venerdì 31 ottobre 2014

GODS OF THE BIBLE.GLI DEI DELLA BIBBIA.Documentario di Ricerca a cura di Truthiracy Films House of Wisdom




  •  Foto web http://i.ytimg.com/vi/hd9f_tXV0PA/hqdefault.jpg



    Un Film Documentario di Ricerca a cura di Truthiracy Films House of Wisdom 2013
    Autore: Christopher Lord
    (Il Materiale è l'opinione di Christopher Lord di Truthiracy Films)

    Documentario di ricerca sugli Dei (Eloiym) della Bibbia. Il testo Biblico prova che la Bibba non è sul monoteismo, ma sul politeismo. Ricerca nell'etimologia della radice Ebraica e Paleo-Ebraica. Usando il Lessico Ebraico della Strong's Concordance (Concordanza della Bibbia). Esaminando il testo Biblcio per trovare se c'è più di un Dio.

    NOTICE: Fair Use Copyright Law
    "Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for "fair use" for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, and research. Fair use is a use permitted by copyright statute that might otherwise be infringing. Non-profit, educational or personal use tips the balance in favor of fair use."
    A Documentary Research Film by Truthiracy Films House of Wisdom 2013
    Author: Christopher Lord
    (Material is the opinion of Christopher Lord of Truthiracy Films)
    English
    Documentary research film about the Gods (Eloiym) of the Bible. The Biblical text proves that the Bible is not about monotheism, but polytheism. Research into Hebrew and Paleo-Hebrew root etymologies. Using the Hebrew Lexicon of the Strong's Concordance (Concordance of the Bible). Examining the Biblical text to find out if there is more than one God.

    NOTICE: Fair Use Copyright Law
    "Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for "fair use" for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, and research. Fair use is a use permitted by copyright statute that might otherwise be infringing. Non-profit, educational or personal use tips the balance in favor of fair use."
    Gods of the Bible Parte 1.avi Parte 1 di 6 Un Film Documentario di Ricerca a cura di Truthiracy Films SOTTOTILI IN ITALIANO e Playlist completa del Documentario.

domenica 26 ottobre 2014

Ragazza a Barroso: "L'UE è schiavitù, un piano del NWO". Video e testo.

Foto web : http://3.bp.blogspot.com/-cRFYq0DT2Yg/T6ApbWItwUI/AAAAAAAAEck/BO2GMd9SorA/s1600/torre-di-babele-come-il-parlamento-europeo.jpg

Ragazza attacca Barroso: "L'UE è schiavitù, un piano del NWO"


Una giovane italiana, Maria Cristina Spano, si è presentata alla premiazione dei principali esponenti dell'eurocrazia, Barroso, Van Rompuy e Schultz, organizzata dalla "Fondazione Jean Monnet" a Losanna il 17/10/2014; è riuscita ad intercettare Barroso, al quale ha rivolto un duro attacco in inglese.

Di seguito la trascrizione del video:

TESTO IN ITALIANO:
Per cosa sono queste medaglie d'oro?
L' Unione Europea non è altro che un pezzo del piano del Nuovo ordine Mondiale, il cui obiettivo è la schiavitù monetaria, politica e culturale, così come la depopolazione attraverso differenti mezzi tecnologici e pseudomedici come quelli correlati alla nutrizione; l'uccisione degli animali e la distruzione dell'intero pianeta Terra.


come abitante dell'Unione Europea posso certamente affermare che questo non è quel tipo di Europa in cui la maggior parte dei cittadini europei vogliono vivere, perché l'attuale Europa sembra essere sempre più una dittatura finanziaria ed un mucchio di bugie.

L' Unione Europea sta adorando un falso dio attraverso la massoneria che sta privando le persone e gli animali del loro diritto di vivere serenamente.

Questa non è unione europea, dal momento in cui la democrazia è stata rimpiazzata dalla dittatura.

Chi ti ha dato il diritto di prendere decisioni su più di 500 milioni di europei, dal momento in cui nessuno di loro ti ha mai eletto direttamente, né nemmeno ti conoscono?

Rivogliamo indietro la nostra sovranità monetaria, politica e culturale.

Questa non è democrazia!

TESTO IN INGLESE:

What are those golden medals for?

European Union is nothing else that a piece of the NWO plan, whose goals are the monetary, political and cultural slavery, as well as depopulation through different technological (as chemtrails) and pseudomedical tools as those nutrition related,the killing of animals and the destruction of the whole planet earth.

As inhabitant of the European Union I can state for sure that this is not the kind of Europe that most of European citizens want to live in, because the current Europe seems to be more and more a financial dictatorship and a bunch of lies.

European union is worshipping a false god through masonry which is depriving people and animals of their right to live peacefully.

This is not European Union, since democracy has been stolen by dictactorship.

Who gave you the right to take decisions over more than five hundred millions of Europeans, since none of them has never directly elected you, nor don't they even know you?

We want our monetary, political and cultural sovereignty back.

venerdì 24 ottobre 2014

GLUTATIONE-DISINTOSSICAZIONE DAI METALLI PESANTI(SCIE CHIMICHE COMPRESE)



L - Glutatione
Studi del ricercatore G. Puccio
L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro - Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Nutriterapia Biologica Metabolica x Cancro
Circolazione sanguigna: prevenzione degli infarti e del cancro. I citrati eliminano calcificazioni arteriose. Gli ascorbati fanno il resto !


Il Glutatione (L-Glutatione) è il più potente ed importante fra gli antiossidanti prodotti dall’organismo
Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO (stress ossidativo), che determina la mancata eliminazione e quindi lo stoccaggio nell'organismo di sostanze tossiche, con l'aggiunta di ioni+, scompensando i giusti rapporti fra ioni- e ioni+ a livello del Terreno, la Matrice - vedi Bioelettronica -, per via dell'ossidazione dei carboidrati e per l'alterata funzione del trasporto dell'emoglobina, che determina anche una carenza eritrocitaria.
Esso e' un Tripeptide (Composto naturale formato dall'unione di alcuni amminoacidi - un tripeptide e' un peptide composto da tre aminoacidi uniti da peptide bonds.) ed e' formato da Cisteina, Acido glutammico e Glicina; e' presente in tutte le cellule degli esseri viventi. La Glicina è un aminoacido presente in vari alimenti: è abbondante nel latte e nelle uova (246 mg glicina in un uovo di circa 60 gr.)


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Glutatione ed acetilcisteina
Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina. Questa particolare composizione chimica conferisce al glutatione un'elevata capacità di ossidarsi o ridursi, proteggendo le proteine e gli altri composti ossidabili dall'azione deleteria dei radicali liberi.
Più in particolare, il glutatione rientra nella composizione di un gruppo di enzimi ad azione antiossidante, chiamati glutatione perossidasi. Molti di questi enzimi - la cui attività è legata alla presenza di selenio - catalizzano la neutralizzazione dell'acqua ossigenata (un potente radicale libero) e di altri perossidi.

Glutatione ridotto (2 G-SH) + Acqua oss. (H2O2) → Glutatione ossidato (G-S-S-G) + 2 H2O
2 G-SH + ROOH ----> GSSG + ROH + H2O

Come si evince dalle reazioni sopra riportate il glutatione ridotto cede molto volentieri il suo idrogeno (H+), che funge da accettore di un elettrone (e-) proveniente da molecole reattive dell'ossigeno (radicali liberi).
A questo punto, eliminato il pericolo costituito dal perossido, il glutatione ossidato, per riacquistare la propria attività antiossidante, deve tornare nella forma ridotta; ciò avviene grazie ad un enzima NADPH dipendete, chiamato glutatione reduttasi.
A detta di numerosi studiosi, questa capacità di rigenerarsi continuamente ha contributo a considerare il glutatione come il più potente antiossidante presente nell'organismo umano.

Integratori di Glutatione
In virtù della grande importanza attribuita ai radicali liberi nella comparsa di svariate patologie degenerative, gli integratori di glutatione sono dipinti come una sorta di elisir dell'eterna giovinezza, utili per ritardare l'invecchiamento, per rinforzare le difese immunitarie, per preservare l'integrità di globuli rossi e del cristallino dell'occhio, per proteggere l'organismo dalle radiazioni ionizzanti, dai metalli pesanti, da alcol, tabacco, droghe, vaccini e da patologie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer.
Affinché il glutatione possa espletare tali azioni è fondamentale che esso sia supportato da adeguate quantità di selenio - un minerale che abbonda negli alimenti di origine marina e nelle frattaglie - riboflavina (Vit. B2) e niacina (Vit. PP).
Nelle cellule in buono stato di salute il rapporto tra glutatione ridotto e glutatione ossidato si mantiene intorno a 9:1; una sua diminuzione è considerata indice di stress ossidativo.

Presente nell'organismo in forma ubiquitaria, il glutatione è particolarmente concentrato a livello epatico, dove protegge gli epatociti da molecole particolarmente tossiche di origine esogena o endogena (generatesi durante il metabolismo di determinate sostanze, come alcuni farmaci, ad es. il paracetamolo). In questo caso, il glutatione, una volta coniugatosi ai metaboliti tossici in maniera enzimatica o non enzimatica, non può rigenerarsi con altrettanta facilità (in parte viene eliminato, principalmente per via biliare, ed in parte subisce ulteriori metabolizzazioni). Un'eccessiva concentrazione di sostanze tossiche può quindi depletare i livelli tissutali di glutatione, determinando grave danno epatico.

Integratori di N-acetilcisteina
L'integrazione con glutatione pone svariate difficoltà. Diverse ricerche, infatti, suggeriscono che il glutatione assunto per via orale non viene efficacemente assorbito a livello intestinale. Già nel lontano 1992, Witschi e collaboratori, dimostrarono che non è possibile incrementare i livelli di glutatione circolanti attraverso somministrazione orale, anche ricorrendo a dosaggi particolarmente ampi (3 grammi contro i 100-600 mg normalmente proposti come integrazione). Proprio a causa dell'inattivazione orale ed epatica, il glutatione assunto per os è del tutto inefficace, ergo sono soldi buttati.

