mercoledì 8 agosto 2012

TECNOLOGIA AL PLASMA KESHE FONDATION.Possiamo vincere la gravita'?





Possiamo vincere la gravità?




Il 12 luglio 2012 è uscita la notizia di eccezionali tecnologie in grado di modificare la gravità e di consentire viaggi tra un continente e l’altro in pochi minuti. L’ingegnere nucleare iraniano Mehran Keshe ha progettato dei reattori al plasma capaci di generare i propri campi, magnetico e gravitazionale, e contrastare così quelli della Terra. Sono corsa subito a leggere il sito http://www.keshefoundation.org/en/ e ho trovato varie analogie con le mie ricerche. Non conosco questa tecnologia, ma riconosco i suoi fondamenti teorici e sono felice che sfati il tabù della gravità, il “mistero” che la scienza ortodossa spaccia per risolto e che, invece, non lo è affatto.

In un video l’ingegnere nucleare, Mehran Keshe, mostra i principi base della sua tecnologia, indicando l’esistenza al centro della Terra di un wormhole – un buco nero – e proponendo una concezione della materia simile a quella che io considero in sintonia con il Modello Standard. Nel mio libro Il Parto della Vergine, suggerisco che il “buco” al centro della Terra coincide con quello che i geofisici chiamano “inner inner core” – una sfera di 300 km di raggio – al centro del Core Cristallino della Terra. Non solo: dico anche che questo buco nero è il SOL INVICTUS ovvero anche il SOLE NERO, legato al culto di Mitra, iniziato nell’antica Persia (Iran) e propagatosi poi a Roma antica. I tasselli della storia ritornano con le tesi ermetiche che ripropongo: il buco nero al centro della Terra è in istantaneo contatto con quel buco bianco che è il sole in cielo. È una rivoluzione astronomica e antropica, proposta da millenni e cancellata sia dalle religioni che dalle scienze.

Le tesi ermetiche non sono effetti del metodo scientifico, ma prove di un’abilità naturale del cervello umano che è una strabiliante antenna dell’iperspazio. Nei miei seminari io e anche tanti altri abbiamo “visto” che il sole in cielo non è affatto la palla di gas, dipinta dai modelli astrofisici. Nel nucleo del sole, non ci sono milioni di gradi né la tanto decantata fusione calda. La tecnologia gravitazionale di Keshe ha di sicuro qualcosa di vero e non è affatto una bufala. Mi chiedo quali governi invieranno i loro rappresentanti agli appuntamenti di settembre 2012 fissati dalle Keshe Foundation. Come potranno trovare gli “esperti” in grado di comprenderla? Potrebbe cambiare le sorti del mondo, ma rischia di arenarsi nel solito gioco del potere.

È la voluta ignoranza della realtà reale che il cervello umano può riconoscere, ma a patto di travolgere le “certezze” scientifiche a cui crede tenacemente. Come faccio notare nel mio libro c’è una somiglianza tra la tradizionale immagine del SOL INVICTUS e la SPIRALE di PARKER che dscrive i moti dell’IMF (Interplenatry Magnetic Field) che spazza l’intero sistema solare. La loro caretteristica comune è la dualità dei moti che si alternano tra antiorari e orari, oggi si sa con una sorprendente celerità (2-3 minuti). È un fenomeno che fa presagire l’evento annunciato da molte profezie: la rivelazione che il cielo non è realtà, ma un film in 3D. Intanto i governi “buoni”, tra cui quello italiano, minacciano quello dell’Iran che è “cattivo” ed è contro Israele. Tutti, “buoni” e “cattivi” cercano di nascondere la realtà reale e ignorano la volontà dei popoli che è pace e prosperità, giustizia vera, interesse per tecnologie che ci liberano dalla condanna biblica “lavorare con il sudore della fronte.” Il mio invito è diffondere la notizia della Keshe Foundation in modo che ai suoi appuntamenti vadano i ricercatori seri e che tecnologie così innovative non siano sepolte dal potere che agita i “valori” virtuali, spread, PIL, etc.

Giuliana Conforto

http://www.giulianaconforto.it/


Foto:http://www.iconicon.it/blog/wp-content/uploads/2012/07/keshe300x300.jpeg










2 commenti:

  1. ciao sono andrea mi è piaciuto il tuo scritto, anche se non ho capito molto dato che parli di cose che non conosco. ma lo spirito che ne deriva per mia sensazione è divino come quello di tutti gli uomini e donne. secondo me DIO ha già DECISO in favore dell'evoluzione dell'uomo. se questo avverrà adesso con la libera energia in gloria, o come schiavi gradualmente in miseria NON STA ALL'UOMO DECIDERLO. credo che all'uomo sia data la possibilità di mettersi in sintonia col creatore, così da comprendere l'infinita ignoranza che tutti riguarda.
    colgo l'occasione per ricordare a tutti noi, il male che fa la ragione, che non è logica. e il giudizio che mai e benefico se non per insegnarci qualcosa
    TECNOLOGIA KESHE MAGARI !!! mi piacerebbe ripartire da sano, con tutti gli organi funzionanti , con i debiti azzerati, libero del castigo divino (anche se a me piace lavorare) respirando finalmente l'aria.
    l'uomo..... quale meravigliosa avventura ..impara che il tempo e come un ente statale al quale si può cambiare sede . impara che l'esistenza in spirito e infinita . che tutto è parte del tutto..
    tutto cambia. secondo me e ora che i titani se ne tornino da dove sono venuti pieni del nostro amore e compassione.
    e per titani intendo alcuni abitatori dei piani astrali. vorrei azzardare nella logica ..il dio creatore delle creature perchè permette la schiavitù? gli scopi del creatore sono celati alle creature. Temere Dio significa dargli attenzione.. un germe che per natura viene curato dalla vita stessa cioè Dio.
    ciao Giuliana non leggerò il tuo libro perchè sto appena iniziando, anzi devo ancora iniziare a leggere il libro che c'è dentro di me... ma sono sicuro che dici cose interessanti.
    con affetto.
    noi non tifiamo per keshe ma riequilibriamo noi stessi affinchè ci siano vibrazioni più elevate, dimodochè la tecnologia abbia possibilità di esprimersi su questa meravigliosa TERRA
    ciao


    RispondiElimina
  2. Ciao Giuliana, sono sempre andrea, vorrei ringraziarti per avermi pubblicato..che gioia..non ci credevo.
    Prometto che dopo questo scritto non 'stresso più'... Ma vorrei approfondire i concetti riguardanti la tecnologia Keshe
    secondo mio giudizio.

    Di che cosa a bisogno l'uomo ?
    Di svegliarsi ? O di tecnologia ? E per fare cosa? A quest'ultima domanda è facile rispondere
    perchè le cose possibili sono infinite.
    Svegliarsi va spiegato, perchè e come illuminarsi, cioè Se una persona di indole negativa cattiva genocida,.. quindi che
    a giudizio di noi buoni sbaglia, trova il suo percorso spirituale cosi ! e si bilancia in spirito che è uno, Chi siamo
    noi per dir loro di non schiavizzarci ? ''Amiamoli''
    'ricordandoci che il mondo esterno e uno specchio' del conscio/inconscio interiore'
    cioè secondo me l'anima dell'uomo per natura nel nostro universo duale, sperimenta tanto il buio, fino al grande drago
    antico e sazio, che la luce adorando Dio nei palazzi dalle cupole rotonde che galleggiano sopra le nuvole.

    L'uomo è pronto per la tecnologia Keshe ? Credo questo sia un discorso lunghissimo e dico solo CHI LO SA ?
    Le ipotesi su quel che succederà, se l'uomo avrà la tecnologia, sono tali in quanto lontane dalla verità.
    I potenti umani tacciono, gli egoisti hanno paura, ecc., le masse si bilanciano nel bene e nel male, fino alle rivolte, e poi tutto ricomincia. Ma oggi e diverso. Qualcosa e cambiato . Il Creatore vuole che si manifesti il
    divino sulla Terra, per la gloria del millennio di CRISTO nostro protettore.

    Forse la tecnologia Keshe in quel che rappresenta RESPONSABILITA , ha trovato la sua controparte
    in alcuni umani e si è manifestata.
    Ogni uomo e donna ha in se la luce e l'ombra, ogni uomo e donna sviluppa pregi razionali, istintivi, e amorevoli,
    e difetti che nega, ma che ci sono in ogniuno di noi.
    Dunque La Tecnologia nelle mani degli uomini e donne deboli che cosa causerà ?
    Il maligno non ha bisogno di tecnologia, c'è l'ha già..qualcuno potrebbe pensare, e allora perchè non la usa
    per distruggerci ? Perchè distruggere il suo nutrimento più delizioso ?, ''il divino uomo così potente nelle emozioni''.

    Sento che qualunque cosa la mia mente possa pensare, che qualunque cosa istintivamente io possa dire o fare
    non è nulla se confrontato con la mia ignoranza, che non è negativa, anzi e il germe che spinge la porta della sapienza.

    Concludo con una preghiera, a ritrovarci nell'anima a tutti ciao

    CARO DIO IMPERSONALE TI PREGO PRENDI PERSONALITA E ISPIRACI A CHIEDERTI
    CIO CHE VUOI CHE NOI FACCIAMO.

    CARO DIO E COSI PROFONDA LA MIA ANSIA... TU SEI PERFETTO E GIUSTO, E TI CURI DI TUTTE LE COSE,
    MI PERMETTI DI IMPARARE.

    CARO DIO CI HAI DATO LA VITA, CI HAI DATO IL LIBERO ARBITRIO, CI PROTEGGI E NOI VIVIAMO IN TE;
    RENDICI DEGNI

    Vorrei dire un'ultima cosa che spero faccia riflettere: La pace va fatta dentro ognuno di noi, va regalata agli altri,
    e non chiesta ai governi. essere contro la guerra non è realizzare la pace, un rivoluzionario con le sue armi e i suoi sani
    principi, non fa altro che alimentare la violenza, solo il dono e non il lamento realizza la pace, e Keshe, mi sembra
    sulla retta via ( spero di non sbagliarmi ) nuovamente ciao andrea

    RispondiElimina