sabato 25 maggio 2019

IL COMPLOTTO DI CHERNOBYL – IL WOODPECKER RUSSO

Chernobyl
A circa 10 chilometri a sud dalla centrale nucleare: Chernobyl-2

Nel trentennale del disastro di Chernobyl, arriva in anteprima al festival Il complotto di Chernobyl, il film di Chad Gracia vincitore del Gran Premio della Giuria a Sundance 2015.

E se non fosse stato solo un incidente? 

Wonder Pictures presenta l’anteprima del Complotto di Chernobyl – The Russian Woodpecker, di Chad Gracia. Il film, già vincitore del Gran Premio della Giuria a Sundance 2015, a 30 anni dall’esplosione del reattore a Chernobyl getta una nuova luce sulle origini e le motivazioni dietro il disastro.

Presentato in anteprima italiana a Biografilm 2015, dove ha vinto il premio Premio Hera “Nuovi Talenti” per la migliore opera prima, Il complotto di Chernobyl sarà distribuito nei cinema italiani da I Wonder Pictures a partire dal 7 aprile.

Il complotto di Chernobyl – The Russian Woodpecker (Ucraina, Stati Uniti, Regno Unito/2015/82′) di Chad Gracia 30 anni fa l’incidente di Chernobyl ha risvegliato nel mondo l’attenzione sui rischi dell’energia nucleare. Ancora oggi è l’unico grande disastro nucleare riconosciuto ufficialmente come causato da un errore umano. Ma se non si fosse trattato di un errore? Fedor nel 1986 aveva solo quattro anni. Quando sceglie d’indagare su quella catastrofe, arriva a scoprire la Duga, una gigantesca antenna che doveva interferire con le comunicazioni occidentali e infiltrarle di propaganda sovietica. Una struttura che non ha mai funzionato e che, forse, non è estranea allo scoppio del reattore…
Nel bel mezzo della rivoluzione ucraina, Fedor porta alla luce una verità pericolosa per sé e per chi gli sta accanto, in un thriller politico scandito dal rumore inquietante e cadenzato della minacciosa Duga, simile in tutto e per tutto a quello di un grosso picchio.

L’anteprima è a ingresso gratuito ed è realizzata in collaborazione tra I Wonder Pictures, Festival Internazionale del Giornalismo e Cinema Postmodernissimo di Perugia.
FONTE http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2016/the-russian-woodpecker



Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival e in anteprima italiana a Biografilm Festival di Bologna. Sarà distribuito nelle sale italiane a partire dall‘8 aprile 2016, con un’anteprima il 7 aprile al Festival del Giornalismo di Perugia.

Pagina sul film http://www.russianwoodpecker.com/about/

NOTA

L’inclusione delle proteste euromaidan nel film.

Durante la produzione del film, il direttore della fotografia Artem Ryzhkov è stato ferito da un cecchino a euromaidan e la sua attrezzatura è stata distrutta. Due persone in piedi accanto a lui sono stati uccisi in quel momento.


ESTRATTO DEL LIBRO PIANETA TERRA ARMA DI GUERRA di ROSALIE BERTELL (testo inedito)

Riscaldatori della ionosfera: HAARP e Woodpecker

Uno dei prodotti delle ricerche di Tesla, la tecnologia del riscaldatore ionosferico, fu il cosiddetto Picchio (“Woodpecker”) russo, che probabilmente è in grado di scatenare terremoti.
Negli anni 1970, in una inusuale collaborazione fra americani e sovietici durante la Guerra Fredda, gli Stati Uniti diedero ai sovietici un gigantesco magnete, che di fatto divenne una parte del loro Progetto Woodpecker. Nel 1974, nell’ambito degli Accordi di Vladivostock, gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica presero la decisione congiunta di sciogliere la calotta polare artica.11 Non si tratta di un accordo bilaterale registrato dell’ONU, perciò non divenne mai accessibile a coloro i quali – più tardi – furono messi in allarme dal rapido scioglimento dei ghiacci e delle nevi polari, e dalla situazione degli orsi polari che ne è risultata. Per il pubblico, lo scioglimento della calotta polare artica è diventato un segnale forte e inquietante del cambiamento climatico, talmente forte che negli Stati Uniti ai media è stato richiesto di non parlare mai di orsi polari! A causa del segreto militare la gente è stata indotta a pensare che il controllo industriale delle emissioni di CO2 riporterebbe tutto a posto nell’Artico!

Il sovietico Woodpecker (simile a quello che in seguito negli USA fu HAARP) era uno strumento di Tesla situato in Ucraina, in quella che in seguito, nel 1986, divenne la zona non accessibile del disastro del reattore nucleare di Chernobyl (che forniva energia per il Woodpecker).
Secondo Tom Bearden, un semplice guasto per il Woodpecker (oppure per HAARP) potrebbe essere una catastrofe per la sua fonte di energia, cioè in questo caso per il reattore di Chernobyl. Inviando un’onda scalare invertita sull’onda Woodpecker osservata negli Stati Uniti, il Woodpecker fu messo fuori uso, il che a sua volta fece guastare il reattore di Chernobyl, che gli forniva energia.12

Lo stesso tipo di onde scalari invertite potrebbe interferire con il sistema energetico scalare che controlla il sistema di retroazione Sole-Terra, Sole-Luna e Terra-Luna. Inoltre:

“Se il sistema di scambio di radiazione scalare ad anello concluso Terra-Sole fosse inavvertitamente “pizzicato” nell’anello di retroazione dalla Terra al Sole, così che fosse stimolata una grande risonanza scalare, …, il Sole potrebbe emettere una potentissima “eruttazione” risonante, che semplicemente spazzerebbe via tutta la vita sulla Terra in una tempesta di fuoco”.13

“Particolarmente sensibili sono le risonanze dei sistemi Sole Terra, quella Sole-Luna e quella Terra-Luna.”14

Il Woodpecker originale fu abbandonato nel 1989 e si può ancora vederlo, come una mastodontica schiera di torri di trasmissione a poca distanza dal reattore nucleare rovinato…

Il riscaldatore della ionosfera sovietico fu chiamato “Picchio” (“Woodpecker”) dagli osservatori USA che constatarono che i caratteristici suoni pulsati che emetteva assomigliavano al battito di un picchio sul tronco. Una persona potrebbe riconoscere l’attività di influsso sul tempo locale provocata da HAARP o da Woodpecker, osservando delle nuvole che hanno la forma dei raggi di una ruota di bicicletta, oppure delle pale di un ventilatore: si chiamano nuvole radiali (“radial clouds”). Un altro indicatore sarebbero delle inconsuete interruzioni di corrente e l’insolita comparsa di punti bianchi sugli schermi dei televisori. I punti rimarrebbero visibili per circa due minuti e comparirebbero a distanza di tre-dieci minuti, e alla fine lo schermo diventerebbe scuro. Altri effetti riferiti sono: cavi elettrici che schioccano all’interno delle pareti, rumori di canto e di suoni a bocca chiusa (“humming”) provenienti da cavi all’interno delle pareti, un forte odore di ozono, lampadine a incandescenza che si fulminano, caffettiere che ronzano, ecc.; tutti fenomeni che possono manifestarsi immediatamente prima dell’interruzione di corrente. Talvolta le lampadine a incandescenza sfarfallano e poi si assestano su una debole luminosità arancione, poi la luce si fa molto chiara e le lampadine cessano di funzionare. Alcune persone riferiscono di aver visto un bagliore verde nel cielo notturno, oppure si parla di una netta deviazione della corrente a getto, che fa arrivare aria fredda dal Nord. È stato riferito di anomali rumori tonanti nell’aria, oppure di “scosse dell’aria”. Altri indicatori si possono trovare nell’Appendice I dell’edizione del 1986 del libro di T. Bearden Fer de Lance. (L’Appendice è riportata nell’edizione del 2002.)

…..12 Thomas Bearden, Fer de Lance: A briefing on Soviet Scalar Electromagnetic Weapons (“Fer de Lance. Un’informativa sulle armi elettromagnetiche scalari sovietiche”), Cheniere Press, Santa Barbara, California, 1986. Con aggiorn. 2002, pp 129-134. Secondo Bearden, i sovietici stavano per avviare un processo che avrebbe causato un grande terremoto lungo l’intera faglia di San Andrea, per distruggere l’intera costa occidentale degli USA. 

