mercoledì 25 luglio 2012

ANGELI NON SUONATE QUEST’ARPA,HAARP.


                       
ALESSIO DI BENEDETTO
Da: la II parte dell’articolo
Pubblicato da AREA DI CONFINE (nn° 42-43, marzo-aprile, 2009)
ANGELI NON SUONATE QUEST’ARPA:

La Fisica Vibrazionale evidenzia le interazioni delle frequenze polari e nucleari (senza polo o depolarizzate) e le associazioni simpatiche risultanti (effetti a catena: dalla luce al suono, dall’energia alla massa e viceversa). Tali vettori polari (attrattivi) o nucleari (centrifughi) sono la causa della Matrix, giacché sono generati dalla velocità, dal numero e dalla periodicità oscillatoria. In un modello olistico, ogni aspetto parziale del Nucleo originario deve essere considerato collegato a tutti gli altri: nessuna cosa nell’universo è isolata. Ancor più se si tratta di modelli che alterano il nostro livello vibratorio. O le vibrate proteste e la denuncia saranno immediate, numerose ed a livello planetario, oppure non ci sarà più nulla da fare, poiché siamo di fronte ad un’arma letale che cambia preventivamente il nostro modo di pensare, riducendoci a zombie e marionette in mano a chi preme i pulsanti HAARP. Siamo 6 miliardi di persone contro poche migliaia, bene armate sì, ma che hanno comunque bisogno della nostra partecipazione per realizzare i loro crimini.
Quale sarà l’evoluzione degli eventi? Quale il futuro che ci attende?
Essi saranno determinati dall’immane paura ancestrale che ci domina e ci irretisce, rendendoci schiavi dei Nuovi Dittatori del Mondo. Ma se non saremo in grado di superarla, dovremo essere d’accordo con il teorico delle supercorde Edward Witten, ovvero che due cose sono infinite nel nostro spazio-tempo: l’Universo e la stupidità umana!
Novanta deputati russi hanno votato una mozione contro il Programma HAARP che provoca, tra l’altro, danni ad oleodotti e gasdotti ed alla salute mentale delle popolazioni sottoposte ad ELF e ULF (Frequenze Ultrabasse). Come ha scritto nel 2002 lo studioso statunitense Bob Filtrakis nel suo articolo: “Paura per la musica di HAARP: il Consiglio Federale russo si aggiunge alla lista di coloro che sono preoccupati per gli esperimenti atmosferici USA”: “Quello che è chiaro è che parte del denaro stanziato per il progetto Guerre Stellari di Bush verrebbe utilizzato per la ricerca relativa a laser collocati nello spazio… Quello che preoccupa i Russi… sono i progetti statunitensi di avviare nel 2003 esperimenti scientifici su larga scala impiegando lo HAARP che si trova in Alaska” .
L’imbroglio del programma risiede già nella denominazione High frequencies. Chi mastica un po’ di fisica acustica sa benissimo che si possono emettere in maniera pulsata due frequenze ultrasoniche, sfasate di poco (ad esempio 89.000 Hz e 88.996) ed avere a terra una risultante differenziale pari a 4 Hz, che va ad occupare, disturbandola, la banda di oscillazione concernente le onde Teta, ossia quelle che il cervello emette durante la fase del sonno REM, sul limitare del sonno profondo (4-7 Hz) . La pulsazione, inoltre, provoca un mastodontico effetto domino, per la qual cosa il rafforzamento del segnale non è solo proporzionale, ma esponenziale in misura geometrica. In altre parole: una piccola spinta, in accordo col moto di un peso altalenante, fornisce ad esso un’energia sempre più crescente. La potenza illimitata che si può generare in questo modo, si richiama alle leggi della pulsazione risonantica. Se ad esempio disponiamo in fila dei birilli progressivamente più grandi da Roma fino a Parigi, basterà una piccola pressione di un dito, qui ed ora, per provocare la caduta della Torre Eiffel nella capitale francese. Qualcosa di analogo succede nell’emissione pulsata di 10 gigawatt ad intervalli di tempo uguali e continui.
Nel febbraio del 1998, il Parlamento Europeo (Commissione Sicurezza e Politica della difesa) ha tenuto un’udienza pubblica a Bruxelles riguardante il tema HAARP. La “Mozione Risolutiva” del 14 gennaio 1999 recita nella maniera seguente:
“… considerato che HAARP, in virtù del suo vasto impatto sul medio ambiente, costituisce una preoccupazione mondiale, si sollecita che le sue implicazioni legali, ecologiche ed etiche siano valutate da un organismo internazionale indipendente. [La commissione] deplora il rifiuto reiterato dell’Amministrazione Statunitense nel … fornire prove in udienza pubblica … relative ai pericoli del programma HAARP per il medio ambiente e per il pubblico”.
È ormai assodato che determinate frequenze, poiché tutto è vibrazione ed interferenza d’onda, possono provocare disturbi neuronali, interferire con la memoria sia a breve sia a lungo termine, produrre o cancellare un’esperienza olografica, generare malattie croniche senza febbre, malformazione nei nascituri fino a sviluppare una sorta di monitoraggio a distanza che legge nella memoria remota degli individui.
La risposta di Washington, offensiva quanto mai, ha rigettato la proposta del Comitato Europeo, con la scusa che esso non dispone della giurisdizione necessaria per immischiarsi negli affari militari statunitensi ossia per investigare sui problemi riguardanti i “collegamenti fra ambiente e difesa”! Ma l’Amerika dimentica di aver firmato il Trattato sul cambio climatico di Rio de Janeiro del 1992, mentre l’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1997 ha vietato espressamente “l’uso militare o in qualche modo ostile delle tecniche di modificazione ambientale che hanno profondi effetti duraturi e a largo raggio”. Ma per quale motivo, allora “le Nazioni Unite, senza tenere nel debito conto l’Accordo ENMOD del 1977 nonché il proprio statuto, hanno deciso di escludere dalla propria agenda i cambiamenti climatici indotti dai programmi militari?” . È chiaro che siamo ormai completamente immersi in un programma che riguarda il Nuovo Ordine Mondiale. Esso pone come prioritario le manipolazioni climatiche per destabilizzare le economie di paesi appartenenti ai cosiddetti “stati canaglia”, o semplicemente “non amici”, ossia di coloro che non vogliono accettare i semi geneticamente modificati (OGM), le basi militari straniere, la Globalizzazione del Mercato Mondiale (WTO), il controllo monopolistico dell’energia, l’Amerikanizzazione del Mondo ecc.
Un esempio paradigmatico è il caso Melilla, città portuale della costa nord occidentale del Marocco, dove la temperatura nel giro di 5 minuti è passata da 24 gradi centigradi a 41, lasciando sconcertati gli esperti di meteorologia. Ecco come fu riportata la notizia dal quotidiano spagnolo El Pais: “Alle 8.24, la temperatura si è innalzata di 17 gradi in soli 5 minuti. … Per fortuna nel successivo quarto d’ora la temperatura si è riassestata. Ma, per assurdo, alle dieci di mattina si ebbe una versione più moderata dello stesso poltergeist meteorologico, questa volta con un riscaldamento improvviso di solo 15 gradi”. E che dire dell’anomalo terremoto che colpì la Bolivia a 600 chilometri di profondità, visto che di solito i sismi avvengono a non più di 20-25 Km sotto la crosta terrestre? È Science News del 18.6.94 che ce ne parla, mentre il sismologo Bruce Presgrave rileva che la magnitudo 8.2 non giustifica la sua netta ripercussione fino al confine con il Canada.
Sistema di funzionamento pulsato sulla ionosfera delle apparecchiature HAARP da terra
La scienziata indipendente, esperta in fisica delle alte energie, Elisabeth Rauscher, avverte che si stanno pompando “energie spaventose all’interno di una configurazione molecolare estremamente delicata” qual è la ionosfera, una sorta di bolla di sapone che si muove a mulinello intorno alla superficie terrestre. Un foro sufficientemente grande potrebbe farla scoppiare . La Dr.ssa Rosalie Bertell denuncia che “gli scienziati militari statunitensi … si stanno occupando dei sistemi meteorologici come potenziale arma. Le metodologie comprendono l’aumento delle tempeste e la deviazione delle correnti di vapore dell’atmosfera terrestre allo scopo di causare siccità o inondazioni mirate…” .
