidale sono specificamente benefiche per un uso esterno, incluso il trattamento delle ustioni. L’argento ionico è inefficace per uso esterno, e i suoi effetti interni non sono mai stati studiati da terze parti indipendenti. Solo argento colloidale e nitrato d’argento sono stati scientificamente esaminati per stabilirne l’efficacia e solo la variante colloidale è veramente sicura.
Incredibilmente, l’argento colloidale è il solo tipo che l’industria farmaceutica non ha mai venduto.
Un altro prodotto d’argento, è il cloruro d’argento. Si produce essenzialmente nello stesso modo dell’argento colloidale, ma con l’aggiunta di sale da tavola (cloruro di sodio). E’ un liquido torbido (spesso biancastro) che è estremamente foto sensitivo. Sotto illuminazione o riscaldamento, la soluzione di cloruro d’argento si scompone in argento e cloro. Questa instabilità lo rende insicuro per il consumo umano. Quando ingerito, il cloruro d’argento ha la tendenza a migrare verso i tessuti esterni. Poi, quando la pelle viene esposta al sole, il cloruro d’argento si decompone in argento e cloro. Ciò causa la decolorazione grigio-bluastra della pelle che è stata pesantemente pubblicizzata come prova schiacciante contro il medicinale d’argento. Le vittime di questo fenomeno spesso dichiarano che hanno bevuto argento colloidale, ma l’aggiunta di sale lo ha trasformato in una sostanza molto differente che era chimicamente instabile.
Al contrario, i composti del vero argento colloidale sono estremamente non reattivi.
Il cloruro d’argento non ha benefici in più dell’argento colloidale e comporta dei rischi.
Il sale viene solitamente aggiunto per velocizzare i tempi di produzione, ma lo stesso effetto può essere ottenuto con il bicarbonato di sodio in maniera molto più sicura. L’aggiunta di bicarbonato di sodio produrrà specialmente grandi particelle, che è imprudente utilizzare per uso interno, ma la soluzione risultante potrebbe tuttavia essere ideale per uso esterno. Sarebbe eccellente per il trattamento delle ustioni e il trattamento delle ferite infette.
Le proteine d’argento contengono molte più particelle grandi di qualunque argento colloidale o ionico, e non dovrebbero mai essere usate internamente. Queste sono state formalmente approvate dalla F.D.A. e sono state preferite dalle industrie farmaceutiche. Le particelle d’argento nelle soluzioni di proteine d’argento sono così grandi che penetrano semplicemente nell’acqua, e le particelle non vengono mai distribuite uniformemente senza l’aiuto dell’aggiunta di un gel. A causa della grande dimensione delle particelle d’argento e del legame dell’argento con le proteine, si verifica un drammatico aumento delle probabilità che l’argento rimanga intrappolato nei tessuti grassi. Pertanto, queste dense soluzioni sembra producano anche la famigerata decolorazione bluastra della pelle.
LE DISONESTE SOCIETA' DELL'ARGENTO 
La disinformazione è stata diffusa dalla maggior parte dei venditori di argento colloidale. La maggior parte dei venditori si vanta sull’argento colloidale tramite la presentazione della sua lunga storia di utilizzo sicuro, ma simultaneamente dichiarano di usare un procedimento brevettato che rende il loro argento superiore a tutti agli prodotti d’argento. La loro ammissione dell’utilizzo di processi di fabbricazione non-standard significa che non possono sinceramente usare la storia sulla sicurezza dell’argento colloidale come esempio della sicurezza del loro prodotto, o onestamente dichiarare che il loro prodotto non testato sia efficace. Se è stato usato un diverso procedimento di fabbricazione, il risultato attuale non può essere argento colloidale. C’è solo un modo di produrre l’argento colloidale, e ogni altro procedimento di fabbricazione darà un prodotto completamente diverso. Quindi, il marketing per la maggior parte dell’argento colloidale è evidentemente disonesto dal principio alla fine. Questa non è un’accusa contro l’argento colloidale in sé, ma i suoi venditori tendono ad essere moralmente falliti, e il prodotto che vendono è una frode potenzialmente pericolosa. Ogni scorciatoia nella produzione sembra avere conseguenze.
Siamo consapevoli dalle domande di brevetto, che certe società stanno producendo soluzioni utilizzando batteri fermentati combinati con nitrati d’argento, invece di utilizzare l’elettricità; ma non sappiamo esattamente quali prodotti sono fabbricati usando questo deplorevole procedimento. Quando i prodotti d’argento vengono fabbricati con questo metodo, sono  naturalmente avvelenati con i pericolosi composti nitrati che la farmaceutica dell’argento ha fatto diventare famigerati. Gli effetti di queste impurità tossiche possono essere molto più seri della sola decolorazione della pelle. Il danno agli organi è una conseguenza nota dell’utilizzo di composti nitrati e cellule cancerogene.
La maggior parte dei venditori del moderno argento colloidale pubblicizzano che il loro prodotto ne contiene fra 10 e 20 parti per milione. Probabilmente cercano di ottenere questa concentrazione sulla base di una ricerca di Alfred Searle che è stato autore del suo libro “The Use of Colloids in Health and Disease” nel 1920. E’ stato anche il fondatore della Searle Pharmaceuticals. La sua società era rispettabile agli inizi, e Searle era morto da tempo quando la sua società ha disonorato la sua memoria vendendosi alla Monsanto.
Nel suo libro, Mr. Searle racconta che è stato provato che una concentrazione d’argento di sole 20 parti per milione è sufficiente per far morire tutte le forme di vita patogene conosciute, incluso ogni virus conosciuto. Tuttavia, questi risultati non possono essere paragonati alla classificazione di 10-20 parti per milione che può essere trovata nella maggior parte degli odierni prodotti d’argento. Il motivo è che i metodi utilizzati per testare sono drammaticamente cambiati.
Alfred Searle utilizzò un “Tyndall meter” (http://en.wikipedia.org/wiki/John_Tyndall) per misurare quante particelle d’argento sono presenti in una soluzione. E’ una tecnica che utilizza la luce per testare il colore e il rilfesso, che sono usati per determinare il conteggio delle particelle e la loro dimensione. Queste tecniche utilizzano la lunghezza d’onda della luce come mezzo di misurazione. La maggior parte dei moderni venditori di prodotti d’argento preferiscono acquistare un mezzo elettronico che misura la conduttività del prodotto finito. La conduttività di diverse soluzioni sarà sempre fortemente variabile, così, questi metri non possono forse fare ciò per cui sono stati pubblicizzati. Per esempio, se si fosse aggiunto il sale all’acqua, si sarebbe avuto un diverso effetto sulla conduttività che se si fosse aggiunto il rame, per via delle loro diverse proprietà elettriche. Ciò nonostante, i venditori di questi misuratori dichiarano che sono in grado di ottenere accurati risultati di misurazione del conteggio delle particelle indipendentemente dagli ingredienti di una soluzione. Se sale o un altro elettrolito esiste nell’acqua, la conduttività dell’acqua aumenterà in modo notevole, anche se il numero delle particelle rimarrà grosso modo invariato. La dimensione delle particelle e la temperatura della soluzione aumentano anche la conduttività, cosa che la misurazione non ha modo di determinare. Persino una raffica di vento darà una diversa lettura, dovuta all’effetto elettrostatico sulla superficie della soluzione. Nel caso dei metalli colloidali, misurare elettricamente la concentrazione è ancor più futile di quanto sia per altri tipi di soluzioni, perché il liquido metallico è un condensatore elettrolitico con una capacità di cambiare costantemente.
L’elettricità non può essere usata per misurare la quantità di metallo in una soluzione quando l’area di superficie del metallo non può essere verificata, e quando la capacità della soluzione è in continuo cambiamento. E’ come cercare di dare una costante misurazione della luce da un monitor che fa scintille. Il solo modo per misurare accuratamente la concentrazione in un fluido colloidale metallico è usare la luce. Perciò, la classificazione di parti per milione data dai maggiori venditori di argento colloidale e ionico, non ha significato. Poiché l’argento colloidale cambia il colore dell’acqua, le soluzioni colloidali trasparenti molto spesso sono solo acqua costosa, indipendentemente da qualunque misurazione che i venditori presumibilmente fanno. Nel caso dell’argento ionico, è impossibile effettuare il conteggio delle particelle, poiché le particelle sono troppo piccole per riflettere la luce.
TDS Meter, il costruttore “de facto” della nuova attrezzatura per i test, ammette sul suo sito internet l’inutilità dei suoi contatori, in un comico tentativo di controllare il danno.
I costosi metodi che vengono utilizzati dai moderni laboratori per testare le soluzioni colloidali sono altrettanto enormemente imperfetti.

