lunedì 21 aprile 2014

LE ORIGINI BABILONESI DI PASQUA(EASTER-ISHTAR)





Le origini babilonesi di Pasqua (Easter – Ishtar)

Easter è un giorno che viene celebrato da quasi tutta la Cristianità contemporanea e, in esso, si celebra la resurrezione di Gesù Cristo.

La festa spesso comporta una funzione religiosa della chiesa allo spuntar del sole, una festività che comprende un “prosciutto di Pasqua”, uova decorate e racconti sui conigli.

Quelli che amano la verità imparano a fare domande, e molte domande devono essere poste circa la festività di Pasqua.

E’ davvero il giorno quando Gesù risorse dalla morte? Da dove vengono tutte queste strane tradizioni?

La prima cosa che dobbiamo capire è che quelli che si professavano Cristiani non erano i soli che celebravano una festività chiamata “Easter”.

“Ishtar”, che viene pronunciato “Easter” era un giorno che commemorava la resurrezione di uno dei loro dei che loro chiamavano “Tammuz”, che si riteneva essere il solo Figlio Unigenito della luna-dea e del sole-dio.



Nimrod

A quel tempo, c’era un uomo chiamato Nimrod, che era il nipote di uno dei figli di Noè chiamato Ham.

Ham ha avuto un figlio di nome Cush che ha sposato una donna che si chiamava Semiramis. Cush e Semiramis hanno poi avuto un figlio chiamato anche lui “Nimrod”.

Dopo la morte di suo padre, Nimrod sposò la sua stessa madre e divenne un potente re.

La Bibbia racconta di questo uomo, Nimrod, nella Genesi 10:8-10 come segue: “E Cush generò Nimrod: lui iniziò ad essere uno dei potenti della terra. Era un potente cacciatore prima del Signore: per quel motivo è stato chiamato anche Nimrod il potente cacciatore prima del Signore. E l’inizio del suo regno era Babilonia, e Erech (http://en.wikipedia.org/wiki/Erech), e Accad (http://en.wikipedia.org/wiki/Accad), e Calneh (http://en.wikipedia.org/wiki/Calneh), nella terra di Shinar (http://en.wikipedia.org/wiki/Shinar).

Nimrod divenne un dio-uomo per il popolo e Seminaris, sua moglie e madre, divenne la potente Regina dell’antica Babilonia.

Nimrod fu infine ucciso da un nemico, e il suo corpo fu tagliato a pezzi e spedito in zone diverse del suo regno.

Semiramis ha riunito tutte le sue parti, eccetto una che non fu possibile trovare.

Quella parte persa era il suo organo riproduttivo.

Semiramis affermava che Nimrod non poteva tornare in vita senza di esso e disse al popolo di Babilonia che Nimrod era salito verso il sole ed ora doveva essere chiamato “Baal”, il dio sole.

La Regina Semiramis aveva annunciato che Baal sarebbe stato presente sulla terra sotto forma di fiamma, di candela o di lampada, quando usato nell’adorazione.

Semiramis stava creando un culto religioso, e con l’aiuto di Satana (ok?), si autoproclamò come una dea.

Semiramis dichiarò che lei era stata concepita in modo immacolato.

Lei insegnò che la luna era una dea che compiva un ciclo di 28 giorni e ovulava quando era piena.

Inoltre, dichiarò di essere scesa dalla luna all’interno di un uovo gigante di luna che cadde nel fiume Eufrate.

Questo era accaduto nel momento della prima luna piena dopo l’equinozio di primavera.

Semiramis divenne nota come “Ishtar” che viene pronunciato “Easter”, e il suo uovo di luna divenne noto come “l’uovo di Ishtar”.

Presto, Ishtar rimase incinta e dichiarò che i raggi del sole-dio Baal sono stati la causa del suo concepimento.

Il figlio che nacque fu chiamato Tammuz.



Tammuz

Tammuz era noto per essere particolarmente legato ai conigli, e questi divennero sacri nell’antica religione, perché si credeva che Tammuz fosse il figlio del sole-dio Baal. Tammuz, come il suo supposto padre, divenne un cacciatore.



Venne il giorno in cui Tammuz fu ucciso da un maiale selvaggio.