Un gruppo di scienziati USA ha identificato l’attacco e inviato un impulso-replica gigante coniugato in direzione inversa (“a giant conjugate replica pulse backtracking”) verso il trasformatore (trasmettitore?) [sic, N.d.T.] sovietico, facendolo incendiare e distruggendo anche la sua fonte di energia: il reattore di Chernobyl.


L’ORA DI CHERNOBYL

Il tempo della “atomnaja stanzija” di Chernobyl non si è fermato. E così il cronista che ha vissuto i giorni della catastrofe va a rileggere il diario dell’epoca per tornare a riflettere su quella che era stata una catastrofe annunciata. Proprio perché quanto avvenne all’una di notte del 26 aprile 1986, in uno sconosciuto villaggio dell’Ucraina sovietica, era già stato narrato, con tremenda e diabolica forza anticipatrice, da un fine artista come il regista Andreij Tarkovskij il quale, con il film “Stalker”, aveva descritto una catastrofe epocale che aveva isolato dal mondo un’intera regione.
Allora si parlò del film come di un viaggio spirituale di conoscenza in un panorama di fantascienza. E tutto fu incasellato nella cineteca delle opere da non dimenticare.

Ma proprio nel giorno dell’apocalisse nucleare nessuno ricordò l’ammonimento di Tarkovskij. Perché in quella notte le “autorità” dell’Ucraina sovietica tennero nascosta la notizia a tutti.
Alla gente del posto che aveva, forse, sentito il “botto” fu detto che si era trattato di un semplice incidente e che, comunque, ogni cosa era sotto controllo. Cominciava, invece, proprio in quei momenti il tempo di Chernobyl. Con la vicenda che fu nascosta anche dalle fonti più autorevoli del Cremlino, a partire da Gorbaciov. 

Nessuna notizia, nessun allarme. Furono solo alcune emittenti occidentali che, dal nord Europa, lanciarono un primo allarme. Ma nell’Urss ufficiale non si credette a niente. Il cronista rilegge gli appunti di quelle ore. Non trova una riga sulla Pravda e resta ancora attonito ricordando che, nella serata del 29 aprile, lo speaker del telegiornale centrale Vremija annunciò: “La propaganda borghese sta alzando molta polvere su chernobyl” e andò poi avanti dicendo che erano “false le notizie su migliaia di morti”. Disse allora che “le vittime sono solo due e i ricoverati 197”. Per il resto la tv presentò una foto della centrale dopo l’esplosione affermando che “come si vede i danni sono minimi”. Tutto si svolse, quindi, con una perfetta sceneggiatura. Il perché era semplice: il paese si stava preparando alla Festa del Primo maggio. E così le strade delle città e dei villaggi dell’intero paese erano già coperte di bandiere. E a Kiev – ad appena 150 chilometri da chernobyl – si doveva svolgere la tradizionale parata con donne, bambini e uomini in festa.E fu proprio l’organo del Cremlino – Izvestija – che nell’edizione serale del 1 maggio titolò su una Ucraina “felice, colorata dai tulipani e dal rosso delle bandiere”. Ma la domanda che si poneva già allora a livello generale era questa: perché Gorbaciov tace? L’informazione, la chiarezza, la glasnost e la sincerità non sono forse i suoi cavalli di battaglia? Tutto, invece, veniva ovattato mentre su tutta l’Europa si diffondeva l’allarme per il rischio di contaminazione radioattiva. Tra la popolazione si registrava la corsa all’accaparramento di scorte alimentari. Il Cremlino si vedeva costretto ad emanare una serie di disposizioni che proibivano la vendita delle verdure e la somministrazione di latte fresco alle gestanti e ai bambini. E così, a poco a poco, si scopriva la tragica realtà: la nube radioattiva proveniente da chernobyl contaminava già in maniera seria 150.000 km quadrati attorno alla centrale, un’area popolata da circa di 7 milioni di persone. Venti e piogge la spingevano fino all’Europa Occidentale. Con l’area attorno alla centrale – un raggio di 30 km – che veniva a poco a poco evacuata mentre la nube radioattiva contaminava in maniera seria 150.000 km quadrati attorno alla centrale….

Fonte:
Seguirà un articolo di approfondimento. 

sabato 18 maggio 2019

Curare cancro con l’ascorbato di potassio? I risultati del dottor Pantellini




limone
Pantellini cura per il cancro

Pantellini non è mai stato preso in considerazione dalla classe medica. Non viene confutato, semplicemente viene totalmente ignorato. Prima che scoppiasse il caso Di Bella, il metodo del Dott. Gianfranco Valsé Pantellini era sicuramente la terapia contro il cancro più usata e più conosciuta in Italia, nel campo della medicina alternativa.
Come la maggior parte delle scoperte scientifiche più importanti, anche questa trae origine da un caso fortuito e da un errore. Nel 1947, il Dott. Pantellini consigliò ad un malato di cancro inoperabile allo stomaco, con prognosi di pochi mesi di vita, di bere limonate con bicarbonato di sodio al fine di calmare i forti dolori. Immaginatevi la sorpresa quando, dopo un anno, lo rivide perfettamente ristabilito (il paziente morì infatti d’infarto vent’anni più tardi). Al momento di esaminare le radiografie, pensò che si trattasse di quelle di un altro.

Cos’era successo?

Il paziente, per errore, non aveva usato il Bicarbonato di Sodio, ma quello di potassio.
“Ebbi come una botta in testa”, raccontò un giorno Pantellini. “Feci delle separazioni di limone ed esperidati dei vari acidi presenti e mi accordai con dei colleghi medici, per sperimentarli su alcuni malati di cancro, ormai in fase terminale, che volontariamente si offrirono di assumere, per via orale, citrato di potassio, tartrato di potassio ed esperidato di potassio: non ottenni purtroppo alcun effetto. Quando poi somministrai ai malati l’Ascorbato (vitamina C) di potassio, conseguii i primi riscontri positivi.
Proseguendo nella terapia, i malati di cancro presentavano apprezzabili miglioramenti, già nell’arco di 10-15 giorni. Il dolore scompariva, o quantomeno si attenuava, ed il paziente era in grado di riprendere la propria attività lavorativa. In alcuni soggetti, ancora oggi, a distanza di 40 anni, non risulta alcuna presenza del tumore”. (Il cofattore K, ediz. Andromeda).
Pantellini proseguì le sue ricerche per quarant’anni, scoprendo che l’Ascorbato di potassio trovava applicazione anche in alcune malattie degenerative ed autoimmuni.
Continuò a tenere conferenze, partecipò a vari congressi di oncologia, pubblicò le sue scoperte su riviste mediche, curò con successo migliaia di persone. Risultato ?
Alcune denunce da parte dell’Ordine dei Medici (assolto), problemi a non finire, diffamazioni; ma l’aspetto più grave è che in tutti questi anni, Pantellini non è mai stato preso in considerazione dalla classe medica. Non viene confutato, semplicemente viene totalmente ignorato. Chi volete che abbia interesse a prescrivere l’Ascorbato di Potassio, un prodotto che costa poche migliaia di lire per un mese di terapia e che, oltre a tutto, non è brevettabile ?

Intervista al Dr. Gianfrancesco Valsé Pantellini:

“Ci sono degli interessi enormi, prima di colpire questi interessi bisogna stare attenti anche noi di colpirli bene così da farli degradare nel tempo. Tutto il mondo oggi vive sul denaro, e lei sa quanti migliaia di miliardi ci sono in giro in questo momento sulla sua testa. Se la medicina si è instradata su un’unica strada questa non è colpa mia.
E’ colpa del destino dell’umanità. Anche del vostro! Perché di li al 2015, se non prenderemo provvedimenti seri, saremo uno contro uno col cancro”

Intervista a Gianfranco Valsé Pantellini Di Giuseppe Cosco

Cosco: Professore che cosa è il cancro ?

Pantellini: Il cancro è una malattia degenerativa che ha anche un’origine genetica. Fino a poco tempo fa io non avevo un’idea lucida di quale fosse l’origine di questa patologia, ma oggi ho la certezza che a provocare questa manifestazione siano i radicali liberi, radicali liberi che vengono messi in libertà nella cellula dai mitocondri. I mitocondri, con questi radicali liberi, colpiscono il nucleo della cellula diecimila volte al giorno, cercando di sovvertirlo. A questa azione dei mitocondri si antepone un enzima connaturato alla stessa cellula che, per natura propria, elimina questi radicali liberi. La produzione di questo enzima viene regolata da un gene. Quest’enzima è la superossido-dismutasi, fortemente riducente e contrastante l’azione dei radicali liberi. Se i radicali liberi, per condizioni particolari fisiologiche e anche per stress endogeni, stress ossidativo interno, riescono ad eliminare dalle cellule o da una cellula quest’enzima è certo che si scatena il tumore. Il cancro è una manifestazione di questo difetto cellulare.