IL VERO ARGENTO COLLOIDALE

Non siamo stati in grado di trovare nessun venditore di soluzioni d’argento di cui potremmo pienamente fidarci, così abbiamo avuto l’idea di assistere le persone nella produzione del proprio argento colloidale. Le soluzioni d’argento vendute ai commercianti al dettaglio sono essenzialmente versioni omeopatiche dei prodotti d’argento colloidale e ionico. Alcuni di questi prodotti al dettaglio che abbiamo esaminato hanno parecchie impurità (come ferro che, biologicamente, neutralizza l’argento), ma abbiamo trovato pochissimo argento. Effettuare delle analisi era impossibile nel caso di argento ionico, il quale può essere convenienti per le aziende produttrici. In molti posti, la fornitura municipale di acqua conterrà più argento dei fraudolenti prodotti venduti al dettaglio. La maggioranza dei prodotti venduti al dettaglio sono dei falsi, e questi finti prodotti sono la principale ragione per cui così tanta gente che si avvicina per la prima volta alla medicina alternativa crede che l’argento sia inefficace. I prodotti che i commercianti normalmente comprano sono solitamente non più efficaci dell’acqua, perché sono acqua. La gente può o credere nella bontà scegliendo i prodotti commercialmente disponibili, oppure può prodursi il proprio per assicurarsi che sia reale e della migliore qualità.