La concentrazione di glutatione nell'organismo può tuttavia aumentare ricorrendo alla somministrazione orale di uno dei suoi tre precursori, l'amminoacido solforato cisteina. Tale sostanza si trova in prodotti a base di proteine del latte (NdR: NON pastorizzato) bioattive, non denaturate e nell'N-acetilcisteina; entrambi questi prodotti si sono dimostrati efficaci nell'aumentare il contenuto cellulare di glutatione.

L'N-acetilcisteina, oltre ad essere proposta come integratore ad azione antiossidante e rinvigorente, rientra nella composizione di farmaci mucolitici, che, assunti per via inalatoria od orale, facilitano l'eliminazione del muco dalle vie aeree. Viene inoltre somministrata per via endovenosa nel trattamento dell'intossicazione acuta da paracetamolo.
Le proteine del latte non denaturate sono supplementi proteici ottenuti attraverso una lavorazione a basse temperature (inferiori rispetto a quelle a cui vengono sottoposti i normali integratori "whey proteins") abbinata a microfiltrazione.
Per potenziare l'attività antiossidante del glutatione è utile l'associazione del suo precursore con Selenio, Vitamina PP, Vitamina B2 e vitamina E.
Tratto da:my-personaltrainer.it

Quindi la principale funzione del Glutatione e' quella di fungere da donatore di elettroni- (negativi) nella reazione catalizzata dalla Glutatione Perossidasi; questa reazione svolge un ruolo preminente nell'eliminazione delle tossine ed in particolar modo dell'acqua ossigenata (perossido di idrogeno, carico di ioni+), estremamente tossica per le cellule e SEMPRE presente nel caso di malattie medie e gravi quali le malattie degenerative.
Tossicita': Anche assumendo migliaia di milligrammi al giorno non si sono mai dimostrati effetti collaterali, o tossici.
La NAC o N-acetilcisteina è un precursore del Glutatione in quanto viene utilizzata dall'organismo per ricavarne Cisteina. L'integrazione di NAC è utile all'organismo per la sintesi del Glutatione.






"Associazione di N-AcetilCisteina ed Acido Ascorbico nella chemio prevenzione antitumorale
Sia l'Acido Ascorbico (vitamina C) che l'N-AcetilCisteina (NAC), un precursore del Glutatione, svolgono un ruolo protettivo in varie condizioni patofisiologiche. Tuttavia in certe circostanze l'Acido Ascorbico si comporta come un pro-ossidante, anziché anti-ossidante, ed ad alti dosaggi può causare effetti indesiderati.
Lo studio ha valutato la capacità dell'associazione N-AcetilCisteina ed Acido Ascorbico ad esercitare effetti favorevoli sulla mutagenesi e sui tumori.
L'Acido Ascorbico aumenta in modo significativo i revertanti dei ceppi TA102 e TA104 della Salmonella Typhimurium , sensibili all'azione dei mutageni ossidativi.
Al contrario la NAC riduce i revertanti del ceppo TA104 e neutralizza gli effetti negativi dell'Acido Ascorbico.
Inoltre la NAC e l'Acido Ascorbico hanno dimostrato di avere effetti additivi nel ridurre il cromo (IV) e nel contrastare la sua azione mutagena".
Tratto da: http://www.xagena.it/news/e-oncologia_it_news/ea5a486c712a91e48443cd802642223d.html




L'organismo umano si difende dalla formazione dei radicali liberi attraverso il Glutatione
Esso partecipa direttamente alla neutralizzazione dei radicali liberi, dei composti reattivi dell'ossigeno, e mantiene gli antiossidanti interni, come la vitamina C ed E, nella loro forma ridotta, cioè attiva.
Inoltre, esso, attraverso il processo di coniugazione diretta, detossifica molti xenobiotici; con il termine xenobiotico si definisce una sostanza chimica che è estranea al sistema biologico.



La categoria include i farmaci, vaccini, i contaminanti ambientali, gli agenti cancerogeni, gli insetticidi, ma anche composti di origine naturale e composti che si originano per l’aggiunta di additivi chimici o in seguito alla cottura dei cibi. In rapporto alla loro natura e concentrazione, gli xenobiotici possono determinare effetti nocivi sull’uomo, sull’animale o in generale sugli ecosistemi.

Il Glutatione è un componente essenziale del sistema di risposta immunitario. A livello cellulare è sintetizzato a partire dal glutammato, dalla glicina e dalla cisteina.
La Cisteina è il donatore del gruppo tiolico ( -SH ), responsabile dell'attività biologica del Glutatione.
Il Gruppo tiolico SH deve essere continuamente integrato per aiutare l'organismo ad eliminare gli eventuali carcinogeni con alimenti ricchi di solfo chelato: aglio, cipolla, broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavoli, frutta abbondante.
La Cisteina, come aminoacido libero, presenta un certo grado di tossicità. L'organismo assume la Cisteina come cistina, una molecola costituita da due cisteine legate tra loro da un ponte di solfuro, oppure come Acetilcisteina.
L'Acetilcisteina nell'organismo libera la Cisteina, che va a costituire il Glutatione.

Il Glutatione è un tripeptide, ossia un composto di tre aminoacidi, è un potente scudo per la difesa della salute: protegge da radicali liberi, radiazioni, chemioterapia, raggi X, e disintossica fegato e sangue da metalli tossici, quali cadmio, piombo, mercurio, benzene e derivati, clorati, nitrati, nitriti (non quelli dei cavalli !).
Giovanni Puccio
, che risiede a Palermo, nella sua opera "Eziopatogenesi del cancro", argomenta sullo stato di asfissia in cui si vengono a trovare tutte le cellule quando il ferro viene ossidato diventando da ferrico, ferroso s“, che il sangue non è più in grado di trasportare ossigeno, causando ipossia e morte qualora la percentuale della metaemoglobina salga a livelli superiori al 20 o addirittura al 30%.
L'ipossia è una condizione patologica determinata da una carenza di ossigeno nell'intero corpo (ipossia generalizzata) o in una sua regione (ipossia tissutale) Se il soggetto presenta un basso contenuto di ossigeno nel sangue, si parla invece di ipossiemia. Un'ipossia determinata da totale mancanza di ossigeno è detta infine anossia.
Il Glutatione è in grado di invertire questo processo di alterazione, riportando il ferro nel suo stato ferrico rendendo il sangue di nuovo capace di trasportare l'ossigeno indispensabile per la respirazione cellulare.

Il Glutatione è quasi "sconosciuto" alla medicina ufficiale, per lo meno non viene utilizzato per le sue ottime proprietà ! Esso e' stato introdotto dalla Regione Sicilia come Prodotto da utilizzarsi sui cancerosi, dopo che il ricercatore palermitano G. Puccio ne ha studiate le caratteristiche e lo ha fatto utilizzare su cancerosi, in ospedali siciliani, ottenendo risultati eccezionali ! (NdR).

Diverse le documentazioni inviate (dal 1992) in visione alle commissioni mediche e Ministeriali (da parte del ricercatore G. Puccio e successivamente da parte di Ospedali che ne hanno verificato l'efficacia sui cancerosi) per prendere atto dell'importanza di utilizzare il Glutatione nel trattamento di diverse malattie, tra cui i tumori e l'AIDS !
Non hanno ricevuto risposta, fino al 2004 !
Che sia un'ulteriore dimostrazione del disinteresse a risolvere alcune patologie ?

Il Glutatione è una combinazione dei tre aminoacidi (tripeptide) cisteina, acido glutammico e glicina, ed e' una proteina che produciamo naturalmente e che è composta da tre amminoacidi (cisteina, acido glutammico e glicina).
E’ il rigeneratore delle cellule immunitarie e l’agente detossificante più efficace dell’organismo umano.
Presente all’interno di praticamente tutte le nostre cellule, permette di produrre più globuli bianchi, rinforzando in tal modo il sistema immunitario di fronte ai virus e ai batteri. Il Glutatione si lega peraltro alle tossine, per trasformarle in composti idrosolubili, facilmente eliminati nella bile o nelle urine.
E’ infine un potente antiossidante. Attacca direttamente i composti ossigenati all’interno della cellula e svolge un ruolo chiave riciclando le forme ossidate di vitamina C, ristabilendo così il potere antiossidante di quest’ultima.
E' un potente antiossidante, cioè un disattivatore di radicali liberi con una spiccata azione anti-invecchiamento.
Il Glutatione insieme con il selenio, forma l'enzima Glutatione perossidasi che ha sempre una funzione antiossidante, ma a livello intracellulare.
Il Glutatione ha inoltre una grande capacità disintossicante: grazie alla sua facoltà di chelare (chelaggio = capacità di un elemento di legarsi ad un'altro) i metalli pesanti e tossici quali piombo, cadmio, mercurio ed alluminio li trasporta via eliminandoli dal corpo.
In alcuni studi fatti sugli animali è stata dimostrata un'azione antitumorale del L-Glutatione (Glutatione).
Il Glutatione aiuta il nostro fegato a disintossicarsi ed a prevenire possibili danni causati dall'eccessivo consumo di alcool. E' più efficace della vitamina C, nel migliorare l'utilizzo e la biodisponibilità del ferro, neutralizzando gli effetti tossici di alcuni agenti esogeni come i nitriti, nitrati, clorati, derivati del benzolo, derivati del toluolo, anilina ecc..
Questi elementi danneggiano l'organismo con un meccanismo insidioso: producono un'ossidazione del ferro trasformandolo dalla sua naturale forma ferrica (Fe2+) nella forma ferrosa (Fe3+) rendendo così il sangue incapace di trasportare l'ossigeno, causando inoltre un'aumento della metaemoglobina (dal 1/2% fino ad un livello a volte mortale del 20/30%).
Il processo di compromissione dell'emoglobina porta ad una sindrome ipossica che causa la morte di tutte le cellule per asfissia, compresi i linfociti T4 (vedi sindromi da immunodeficienza, AIDS, ecc.).
Inoltre, il Glutatione migliora l'utilizzo degli aminoacidi cisteina e cistina, ed infine inibisce in tutto o in parte i dannosi effetti collaterali dovuti ad un'esposizione ad alte dosi di radiazioni, chemioterapia e raggi X.
Dobbiamo sottolineare il ruolo anti-invecchiamento di questo tripeptide, eliminando i radicali liberi che si formano dalla perossidazione dei lipidi che, causando la rottura di certe membrane, hanno un impatto negativo su DNA ed RNA e di conseguenza determinano distorsioni cellulari e disfunzioni biochimiche.
Il Glutatione impedisce inoltre che i radicali liberi si leghino alle proteine fibrose del corpo, evitando così l'indurimento e il restringimento del collagene (e quindi rughe, mancanza di elasticità nelle arterie, ecc.). Per questo motivo il Glutatione mantiene sano e "giovane" il sistema circolatorio.
Quanto al sistema immunitario, il Glutatione è strettamente legato all'attività fagocitica di specifiche cellule polmonari. Protegge dagli eventuali effetti dannosi del fumo, insieme ad altri antiossidanti come vitamina C, E, Selenio, Beta Carotene e Cisteina.
Aiuta a bloccare il diffondersi del virus HIV (American Journal of Clinical Nutrition).
Riesce a neutralizzare grassi pericolosi (University of Louisiana USA).
L'eccessivo consumo di alcool può essere neutralizzato dal Glutatione che aiuta il fegato a depurarsi.
Il dosaggio raccomandato è di 25-30 mg al giorno, x due volte al di, sono sufficienti per depurarsi dai grassi pericolosi contenuti negli alimenti.
Inoltre, anche se si dovessero superare queste dosi non ci sarebbero rischi di intossicazione.