C. : Cosa ne pensa della chemioterapia ?

Pantellini: Non dico nulla della chemioterapia, perché si sa già tutto. Essa ha un’azione deleteria e devastante sull’intero organismo. La chemioterapia si regge su un assioma, anzi su un paradosso: “Ciò che fa venire il cancro, lo guarisce”, guardi a che assurdità si è arrivati. Nella chemioterapia, la ciclofosfammide non è altro che un iprite chelata che viene introdotta nell’organismo, causa sui tessuti delle reazioni di Feulgen liberando quattro molecole di acido cloridrico. Quindi come si può pensare di curare il cancro con l’acido cloridrico ?

C. : Come è arrivato a capire l’importanza dell’ascorbato di potassio per la prevenzione e la cura del cancro ?

Pantellini: Fu un malato che mi mise sulla strada dell’ascorbato di potassio. Scambiò il bicarbonato di sodio con il bicarbonato di potassio… (Il professor Pantellini racconta che nel 1948 una donna, il cui marito versava in gravissime condizioni, in quanto aveva un cancro allo stomaco giudicato inoperabile, si rivolse a lui perché almeno si riuscisse ad alleviare i tremendi dolori del poveretto. Pantellini le consigliò di fargli bere limonate zuccherate con del bicarbonato di sodio. Mesi più tardi vide quest’uomo per strada, quando lo credeva già morto e scoprì che, per errore, al posto del bicarbonato di sodio nelle limonate aveva messo bicarbonato di potassio. N.d.A.) …e da lì è partita la mia ricerca.

C. : Questo sale…

Pantellini: E’ il più forte antiossidante che abbiamo a disposizione oggi. Non è dannoso, viene assorbito rapidamente e agisce sul cancro. Difatti i tumori trattati con ascorbato di potassio o regrediscono o si fermano oppure vanno più lentamente avanti. La casistica è molto, molto, molto vasta e positiva.

C. : Quali sono i dosaggi ?

Pantellini: Per la prevenzione si possono somministrare due o tre dosi la settimana, la mattina a digiuno, per quattro o cinque mesi consecutivi, poi interrompere un mese e ricominciare. Per la cura, invece, di dosi bisogna assumerne tre al giorno. Cioè occorre prendere la dose preventiva di gr. 0.15 di acido ascorbico e gr. 0.30 di bicarbonato di potassio, tre volte al giorno.

C. : Posso scrivere che in caso di tumori definiti iniziali, con l’ascorbato, si ottiene la guarigione completa ?

Pantellini: Certamente, si ha il 100% di regressione del tumore.

C. : Ci sono altre malattie che rispondono bene a questo trattamento?

Pantellini: L’assunzione dell’ascorbato di potassio nei malati di AIDS mantiene l’individuo sieropositivo però non lo fa passare nella fase successiva. Stiamo portando avanti un protocollo di terapia sperimentale al riguardo e i risultati sono molto interessanti.

C. : Le persone in cura preventiva dal 1970 hanno…

Pantellini: Nessuna di loro, e sono molte centinaia, è stata colpita da cancro o da malattie virali.

C. : Professore lei è solo in questo lavoro ?

Pantellini: Sono affiancato da molti altri ricercatori, italiani e stranieri e poi in America diversi scienziati (tra cui Irwin Stone, Cameron e Pauling, N.d.R.) portano avanti protocolli sperimentali simili (fondati sull’ascorbato di sodio).

C. : Se l’ascorbato di potassio fosse somministrato su larga scala avremmo risultati incredibili ?

Pantellini: Si, ma non sono cose che posso fare io, io posso dare delle indicazioni. Si deve mobilitare chi è preposto alla salute pubblica, cominciando dal ministro della sanità.

C. : Il cancro è anche un affare e gli interessi economici che vi ruotano intorno sono davvero tanti e da tutto ciò che è emerso, le porcherie della “malasanità” di Stato…

Pantellini: Era una cosa logica. Non è una scoperta che ci sia la malasanità. Era meglio se i politici italiani avessero visto più a fondo l’interesse e la salute della gente, ossia pochi farmaci, ma buoni, sperimentati, che moltissimi farmaci anche con prezzi altissimi che non servono a nulla e fanno male.

C. : Sperimentano molto sugli animali…

Pantellini: E’ difficile riportare l’esperienza fatta su animali all’uomo. L’uomo ha riflessi farmacologici molto diversi. Per esempio un coniglio mangia anche l’atropina senza avere nessun disturbo, l’uomo, invece, muore.

C. : Secondo lei la cecità dei cattedratici è frutto di ignoranza o di malafede ?

Pantellini: Io non so cosa nasconda, ma sono morti anche molti di loro di cancro, che io ho tentato di salvare.

C. : Visto il bassissimo costo dell’ascorbato di potassio, poche centinaia di lire, le industrie farmaceutiche hanno tentato di metterle i bastoni tra le ruote ?

Pantellini: Hanno provato, tramite anche i loro emissari appartenenti ad un certo tipo di classe medica, ma è difficile fermare la marcia dell’ascorbato di potassio.

C. : Ci sono dei medici in Italia che usano l’ascorbato ?

Pantellini: Ci sono dei bravissimi medici in Italia, dei bravissimi chirurghi, anche dei bravissimi oncologi che utilizzano l’ascorbato di potassio.

C. : Dove si può trovare l’ascorbato di potassio ?

Pantellini: Molte farmacie lo preparano bene, io non posso dire i nomi, però, ci sono farmacie a Firenze, Treviso, Verona, Milano e Bologna che hanno l’ascorbato di potassio perfettamente dosato e chiuso in bustine ermetiche.

C. : Professore un’ultima domanda. L’ansia e lo stress hanno importanza nella genesi di un cancro?

Pantellini: Certamente. La mente e i suoi complessi legami col corpo, rivestono una grande importanza. Io sono certo che l’insorgenza tumorale sia dovuta al riemergere di una struttura evolutiva della materia vivente, avvenuta qualche milione di anni fa, e che ciò si ripeta, oggi, quando i geni autoregolatori della chimica cellulare sono inattivati nel loro chimismo enzimatico per uno stress di qualsiasi natura.

Giuseppe Cosco

Nota bene: dai tempi di questa intervista ci sono stati diversi sviluppi nello studio dell’ascorbato e delle modalità di utilizzo del medesimo, di cui trovate documentazione presso la fondazione Pantellini. In particolare informandovi sul sito scoprirete che la formulazione dell’ascorbato più ribosio sembra potenziare l’efficacia dell’ascorbato di potassio, così come l’associazione con la vitamina B12 (tenere presente sempre però quanto scritto in apertura del post).

6 Ottobre 2010

Come indicato nel sito Naturopatiaonline l'articolo è pubblicato con la seguente licenza: 

domenica 12 maggio 2019

Douglas Rushkoff: gli algoritmi elimineranno lavori e limiteranno le nostre personalità

mass media
Douglas Rushkoff
Douglas Rushkoff: gli algoritmi elimineranno lavori e limiteranno le nostre personalità

By Danilo Bologna /Mag 18, 2016 /Intelligenza Artificiale

L’industrializzazione digitale continua: i processi produttivi sono sempre più automatizzati e algoritmi sofisticati stanno sostituendo gli impiegati umani. Secondo Douglas Rushkoff, teorico dei media, scrittore e professore alla City University of New York, l’industrializzazione è la separazione dei lavoratori dalle loro attività e oggi questa prosegue inesorabilmente attraverso il mercato digitale.

Douglas Rushkoff evidenzia i vantaggi e gli svantaggi nell’applicazione di algoritmi nei i processi lavorativi: se si risparmia, se si crea valore e per chi, e se producono un reale vantaggio competitivo. Le sue domande ci spingono a riflettere: forse la soluzione sta nel trovare un certo equilibrio tra algoritmi e competenze umane. C’è solo una certezza: per agire in modo corretto in un mondo così competitivo, abbiamo bisogno tutti di essere più consapevoli sulle dinamiche dell’universo digitale.