LA PRODUZIONE DI ARGENTO COLLOIDALE

Il più importante passo nella produzione di argento colloidale è acquisire i giusti materiali. E’ vitale usare acqua distillata. Mai utilizzare acqua di rubinetto o acqua di fonte, perché anche i minerali che normalmente sarebbero benefici possono causare problemi di salute una volta che vengono elettro-chimicamente trasformati attraverso l’elettrolisi. Assicuratevi che l’acqua sia stata distillata usando la distillazione a vapore, cosa che dovreste trovar scritta sul contenitore. Alcune acque “distillate” riportano sull’etichetta la dicitura “distillate attraverso l’osmosi inversa”, e queste etichette sono del tutto disoneste. La vera distillazione usa il vapore per separare l’acqua dai suoi minerali e contaminanti, mentre l’osmosi inversa è semplicemente un tipo di filtrazione pressurizzata che non produce acqua pura. E’ un processo poco costoso, così, alcune società mentono riguardo la loro “distillazione”. State attenti, in particolare, al marchio di acqua distillata “Food Lion”, perché i nostri test durante la produzione di rame colloidale hanno indicato che è impuro, anche se è stato etichettato come se fosse stato distillato. Sono anche stati preavvisati che la formazione di pezzi neri e altri precipitati stranamente colorati durante il processo di elettrolisi è un’indicazione di impurità dell’acqua. Nero è il più comune colore di questi, perché sono solitamente i residui di carbone annerito di materia organica e bicarbonato. Nei lotti che producono larghe particelle d’argento, perché il processo di elettrolisi è proseguito per troppo tempo, il voltaggio è troppo alto, o i piatti d’argento sono troppo ravvicinati, si possono formare nell’acqua delle spalle grigiastre. Questi particolati sono attualmente sicuri e sono prodotti dall’argento. Sono particolarmente benefici per le ustioni e le infezioni della pelle, ma la soluzione dovrebbe essere filtrata per uso interno. Un filtro per il caffè può fare questo lavoro in maniera eccezionale, e la soluzione può essere drenata per gravità con una caffettiera. Le particelle d’argento che non si sono raggruppate rimangono in uno stato ionico o colloidale, e queste passeranno attraverso qualsiasi filtro. Infatti, le particelle sono così piccole che mestoli di legno e utensili di plastica inizieranno ad assumere sembianze argentee dopo parecchi accumuli. Non usare mai utensili di metallo. Gli unici metalli nel processo dovrebbero essere l’argento stesso e i fili di connessione elettrica.
Usare acqua di rubinetto clorurata è particolarmente pericoloso, perché quando il cloro si combina con altri materiali, ha la tendenza a formare composti di diossina. Produrrà anche gas di cloro durante l’elettrolisi, che fu usato come un agente chimico di guerra durante la Prima Guerra Mondiale. Il cloruro di sodio (sale) nell’acqua rilascerà anche gas di cloro, pertanto, il sale non dovrebbe mai essere aggiunto. Come importante aspetto da sottolineare, l’acqua del rubinetto non dovrebbe essere mai utilizzata, per gli stessi motivi, nei vaporizzatori, perché il gas di cloro sarà rilasciato nell’aria e può addirittura peggiorare le malattie polmonari.
Invece di procurarsi leghe d’argento, che è quello usato per la maggior parte dei prodotti di argento colloidale, consigliamo alla gente di usare barre d’argento. La maggior parte delle leghe d’argento provengono dalla Cina, ed è semplicemente impossibile testare ogni lega per le impurità. Si dovrebbe supporre che la lega cinese sia contaminata, perché è normale sia così. Quando si fa riferimento alla purezza dei metalli, le società usano un metodo “occulto” per stimare la purezza. Quando un venditore di metalli preziosi si riferisce ad esso come avente una purezza di 925, equivale al 92,5%, in questo modo il metallo dovrebbe essere all’incirca il 10% impuro. La maggior parte delle persone presumerà che classe di purezza di 925 significa che l’argento contiene lo 0,925% di impurità e, quindi, dovrebbe essere puro per oltre il 99%. Guardatevi bene dall’aver capito. Tantissimi acquirenti di argento sembrano essere ignoranti riguardo a questo. Raccomandiamo di prenderlo almeno al 99,9% puro (scritto dai venditori come 999). Questo è lo standard dei barre d’argento, ed è il motivo per il quale raccomandiamo di usare solo barre d’argento. Tutte le altre fonti dovrebbero essere considerate impure.
Mai usare monete d’argento per produrre argento colloidale, perché le monete contengono una varietà di altri metalli che non dovrebbero essere ingeriti. La massima purezza dell’argento è vitale, perché la maggior parte dei metalli sono estremamente nocivi per la salute. I barre sono la sola fonte di argento che sia garantita come sicura, perché è regolamentata come una valuta. Un argento di purezza così estrema di solito contiene solo le impurità di rame e selenio, in piccole tracce. Entrambi sono benefici per la salute in queste piccole quantità. Infatti, sono entrambi sostanze nutrienti vitali. Attualmente, il selenio è usato dal corpo umano per chelare i metalli nocivi. Per evitare ogni residuo di sapone o chimico, i barre devono essere messi a mollo in una soluzione di aceto bianco impregnata di sale per pulirlo. Possono anche essere puliti in sicurezza con la vodka. Non è assolutamente necessario pulire l’argento prima dell’utilizzo, ma possiamo farlo. Siete avvisati che l’argento non tornerà come nuovo, indipendentemente dal metodo di pulizia.