Numerosi alimenti sono ricchi di Glutatione, tra i quali: Arance, Avocado, Carote, Cocomero, Fragole, Patate, Pesche, spinaci. Purtroppo durante il processo di riscaldamento e/o cottura degli alimenti, il Glutatione viene completamente distrutto.

L'implementazione del Glutatione per i cancerosi, deve essere bi-giornaliera (600mg x 2 volte al di), assieme all'Ascorbato di Potassio, con assunzione, come indicato dal Protocollo del prof. Pantellini di Firenze (oggi deceduto).
Contemporaneamente occorre riordinare i processi acido-basici per mezzo dell'acqua basica secondo il Protocollo (es.: iniettata, x endovena, assunta per via orale) attuato a seconda delle necessita' personali del paziente, che il medico esperto in queste pratiche naturali, sara' in grado di decidere.
Glutatione ridotto + Papaya 200 mg (papaia fermentata minore dose) + Vitamina C.

La debolezza del sistema immunitario e lo stress cellulare ossidante, sono le due principali cause di numerose affezioni legate all’invecchiamento. La Papaina e il Glutatione costituiscono due risposte fondamentali.

La Papaina è una miscela di enzimi proteolitici, ovvero di enzimi capaci di scindere le proteine in molecole più semplici. La si trova allo stato naturale nel latte della papaia.
Per quanto riguarda la difesa immunitaria, la papaina specie quella fermentata, mobilita e scinde i ''complessi immuni'', che sono degli aggregati costituiti da diversi antigeni e anticorpi, alfine di facilitarne il rinnovamento. Svolgendo il sistema immunitario un ruolo capitale in numerosi processi fisiologici, la papaina è quindi una preziosa alleata della nostra salute.
La Papaina stimola d’altra parte la produzione di SOD, o superossido dismutasi, che è l’enzima che elimina i radicali idrossili bloccando così sin dall’inizio il processo di formazione dei radicali liberi.
Considerato che la SOD agisce come una vera e propria medicina contro le infiammazioni e le fibrosi, l’utilità della papaina per lottare contro i reumatismi è oramai riconosciuta.
I suoi benefici sono anche stati constatati nelle persone affette dal virus HIV e dall’epatite B o da un diabete insulino-dipendente. Infine, la Papaina riduce gli effetti secondari associati alla radiazione e alla chemioterapia.

Vedi caso di Guarigione dal Cancro con l'utilizzo del Glutatione + Ascorbato di Potassio

La cura consiste in sintesi; utilizzare le sinergie fra: Cistina, Acetilcisteina, Cisteina, Glutatione (Glutatione - 2) e Vitamina C (Vitamina C - 2)

Commento NdR: anche se rispettiamo ed indichiamo tutte le possibili terapie naturali per ogni malattia, anche perche' le reazioni ad ogni tipo di terapia sono diverse da soggetto a soggetto, vogliamo ricordare che anche il cancro come qualsiasi altra malattia nasce in "luoghi" ben precisi e quindi ogni malattia ha le sue Cause, con Cause secondarie e terziarie, in quanto ogni "malattia", cioe' ogni sintomo, e' multifattoriale.
C’è inoltre da sottolineare che lo zolfo, e' uno dei più importanti componenti della molecola del Glutatione. L’integrazione lo zolfo può dunque risultare di grande utilità per incrementare i livelli produzione del Glutatione nel nostro organismo, soprattutto nei distretti nei quali esso riveste particolare importanza.
Inoltre - questi dati sono stati ripresi da Internet:
L'integrazione con Glutatione per via orale pone svariate difficoltà. Diverse ricerche, infatti, suggeriscono che il Glutatione assunto per via orale non viene efficacemente assorbito a livello intestinale. Già nel lontano 1992, Witschi e collaboratori, dimostrarono che non è possibile incrementare i livelli di Glutatione circolanti attraverso somministrazione orale, anche ricorrendo a dosaggi particolarmente ampi: 3 grammi contro i 100 mg normalmente proposti come integrazione.
Comunque per potenziare l'attività antiossidante del glutatione è utile l'associazione del suo precursore con Selenio, Vitamina PP, Vitamina B2 e Vitamina E.
NON e' proprio cosi', in alcuni individui l'assorbimento e' maggiore che in altri, ma comunque esso presenta delle difficolta' di assorbimento - Meglio e' rimettere a posto (riordinare) gli enzimi e la flora batterica intestinale per aiutare la pulizia del fegato in modo che possa esso stesso riprodurre meglio e maggiormente il Glutatione biocompatibile, che dovrebbe produrre normalmente e che per le alterazioni prima elencate, non effettua, perche' l'organo si trova in uno stato di intossicazione ed infiammazione e quindi di malfunzione del metabolismo, che riducono od annullano la produzione del Glutatione biocompatibile.

Il Cancro nasce in sintesi e secondo la Medicina naturale (che non e' non legata alle multinazionali dei farmaci e Vaccini), perche' l’organismo del canceroso e' intossicato, e la microcircolazione, nei tessuti intossicati, viene ad essere alterata, producendo, a valle di essa, nelle cellule dei tessuti investiti da quel processo: malfunzione cellulare, (nutrimento ed eliminazione = respirazione cellulare alterata = metabolismo alterato = malnutrizione cellulare e tissutale assicurata), producendo successivamente infiammazione nei tessuti e stress ossidativo cellulare e per caduta immunodepressione, e parallelamente alterazione anche del sistema enzimatico per la precedente alterazione della flora batterica, pH digestivo non regolare (e quindi l'organismo e' mancante di minerali e vitamine ed in stato di acidosi), in quelle condizioni esso e' molto facilmente parassitato da certi, parassiti, batteri e funghi (candida) i quali producono anche tossine ed ulteriori infiammazioni: Ma tutto cio' e' "gestito" come Causa primordiale dai Conflitti Spirituali (consci ed inconsci) e dall'intenso stress del vissuto.
Il Cancro quindi e' una malattia MULTIFATTORIALE.
Quindi il medico, il terapeuta od il soggetto stesso DEVONO operare seguendo la stessa strada percorsa per l'ammalamento.
Cioe' devono lavorare per disintossicare il malato + disinfiammare l'organismo ed i tessuti interessati, ripristinare il pH digestivo, e normalizzare le digestioni + il malassorbimento sempre presente nel malato ed eliminare quei parassiti, batteri e funghi, che hanno proliferato in modo abnorme, per mancanza dei loro antagonisti + rinforzare il sistema immunitario SEMPRE compromesso in TUTTI i malati, cancerosi compresi ed eliminare i Conflitti Spirituali (quali Vere Cause) e lo stress esistenti, oltre a lavorare sul metabolismo alterato per ridurre ed eliminare lo stress ossidativo cellulare e quindi quello tissutale, sempre presenti in qualsiasi malattia e specie nel cancro, per i danni alla microcircolazione indotti dalle intossicazioni piu’ o meno intense.