Di seguito il suo intervento per Big Think, con la relativa trascrizione in italiano.
Gli algoritmi elimineranno i lavori e limiteranno le nostre personalità



“Quello che le persone devono ricordare è che l’oggetto dell’industrialismo non era creare più cose meglio e velocemente. Era scollegare il lavoro dal valore che avevano creato. Quindi, se ho una fabbrica di scarpe, non voglio assumere calzolai e ciabattini costosi nel mio business. Voglio andare al parcheggio di Home Depot, trovare un gruppo di stranieri privi di documenti e pagarli due centesimi all’ora. Per cui spiegherò loro qualcosa che richiederà 15 minuti, insegnerò loro come piantare un chiodo nella scarpa e poi passarla al prossimo ragazzo. In realtà, la persona che capisce come funziona tutto questo è mio nemico.

Quindi si prosegue fino ad oggi, dove implementiamo tecnologie digitali. Proviamo a crearle in modi per sbarazzarci delle persone. Non vogliamo dipendenti. Se hai bisogno di esseri umani, come raggiungi la scala industriale? Deve essere un algoritmo. Il modo più facile per pensarci è che la prima interazione con un computer per la maggior parte delle persone è stata con un sistema di segreteria telefonica. E certo, capisco che una società ha una receptionist umana seduta lì. Lei ha uno stipendio. Ha il sussidio. Ha un pacchetto assicurativo. Sbarazzati di lei. La ‘inerisci’ in un computer, così chi contatta la tua società impiegherà un po’ più di tempo per superare tutti quei menù. Risparmierai molti soldi e ti fa sembrare altamente tecnologico.

Ma mentre risparmi denaro, tutti coloro che chiamano la società ora trascorrono più tempo tra i menù. Hai effettivamente creato più lavoro, non di meno. Hai esternalizzato il costo della tua receptionist umana verso tutti gli altri. Allora cosa fanno? Ora tutti devono avere operatori informatici perché devono esternalizzare il costo verso tutti gli altri. Tutti finiamo col spendere più tempo ed energia navigando attraverso questi menù rispetto a quando assumevamo qualcuno, perché siamo molto prevenuti contro l’assunzione, perché il prezzo delle azioni di una società salirà. Se questa può mostrare che ha assunto meno persone, ci ritroviamo col perpetuare quel sistema.

Così, quando implementiamo tecnologie digitali per togliere di mezzo le persone, per farle fuori dalla società, finiamo davvero con l’uccidere l’unica competenza che abbiamo. Se stai usando gli algoritmi e i big data per capire la tua prossima linea di prodotto piuttosto che i deisgner, qual è il tuo vantaggio competitivo? L’altra azienda sta usando gli stessi dati e probabilmente sta assumendo le stesse società di analisi di big data per capire l’andamento futuro. Così ora sei stato trasformato in un prodotto. No, nell’era digitale devi invertire. Tu vuoi le persone più qualificate che puoi trovare in modo che il tuo business possa in effetti differenziarsi da tutte le altre piattaforme algoritmiche automatiche che non hanno senso.

Ciò che i consumatori devono capire è che c’è una proposta di valore per tutto quello che usano. Devono essere in grado, e attualmente non possono, di chiedere a loro stessi: ‘Questa piattaforma crea valore per me o sono io che creo valore per essa? O c’è uno scambio di cui sono consapevole e che mi sta bene?

Voglio vivere la mia vita sociale su Facebook? Questo è uno scambio che mi piace? Mi piace definirmi in quel modo? Mi piacciono questi pulsanti di opzione? Voglio presentare me stesso al mondo con questa piattaforma e mi sta bene che sanno tutto di me? Non lo so.

Mi sta bene ricevere notizie e informazioni attraverso un newsfeed che è algoritmicamente ottimizzato per farmi cliccare su cose, per limitare e farmi capire chi sono? Mi sta bene vivere su una piattaforma che sta usando i miei dati del passato per pubblicizzarmi e commercializzarmi un futuro che ancora non ho deciso di vivere?’

Se loro sanno che c’è un 70 od 80% di possibilità che possa mettermi a dieta in un mese, cosa avranno intenzione di fare? Iniziano a riempire il mio newsfeed con ‘Hey, sembri abbastanza grasso. C’è qualcosa di sbagliato con te’. E proveranno a guidarmi nell’essere più costante con il mio profilo, a rendermi un consumatore più prevedibile e cooperativo.

Penso possa andare bene nel caso fosse una dieta, e quindi mi incoraggeranno a seguirla. Ma per quanto riguarda l’altro 20% delle persone? Che dire di quello che avrei potuto fare, invece? Che dire dell’imprevedibilità che mi avrebbe reso diverso dal ragazzo accanto e che mi avrebbe permesso di innovare qualcosa? Che mi avrebbe permesso di avere una nuova idea, di avere una vita personale più strana e anomala?

Beh, forse mi va bene arrendermi a ciò. Forse voglio essere più come il resto del mio profilo statistico. Ma almeno dovrei saperlo. Forse dovrei sapere che i miei risultati di ricerca sono diversi dai tuoi. Perché? Perché Google vuole che io faccia qualcosa. Google vuole aiutarmi ad essere il vero me. Ma come fanno a sapere qual è il vero me? Qual è l’algoritmo che stanno usando e a quale scopo?”

Si chiude con un paio di interrogativi questo interessantissimo intervento di Douglas Rushkoff. Come a dirci che non dovremmo essere troppo superficiali nell’utilizzo delle piattaforme online. Ma partiamo dall’inizio.

Douglas Rushkoff introduce il discorso descrivendo quello che è il classico beneficio per un’azienda che può fare affidamento su algoritmi: costi minori. Dopo un primo importante investimento, chi dirige l’impresa non dovrà preoccuparsi degli stipendi, delle assicurazioni, eccetera. Ma automatizzare il tutto, crea davvero dei vantaggi che ci consentiranno di avere la meglio competitor? Solo in parte, sostiene Douglas Rushkoff. Il valore di un prodotto consiste soprattutto nel suo essere diverso da tutti gli altri, nel non essere standardizzato. E questo non è certo un lavoro per gli algoritmi: è un lavoro per persone specializzate, che sfruttano la loro creatività, ovvero una qualità esclusivamente umana.

D’altra parte, è anche vero che le piattaforme ci facilitano molto le cose. Più dati forniamo loro e più tutti i processi di acquisto, condivisione e conversazione ci risultano facili ed intuitivi. Ciò che ci spinge ad utilizzarle è la loro presunta gratuità: presunta perché, in realtà, le paghiamo fornendo loro i nostri dati: nome, cognome, età, sesso, luogo di nascita, interessi, e così via. Ed ecco spiegate le pubblicità mirate, le offerte che potrebbero soddisfare i nostri bisogni. Bisogni che forse, ancor prima di navigare, di conversare con parenti e amici sul web, non avevamo. Quella dei dati personali è una faccenda molto delicata descritta anche dal futurista Gerd Leonhard che ha espresso le sue preoccupazioni sul funzionamento di Facebook.

“Ciò che i consumatori devono capire è che c’è una proposta di valore per tutto quello che usano“, dice Rushkoff. La proposta di valore, la promessa dell’azienda che offre quel prodotto o quel servizio che migliorerà la nostra vita. Siamo noi che facciamo una scelta autonoma o sono le piattaforme a spingerci ad agire in determinati modi? Siamo liberi di esprimere noi stessi o le nostre personalità sono limitate dalla vetrina personale che vogliamo mostrare agli altri? E poi, quella che forse è la domanda più importante, ci sta bene tutto questo?

Per rispondere davvero a quest’ultimo quesito, bisogna avere un certo grado di consapevolezza della situazione. Cioè bisogna sapere in generale come funzionano i motori di ricerca come Google, che i risultati di ricerca si differenziano in base agli interessi e alle navigazioni degli utenti, che nei termini e nelle condizioni d’uso che accettiamo per un’app o una piattaforma diamo il consenso alla condivisione di una bella fetta di dati personali e di informazioni sui nostri dispositivi. Bisognerebbe dare un certo peso a questi dettagli. Una buona formazione scolastica/accademica sul funzionamento e sulle modalità di utilizzo delle piattaforme digitali potrebbe essere una soluzione per aumentare la consapevolezza e la responsabilità.