Potete inoltre usare 3 batterie da 9V che sono interconnesse in serie, o  un 30V DC power supply per potenziare l’elettrolisi. Coloro i quali non hanno esperienza con l’elettronica, possono optare per la potenza della batteria, invece di usare un DC power supply. L’uso improprio di un power supply può provocare gravi ferite e ustioni. Il pericolo elettrico è elevato perché è stata usata acqua. Per ragioni di responsabilità, dobbiamo ufficialmente raccomandare di non usare un power supply, e chiunque lo usi lo fa a proprio rischio. Le batterie devono essere interconnesse così che il polo positivo di una batteria sia connesso al polo negativo di un’altra batteria. Quando viene correttamente connessa, una batteria deve avere un polo positivo non utilizzato, e la batteria opposta deve avere un polo negativo non usato. Questi due poli rimanenti devono essere connessi ai due pezzi d’argento. Negli Stati Uniti, la maggior parte delle batterie a 9V hanno poli che possono essere utilizzati per interconnettere con altre batterie a 9V, motivo per cui la connessione con i cavi non è necessaria per le connessioni tra batterie. Mai usare cavi di alluminio per nessuna delle connessioni, e raccomandiamo vivamente di usare solo circuiti elettrici di rame, così da prevenire contaminanti dannosi.
Per produrre argento colloidale, riempite fino all’orlo con acqua distillata un contenitore pulito di vetro o plastica. Suggeriamo di pulire il contenitore con vodka immediatamente prima, per rimuovere residui di sapone. Connettere le batterie ai pezzi di argento. La maggior parte della gente per farlo utilizza i connettori a coccodrillo (usati nei circuiti elettrici). Solitamente, facciamo le connessioni inserendo cavi di rame attraverso minuscoli buchi sopra il barra d’argento, e poi li attorcigliamo e leghiamo per una massima tenuta. Mai saldare la connessione all’argento, ed è saggio anche evitare di saldare i cavi ai connettori a coccodrillo, per saldare si può dilavare piombo o cadmio nella soluzione se i componenti metallici diventano umidi. Nessuno deve integrare con piombo e cadmio.
Le barre d’argento devono essere parzialmente sommerse nell’acqua, e devono essere distanti tra loro circa un centimetro. Non devono mai toccarsi, e i cavi di connessione non devono mai toccare l’acqua. Se i connettori dell’argento si toccano, le batterie del power supply avranno vita breve. Ciò può provocare surriscaldamento e un’esplosione.  Potrebbe voler dire una morte veloce del power supply. Le connessioni elettriche all’argento devono essere poste evidentemente sopra l’acqua, qualsiasi altro metallo starà in infusione nella soluzione. Nulla, eccetto l’argento puro, dovrebbe restare a contatto con l’acqua. Consigliamo che tutti gli altri connettori e cavi siano mantenuti almeno un quarto di pollice sopra l’acqua. Ricordiamo ancora una volta il rischio di usare lega per saldature, che significa introdurre stagno, piombo e cadmio nel prodotto.
Il tempo necessario per produrre argento colloidale varierà molto in base alla purezza dell’acqua utilizzata, e nessuna acqua reperibile in vendita è assolutamente pura. Uno dei principali indicatori che l’argento si mescoli con l’acqua può essere visto con una pila in una stanza scura. La luce attraverso l’acqua, da certe angolazioni, mostrerà quello che sembra essere fumo proveniente da uno dei piatti d’argento. Mentre il tempo passa, uno dei piatti d’argento diventerà di color grigio opaco, e l’altro piatto si annerirà. Possono anche formarsi minuscole bolle intorno ai piatti d’argento. Quelli che  producono un grosso accumulo per un lungo periodo dovrebbero mescolare la soluzione periodicamente, usando un cucchiaio di legno o plastica. Qualcuno può produrre un quarto in 20 minuti, ma i nostri esperimenti per farne 2 quarti richiedono 4 ore per ottenere sufficiente resistenza e colore. Dovuto al fatto che l’argento è estremamente non-reattivo, un lento processo indica la superiore purezza sia dell’argento che dell’acqua. L’acqua pura e l’argento puro saranno entrambi molto resistenti al processo di elettrolisi. I lettori possono notare che molti dei video che si trovano online mostrano che l’argento colloidale si può produrre molto rapidamente, utilizzando cavi d’argento che provengono dalla Cina. Il tempo breve di produzione indica la presenza di altri metalli più reattivi e forse anche acqua impura. Quando produciamo il nostro argento colloidale, aggiungiamo circa 3 once fluide (ndr: 29,57 ml) di attuale argento colloidale per velocizzare il tempo di produzione, senza risultato sulla qualità del prodotto finale.