L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro - Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Cancro = Combattere l'acidita' per sconfiggerlo - Le ultime ricerche
La cura consiste in sintesi; utilizzare le sinergie fra: Cistina, Acetilcisteina, Cisteina, Glutatione (Glutatione - 2) e Vitamina C (Vitamina C - 2)

CRAP: Nutriterapia Biologica Metabolica x il Cancro e non solo: Terapia Biologica Metabolica CRAP + Cura metabolica per il Cancro + Stress Ossidativo + PREVENZIONE, TERAPIA per il Cancro, perche' NON si vuole applicare ? + Terreno Oncologico + Bioelettronica + Semeiotica e Biofisica

Documenti provanti l'indispensabilita' delle Vitamine della Frutta e verdura, oltre ai sali minerali:
Doc.1 + Doc.2 + Doc.3 + Doc.4 + Doc.5 + Doc.6 + Doc.7 + Doc.8 + Doc.9 + Doc.10 + Doc.11 + Doc.12 + Doc.13 + Doc.14 + Doc.15 + Doc.16 + Doc.17 + Doc.18 + Doc.19 + Doc.20 + Doc.21 + Doc.22 + Doc.23 + Doc.24 + Doc.61

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Importanza del Glutatione nell’organismo umano.
Durante il normale metabolismo cellulare si creano delle sostanze tossiche, chiamate radicali liberi, che possono danneggiare o distruggere la cellula in brevissimo tempo se non vengono inattivate.
Questi radicali liberi si formano all'interno di piccoli organelli cellulari, chiamati mitocondri, dentro i quali le sostanze nutritive, come ad esempio il glucosio, vengono bruciate per liberare energia.
Inoltre, si possono anche formare in seguito all'inalazione di fumo di sigaretta od all'esposizione all'inquinamento ambientale ed a numerose sostanze chimiche.
I radicali liberi sono sostanze altamente reattive che se non neutralizzate prontamente si legano ed ossidano:
1 - i lipidi delle membrane cellulari determinando alterazioni funzionali delle cellule e pertanto dei tessuti di appartenenza;
2 - le lipoproteine a bassa densità (LDL), che diventano LDL ossidate, e conseguentemente sostanze particolarmente tossiche.
Tali sostanze danneggiano l'integrità del vaso sanguigno e, di conseguenza, causano lo sviluppo e la progressione delle lesioni aterosclerotiche e quindi delle malattie cardio-vascolari (NdR: e non solo...);
3 - gli acidi nucleici (DNA ed RNA), con danneggiamento a carico del materiale genetico. Ricordiamo che le mutazioni del codice genetico sono spesso associate all'insorgenza del cancro (NdR: e non solo...);
4 - le proteine in genere con conseguenti danni strutturali e funzionali all'organismo.

Il glutatione è una piccola molecola che si trova sostanzialmente in tutte le cellule del corpo umano ed è deputato all’inattivazione dei sopra descritti radicali liberi.
Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina.
Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti. D'altro canto la cisteina assunta per bocca è rapidamente catabolizzata nel tratto gastrointestinale e nel sangue e, possedendo anche un potenziale tossico, un supplemento orale non è raccomandabile.
Alcuni farmaci che promuovono la sintesi del glutatione stimolando la produzione e la distribuzione di cisteina alle cellule, sono stati usati con successo con indicazioni specifiche come l'intossicazione da acetaminofene, e nella fibrosi cistica, ma hanno lo svantaggio di possedere effetti collaterali rilevanti ed una breve emivita. Da qui l’importanza dell'aminoacido cistina, che è composto da due molecole di cisteina legate tra loro da un ponte disolfuro, cioè composto da due atomi di zolfo. Tale aminoacido è molto più stabile della cisteina ed in grado di arrivare alle cellule, nel cui interno verrà trasformato in due molecole di cisteina con le quali potrà poi essere costruito il glutatione.
Gli atomi di zolfo dell'aminoacido cisteina sono responsabile dell'attività biologica del glutatione.
1 - Antiossidante: il glutatione è il principale antiossidante naturale presente all'interno delle nostre cellule.
Altri antiossidanti introdotti tramite la dieta come la vitamina C ed E dipendono dal glutatione per la loro funzione ed il loro riciclo all'interno della cellula. Il compito del glutatione è quello di eliminare i composti tossici presenti all'interno delle cellule e questo avviene riducendo il composto. Il campo della biologia dei radicali liberi sta germogliando e la lista delle malattie legate allo stress ossidativo è in rapido aumento.
2 - Disintossicante: il Glutatione è il metabolita chiave per le vie di detossificazione dipendenti dal citocromo P450 che è giornalmente messa alla prova non solo dall'assunzione di farmaci, ma anche da prodotti di inquinamento (tossine ambientali) come i metalli pesanti o più banalmente i prodotti di derivazione del fumo di sigaretta e derivati dalla combustione di carburante.
3 - Immunomodulatore: I linfociti, in particolare quelli appartenenti ai sottotipi T, hanno un'elevata domanda di glutatione per poter espletare regolarmente la loro attività e per replicarsi. La deplezione di glutatione durante un processo infiammatorio acuto o cronico o ad un infezione condurrà ad una risposta immunitaria meno efficace. Infatti l’accumulo di radicali liberi all’interno dei linfociti durante una risposta infiammatoria fa sì che questi siano meno efficaci.
Inoltre gioca un ruolo chiave nella moltiplicazione dei linfociti ed è quindi necessario per il corretto sviluppo di un'adeguata risposta immune. Possiamo quindi dire che il glutatione è necessario per mantenere la normale attività del sistema immunitario.
Inoltre il glutatione è in grado di mantenere attive alcune vitamine anch’esse dotate di attività antiossidante come la vitamina C e la vitamina E (NdR: contenuta principalmente nell'olio di germe di grano).
Gioca un ruolo cruciale nel normale bilancio tra lo stato ossidato e quello ridotto della cellula, cosa che permette l’adeguata regolazione di molte funzioni vitali della cellula come la sintesi e la riparazione del DNA, la sintesi delle proteine e l’attivazione e la regolazione degli enzimi.
I livelli di glutatione diminuiscono fisiologicamente con l’età. Il mantenimento di alti livelli di glutatione nell’anziano è correlato con uno stato di migliore salute sottolineando l’importanza di questa sostanza nel mantenimento di un organismo sano.
By Dott. Giorgio Castello – Tratto da: tiopoietine.info

Commento NdR: L'unico appunto a questo articolo e' che occorre precisare tutti coloro che hanno malattie degenerative, hanno ormai consolidato un sistema di ossido-riduzione alterato e specialmente i cancerosi, per cui non hanno piu' gli enzimi per le necessarie trasformazioni della cistina in cisteina, ecco perche' si deve introdurre la acetilcisteina.

http://www.mednat.org/cancro/glutatione.htm


il Glutatione (L-Glutatione), è un potente antiossidante prodotto dal nostro organismo, presente in tutte le cellule degli esseri viventi, ha la principale funzione di fungere da “donatore di elettroni” (negativi) nella reazione catalizzata dalla Glutatione Perossidasi; questa reazione svolge un ruolo fondamentale nell’eliminazione delle tossine ed in particolar modo dell’acqua ossigenata (perossido di idrogeno, carico di ioni+), estremamente tossica per le cellule e “sempre” presente nel caso di malattie di media gravità o gravi.

Attraverso il processo di coniugazione diretta, detossifica molti xenobiotici. Con il termine xenobiotico si definisce una sostanza chimica che è estranea al sistema biologico.

Ormai le fonti di metalli pensanti sono sempre di più: i farmaci, i vaccini, le cose che respiriamo nell’ambiente, gli agenti cancerogeni, gli insetticidi, l’alcol, le sostanze che vengono immesse in atmosfera dalle cosiddette “scie chimiche”, ma troviamo anche composti di origine naturale e composti che si originano per l’aggiunta di additivi chimici e cosa che molti non sanno, con la cottura di alcuni cibi.

Il glutatione ha la capacità di disintossicare fegato e sangue da metalli tossici, quali cadmio, piombo, mercurio, benzene e derivati, alluminio, clorati, nitrati e nitriti.

Il modo migliore per purificarsi dai metalli pesanti è integrare la nostra dieta con dell’ N-acetilcisteina (NAC), un comune integratore che si trova facilmente e che aiuta la produzione di Glutatione. Questa sostanza viene già prodotta nel nostro corpo, ma non abbastanza per sopportare il sempre maggior aumento di metalli pesanti che assorbiamo.

http://veki.club/glutatione-antiossidante-disintossicante/



CANTO HARMONICO E HARMONIA DELL’HABITAT



CANTO HARMONICO E HARMONIA DELL’HABITAT

Tutto l’universo

è un insieme di risonanze armoniche

derivanti da un unico suono,

un vero e proprio ologramma che si conforma

secondo i rapporti delle sue sovrarmoniche o sottoarmoniche,

ovvero secondo le relazioni

tra le energie sottili e le vibrazioni lente.

SANGLODEA, 2006






Il CANTO HARMONICO di cui ci occupiamo è un connubio fra la tradizione filosofica orientale, le metodologie sciamaniche di guarigione, la dottrina matematico-musicale di Pitagora, la medicina vibrazionale e le tecniche di emissione occidentali. Il nostro fine non consiste nel riscoprire la tradizione tibetana o quella difonica mongola, giacché la nostra non è un’operazione etnomusicologica. Infatti, le prerogative che sottendono il nostro modo di fare Canto Harmonico si basano sulle conoscenze scientifiche occidentali, il cui scopo è l’emissione naturale e senza alcuno sforzo di tutta la serie di suoni multipli di una frequenza base, ossia il suono fondamentale che di solito viene tenuto fisso.

Nel canto difonico, ad esempio, è necessario un abbassamento innaturale della laringe all’interno della faringe, che potrebbe causare, irritazioni, afonie e persino noduli alle corde vocali. Invece, la nostra è una tecnica di canto finalizzata alla guarigione e basata su vocalizzazioni libere. NON RICHIEDE ALCUNA CONOSCENZA MUSICALE, NÉ CAPACITÀ D’INTONAZIONE.

Il suono contiene in sé i rapporti harmonici universali che rigenerano i corpi eterici, che – a loro volta – informano di sé il corpo fisico. La disarmonia è pertanto il prodotto di uno squilibrio che riguarda i livelli sottili. La capacità informante del suono è ormai un dato di fatto provato anche dalla fisica sperimentale e, soprattutto, dalla medicina vibrazionale. È ormai assodato che la malattia fisica è la proiezione ortogonale di uno squilibrio energetico che ha investito i livelli vibrazionali superiori. La materia che costituisce il nostro organismo è una vibrazione più lenta, poiché nel nostro universo ogni cosa canta con una determinata frequenza.

Il Canto Harmonico rende auscultabili le Harmonie degli altri mondi. La voce è in risonanza con gli universi paralleli. Il canto è il simbolo di colui che ha compreso l’essenza vibratoria del Cosmo.

L’universo è pertanto una rete infinita di vortici sonori, di cui solo una minima parte viene interpretata in immagine coerente dai nostri cinque sensi e dal sistema vibratorio cerebrale. Tutto ciò che noi percepiamo è solo un simbolo tridimensionale di una molteplicità oscillante che contiene in sé qualsiasi sinfonia possibile.