Se sappiamo come funzionano queste piattaforme digitali, allora potremo decidere davvero se tutto questo ci sta bene, se ne vale la pena e se per noi “dati in cambio di servizio gratuito” è uno scambio equo e conveniente. Altrimenti non possiamo in alcun modo intavolare un discorso sull’autonomia decisionale nei confronti di applicazioni, siti e servizi online.

Infine, Douglas Rushkoff ci vuole far riflettere su due questioni. “Google vuole aiutarmi ad essere il vero me. Ma come fanno a sapere qual è il vero me? Qual è l’algoritmo che stanno usando e a quale scopo?“. Loro non sanno qual è il vero te, ma possono ricostruire le tue abitudini, i tuoi interessi, ciò che ti piace e che non ti piace, attraverso i dati che fornisci loro durante la navigazione. Google non ci svelerà mai del tutto come funziona il suo algoritmo perché “la persona che capisce come funziona tutto questo è [un suo] nemico“, giusto? E Google non vorrà mica averci come nemici, proprio noi che siamo il motore del suo motore di ricerca? Lo scopo di ogni azienda è innanzitutto fare soldi, non dimentichiamolo mai.

Fonte: 

mercoledì 24 aprile 2019

Pawns in the Game - Pedine nel Gioco. Una cospirazione satanica per controllare il mondo


Pawns in the Game - Pedine nel Gioco. Una cospirazione satanica per controllare il mondo


"Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo". - Johann Wolfgang Goethe -
Prima edizione nel 1954, "Pawns in the Game" è il miglior lavoro singolo disponibile sul complotto del male che è stato responsabile delle guerre devastanti e dei continui conflitti del secolo scorso, e che ora è vicino al suo obiettivo finale di dominazione totale del mondo attraverso un governo dittatoriale mondiale.

Pedine nel gioco è stato scritto da William Guy Carr (1895-1959), un noto autore che ha avuto una brillante carriera come ufficiale di marina canadese, tra cui un servizio eccezionale durante la Seconda Guerra Mondiale. Il libro inizia nel modo seguente:


William Guy Carr

"Questa è una storia vera di intrighi internazionali, racconti, corruzione, e omicidi politici, come non è mai stato scritto prima. È la storia di come i diversi gruppi o uomini ateo-materialisti hanno giocato in un torneo internazionale di scacchi per decidere quale gruppo avrebbe vinto il controllo finale della ricchezza, delle risorse naturali, e della mano d'opera di tutto il mondo. Si è spiegato come il gioco ha raggiunto la fase finale. I comunisti internazionali ed i capitalisti internazionali, (entrambi i quali hanno ambizioni totalitarie) si sono temporaneamente uniti per sconfiggere la Cristiano democrazia".
"Il disegno di copertina mostra che tutte le mosse fatte dai congiurati internazionali sono dirette da Satana e mentre la situazione è decisamente grave è sicuramente non è senza speranza. La soluzione è quella di terminare il gioco che i cospiratori Internazionali hanno giocato in questo momento prima che uno o l'altro gruppo di mentalità totalitaria impongano le loro idee sul resto del genere umano. La storia è sensazionale e sconvolgente, ma è educativa, perché è la verità. L'autore offre soluzioni pratiche a problemi che così tante persone considerano insolubili".

Alcuni estratti dall'introduzione di questo libro. Pubblicherò la traduzione del libro a breve (più o meno☺).


Pawns in the Game di William Guy Carr
Una Cospirazione Luciferina





Se quello che rivelo sorprendesse e scuotesse il lettore, si prega di non sviluppare un complesso di inferiorità perché io sono franco ad ammettere che, anche se ho lavorato dal 1911 cercando di scoprire il motivo per cui la razza umana non può vivere in pace benedicendo Dio e godere dei premi che prevede per il nostro uso e beneficio in tale abbondanza, attesi il 1950 prima di penetrare il segreto delle guerre e delle rivoluzioni che flagellano la nostra vita, e le condizioni caotiche che prevalgono, sono niente di più o di meno che gli effetti della continua congiura luciferina.

E 'iniziato in quella parte dell'universo che chiamiamo cielo quando Lucifero ha sfidato il diritto di Dio di esercitare l'autorità suprema. Le Sacre Scritture ci dicono come la cospirazione luciferina è stata trasferita in questo mondo nel Giardino dell'Eden. Fino a quando mi sono reso conto che :
"La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti".(Efesini. 6,12)
I pezzi delle prove raccolte in tutto questo mondo semplicemente non stavano bene insieme a dare un senso. (Non mi vergogno ad ammettere che la "Bibbia"mi ha fornito la "chiave" che mi ha permesso di ottenere una risposta alla domanda sopra citata.)
Pochissime persone sembrano in grado di apprezzare il fatto che Lucifero è il più luminoso e il più intelligente delle schiere celesti e, perché è uno spirito puro, è indistruttibile. Le Scritture ci dicono la sua potenza è tale che egli ha indotto un terzo dei più intelligenti delle schiere celesti a disertare da Dio, ed a unirsi a lui, perché sosteneva che il piano di Dio per la regola dell'universo era debole e poco pratica perché si basava sulla premessa che agli esseri inferiori possa essere insegnato a conoscere, amare e desiderare di servirlo volontariamente in segno di rispetto per le proprie infinite perfezioni. Per i membri dell' ideologia Luciferina la forza è giusta. Essa sostiene che gli esseri di intelligenza superiore comprovata hanno il diritto di governare su quelli meno dotati perché le masse non sanno cosa è meglio per loro. L'ideologia Luciferina è ciò che chiamiamo totalitarismo oggi.

L'Antico Testamento è semplicemente la storia di come Satana divenne principe di questo mondo, e che ha provocato i nostri progenitori a disertare da Dio. Si racconta come la sinagoga di Satana è stata stabilito su questa terra, si racconta di come ha funzionato per evitare che il piano di Dio per la regola dell'universo potesse essere stabilita su questa terra. Cristo è venuto sulla terra quando la congiura ha raggiunto la fase che, per usare le sue stesse parole, Satana ha controllato tutti coloro che erano nelle alte sfere.Cristo ha esposto la sinagoga di Satana (Rev. 2: 9; 3: 9); ed ha denunciato coloro che appartenevano ad essa, come figli del diavolo (Lucifero), il quale ha castigato come il padre della menzogna (Giovanni 8:44) e il principe della menzogna (2 Cor. 11,14) ... Cristo ci ha dato la soluzione il nostro problema, quando ci ha detto che si deve andare avanti a insegnare la verità, per quanto riguarda questa cospirazione (John 8. 31:59), a tutte le persone di tutte le nazioni. Ha promesso che se facciamo questo, la conoscenza della verità ci renderebbe liberi (Matt. 28:19). La Cospirazione Luciferina si è sviluppata fino a quando non è nella sua fase semifinale (Matt. 24: 15:34), semplicemente perché non siamo riusciti a eseguire il mandato di Cristo ci ha dato da compiere.

Weishaupt e gli Illuminati


Adam Weishaupt

Nel 1784 un "atto di Dio" mise il governo bavarese in possesso degli elementi di prova che dimostravano l'esistenza della persistente Cospirazione Luciferina. Adam Weishaupt, un professore gesuita qualificato di diritto canonico, ha disertato dal cristianesimo, e ha abbracciato l'ideologia di Lucifero, insegnando nella Ingoldstadt University. Nel 1770 gli usurai (che di recente aveva riunito in casa dei Rothschild), lo inpegnarono a rivedere e aggiornare i secolari 'protocolli' progettati per far dominare definitivamente il mondo alla Sinagoga di Satana in modo da poter imporre l'ideologia luciferina su ciò che restava della razza umana, dopo il cataclisma sociale finale, mediante l'uso del dispotismo satanico. Weishaupt ha completato il suo compito 1 maggio 1776.

Il piano richiedeva la distruzione di tutti i governi e religioni esistenti. Questo obiettivo sarebbe stato raggiunto dividendo le masse in campi opposti in numero sempre crescente sulle questioni politiche, razziali, sociali, economiche e altro. I lati opposti sarebbero stati poi armati e un 'incidente' previsto avrebbe obbligato loro a combattere e indebolire se stessi distruggendo i governi nazionali e le istituzioni religiose.