Per far durare le barre d’argento il più a lungo possibile, la polarità dovrebbe essere invertita ogni volta. Questo significa che il barra d’argento che è stato connesso al cavo positivo (rosso) la prima volta, dovrebbe essere poi invertito e connesso al negativo la volta seguente. Altrimenti, una delle barre si consumerà rapidamente.
Se la soluzione di argento colloidale è nera, marrone o viola, ciò indica che le particelle d’argento sono abnormemente grosse. Può anche indicare la presenza di impurità. L’enorme grossezza delle particelle di questi prodotti le rendono discutibili se queste soluzioni possono davvero essere chiamate colloidali. Ed è quello che sembrano la maggior parte degli argenti colloidali che si vendono online. La brutta decolorazione può anche essere causata dal riscaldamento durante la produzione, o dall’uso di alti voltaggi, che sono le più frequenti scorciatoie  prese dai produttori commerciali. Consigliamo di evitare soluzioni di questo genere, tranne che come ultima risorsa. Questi prodotti sono significativamente meno efficaci internamente rispetto all’argento colloidale correttamente prodotto, e l’abnorme grandezza delle particelle d’argento hanno maggiori probabilità di restare sempre intrappolate nei tessuti. I maggiori venditori commerciali hanno processi di produzione brevettati, di cui non ci si può fidare, e non c’è modo di conoscere cosa ci sia realmente nei loro prodotti.  Capiamo dal colore dei loro prodotti che non stanno vendendo il vero argento colloidale.

