giovedì 13 giugno 2013

BILL GATES, CAVALIERE DELL'ORDINE TEUTONICO DELLA VERGINE MARIA E PALADINO DEL GENOCIDIO DEGLI ULTIMI UOMINI







BILL GATES, CAVALIERE DELL'ORDINE TEUTONICO DELLA VERGINE MARIA E PALADINO DEL GENOCIDIO DEGLI ULTIMI UOMINI

da Hans Skandergag (Note) Sabato 7 gennaio 2012 alle ore 15.01



A seguire, saranno presentati due brevi estratti della presentazione TED che ha recentemente avuto luogo (Febbraio 2010), e sarà Bill "Microsoft" Gates in persona a parlare.



Il nocciolo della questione esposta da Gates è riferibile al dogma irrinunciabile del Riscaldamento Globale, in base al quale sarebbe l'anidride carbonica emessa dagli esseri umani a rappresentare l'elemento scatenante dell'indesiderato e indesiderabile riscaldamento del globo.

Dato che tale effetto, a loro parere indotto dall'attività umana, sarebbe in grado di provocare un livello di riscaldamento tale da rischiare di devastare il pianeta se trascurato, i sostenitori del dogma del Riscaldamento Globale affermano che le emissioni di anidride carbonica dovrebbero essere drasticamente ridotte.

Quando Gates inizia ad affrontare l'argomento, egli afferma che l'unica maniera per raggiungere tale meta è la riduzione della popolazione umana a livello mondiale. Nella prima clip, potrete ascoltarlo affermare, con un linguaggio inequivocabile, quanto egli consideri i VACCINI uno strumento desiderabile in vista del raggiungimento di tale obiettivo.

Lo ascolterete anche parlare dell'utilizzo della SANITA' e dei SERVIZI SANITARI ORIENTATI ALLA RIPRODUZIONE quali mezzi utili per raggiungere quel medesimo obiettivo.

Nel secondo estratto, ascolterete Gates confermare la sua profonda ed affettuosa fiducia nei vaccini.



BG: Oltre 26 miliardi tonnellate (di anidride carbonica, CO2), per ogni americano si tratta di circa 20 tonnellate, per gli abitanti dei paesi più poveri si tratta di poco meno di 1 tonnellata, mentre la media è di circa 5 tonnellate per ogni abitante del pianeta. Eppure, in qualche maniera, noi dobbiamo riuscire a realizzare cambiamenti tali che ci permettano di portare quella cifra a 0. E' costantemente cresciuta. E' solo in seguito a specifici eventi economici che è lievemente diminuita. Quindi, è per noi necessario passare da una rapida crescita ad una decisa e costante caduta fino a raggiungere la quota 0. Questa equazione ha 4 fattori, si tratta in effetti di una moltiplicazione. Abbiamo l'elemento sulla destra che indica l'anidride carbonica, quella che dovrà essere riportata a zero. E tutto questo dipenderà dal numero degli abitanti, dai servizi che ognuno di questi abitanti utilizza in media, dall'energia necessaria affinchè sia possibile prestare quel servizio per ogni singolo abitante, ed infine dall'anidride carbonica che viene effettivamente liberata per ogni unità di energia prodotta. Quindi, prestiamo attenzione ad ognuno di questi elementi e riflettiamo sulla maniera in cui sarebbe possibile portare questi elementi a 0. Probabilmente uno di questi numeri dovrà essere portato ad una cifra che è particolarmente prossima allo 0. Si tratta di una operazione che in qualche maniera può riportarci con la memoria alle scuole superiori, ma diamogli uno sguardo comunque. Prima di tutto, abbiamo la popolazione. Il mondo oggi ospita 6.8 miliardi di abitanti, e tale cifra sta crescendo speditamente verso i 9 miliardi. Ora, se davvero facessimo uno splendido lavoro in relazione a NUOVI VACCINI, SANITA' E SERVIZI SANITARI ORIENTATI ALLA RIPRODUZIONE, noi potremmo probabilmente ridurre quest'ultimo numero di una percentuale valutabile intorno al 15%, ma in ogni caso rischieremmo un aumento dela popolazione pari a 1.3 miliardi. Il secondo fattore è rappresentato dai servizi che noi utilizziamo. Tale fattore comprende in effetti ogni cosa: il cibo che mangiamo, il vestiario, la televisione, le risorse alimentari. Questi ultimi sono elementi assolutamente positivi, ma liberarsi per sempre della povertà, significa poter fornire questi servizi in pratica ad ogni abitante del pianeta, e sarebbe una soluzione assolutamente positiva che tale numero crescesse. Nel mondo ricco, che conta circa 1 miliardo di abitanti, noi probabilmente potremmo ridurre il consumo riferito a tali elementi utilizzandone meno, tuttavia ogni anno tale numero in media tenderà comunque a crescere.





Nel prossimo estratto, ascolterete Gates parlare di quella che egli considera la singola e più essenziale condizione che egli sceglierebbe di far divenire una realtà nei prossimi 50 anni.



BG: Quindi il desiderio e l'auspicio sarebbe questo, si tratta di un desiderio concretamente realizzabile, ovvero quello in base al quale sia per noi possibile inventare nuove tecnologie. Tuttavia, se voi chiedeste a me un UNICO DESIDERIO in riferimento ai prossimi 50 anni. Se magari potessi scegliere il Presidente, se magari potessi scegliere i VACCINI, che tra l'altro amo profondamente, o se magari potessi scegliere che "qualcosa" in grado di ridurre della metà l'anidride carbonica fosse effettivamente inventata, quest'ultimo è il desiderio che vorrei vedere realizzato, quest'ultimo sarebbe l'elemento che avrebbe l'impatto maggiore. Se non riuscissimo a realizzare tale desiderio e tale auspicio, la divisione che si instaurerebbe tra soggetti che puntano sul breve e soggetti che puntano sul lungo periodo sarebbe terrificante, tra gli Stati Uniti e la Cina, tra i paesi poveri e quelli ricchi, e soprattutto, la vita di quei 2 miliardi di abitanti sarebbe di gran lunga peggiore.


https://www.facebook.com/notes/hans-skandergag/bill-gates-cavaliere-dellordine-teutonico-della-vergine-maria-e-paladino-del-gen/146518932128011


1 commento:

  1. Ecco non capisco perché non si possa ridurre per esempio la televisione...e nel complesso l'intera industria dello spettacolo (tanto non è che ultimamente cinema, musica etc. producano cose fondamentali)...anche l'industria farmaceutica potrebbe subire qualche drastico taglio, che come fattore di consumo di risorse e di inquinamento ha ben pochi rivali. Ma poi...la Microsoft secondo Bill Gates è ad impatto zero? Questa mattina ho il dentino avvelenato. Mi scuso. Buona giornata.

    RispondiElimina