Nel 1776 Weishaupt organizzò gli Illuminati a mettere la trama in esecuzione. La parola Illuminati è derivato da Lucifero, detentori di luce. Utilizzando la menzogna che il suo obiettivo era quello di realizzare un unico governo mondiale per consentire agli uomini di provata capacità mentale di governare il mondo è riuscito a reclutare circa duemila seguaci. Tra questi, gli uomini più intelligenti nel campo delle arti e delle lettere, l'educazione, le scienze, la finanza e l'industria. Egli ha poi stabilito le Logge del Grande Oriente a essere il loro quartier generale segreto.

Perché la Gran Bretagna e la Francia erano le due più grandi potenze alla fine del 18° secolo, Weishaupt ha ordinato agli Illuminati di fomentare le guerre coloniali per indebolire l'Impero Britannico e organizzare la grande rivoluzione per indebolire l'Impero francese. Quest'ultima era in programma di iniziare nel 1789.

La cospirazione è scoperta

Un autore tedesco di nome Zwack ha messo la versione rivista della cospirazione secolare di Weishaupt in forma di libro e l'ha chiamata"Einige Original-Scripten". Nel 1784 una copia di questo documento è stato inviato agli Illuminati che Weishaupt aveva delegato per fomentare la rivoluzione francese. Il corriere è stato colpito a morte da un fulminementre cavalcava attraverso Ratisbona per la sua strada da Francoforte a Parigi. La polizia ha trovato i documenti sovversivi sul suo corpo e li ha consegnati alle autorità governative appropriate.

Dopo un attento studio della trama il governo bavarese ha ordinato alla polizia di fare irruzione nelle casette recentemente organizzate da Weishaupt del Grande Oriente e nelle abitazioni di alcuni dei suoi collaboratori più influenti. Ulteriori prove così ottenute hanno convinto le autorità che i documenti erano una vera e propria copia di una cospirazione con la quale la sinagoga di Satana, che controllava gli Illuminati dall'alto, prevedeva di utilizzare guerre e rivoluzioni per realizzare la creazione di un tipo o di un altro di un unico governo mondiale, ed i poteri a cui essi erano destinati sarebbero stati usurparti, non appena fosse stato stabilito.

Nel 1785, il governo bavarese mise fuori legge gli Illuminati e chiuse le logge del Grande Oriente. Nel 1786, furono pubblicati i dettagli della cospirazione. Il titolo inglese è "The Original Writtings of the Order and Sect of The Illuminati", "Gli Scritti Originali dell'Ordine e della Setta degli Illuminati". Copie della cospirazione furono inviate ai capi di Stato e alla Chiesa. Il potere degli Illuminati era così grande che questo avvertimento è stato ignorato, così come le avvertenze che Cristo aveva dato al mondo.

Gli Illuminati sono diventati clandestini. Weishaupt istruì i suoi Illuminati di infiltrarsi nelle logge di Blue Massoneria e formare una società segreta all'interno delle società segrete.

Solo i muratori che avevano provato di essere internazionalisti, e quelli la cui condotta aveva dimostrato che avevano disertato da Dio, sono stati iniziati Illuminati. Così i cospiratori hanno utilizzato il mantello della filantropia per nascondere le loro attività rivoluzionarie e sovversive. Al fine di infiltrarsi nelle logge massoniche in Gran Bretagna gli Illuminati hanno invitato John Robinson in l'Europa. Era un alto grado della Massoneria nel rito scozzese: professore di filosofia naturale presso l'Università di Edimburgo; e segretario della Royal Society di Edimburgo. John Robinson non è caduto nella menzogna in cui l'obiettivo degli internazionalisti sarebbe stato quello di formare una dittatura benevola. Ha mantenuto le sue reazioni per se stesso però, e gli è stata affidata una copia della cospirazione riveduta di Weishaupt per lo studio e la conservazione sicura.

Dato che i capi di Stato e della Chiesa in Francia era stato consigliato di ignorare gli avvertimenti dati loro la rivoluzione è scoppiata nel 1789. Al fine di allertare altri governi della loro pericolosità, nel 1798 John Robinson ha pubblicato un libro, dal titolo "La prova di una cospirazione per distruggere tutti i governi e tutte le religioni". Ma i suoi avvertimenti sono stati ignorati, così come gli altri.




La creazione del comunismo

Nel 1829, gli Illuminati hanno tenuto un incontro a New York che è stato diretto da un illuminista britannico di nome Wright. I presenti sono stati informati che gli Illuminati avevano lo scopo di unire i gruppi di Nichilisti e Ateisti con tutte le altre organizzazioni sovversive in un'organizzazione internazionale che sarà conosciuto come il comunismo. Questa forza distruttiva doveva essere usata per abilitare gli Illuminati a fomentare le guerre e le rivoluzioni future. Clinton Roosevelt (un antenato diretto di FDR) Horace Greeley e Chas Dana sono stati nominati a capo di un comitato per raccogliere fondi per questa nuova avventura. Con i fondi hanno finanziato Karl Marx ed Engels quando hanno scritto "Il Capitale" ed "Il Manifesto del Partito Comunista" a Soho, in Inghilterra.

Nel 1830, Weishaupt morì. Ingannò gli Illuminati facendo credere che era morto nel suo letto di morte, dove, invece per convincere i suoi consiglieri spirituali, fece finta di pentirsi e di ricongiungersi con la Chiesa.

Secondo la versione rivista di Weishaupt della cospirazione secolare gli Illuminati dovevano organizzare, finanziare, dirigere e controllare tutte le organizzazioni e gruppi internazionali, lavorando con i loro agenti in posizioni esecutive altolocate. Fu così che, mentre Karl Marx scriveva il Manifesto Comunista sotto la direzione di un gruppo di Illuminati, il professor Karl Ritter dall'Università di Francoforte scriveva l'antitesi sotto la direzione di un altro gruppo, in modo che coloro che dirigono la cospirazione dall'alto avrebbero potuto utilizzare le differenze in queste due ideologie per iniziare dividendo in numeri sempre più grandi la razza umana in campi opposti in modo da poterli far combattere e distruggere l'un l'altro, insieme con le loro istituzioni politiche e religiose.

Il lavoro iniziato Ritter fu continuato dal tedesco cosiddetto filosofo Friedrich Wilhelm Nietzsche (1844-1900) che fondò il Nietzschianesimo. Il Nietzschianesimo è stato sviluppato dal fascismo e successivamente dal nazismo e utilizzato per attivare gli agenti degli Illuminati per fomentare le guerre mondiali una e due.


Darwinismo, Marxismo, Nietzschianesimo utilizzati per distruggere

Ebrei sionisti stanno usando Nietzschianesimo, il marxismo
e il darwinismo per distruggere le menti dei non Ebrei.
Essi ammettono questo attacco, nel secondo protocollo
nei "Protocolli dei Savi di Sion". Svegliati! Dio è reale.


Giusepe Mazzini

Nel 1834 il leader rivoluzionario italiano Giusepe Mazzini è stato selezionato dagli Illuminati di essere il direttore del loro programma rivoluzionario in tutto il mondo. Ha ricoperto questo incarico fino alla sua morte nel 1872.

Nel 1840, il generale Albert Pike è stato portato sotto l'influenza di Mazzini perché diventò un ufficiale scontento quando il presidente degli Stati Uniti Jefferson Davis sciolse le sue truppe indiane ausiliarie per il fatto che avevano commesso atrocità sotto il mantello di una guerra legittima. Pike ha accettato l'idea di un unico governo mondiale e poi è diventato capo del luciferino Sacerdozio. Tra il 1859 e il 1871, ha lavorato i dettagli di un piano militare, per tre guerre mondiali, e tre grandi rivoluzioni che considerava avrebbero favorito la cospirazione nella sua fase finale durante il ventesimo secolo.

Il piano per tre guerre mondiali
La maggior parte del suo lavoro è stato fatto in un palazzo di 13 stanze, costruito a Little Rock, Arkansas, nel 1840. Quando gli Illuminati, e le logge del Grande Oriente, sono diventate sospette, a causa delle attività rivoluzionarie di Mazzini in Europa, Pike le ha organizzate di nuovo e riformato il Rito Palladiano. Ha stabilito tre consigli supremi; uno a Charleston, Carolina del Sud, un altro a Roma, in Italia e un altro a Berlino, Germania. Doveva Mazzini stabilire ventitré consigli subordinati in posizioni strategiche in tutto il mondo. Questi sono stati la sede segreta del movimento rivoluzionario mondiale da allora. Molto prima che Marconi inventò wireless (radio), gli scienziati che erano degli Illuminati avevano reso possibile per Pike ed i capi dei suoi consigli di comunicare in segreto. E 'stata la scoperta di questo segreto che ha permesso agli ufficiali dei servizi segreti di capire come "incidenti" apparentemente non correlati hanno avuto luogo simultaneamente in tutto il mondo, che aggravavano una situazione e sviluppavano una guerra o una rivoluzione.