GLI APPROPRIATI TRATTAMENTI CON L'ARGENTO COLLOIDALE

L’alta qualità dell’argento colloidale, come idonea concentrazione medicinale, solitamente si presenta come un po’ giallognolo in un contenitore bianco brillante, sotto una luce fluorescente. Alcuni lotti di argento colloidale avranno invece una tinta un po’ argentata. I due colori sono un’indicazione della differenza nella dimensione delle particelle ma, essenzialmente, non dovrebbero esserci differenze nell’efficacia. Alcuni lotti diventano gialli dopo circa un giorno dalla produzione. Vi raccomandiamo di non esagerare, poiché pare che l’argento, in dosaggi troppo elevati, crei carenze di ferro. Non possiamo veramente sapere se l’argento colloidale causi l’aumento dell’escrezione di ferro, o se semplicemente neutralizzi il ferro utilizzabile legandolo a sé, o entrambi. Crediamo si tratti di entrambi. In ogni caso, non  ci sono reali problemi di tossicità umana, ma l’adeguato livello di ferro dovrebbe tuttavia essere mantenuto per un’ottima salute.
Quando si è malati, consigliamo di utilizzare 3 once fluide (29,57 ml) di argento colloidale, due volte al giorno. I migliori risultati possono essere ottenuti tenendo l’argento colloidale in bocca per un minuto prima di ingerirlo. Questa tecnica consente all’argento di penetrare attraverso le pareti della bocca, e scorrere direttamente nel sangue. Salvo avere un retrogusto metallico.

CONSERVAZIONE DELL'ARGENTO COLLOIDALE

L’argento colloidale può essere conservato in qualunque contenitore di plastica o vetro. La plastica ideale è quella utilizzata per conservare il latte. E’ polietilene ad alta densità (HDPE). E’ una plastica non-reattiva, ma le microscopiche particelle d’argento possono macchiarla.
L’argento colloidale dovrebbe essere conservato a temperatura ambiente e mai messo in frigorifero. Se messo in frigorifero l’argento coagulerà in pezzi visibili sul fondo e ciò renderà la soluzione meno efficace e potrebbe essere causa di argiria (pelle blu). Quindi, un interessante esperimento per verificare la presenza di argento nella soluzione è di refrigerarne un piccolo quantitativo e poi esaminare i grumi d’argento sul fondo del contenitore dopo averli scongelati. Se deve essere fatta una scelta fra conservare in un ambiente caldo o freddo, la temperatura ambiente deve essere sempre preferita.
Il puro argento colloidale non deve subire nessun serio problema di decomposizione che si ha con le soluzioni di cloruro d’argento ogni qualvolta viene esposto alla luce; ma, ciò nonostante, conserviamo il nostro argento colloidale al buio, perché l’oscurità potrebbe contribuire a conservarlo meglio.
Un buon lotto di argento colloidale dovrebbe durare per anni, perché l’argento stesso è un potente conservante. Infatti, lo usiamo come un sostitutivo dell’acqua in alimenti a rischio che usano ingredienti crudi, come le uova crude (per la produzione di maionese). Viene usato per assicurarsi che tutti i batteri muoiano. Un minuto di mescolamento con l’argento colloidale è sufficiente per assicurarsi che nessun batterio sopravviva.