Identica sfera generatrice, stessa trasmissione, ma una moltitudine infinita di risonanze, armoniche, suoni sommatori e differenziali, che cagionano l’estrema variabilità dei molti mondi. Solo la musica contiene in sé i parametri adeguati per una giusta lettura e comprensione di un Cosmo, paragonabile ad un’immensa cassa armonica, dove gli oggetti visibili e le loro microstrutture sono multipli o sottomultipli del Suono-Luce “originario”.

In tale prospettiva, l’arte dei suoni può essere considerata come un sistema organizzato di vibrazioni. Il tono singolo ne costituisce l’unità di misura. Quando una nota vibra, presenta delle frequenze concomitanti che le conferiscono il colore specifico. Nell’esempio seguente vi è una schematizzazione di tale fenomeno. Sulla sinistra si notano due note bianche o vuote al loro interno (Gegebener Tone). Queste sono i suoni fondamentali o di riferimento che si emettono durante il Canto Harmonico. Da essi si sprigiona spontaneamente la serie successiva (note nere), sia verso l’alto, sia verso il basso. Il fenomeno è analogo a quello della luce.

La luce bianca contiene - al suo interno - tutti gli altri colori. Detto diversamente, i vari colori, uniti insieme, costituiscono la luce bianca. Questa è quindi la Matrix di un mondo notevolmente più complesso. I sensi umani avvertono sempre la risultante di una manifestazione più ricca e diversificata. Siamo cellule di un organismo immenso che vedono solo altri elementi singoli e non l’intera struttura. Di un oceano percepiamo la superficie, ma non gli abissi (sottoarmoniche). Di una montagna osserviamo i costoni di roccia, ma non la sua costituzione atomica (sovramoniche).

In definitiva, la straordinaria varietà delle armoniche compone la nota singola. Le armoniche o suoni parziali costituiscono, pertanto, l’aspetto verticale dell’evento fonico. Le subarmoniche sono la metafora dell’immergersi dalla superficie di un oceano verso i suoi abissi. Viceversa, le sovrarmoniche rappresentano il simbolo dell’ascendere dalla base della montagna fino alle sue vette più elevate:


Vi è, però, anche una componente orizzontale dell’evento fonico, vale a dire la scala.

Si definisce scala in musica, una successione di suoni. Secondo la tradizione essi sono 7: do (1) – re (2) – mi (3) – fa (4) – sol (5) – la (6) – si (7), dopodiché si ripete la stessa concatenazione ma all’ottava superiore, ovvero alla frequenza doppia. Tali suoni furono riscoperti, in epoca moderna, dal Grande Iniziato Pitagora di Samo (2600 anni fa). Per realizzarla egli s’ispirò alle distanze fra i pianeti, ossia all’intervallo di quinta. Esso è così definito, poiché si genera collegando o saltando le note che nella scala distano cinque toni: do (1) – re (2) – mi (3) – fa (4) – sol (5).


Gli errori più comuni che si commettono nella didattica del Canto Harmonico è l’abbinamento automatico tra suoni, colori e chakra, poiché si dimentica che ognuno di noi nasce con un suono fondamentale e che questo suono varia da persona a persona. Esso si configura come l’individualità sonora di ogni essere vivente.

Il tono individuale costituisce la risonanza interiore della nostra matrice spirituale. Esso serve, come le impronte digitali o il timbro vocale, ad individuare l’identità energetica che muove noi tutti. Se noi accettassimo un siffatto modo di procedere uniformato, non potremmo più criticare la standardizzazione della medicina ufficiale che applica gli stessi farmaci a qualsiasi paziente, ben sapendo che un rimedio che funziona con uno può essere mortale con l’altro. Dunque è ora di smetterla di applicare sempre gli stessi abbinamenti fra do = rosso = chakra coccigeo. Ognuno di noi ha un suono di riferimento differente, dal quale iniziare le vocalizzazioni. Perciò l’aspetto più difficoltoso per un maestro è l’individuazione della frequenza personale dell’allievo. Ma prima ancora ci sono tre stadi preparatori, senza i quali nessun fine potrà essere raggiunto.

Innanzitutto la respirazione diaframmatica, poiché la società contemporanea con i suoi ritmi disumani ci sta sempre più portando alla inspirazione clavicolare o alta. Questo genera uno stress continuo, dal momento che è una respirazione che attuiamo nei momenti di paura e di attesa angosciosa. In secondo luogo bisogna individuare la giusta posizione laringea, ossia intermedia, equilibrata. Ma in un mondo di arrivismo sfrenato e pieno di rumori assordanti, l’urlo e la laringe “in bocca” è diventata la posizione normale di un affanno perenne. In terzo luogo c’è da riconquistare il giusto rilassamento mandibolare, premessa indispensabile per una emissione sana, naturale e ricostituente. Altrimenti tutto si riduce in una immane buffonata che può provocare soltanto dei danni, non solo all’apparato vocale, ma anche ai livelli energetici superiori.

Dopo aver ottenuto questi tre requisiti fondamentali, si inizierà la ricerca del PROPRIO SUONO PERSONALE che creerà effetti di benessere immediato. Infine ci sarà un’emissione di un OM generale che coinvolgerà l’intera assemblea, in nome del Principio Harmonico che può essere espresso in una frase: «se riarmonizzi te stesso puoi armonizzare tutto il resto e – inoltre – abbeverarti alla “Fonte Energetica Universale” e vagare nei vari universi paralleli».

Su tale argomento si innesteranno considerazioni di ordine esoterico, tendenti a creare una disposizione d’animo propizia per realizzare una emissione che risvegli i livelli di coscienza superiori. La medicina vibrazionale ha ormai sempre più dimostrato che la disarmonia dei corpi eterici si trasferisce a livello fisico. Lo squilibrio dell’organismo o Diskrasia è, pertanto, l’ultima fase di una mancanza di scambio vitale con l’infinita energia cosmica attraverso i Chakra. I “Vortici energetici” possono essere riattivati proprio mediante una buona emissione che riarmonizzi lo scompenso, la mancanza di comunicazione e la paura indotta da una società malvagia e violenta.
Per dare un’idea dei livelli energetici sonori, umani, astrali, coloristici e geodetici che muovono il nostro mondo, riportiamo i seguenti schemi. Essi si richiamano all’Harmonia nucleopolare e al Canto Harmonico su di essa basato, tendente ad individuare sempre un centro = RE = Chakra cardiaco = bianco, la cui frequenza naturale di partenza cambia a seconda del soggetto, lasciando invariati i rapporti:


↑4. La – Corpi eterei - Pleiadi – (giallo) – Babilonia celeste ↑ij


↑3. Sol – Coronale – Saturno – (verde) – Delfi Spirituale ↑ii


↑2. Fa – Ipofisi – Giove – (verde giallastro) – Mileto ↑i


↑1. Mi – Laringeo – Marte – (giallino) – Thera ↑E


↨0. RE – Cardiaco – SOLE – (BIANCO) – Creta ↨A


↓-1 Do – Plesso Solare–Venere – (lilla) – Tripoli ↓o


↓-2 Si – Epatico – Mercurio – (arancione) – Sidone ↓oe


↓-3 La – Sacro – Luna – (rosso) – Babilonia Terrestre ↓u


↓-4 Sol – Ab.zu (Abisso)–Nibiru–(viola) - Ofiuco Serpentario-Delfi Materiale ↓Ü


Nella cultura di natura o sciamanica, tutti gli esseri creati hanno un suono, quindi un nome, grazie al quale esistono. Fu la Frequenza di Sogno a generarli, dopodiché si ritirarono nelle loro dimore in Cielo ed in Terra, che ancora sono piene del potere ultrasonico.

Per le culture di natura, il canto e il sogno sono due facce della stessa medaglia: processo di creazione. La differenza è che il sogno rappresenta le grandi energie sottili, ovvero le frequenze acutissime da cui tutto è derivato per rallentamento vibrazionale nel nostro mondo fisico. Per tali tradizioni, pertanto, cantare è un atto sacro, che permette di risalire ai primordi della generazione, dai quali scaturirono tutte le forme visibili ed invisibili. È lo stregone tribale che, dopo anni di dure prove iniziatiche, è in grado di emettere – attraverso le vocalizzazioni – i suoni giusti che possono ricollegarsi a quelle energie sottili presenti nei luoghi sacri della Terra, siano essi indigeni, primitivi o arcaici. Chiamiamo queste energie linee di forza che si propagano dai centri oracolari (Creta, Delfi, Dodona, Memphis, Canopo ecc.) alla periferia del nostro pianeta. Il Mago-Musico segue tali linee di forza, riproducendo con la voce le frequenze che lo riagganciano agli ultrasuoni che le hanno generate. E questa è per l’Officiante il sogno archetipico che gli permette di ricostituire l’Harmonia con la natura, con gli uomini e con il Cosmo.


Nel culto sciamanico, le “Vie dei Canti” strutturano una interrelazione globale, che collega molti popoli, molte tribù e molti territori. Nella civiltà aborigena, si parla in tal senso di “Vie di Canto” che risuonano sia nella terra, sia nel cielo, ed anche nelle acque. Esse sono delle vere e proprie griglie geomagnetiche (oggi chiamate di Hartmann[1]) che l’officiante percepisce con la forza interiore della sua saggezza. Al riguardo, si predisponevano addirittura delle vere e proprie migrazioni che seguivano questi tracciati. Come nel caso dei Bardi-Celti, la serie di melodie può arrivare fino a 300, e ogni canto riguarda uno specifico luogo geografico e le azioni di uno spirito antenato.

Come nella mitologia nordica o boreale, la Madre Terra è la cassa di risonanza che custodisce i “Canti di Sogno”. L’abilità di auscultarli è propria dell’officiante-musicista, che è in grado di riprodurli ed insegnarli agli altri membri della comunità.

Ma nella società contemporanea i “Canti di Sogno” stanno per essere distrutti da un progetto di Controllo Globale, mediante l’emissione di onde VLF o ULF (Very low frequencies e Frequenze ultra basse). Perché mai?