Albert Pike
Il piano di Pike era così semplice come si è dimostrato efficace. Ha richiesto che il comunismo, nazismo, sionismo politico, e gli altri movimenti internazionali fossero organizzati e utilizzati per fomentare le tre guerre mondiali e tre grandi rivoluzioni. La prima guerra mondiale è stato quello di essere combattuta in modo da consentire agli Illuminati di rovesciare i poteri degli Zar in Russia e trasformare questo paese nella roccaforte dell'ateo-comunismo. Le differenze suscitate dagli agenti degli Illuminati fra gli imperi britannici e tedeschi dovevano essere utilizzati per fomentare questa guerra. Dopo la fine della guerra, il comunismo doveva essere costruito ed usato per distruggere gli altri governi e indebolire le religioni.

La seconda Guerra Mondiale doveva essere fomentata utilizzando le differenze tra fascisti e sionisti politici. Questa guerra doveva essere combattuta in modo che il nazismo sarebbe stato distrutto e il potere del sionismo politico fosse aumentato in modo che lo stato sovrano di Israele fosse stato possibile stabilirlo in Palestina. Durante la seconda guerra mondiale il comunismo internazionale doveva essere costruito fino a quando non fosse stato pari alla forza degli Stati della cristianità. A questo punto doveva essere contenuto e tenuto sotto controllo fino al momento del cataclisma sociale finale. Può una persona informata negare Roosevelt e Churchill non ha messo questa politica in atto?



Terza Guerra Mondiale dovrà essere fomentata degli agenti degli Illuminati utilizzando le differenze tra i sionisti politici ed i leader del mondo musulmano. La guerra deve essere diretta in modo tale che l'Islam (il mondo arabo compresi i mussulmani) ed il sionismo politico (compreso lo Stato di Israele) distruggano se stessi, mentre allo stesso tempo le restanti nazioni, ancora una volta divise l'una contro l'altra su questo tema, saranno costrette a combattere se stesse in uno stato di completo esaurimento fisicamente, mentalmente, spiritualmente ed economicamente. Può una persona con unragionamento imparziale negare che l'intrigo attualmente in corso nel Vicino, Medio ed Estremo Oriente non è stato progettato per raggiungere questo scopo diabolico?

Il 15 agosto 1871, Pike ha detto Mazzini che dopo la Terza Guerra Mondiale è finita, coloro che aspirano a dominare il mondo indiscusso provocheranno il più grande cataclisma sociale che il mondo abbia mai conosciuto. Citiamo le sue parole scritte (tratta dalla Lettera catalogato al British Museum Library, Londra, Inghilterra):

"Noi scateneremo i nichilisti e gli atei, e provocheremo un cataclisma sociale formidabile che in tutto il suo orrore mostrerà chiaramente alle nazioni l'effetto dell'ateismo assoluto, l'origine della barbarie e delle turbolenze più sanguinose. Quindi ovunque, i cittadini, obbligati a difendersi contro la minoranza del mondo dei rivoluzionari, sterminerà quei distruttori di civiltà, e la moltitudine, disillusi con il cristianesimo, il cui spirito deistico sarà da quel momento senza bussola (direzione), in ansia per un ideale, ma senza sapere dove rendere la sua adorazione, riceveranno la vera luce attraverso la manifestazione universale della pura dottrina di Lucifero ha portato finalmente in vista del pubblico, una manifestazione che risulterà dal movimento reazionario generale che seguirà la distruzione della cristianità e dell'ateismo, sia conquistati che sterminati allo stesso tempo".Quando Mazzini morì nel 1872, Pike fece suo successore un altro leader rivoluzionario italiano, di nome Adriano Lemmi. Lemmi fu poi sostituito da Lenin e Trotsky. Le attività rivoluzionarie di tutti questi uomini sono state finanziati da banchieri internazionali inglesi, francesi, tedeschi e americani. Il lettore deve ricordare che i banchieri internazionali di oggi, come i cambiavalute del giorno di Cristo, sono solo strumenti o agenti degli Illuminati.




Guerre finanza Banchieri e rivoluzioni

Mentre l'opinione pubblica è stata portata a credere che il comunismo è un movimento dei lavoratori (soviet) per distruggere il capitalismo, pedine nel gioco dimostrano che entrambi i funzionari dei servizi segreti britannici e americani hanno ottenuto autentiche prove documentali che hanno dimostrato che i capitalisti internazionalisti che operano attraverso il loro sistema bancario internazionale hanno finanziato entrambi i lati di ogni guerra e la rivoluzione combattuta dal 1776.

Ci sono un sacco di prove documentali per dimostrare che Pike, come Weishaupt, erano a capo del Sacerdozio di Lucifero ai loro tempi. Oltre alla lettera che scrisse a Mazzini nel 1871, in un altra scritta ai capi del Concilio della Palladiana il 14 luglio 1889 che cadde in mano diverse da quelle previste. È stato scritto per spiegare il dogma di Lucifero, per quanto riguarda il culto di Satana e di Lucifero. In esso, ha detto in parte:
"Ciò che noi diciamo alla folla è che 'adoriamo Dio'. Ma è il Dio che si adora senza superstizione. La religione dovrebbe essere, da parte di tutti noi iniziati degli alti gradi, mantenuta nella purezza della dottrina di Lucifero .. .!.. Sì, Lucifero è Dio e, purtroppo, Adonay (il nome dato da Luciferiani al Dio che adoriamo) è anche Dio ... per l'assoluto possono esistere solo così come due divinità, la dottrina del satanismo è un'eresia: e la vera e pura religione filosofica è la credenza in Lucifero, l'equivalente di Adonay: ma Lucifero, Dio della Luce, e Dio del Bene, sta lottando per l'umanità contro Adonay il dio delle tenebre e del male ".
La propaganda fatta da coloro che dirigono la cospirazione di Lucifero ha causato che il grande pubblico creda che tutti coloro che si oppongono al cristianesimo sono atei. Questa è una menzogna deliberata fatta circolare per nascondere i piani segreti dei sommi sacerdoti del Credo luciferino che dirigono la Sinagoga di Satana in modo che la razza umana siano l'impossibilitati a instaurare su questa terra il piano di Dio per la regola dell'universo, come lui ha spiegato ai nostri primi genitori nel giardino di Eden, come spiegato nella Genesi. I sommi sacerdoti del Credo luciferino lavorano al buio. Rimangono dietro le quinte. Mantengono la loro identificazione ed il vero scopo segreti, anche alla stragrande maggioranza di coloro che ingannano per fare la loro volontà e perseguire i loro piani segreti e le loro ambizioni.

Nel 1925 Sua Eminenza il Cardinale Caro y Rodriguez, Arcivescovo di Santiago del Cile, ha pubblicato un libro "Il mistero della Massoneria Svelata", per esporre come gli Illuminati, i satanisti, e le luciferiani avevano imposto una società segreta su un'altra società segreta. Egli produce una grande quantità di prove documentali per dimostrare che nemmeno il 32° e 33° grado della massoneria sanno cosa succede nelle Logge del Grande Oriente e del Nuovo e Riformato Rito Palladiano di Pike e la Loggia di adozione affiliata in cui i membri femminili della cospirazione sono iniziati. A pagina 108 si cita l'autorità di Margiotta per dimostrare che prima di Pike ha selezionato Lemmi per succedere a Mazzini come direttore del Movimento Mondiale Rivoluzionario, Lemmi era un rabbioso e confermato satanista. Ma dopo essere stato selezionato è stato iniziato all'ideologia luciferina.