PAZIENTI CHE SONO DIVENTATI BLU

L’establishment medico e le organizzazioni dei grandi media hanno demonizzato l’argento colloidale presentando persone che hanno sviluppato una condizione conosciuta come argiria (pelle blu). E’ una decolorazione grigio-bluastra della pelle che si dice sia permanente. Tuttavia, ogni caso che è stato esaminato ha visto coinvolti prodotti che in realtà non erano argento colloidale, e la maggior parte dei casi erano il risultato di prodotti d’argento dell’industria farmaceutica. La nostra esaustiva ricerca non avrebbe potuto trovare un singolo caso di argiria che fosse stato causato da argento colloidale puro. Sono le soluzioni d’argento farmaceutiche che plausibilmente hanno causato questi problemi.
Gli organi di controllo rivelano che le persone che sono diventate blu mostrano evidenza di tossicità dell’argento, ma l’opposto è effettivamente vero. Prova che anche dopo che una persona, dopo più di 20 anni di abuso di argento, è così incredibilmente satura da diventare blu, non soffre comunque di nessuna sorta di problemi di salute. I pazienti blu sono davvero più in salute del normale. Prendete per esempio: un paziente che consuma abbastanza aspirina da diventare bianco.  In realtà, non possiamo usare questo esempio, perché entro 20 minuti da questo estremo consumo di aspirina, il paziente morirebbe per emoraggia interna – molto prima di aver potuto iniziare a cambiare colore.
Gli Istituti Nazionali di Salute hanno documentato un caso di argiria che è accaduto quando un uomo ha iniziato a produrre da sé la soluzione d’argento e ne ha consumato 16 once fluide, 3 volte al giorno, per anni. E’ stato calcolato che il suo argento contiene 450 parti per milione, che è 22 volte più forte del normale. Questo regime ha dato al suo corpo la stessa concentrazione di argento come se avesse consumato 1,056 once fluide di argento colloidale standard (8.25 galloni al giorno). L’estrema concentrazione significa che l’argento era decolorato e impuro, e quasi certamente gli è stato aggiunto del sale. Altrimenti gli ci sarebbero voluti giorni per produrre la quantità quotidiana con quelle concentrazioni, così, siamo sicuri che stava usando cloruro d’argento invece dell’argento colloidale. E’ segno di stupidità chiedere aiuto ai processi di produzione farmaceutici per la pratica della medicina alternativa, e poi usare i terribili risultati per provare che la medicina alternativa non è valida. E’ quello che vediamo più spesso nelle politiche dell’argento.
Il caso di argiria più pubblicizzato è quello di Paul Karason, il cosiddetto smurf man. Ha ingerito per anni grandi dosi di una soluzione d’argento fatta in casa, e poi ha iniziato ad usare l’argento sulla faccia. Nel preparare la sua soluzione d’argento ha usato sale, che è risultato nel cloruro di sodio. Nonostante fosse una sostanza completamente diversa, si riferisce alla sua soluzione come “argento colloidale”, e anche i media. Riteniamo che dopo aver notato una leggera decolorazione della pelle, abbia aumentato il suo dosaggio, perché aveva trovato un modo di diventare famoso e guadagnare dall’essere una persona stravagante. Ha ammesso pubblicamente di usare eccessive quantità del suo cloruro d’argento sia ingerendolo che per via transdermica, quotidianamente da 14 anni. Ancora continua ad usarlo, nonostante la sua ovvia saturazione. Ha quindi ammesso che la sua faccia è diventata blu prima del resto del corpo; e ancora ha continuato ad usare entrambi i prodotti, nonostante il cambiamento di colore. A causa dell’alterazione auto-inflitta e intenzionale della sua pelle, la F.D.A. lo ha usato in una campagna di pubbliche relazioni con l’intento di convincere il pubblico che l’argento colloidale è pericoloso. Possiamo solo immaginare quanto i media network e la F.D.A. lo hanno pagato per le sue apparizioni.

Nessun decesso o gravi effetti dannosi sono mai stati registrati riguardo all’argento colloidale puro, nel corso di un secolo dalla sua esistenza. Ci sono, tuttavia, parecchie storie terrificanti di gente che ha usato l’argento chimicamente alterato, prodotto con varie proteine, sali, o batteri fermentati.

Fonte: http://redicecreations.com/article.php?id=30599   

Traduzione: Nadia Baldi

1 commento:

  1. salve è possibile sapere i tempi per il processo di elettrolisi cioè posso creare argento colloidale lasciando le asticelle d'argento per 20 ore così da ottenere 20 ppm, oppure devo ogni mezz'ora pulire e cambiare il positivo con il negativo ecc? Grazie della risposta che avrò.

    RispondiElimina