Prima di esaminare questa ipotesi d’indagine è opportuno fare una digressione sulle ultime scoperte circa le onde emesse dal nostro cervello. Esse oscillano sensibilmente dalla fase di sonno profondo o condizione comatosa (circa 0,5-3 Hz chiamate onde delta, δ), alla trance, ipnosi e sogno (3-7 Hz, definite onde teta, θ).

Dalla nostra mente si sprigionano, d’altro canto, le onde alfa (α, 7-12 Hz) quando siamo nel dormiveglia (immediatamente dopo esserci svegliati) o in una condizione meditativa leggera, mentre s’inseriscono quelle beta (β, 13-33 Hz), allorché ci troviamo nello stato d’attenzione o siamo impegnati nella risoluzione di problemi e attività cognitive.

Infine vi sono le onde gamma (γ, 34-60 Hz). Queste sono preposte a collegare tempo e spazio a livello neuronale e ad interrelare, su più livelli di senso, la realtà in quanto interpretazione complessiva (memoria e coscienza).




[1] Si definisce Griglia di Ernest Hartmann un insieme di linee elettromagnetiche che percorrono, invisibili, l’intero nostro pianeta, secondo le due direzioni, stabilite dai quattro punti cardinali (Nord-Sud ed Est-Ovest). Incrociandosi in maniera perpendicolare l’una all’altra, generano una vera e propria Rete elettromagnetica, che influisce notevolmente sul nostro corpo e sulle sue funzioni biologiche, nonché sui cicli circadiani (appetito, sonno, sesso, euforia o depressione, benessere o malessere, forza o stanchezza...). Tali linee distano tra loro nel senso Nord-Sud (2 metri), e nel senso Est-Ovest 2 metri e mezzo. Esse stesse sono poi larghe 21 cm.







Siccome infiniti fili collegano tutto ciò che esiste, uno squilibrio del Campo geomagnetico e della ionosfera, nonché della Risonanza Schumann della Terra, che pulsa a 7,8 Hz, causerà ogni malattia, prima alla Madre Universale e poi ai nostri organismi. Al riguardo, circolano delle voci veramente allarmanti, segno di una stupidità che sta contagiando gran parte dei propugnatori di una Nuova Era. Non è affatto vero che la Frequenza Schumann si stia innalzando, come segno di una consapevolezza superiore che starebbe nascendo in seno alla Coscienza Universale. La stanno volutamente elevando per impedirci di sognare, di essere creativi, di assumere una conoscenza cosmica. Altro che “salto quantico”, che in realtà è un imprigionamento della mente e dello spirito umani nella dittatura globale che si sta preparando con l’ausilio delle armi frequenziali.

Ma qual è lo scopo di simile progetto “sociale”?

Il cervello e le sue molteplici aree sono stati ormai accuratamente studiati, mappati e correlati. Ognuna di esse è sensibile a specifiche frequenze che possono generare passività, oppure aggressività, creatività e così via. Alludiamo al Sistema HAARP (Programma di ricerca aurorale attiva ad alta frequenza con sede nella città di Gakona in Alaska), un vero e proprio piano di manipolazione mentale, per controllare il nostro modo di pensare. Esso è stato messo a punto dai poteri forti statunitensi, attraverso l’emissione nell’atmosfera di segnali sonori molto bassi (infrasuoni 0,9-10Hz), che vanno ad interferire con il flusso di onde analoghe irradiate dal cervello umano. Il fine è quello di disgregare i processi mentali umani, tramite impulsi di radiofrequenze su estese aree geografiche. L’affermazione del Direttore di ricerca della CIA non lascia alcun dubbio, circa i propositi occulti riguardanti il controllo mentale. Il fine è quello di generare un incantesimo continuo della Matrix apparente e costrittiva: “ogni pensiero umano, ogni emozione, ogni percezione e ogni bisogno potrebbero essere soggiogati, attraverso stimolazioni elettriche e frequenziali del cervello”.


Non dimentichiamo che dal punto di vista della Fisica Vibrazionale, tutti i processi biologici dipendono dalle interazioni dei campi elettromagnetici e gravitazionali. Tanto per intenderci, la sfera terrestre è una cavità echeggiante al pari di una cassa armonica, tipica degli strumenti musicali. Non a caso, il nostro pianeta canta una nota particolare, denominata Frequenza Schumann. Il prof. W. O. Schumann fu uno dei maggiori ricercatori delle fonti energetiche alternative e pulite, durante il periodo nazista. Era direttore di Fisica al Politecnico di Monaco di Baviera e contribuì a calcolare le frequenze di risonanza della cavità Terra-Ionosfera. Fissò tale onda stazionaria predominante a 7,83 Hz. Quando illustrò di fronte a Hitler il suo programma utopico per i motori antigravitazionali ad implosione, così si espresse nel discorso finale: “Ogni tecnologia basata sull’Esplosione o sulla Combustione deve considerarsi satanica. La prossima Era Nuova sarà l’Era di una nuova tecnologia positiva e sacra!”. Come nel caso di Nicola Tesla, Viktor Schauberger, Wilhelm Reich, Henri Coanda, la previsione di Schumann non si è purtroppo avverata, e l’inquinamento massiccio della Terra è oggi tragicamente attuale.

Nel 1952, la frequenza della Terra è stata perfettamente calcolata in 7,83 Hz, un infrasuono che si situa all’ottava inferiore della capacità uditiva dell’uomo. Pensate che qualsiasi attività umana organica e vitale (pensiero, pulsazione cardiaca, sentimento d’amore, immaginazione...) pulsa in risonanza con tale Suono Madre. La nostra stessa salute dipende dall’accordo con siffatto tono.


Secondo il principio teurgico dei Popoli di natura, possiamo con i “Canti di Sogno” pulire non solo i nostri livelli energetici, ma anche quelli della Terra e del Cosmo, per ristabilire un perfetto accordo con i vari livelli sottili.

Il Canto Harmonico pone in perfetta risonanza l’onda acustica cardiaca con la R. S. a 7,83 Hz. Fare all’amore con Amore vuol dire emettere una serie coerente di Campi Harmonikali, la cui oscillazione di riferimento si aggira - di nuovo - intorno ai 7,8 Hz. Essere “sfasati” rispetto al Campo Vibrazionale della Madre Terra significa porre le basi della malattia. Viceversa, la guarigione interviene quando lo sciamano o il terapeuta ristabiliscono, nell’energia sottile del paziente, un’attività cerebrale che ritorna nella condizione fondamentale (7,8 Hz), ossia negli stati mentali alfa-teta. Non a caso, gli scienziati della NASA hanno inserito, nelle navi spaziali, dei generatori di campi magnetici che pulsano a 7,8 Hz. Soltanto così, gli astronauti non manifestano più vistosi squilibri psico-fisici, determinati – nello spazio – dall’assenza della sfera energetica, presente nel nostro pianeta. Anche siti sacri, come Stonhenge, Montségur, Karnak, Tibet e Piana di Giza sono degli amplificatori delle forze geomagnetiche (ley lines) che creano Harmonia in noi e attraverso le quali, con canti sacri e teurgici, possiamo ristabilire la salute, altamente compromessa, della Madre Universale e del suo sistema vibrazionale.

Possiamo immaginarci l’Universo come una Grande Arpa, in cui sono contenute tutte le note possibili di ogni dimensione. La materia è vibrazione fonica. Tutto ciò che esiste nel cosmo suona, e gli esseri viventi, presenti sulla Terra, emettono delle vibrazioni particolari, calcolabili ed osservabili. Perciò, nell’Egitto arcaico, quello che è poi sparito attraverso lo Star-Gate (Tunnel del Tempo) dei Programmi futuri, la principale divinità Iside, sposa di Osiride, era la “Signora del Sistro”, mentre Apollo possedeva la Lira a Sette corde (giorni) ed Orfeo muoveva ogni cosa o ammansiva le fiere col suo canto e la cetra.

Esiste oggi, nel campo della fisica della materia, la teoria eretica delle Supercorde, che presuppone un superspazio ad undici dimensioni. In alto, ossia nel Senza Forma, nel Senza Vento e nel Senza Tempo, vi è il Corpo Igneo, la fucina della materia incandescente, dalla quale si sprigionano i neutrini e tutte le microparticelle che, dal passato e dal futuro, conformano l’Universo visibile ed udibile: lo Spazio-Tempo.

La Matrix dell’uomo materiale e del pianeta Terra, oltretutto, è uno dei tanti infiniti mondi. Pensare che esso sia il solo esistente, sarebbe come immaginare che in musica ci sia un unico accordo, un solo compositore, un solo strumento. Nulla di più falso! Ma la fisica e la scienza ufficiale, finalizzate al plagio mentale, affermano proprio questo: il 5% del visibile e decodificabile con apparecchiature ad una sola banda di frequenze è l’unica dimensione possibile. Questo è un vero e proprio monoteismo scientista, ormai superato anche nel campo delle religioni.

Siamo immersi in un campo oscillatorio infinito come le innumerabili harmoniche musicali che si sprigionano da un unico suono di base. Di questo campo noi percepiamo solo le onde a noi più vicine. L’immensa sinfonia cosmica c’invia illimitati messaggi acustici, di cui noi ascoltiamo solo alcuni, filtrati dall’antenna ricettiva del nostro pianeta, sintonizzata solo su alcune frequenze. La realtà vera è che noi viviamo in un sogno, proprio come quando dormiamo, e ciò che chiamiamo memoria è la nostra capacità di ricordare i sogni che facciamo. Il drammaturgo spagnolo Calderon de La Barca affermava che solo quando dormiamo, ci rendiamo conto che di giorno non facciamo altro che sognare.