Anche il fisico Daniel Winter (Waynesville, North Carolina) puntualizza che le emissioni ad alta frequenza potrebbero unirsi con le pulsazioni ad onde lunghe presenti nella griglia terrestre e causare effetti non previsti e collaterali alla “danza della vita nella biosfera”. Le emissioni in Gigawatt (miliardi di W) del Centro HAARP incideranno un lungo taglio sulla ionosfera come un coltello a microonde. HAARP potrebbe far vibrare ogni corda harmonika di GAIA con frequenze discordanti. Questi rumorosi impulsi scombussoleranno le linee di flusso geomagnetico, distruggendo le bioinformazioni che mettono in risonanza le corde della vita, predisponendo ogni cosa alla malattia ed alla morte. Due dei maggiori oppositori al sistema globale di distruzione di massa HAARP, gli scienziati indipendenti Begich e Manning, autori del libro Angels don’t play this HAARP. Advances in Tesla Technologies, avvertono che addizionare energia al substrato ambientale potrebbe avere effetti molto vasti, indefinibili ed incontrollabili.
Il Dr. Nick Begich è un ricercatore scientifico indipendente che risiede ad Anchorage in Alaska, mentre Jeane Manning di Vancouver (Canada) è una giornalista e reporter che fa ricerche sulle tecnologie energetiche non convenzionali.
Essi affermano, senza mezzi termini, che il genere umano ha già aggiunto sostanziali quantità di energia elettromagnetica nel suo ambiente, senza aver la benché minima idea di che cosa potrebbe essere la massa critica o il punto del non ritorno. Stiamo per imbarcarci in un altro assurdo esperimento sull’energia che sguinzaglierà un nuovo e terrificante assortimento di demoni dal vaso di Pandora.
Già il consigliere della sicurezza nazionale del presidente Carter, Brzezinski, metteva sull’avviso che una società, dominata da un gruppo elitario e non ostacolato dalle restrizioni tradizionali dei valori liberali, non esiterebbe ad utilizzare le tecniche più moderne per influenzare il comportamento pubblico e tenere la società sotto stretta sorveglianza e controllo. È del resto un fatto ormai assodato che la U. S. Air Force punti sui sistemi elettromagnetici (EM) e sulle armi vibrazionali per produrre scompiglio psicologico, distorsione percettiva o disorientamento, per annullare da una parte le capacità di combattimento del nemico e dall’altra accrescere le potenzialità paranormali di altri. Come conferma il geofisico Gordon Macdonald, bombardamenti elettronici prodotti artificialmente produrrebbero pannelli o vortici magnetici in determinate zone terrestri che potrebbero danneggiare seriamente le funzioni cerebrali d’intere popolazioni. Tra le ripercussioni fisiche ricordiamo: sofferenze fisiche, mal di testa, vertigini, bruciore agli occhi, nausea, affaticamento, difficoltà respiratorie, allergie, asma, disordini circolatori e cardiaci (infarti che aumentano di circa il 50%), caduta della capacità reattiva, embolie polmonari e trombosi… A livello psicologico le onde HAARP provocano: squilibrio emozionale, irritazione, avversione alla vita, al lavoro e alla scuola, insicurezza, ansia e depressione (specialmente tra i 40-50 anni), tendenza al suicidio (aumentata del 20% negli ultimi tempi, un milione di morti all’anno specialmente tra i giovani), tossicodipendenza e omicidi.
Alcune antenne a Gakona in Alaska, responsabili fra l’altro del cambio climatico
HAARP ha la capacità, lavorando in collaborazione con lo Spacelab, di produrre energie elevatissime, paragonabili alla bomba atomica e provocare distruzioni epocali e di massa in qualsiasi parte della Terra. Naturalmente il Programma può modificare l’ambiente vibrazionale naturale e scatenare inondazioni, uragani e terremoti di qualsiasi entità. Eppure esso sarà “venduto e spacciato” al pubblico come un’arma di difesa “Scudo stellare” o addirittura di studio sull’Aurora Boreale (Alice nel paese delle meraviglie)! La stampa straniera e gli stati occidentali hanno comunque denunciato che il piano antimissile e di laser orbitali “Joint Vision 2020” è un piano estremamente pericoloso, il cui fine è il dominio degli U.S.A. su tutto il mondo. Staremo a vedere quali saranno i provvedimenti che il neo presidente statunitense OBAMA prenderà al riguardo!

http://evidenzaliena.wordpress.com/2010/01/19/dati-tecnici-confermanoil-terremoto-di-haiti-e-stato-provocato-artificialmente-da-h-a-a-r-p/

Foto da web:http://www.acam.it/images/HAARP.jpg










Nessun commento:

Posta un commento