La Regina Ishtar disse al popolo che Tammuz, ora, era salito verso suo padre, Baal, e che loro due sarebbero stati con i fedeli nella sacra candela o lampada o fiamma come Padre, Figlio e Spirito.



Ishtar, che ora era venerata come la “Madre di Dio e Regina del Cielo”, continuò a costruire il suo culto religioso.

La regina disse ai fedeli che Tammuz era stato ucciso da un maiale selvaggio, che parte del suo sangue era caduto su di un pezzo di tronco di un albero sempreverde, e che il pezzo di tronco era diventato un nuovo albero durante la notte. Questo fece sì che l’albero sempreverde divenne anch’esso sacro, per via del sangue di Tammuz.

Dichiarò inoltre che ogni anno si doveva osservare un periodo di 40 giorni di dolore che precedeva l’anniversario della morte di Tammuz.

In questo periodo, non doveva essere mangiata carne.

I fedeli dovevano meditare sui sacri misteri di Baal e Tammuz, e dovevano fare il segno della “T” sui loro cuori come loro adoratori.

Inoltre, dovevano mangiare pane sacro con incisa una “T” o con la croce in cima.



Ogni anno, la prima domenica dopo la prima luna piena che seguiva l’equinozio di primavera, veniva fatta una celebrazione.



Era la domenica di Ishtar e veniva festeggiata con conigli e uova.

Inoltre, Ishtar proclamò che, tenuto conto che Tammuz era stato ucciso da un maiale, un maiale doveva essere mangiato in quella Domenica.

Ormai, i lettori di questo racconto dovrebbero aver fatto la connessione con il fatto che il paganesimo ha infiltrato le chiese “Cristiane” contemporanee e, inoltre, gli studi indicano che questo paganesimo arrivò per mezzo del Sistema Romano Cattolico.

La verità è che Easter non ha niente a che fare con la resurrezione di Gesù Cristo.

Sappiamo anche che Easter può essere distante al massimo 3 settimane dalla Passover (Pasqua ebraica - http://en.wikipedia.org/wiki/Passover), perché la festa pagana è sempre fissata alla prima Domenica dopo la prima luna piena che segue l’equinozio di primavera.

Qualcuno si è sorpreso sul perché la parola “Easter” si trova nella Bibbia di Re Giacomo.

E’ perché gli Atti, al capitolo 12, raccontano che fu il cattivo Re Erode che aveva pianificato di celebrare Easter, e non i Cristiani.

La vera Pasqua ebraica e l’Easter pagana qualche volta coincidono, ma in certi anni, sono separate da grande distanza.

Sappiamo che la Bibbia dice in Giovanni 4:24 “Dio è uno Spirito: e loro che lo adorano devono adorarlo in spirito e in verità”.

La verità è che 40 giorni di Quaresima, uova, conigli, di pani caldi con la croce e il prosciutto di Pasqua sono tutti collegati con l’antica religione pagana (http://en.wikipedia.org/wiki/Mystery,_Babylon_the_Great,_The_Mother_of_Harlots_and_Abominations_of_the_Earth). Queste sono tutte attività anticristo! (ok?)

Satana è uno specialista ingannatore, e ha riempito con l’idolatria le vite di ben-pensanti e di Cristiani professanti.

Queste cose portano la collera di Dio sui figli della disobbedienza, che tentano di far passare le tradizioni pagane di venerazione di Baal come Cristiane.

Queste tradizioni di Pasqua onorano Baal ed è ancora venerato come il “Sole Nascente” e la sua casa è la “Casa del Sole Nascente”:

Quante chiese hanno “funzioni religiose allo spuntar del sole” nel giorno di Ishtar e guardano il sole nascente a Est?

Quanti sono abituati a colorare uova e raccontare storie di conigli, come facevano nell’antica Babilonia?

Fonte: http://redicecreations.com/article.php?id=10398



Traduzione: Nadia Baldi

1 commento:

  1. BENE, QUESTA E' LA PASQUA PAGANA....

    MA COME E QUANDO SI FESTEGGIA LA VERA PASQUA?

    http://www.assembleadiyahushua.it/come-e-quando-si-festeggia-la-vera-pasqua/#axzz4XwSPEO7o

    RispondiElimina