La nostra capacità creativa, sviluppata dal Canto Harmonico, ci farà sintonizzare su frequenze spirituali, smascherando senza più alcuna paura o tabù le illusioni olografiche tridimensionali della nostra fisicità, che ci induce a credere che solo ciò che è materico, che si vede, si tocca, si annusa, si gusta e si ode debba essere vero o reale. Esistono infiniti mondi di cui l’unità carbonio non sospetta neppure l’esistenza e li scoprirà una volta che sarà in grado di sintonizzarsi su altre frequenze che superano di gran lunga quelle quotidiane, fatte di “campi sterminati ove le persone non nascono, vengono coltivate”.

Se tutto, nel mondo visibile ed invisibile, è vibrazione, bisogna pertanto ragionare in termini di oscillazioni e di campi di interferenza che creano ogni cosmo risuonante a molteplici livelli. Perciò nella musica sono contenuti i principi della vita, della guarigione e dell’Harmonia, della fisica moderna e, pertanto, della fisica quantistica. Tutto nell’universo vibra. Ogni campo organizzato e gli elementi che lo compongono sono in uno stato di movimento continuo, ossia in uno stato di vibrazione e ciò che noi percepiamo scaturisce dalle interferenze tra le frequenze più veloci e quelle più lente. Di queste interferenze, noi abbiamo una impressione riflessa, una sorta di risultante fonica totale di micro e macro oscillazioni, che strutturano l’universo olografico, ovvero una totalità di eventi, di cui le apparecchiature scientifiche, finalizzate alla misurazione delle quantità fisiche, rilevano solo lo specchio d’acqua di un abisso infinito.

Noi non siamo solo ciò che mangiamo, noi siamo le medicine che ingeriamo e soprattutto ciò che pensiamo e cantiamo: la realtà esiste proprio a causa dei nostri pensieri che la creano. Siamo stati programmati e costruiti per percepire soltanto alcune frequenze vibratorie le quali generano una visione del mondo che, poi, cerchiamo di imporre anche agli altri. L’ipnotismo di massa che attanaglia la società contemporanea corrisponde appieno ai programmi schiavistici dei Nuovi Padroni del Mondo visibile. Perciò le idee rivoluzionarie non devono mai emergere e, appena tentano di forare il muro di omertà, sono perseguitate, screditate e sbattute in galera. Per distruggere la Matrix apparente bisogna liberarsi dal pensiero squilibrato e dalle sue immagini irreali prodotte dalla paura. Ma ciò significa risintonizzarsi sul principio harmonico del Cosmo, sulla sua concordanza sonora e sull’accordo dell’Universo. Se vibreremo con questi pensieri cambieremo la nostra spirale del tempo, al pari di un’onda sonora harmonica che colpisce l’acqua e la organizza in cristalli meravigliosamente belli. Le dissonanze, invece, generano cristalli informi e caotici. Se saremo in grado di mutare i nostri modelli di onde cerebrali e spirituali e ci sintonizzeremo sull’Unità, sull’Àmor o Forza Elettrodebole, cambieremo noi stessi e la “nostra realtà”.




 http://alessiodibenedetto.jimdo.com/canto-harmonico/

PER SAPERNE DI PIÙ

ALESSIO DI BENEDETTO

dibenedettoalessio@gmail.com

www.alessiodibenedetto.it

http://alessiodibenedetto.jimdo.com



-- I Numeri della Musica e la formula del Cosmo, ECIG, Genova, 2003.

-- L’Amore come Via della Conoscenza – Tristano e Isolda, Macroedizioni, 2006.

-- Musica ad Figuram – Corrispondenze fra 264 suoni e 264 colori, 2000.

-- CD ROM: SCRIABIN: Musica e Teosofia (Blavatsky), Suoni e Colori, 1997.

giovedì 23 ottobre 2014

HAARP e MUOS producono Anestesia Elettromagnetica: CONTROLLO MENTALE


HAARP e MUOS producono Anestesia Elettromagnetica: CONTROLLO MENTALE

Lo sapevate che, da quando è stato creato l’HAARP, l’umanità è sotto ipnosi? Lo sapevate che l’HAARP produce, nel nostro cervello, quella che viene chiamata “Anestesia Elettromagnetica”? Sarebbe il risultato di questa sofisticata tecnologia che la stragrande maggioranza delle persone non conosce assolutamente.




E’ un fatto che porzioni o segmenti del cervello dell’essere umano, in particolare l’emisfero destro, l’ipotalamo e i lobi prefrontali, sono letteralmente anestetizzati o manipolati dalle onde a frequenza estremamente bassa (ELF), da tecnologie a radiofrequenza come l’HAARP e da vari agenti chimici, come i vaccini, il fluoro e le scie chimiche.

L’HAARP è un’arma segreta che utilizza la tecnologia elettromagnetica a radiofrequenza, che non serve solo a provocare tempeste, uragani e terremoti, ma modifica anche le nostre onde cerebrali.

Fondamentalmente, è un sistema che modula la frequenza delle onde cerebrali di ogni individuo conducendolo in uno stato di ipnosi in cui è possibile ricevere, da parte dell’essere umano, ordini diretti al cervello.




Il MUOS di Niscemi, Sicilia – ITALIA

A tal fine, le antenne dell’HAARP, e quelle del MUOS di Niscemi in Sicilia, emettono onde con una frequenza estremamente bassa (onde ELF), che vanno da 1 a 20 Hz (fuori dal campo della percezione umana uditiva) e che, come Tesla aveva teorizzato, rimbalzano sulla ionosfera e tornando di nuovo a terra, producono cambiamenti climatici significativi o eventi sismici.

L’HAARP è una tecnologia ultra-secret sviluppata, un secolo fa, da Nikola Tesla, poi rubata e successivamente, segretamente sviluppata dalla società scientifica segreta in tutto il mondo, fin dai primi anni ’60.




M. Persinger

In origine, questa tecnologia era parte del progetto di Tesla che aveva come obbiettivo la produzione e condivisione di energia libera in tutto il mondo, ma fu rubata dal governo d’élite segreto sionista, oltre che per mantenere l’umanità schiava del petrolio, sopratutto per utilizzarla come arma climatica e per il controllo mentale.

La sua applicazione, come arma di controllo mentale, è legata alle ricerche fatte da psicologi e neuroscienziati psicobiologi come quella dello psicologo e neuroscienziato Michael Persinger, che ha studiato gli effetti delle radiazioni elettromagnetiche sul cervello per il Pentagono, la Marina e la NASA.

Persinger ha perfezionato il metodo per sperimentare le esperienze soggettive, attraverso l’uso di caschi da motociclista connessi alla realtà virtuale, inviando onde elettromagnetiche verso la fronte del cervello umano.

Ha studiato il metodo per “l’accesso diretto al cervello per induzione elettromagnetica attraverso algoritmi fondamentali; …un processo legato alla temperatura del cervello per permettere l’adattamento verso tutti i cervelli umani normali colpiti da una frequenza sub-armonica la cui variazione, a partire da 10 Hz, sarebbe solo di 0,1 Hz”. Questa piccola variazione permetterebbe la selezione delle menti tra individui diversi e colpire un cervello in particolare tra milioni.

Se questo non fosse abbastanza, l’esperimento va oltre: la coscienza di un individuo, la sua memoria e la consapevolezza di sé, possono essere modificate dalle onde elettromagnetiche, in particolare la personalità, che può essere completamente rimodellata, in quanto, ogni stato mentale può essere generato artificialmente da una fonte esterna.

Ciò che viene fatto con l’Haarp, e con il MUOS, è la produzione di inserti olografici utilizzati per millenni dagli invasori alieni e dagli Illuminati; messaggi che tramite le antenne vengono inviati direttamente nell’ipotalamo del nostro cervello.

Questa tecnologia è reale ed esiste già e viene utilizzata globalmente attraverso meccanismi simili a quelli usati dalla radio e dal sistema di telecomunicazioni mezzi con cui, l’umanità, può essere controllata elettromagneticamente quando, per esempio, osserva o ascolta canali televisivi, radio, telefoni cellulari o altri mezzi tecnologici.

La vita sulla Terra può essere divisa in “prima e dopo la creazione dell’HAARP”.

Ciò che fa questa tecnologia, raggiungendo le onde cerebrali, è abbassare la frequenza del cervello, gettando la popolazione umana in un stato di ipnosi profonda.

Le antenne situate in Alaska, e ora anche in Italia con il MUOS, sono la manifestazione visibile dei risultati nascosti della società scientifica segreta del mondo.

Questi risultati non sono, ovviamente, comunicati al genere umano intero, infatti, non una parola è stata detta dai media in proposito.

Quei pochi dati che vengono resi pubblici, servono a mentire spudoratamente sul presunto obiettivo scientifico di questa tecnologia, cioé, “studiare la ionosfera” o come arma di “difesa missilistica”.




Questo chip, realizzato nei primi anni 2000 da una società chiamata VeriChip, memorizza le informazioni mediche personali.

Inoltre se decideste di farvi impiantare un microchip, dovreste sapere che ciò renderà ancora più facile l’azione dell’HAARP e del MUOS, infatti un microchip, oltre ad essere in grado di inviare un segnale, può anche riceverlo, con tutto quello che ne potrebbe conseguire: la morte della vostra volontà, tanto per dirne una.

