giovedì 2 gennaio 2014

Nel 1850 la Svizzera era il banco di prova dei Gesuiti per la creazione dell’odierna America

Nel 1850 la Svizzera era il banco di prova dei Gesuiti per la creazione dell’odierna America

25 dicembre 2013 alle ore 21.04

Prima che i Gesuiti invadessero ogni Nazione e la distruggessero dall’interno, avevano fatto le prove dei loro intrighi, esercitandosi spesso sui paesi più piccoli e la loro popolazione di We The People (http://it.wikipedia.org/wiki/Costituzione_degli_Stati_Uniti_d%27America#Preambolo), modificando le loro tattiche quando necessario, affinandole nel corso degli anni. Spesso, i Gesuiti, impiegavano 10 o più anni, qualche volta 50, per ottenere il risultato desiderato.

I Gesuiti avevano pianificato il controllo totale dell’America dopo che i loro predecessori avevano inviato “missionari” sulle coste americane nel 1490 e nei primi del 1500, più di un centinaio d’anni dopo gli esploratori cinesi che per primi scoprirono l’America (prima il Messico, poi l’America), nel 1400, come documentato dagli esploratori buddisti cinesi.
Questi intrepidi exploratori dell’America avevano poi riferito a Roma delle ricche terre recentemente scoperte, risorse minerali, popolazione controllabile di gente ignorante e malleabile, la promessa di immense ricchezze su tutti i livelli. In seguito, Roma iniziò la pianificazione dell’invasione, la lenta presa di potere e il controllo finale del Nuovo Mondo.

Prima che i Gesuiti invadessero l’America e portassero a compimento il loro piano pluridecennale, avevano bisogno di un terreno di prova sul quale testare le varie fasi del loro piano. In tutte le altre nazioni del mondo erano già stati aboliti, i diritti di ogni paese del We The People erano stati sottomessi al tal punto da prenderli per fame. In breve, ogni popolazione delle nazioni era stata annientata, quindi, sarebbe stato inutile sperimentare, lasciando perdere l'idea di provare a soggiogare soggetti disponibili sotto l’ombrello di falsa libertà e autonomia dei Gesuiti.
I Gesuiti avevano bisogno di popolazione “fresca”, di soggetti disponibili a piegarsi all’idea di illimitata libertà e autonomia fatta passare come qualcosa di positivo, con la promessa di salvezza e sicurezza.

Chi può volere di più?

Agli inizi del 1800, i Gesuiti svilupparono un piano per creare una guerra civile in Svizzera per dividere la popolazione, costringendo poi ogni parte ad integrarsi. Gli ci vollero decenni di pianificazioni, infiltrazioni, superamenti per arrivare finalmente a controllare i poteri dominanti della Svizzera, ma è stato portato a compimento.

Il piano dei Gesuiti era di creare uno stratagemma che “radunasse il bestiame” sotto il “We The People” della Svizzera e rendesse loro facile il controllo e la manipolazione: una nuova repubblica; nuove libertà e autonomie; con una stampa libera; scuole liberali, collegi, università e luoghi segreti di alto apprendimento; ampio e stabile sistema economico che incoraggiasse il libero commercio all’interno dei propri confini e tra paesi confinanti; e la creazione di provincie o stati indipendenti che avrebbero ulteriormente diviso i “We The People”.
Per favore, considerate la seguente lista di similitudini fra Svizzera nel 1850 e gli Stati Uniti d’America oggi. I Gesuiti trasformarono la Svizzera in un modello pressoché perfetto di ciò che la futura America sarebbe diventata.

I risultati sono impressionanti e angosciosi e molto difficili da ignorare o non tenere in considerazione per qualsiasi ragionevole membro di We The People: la Svizzera era stata plasmata come una Repubblica; così fu per gli Stati Uniti.

Nel 1850 la Svizzera era una Repubblica Federale; così sono gli Stati Uniti (attualmente, oggi siamo alle prese con un regime fascista che si evolve velocemente).
La Svizzera era divisa in 22 Cantoni indipendenti uno dall’altro; la Repubblica degli Stati Uniti è formata da 50 stati indipendenti uno dall’altro.

I Cantoni della Svizzera erano uniti per la “sicurezza nazionale” e governati da un regime generale; gli stati dell’America erano uniti per la sicurezza generale e governati da un regime generale così composto: un Congresso, composto da rappresentanti di ogni stato.

La Svizzera preferiva le istituzioni liberali; gli Stati Uniti ne ha avute in abbondanza.

In Svizzera, tutte le religioni erano ammesse; negli Stati Uniti, ancor di più.

In Svizzera, i Protestanti erano la maggioranza; negli Stati Uniti, la stessa cosa.

In Svizzera, i Protestanti non erano diffidenti nei confronti dei Gesuiti. Sono stati perfino in amicizia con tutte le società cattolico-romane; negli Stati Uniti, questo è quello che accade oggi.

In Svizzera, queste società gesuitiche erano diffuse, e possedevano scuole pubbliche, collegi e università; negli Stati Uniti, sono ancor più numerose e possiedono un gran numero di scuole pubbliche e private, collegi, università e società segrete e gruppi che incoraggiano la diffusione della loro parola e controllano We The People su molti livelli.

In Svizzera, i Gesuiti assoggettarono i Cattolici ad una misera ignoranza, superstizione, fanatismo e cieca obbedienza. Insegnarono tutto ciò non dal pulpito ma con il catechismo e maggiormente al confessionale, dove raccoglievano informazioni preziose su ogni cittadino, indipendentemente dalla loro posizione sociale o professionale. Fu loro insegnato ad obbedire ai Gesuiti sotto la protezione della parola di Dio. In America, quanto detto sopra è ancor più vero, con i Gesuiti che controllano tutti i livelli di governo, economia e società.

Nelle informazioni qui esposte solo coincidenze, come i Gesuiti vorrebbero farci credere?

Oppure è stato un attacco pianificato e coordinato contro le libertà, contro We The People degli Stati Uniti d’America, qualcosa che iniziò seriamente quasi 200 anni fa, se non di più?

Questo è quello che credo: non ci sono coincidenze nella vita …

Articolo pubblicato da William Dean A. Garner
http://www.veteranstoday.com/2013/11/25/1850s-switzerland-was-the-jesuits-proving-ground-for-the-establishment-of-todays-america/

Fonte:
http://theunhivedmind.com/wordpress3/2013/11/30/1850s-switzerland-was-the-jesuits-proving-ground-for-the-establishment-of-todays-america/

Traduzione: Nadia Baldi


Nessun commento:

Posta un commento