MUSE: Uprising – traduzione italiana VIDEO


Il tour dei MUSE – HAARP


HAARP, Scie Chimiche, Controllo Mentale

http://luniversovibra.altervista.org/haarp-e-muos-producono-anestesia-elettromagnetica-controllo-mentale/


Ecco che cosa c’è dopo la morte: La tesi choc del terzo scienziato al mondo


La teoria di un famosissimo scienziato prova a spiegare come la vita va avanti per sempre. Tramite la nostra coscienza. Vi è un libro dal titolo abbastanza complesso: “Biocentrism: How Life and Consciousness Are the Keys to Understanding the Nature of the Universe” che sta avendo un notevole successo su Internet. Il concetto di fondo prova a spiegare come la vita non finisce quando il nostro corpo muore, ma invece può andare avanti per sempre. Tramite la nostra coscienza. L’autore di questa pubblicazione, il dottor Robert Lanza, è stato votato come il terzo miglior scienziato in vita dal New York Times, stando a quanto riportato su Spirit Science and Metaphysics. Lanza, esperto in medicina rigenerativa e direttore del Advanced Cell Technology Company negli Stati Uniti, è anche conosciuto per la sua approfondita ricerca sulle cellule staminali e per l’aver clonato diverse specie di animali in via d’estinzione. Ma da un po’ di tempo ha deciso di dedicarsi anche alla fisica, meccanica quantistica e astrofisica. Questa miscela esplosiva di conoscenze ha dato vita ad una sua nuova teoria, quella del biocentrismo.
Essa insegna che la vita e la coscienza sono fondamentali per l’universo e praticamente è la coscienza stessa che crea l’universo materiale in cui viviamo e non il contrario. Prendendo la struttura dell’universo, le sue leggi, forze e costanti, queste sembrano essere ottimizzate per la vita, il che implica che l’intelligenza esisteva prima alla materia. Lanza sostiene inoltre che spazio e tempo non siano oggetti o cose, ma piuttosto strumenti della nostra comprensione: “portiamo lo spazio e il tempo in giro con noi, come le tartarughe con i propri gusci”. Nel senso che quando il guscio si stacca (spazio e tempo), noi esistiamo ancora. La teoria implica che la morte della coscienza semplicemente non esista. Esiste solo sotto forma di pensiero, perché le persone si identificano con il loro corpo credendo che questo prima o poi morirà e che la coscienza a sua volta scomparirà. Se il corpo genera coscienza, allora questa muore quando il corpo muore, ma se invece il corpo la riceve nello stesso modo in cui un decoder riceve dei segnali satellitari, allora questo vuol dire non finirà con la morte fisica. In realtà, la coscienza esiste al di fuori dei vincoli di tempo e spazio. È in grado di essere ovunque: nel corpo umano e fuori da esso. Lanza ritiene inoltre che universi multipli possano esistere simultaneamente. In un universo, il corpo può essere morto mentre in un altro può continuare ad esistere, assorbendo la coscienza che migra in questo universo. Ciò significa che una persona morta, durante il viaggio attraverso un tunnel non finisce all’inferno o in paradiso, ma in un mondo simile, a lui o a lei, una volta abitato, ma questa volta vivo. E così via, all’infinito. Senza ricorrere a ideologie religiose lo scienziato cerca quindi di spiegare la coscienza quantistica con esperienze precedenti alla morte, proiezione astrale, esperienze fuori del corpo e anche reincarnazione. Secondo la sua teoria, l’energia della coscienza a un certo punto viene riciclata in un corpo diverso e nel frattempo esiste al di fuori del corpo fisico ad un altro livello di realtà e forse, anche, in un altro universo.
Fonte: wallstreetitalia.com
Tratto da EcPlanet

 http://www.retenews24.it/rtn24/archivio/ce-dopo-morte-tesi-choc-scienziato-mondo/

sabato 18 ottobre 2014

Occhio che tutto vede nel film SABOTAGGIO(SABOTAGE) DI SCHWARZENEGGER


Occhio che tutto vede nel film SABOTAGGIO(SABOTAGE) DI SCHWARZENEGGER


Ho notato questo,l'occhio che tutto vede nel nuovo film (Sabotage) interpretato da Arnold Schwarzenegger. Questo simbolo è presente sulla parete della stanza di addestramento a circa 25 minuti di filmato.


sabotage-eye2sabotage-eye1



 


                         SABOTAGE - Official Trailer (2014) [HD] Arnold Schwarzenegger

venerdì 17 ottobre 2014

L'ACQUA IL PRINCIPIO DI TUTTE LE COSE.LE LEGGI DI PLATONE.




                         Foto web:http://cdn-2.vivalascuola.it/o/j/principali-tematiche-della-filosofia-platonica_b99e3201bd2a5d74dcb9adbe5bf76918.jpg


«l’acqua si inquina facilmente; perciò è necessario proteggerla per legge. E la legge deve punire chiunque corrompa l’acqua sapendo di farlo, condannandolo a pagare un’ammenda e a ripulire l’acqua a proprie spese».


L'acqua è assai indicata per nutrire gli orti, ma si inquina facilmente: né la terra, né il sole, né i venti, che con l'acqua concorrono al nutrimento dei vegetali che crescono dalla terra, si possono facilmente inquinare con i veleni, o deviare, o rubare, mentre per quanto riguarda la natura dell'acqua, è possibile che avvenga tutto questo; ecco perché essa ha bisogno dell'aiuto della legge. Questa sia dunque la legge sull'acqua: se uno inquina volontariamente con veleni l'acqua di un altro, sia di fonte o anche raccolta, o con scavi la devia e la ruba, il danneggiato lo denunci agli astinomi, mettendo per iscritto la stima del danno. E se quel tale risulti colpevole di aver danneggiato con dei veleni, oltre alla multa purifichi la fonte o la riserva d'acqua, a seconda delle modalità indicate dalle norme degli interpreti delle leggi secondo le quali deve ogni volta avvenire la purificazione per ciascuno.

Platone,Le Leggi

http://www.ousia.it/content/Sezioni/Testi/testi.html


L'ACQUA E' IL PRINCIPIO DI TUTTE LE COSE

Cosmologia:

Talete: dall'acqua la vita

"L'acqua è il principio di tutte le cose; le piante e gli animali non sono che acqua condensata e in acqua si risolveranno dopo la morte".

Per Talete la Terra ha la forma di un disco ondulato che galleggia sul fiume Oceano. L'acqua è l’ARCHE’, l'elemento primordiale, origine di tutte le cose: senza acqua risulta impossibile la vita; essa esiste in tre forme che sono trasformazioni dello stesso elemento (solido, liquido ed areiforme). Tutto è fatto di acqua e tutto fa ritorno all’acqua.

Da quando, nel VI secolo a.C., Talete ha dato inizio, in Grecia, alla scienza ed alla filosofia occidentali, l’acqua è stata accettata per quasi duemila anni quale elemento base dell’universo.



Anassimandro: dall'Apeiron indefinito l'origine



"All'inizio c'era il caos... I venti delle tempeste formarono un enorme vortice nel quale le parti pesanti restarono al centro, mentre quelle più leggere furono spinte tutte intorno. La terra e l'acqua rimasero così al centro ed il fuoco intorno. Il fuoco fece evaporare molta acqua ed il vapore diventò aria. L'aria, premendo contro il fuoco, lo sollevò e lo spazio fra la terra ed il fuoco divenne cielo... Intanto la terra, che prima era mescolata all'acqua, seccò e apparvero le pianure e le montagne, mentre nelle conche profonde si raccolse l'acqua rimasta e si formarono i mari. La terra prese la forma di una ruota. Nelle calde acque dei mari comparvero le prime forme di vita. In seguito alcuni di questi animali incominciarono a vivere fuori dall'acqua e da essi derivarono tutti gli animali terrestri. "

Anassimandro assume, come principio generatore del tutto, una sostanza indefinita detta APEIRON. Per lui i mondi sono infiniti ed è eterno il loro moto, che genera e distrugge continuamente la materia.



Anassimene: dall'aria l'acqua; dall'acqua la materia

La cosmologia di Anassimene si fonda sull'aria, che è la sostanza primordiale da cui, per condensazione, ha avuto origine l'acqua, che ha generato la materia.

La Terra, una tavola piatta in mezzo al mare di acqua, ha dato origine a tutti i corpi celesti. L'aria circonda il mondo e ne permette la vita.



Pitagora: il numero come principio del cosmo

La filosofia del numero sta nel mezzo tra l’acqua e l’aria: il numero è la sostanza delle cose, perché la loro natura, come quella quindi del mondo, consiste in un ordinamento geometrico esprimibile in numeri.

La cosmologia di Pitagora si basa su quattro elementi fondamentali, fuoco, aria, terra ed acqua, dai quali ha avuto origine l'universo: al centro dell’universo è posto un fuoco, principio di vita e di animazione cosmica, intorno al quale ruotano la terra, la luna, i pianeti, il sole ed il cielo delle stelle fisse.



Eraclito: la lotta come continua creatrice di vita


"ciò che è oggi

non è quello che era ieri

né quello che sarà domani"

Il fuoco è l’agente trasformatore primordiale da cui si genera l'acqua. Da quest'ultima nasce la terra e di nuovo, in un eterno ciclo, si ha la trasformazione in fuoco: tutto è precario perché è un continuo fluire in un moto perenne ed universale. Non esiste l'essere; l'unione esiste, ma viene generata dalla congiunzione dei contrari; l'universo non ha mai avuto origine, è sempre stato e sempre sarà; Dio, diverso dagli dei, rappresenta la giustizia cosmica.



Platone

La cosmologia di Platone si basa sui quattro elementi primari: acqua, fuoco, aria e terra; il motore dell'universo è l'anima; gli infiniti sono due. Platone attribuì all’acqua la forma ideale dell’icosaedro.



Aristotele

Sotto la sfera lunare c'è una zona occupata da aria, fuoco, acqua, terra. Esiste un quinto elemento, che entra nella composizione dei corpi celesti. Le stelle sono sferiche, eterne e divine; la luce ed il calore che arriva sulla Terra sono dovuti all'attrito tra le stelle e l'aria; la Luna è sferica e fissa sulla sua sfera e mostra sempre la stessa faccia alla Terra perché la sua sfera ha questa proprietà.



Empedocle: un alterno processo di unioni e disunioni

Solo nel diciottesimo secolo si è provato che il fuoco non può essere definito una «sostanza» e che nessuno degli «elementi» di Empedocle è elementare.

La cosmologia di Empedocle si basa su quattro elementi fondamentali: aria, fuoco, acqua e terra, e su due forze antitetiche: amore e discordia. Da essi è composto tutto quello che è presente in natura e con essi si spiega tutto quello che avviene in natura. Il loro mutamento è perenne e continuo.


http://www.ips.it/scuola/concorso_99/acque/tesi.htm