L'obiettivo di Satana: la rovina delle anime

Dotti teologi hanno dichiarato che Lucifero, Satana, o come chiamano il capo delle Forze del Male semplicemente "Il Diavolo", sa che ha sbagliato e sa che si era sbagliato. Egli è uno spirito puro e quindi indistruttibile. Sapendo che ha sbagliato lui ancora è determinato a trascinare il maggior numero di anime possibile nell'inferno con lui per condividere la sua miseria. Trattandosi di un dato di fatto il nostro dovere è chiaro: Dobbiamo far conoscere la verità a questo proposito come molti altri il più rapidamente possibile in modo che possano evitare le insidie ​​e le trappole fatte da coloro che servono allo scopo del diavolo per penetrare le menzogne ​​e inganni di chi si aggira per il mondo per fomentare la perdizione delle anime. La trama di Weishaupt richiede:

Abolizione di tutti i governi nazionali ordinati.
Abolizione dell'eredità.
Abolizione della proprietà privata.
Abolizione del patriottismo.
Abolizione della casa individuale e della vita familiare, come cella da cui tutte le civiltà sono originate.
Abolizione di tutte le religioni costituite e esistenti in modo che l'ideologia luciferina del totalitarismo possa essere imposta sul genere umano.
La sede della cospirazione alla fine del 1700 era a Francoforte, in Germania. Dopo la scoperta del governo bavarese nel 1786, i sommi sacerdoti del Credo luciferino hanno stabilito la loro sede in Svizzera; dalla seconda guerra mondiale la sede è stata in Harold Pratt Building New York. I Rockefeller hanno sostituito i Rothschild per quanto riguarda la manipolazione delle finanze.

È nostro dovere far conoscere alla gente la verità. Il nostro scopo dovrebbe essere quello di mettere Dio di nuovo in politica così possiamo stabilire il governo in accordo con il suo piano per il dominio dell'universo come è spiegato nelle Scritture e dal Figlio di Dio Gesù Cristo,. Solo allora la sua volontà sia fatta qui come in cielo. A mio modesto parere, fino a quando questo non sarà fatto sarà Dio a intervenire in nostro favore e le parole della preghiera del Signore essere realizzate.
William Guy Carr

G.P.Pucciarelli: la dittatura di una minoranza che governa il mondo.


Non è un pazzo, semplicemente attinge alla sua cultura che evidentemente era cristiano centrica se non vogliamo dire un pò bigotta ☺, da quì di può capire il meccanismo chiamiamolo metafisico : La nascita delle religioni ebraiche al principio fu l’Egregoro, e l’Egregoro divenne Dio. La spiegazione delle Forme Pensiero ed Egregore, sono assolutamente d'accordo con lui perchè alle medesime conclusioni ero arrivato anche io, per altre vie, ovviamente non avendo esclusivamente quel tipo di cultura che bene o male abbiamo un pò tutti noi occidentali indotta dalla società in cui viviamo, mi è tutto chiaro perchè fortunatamente sono passato dalla filosofia prima di arrivare ai complotti.


Avrete notato o potete vedere ora che già da tempo quì a destra ho inserito San Giorgio con la descrizione:

"Il Cavaliere San Giorgio con corazza ed elmo aperto, che governa con mano ferma il proprio destriero mentre sconfigge il drago trafiggendolo mortalmente con una lancia. La suggestione iconografica simboleggia l’universale metafora della coraggiosa lotta del bene contro il male. Da tempo credo che il problema alla fine sia questo, sempre questo" ...che in sintesi esprime lo stesso concetto dell'autore, ma anche per la parte chiamiamola terrestre, per altre vie sono arrivato alle medesime conclusioni, si può notare leggendo gli articoli correlati, e non sono il solo, è un vicolo cieco, se scavi non puoi che arrivare negli stessi posti ... Per altri percorsi anche altri sono arrivati alle medesime conclusioni : L’usura, per Ezra Pound, e non solo per lui, ha mosso guerra al mondo dal 1694, quando nacque la Banca d’Inghilterra, negli articoli correlati a seguire altre strade ...

L'articolo come si può capire è la sinossi, il riassunto, di un libro che tra poco pubblicherò, è da tradurre, inevitabilmente arriva alle conclusioni finali, il libro invece spiega dettagliatamente cosa è successo sulla terra meccanismi, sistemi, attori e colpevoli, un'altra parte imperdibile è sintetizzata quì : La “DOTTRINA DEL TERRORE”, i 25 punti di Amschel Mayer Rothschild. 1773.
Mi fa piacere comunque che anche se inconsapevolmente io stessi facendo, ora consapevolmente, quello che va fatto, complotto metafisico o terrestre che sia stò facendo del mio meglio per informare le persone e questo lo faccio da tempo ... in effetti mi sento abbastanza libero ☺.
Farò seguire, a breve, tempo permettendo, due articoli, uno per spiegare secondo il mio punto di vista questo complotto metafisico che mi pare oltremodo naturale, in qualche articolo avevo già accennato qualcosa ma non ricordo in quale articolo dovrei rileggerne almeno un centinaio, e l'altro per provare le connessioni di quello terrestre di cui ho già tutto in mano, parte sono quì descritte, che anche questo mi pare sotto gli occhi di tutti, basta saperlo e volerlo vedere.

Alla prossima.

mercoledì 10 aprile 2019

Bruciare i tumori, l’eccezionale scoperta dell’italiano Gabriele Grittani

Bruciare i tumori in un secondo. Ecco l’eccezionale ricerca che potrebbe per sempre cambiare la vita di moltissime persone.
A fare questa scoperta è stato uno studioso italiano, si chiama Gabriele Grittani, si tratta di uno scienziato barese che da anni si dedica alla ricerca.
Il giovane Grittani, lavora nel centro di ricerca Eli-Beamlines di Dolni Brezany, a pochi chilometri da Praga e durante i suoi studi questo giovane fisico nucleare, ha brevettato il nuovo sistema che promette maggiore efficacia nella lotta al cancro, in particolare nella cura e allo studio delle neoplasie al polmone e alla prostata.


«È in corso – spiega Grittani – la realizzazione di un prototipo indispensabile per avviare la fase sperimentale di una radioterapia che rappresenta una svolta storica nel campo dei tumori. I vantaggi di tale scoperta sono molteplici. Gli elettroni sono più veloci e leggeri rispetto ai protoni oggi utilizzati. Pertanto, una terapia basata sugli elettroni è sicuramente più rapida, è meno invasiva e più economica. Inoltre, grazie alla tecnologia laser, il macchinario consente il monitoraggio in tempo reale della posizione del tumore, il quale comporta un controllo maggiore sulla terapia del paziente».


Come indicato nel sito, questo articolo è distribuito con Licenza Creative Commons 
Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.







mercoledì 3 aprile 2019

Il significato del Mjöllnir, il martello di Thor


Gli archeologi danesi hanno risolto il mistero sul significato degli amuleti di Mjöllnir indossati dai Vichinghi: essi rappresentano proprio il martello di Thor.

Oltre 1.000 pendenti a forma di martello, prodotti a partire dal primo millennio d.C., sono stati rinvenuti finora in tutto il nord Europa.

Sebbene fosse largamente ritenuto che questi amuleti fossero martelli, rimaneva un dibattito riguardo il loro vero significato. L’inusuale forma dell’oggetto, caratterizzata da un corto manico e una testa simmetrica, aveva sollevato dubbi sulla sua identificazione.



(National Museum of Denmark)

Ora un amuleto vichingo del X secolo scoperto a Købelev, sull’isola danese di Lolland, ha fornito una risposta definitiva. Le rune inscritte sul piccolo amuleto recitano “Hmar x is”. Tradotte, significano: “Questo è un martello”.

“Si tratta dell’unico pendente a forma di martello con una iscrizione runica. E ci dice che tali pendenti rappresentano in effetti i martelli”, spiega Henrik Schilling, portavoce del Museo nazionale danese.

Fuso in bronzo, e probabilmente placcato con argento, stagno e oro, il pendente di 1.100 anni mostra quanto il mito abbia profondamente influenzato la gioielleria vichinga.

Dio del lampo e del tuono, Thor appare nella mitologia nordica con in mano il potente martello Mjöllnir, che usa per proteggere Asgard, la fortezza celeste degli dèi, dai giganti.

Il significato dell’amuleto è chiaro: “Era il potere protettivo che contava”, dice Peter Pentz, archeologo presso il Museo nazionale danese. “Spesso vediamo il martello di Thor e le croci cristiane apparire insieme, fornendo una doppia protezione”.

Caratterizzata da un ornamento intrecciato su un lato, e una breve iscrizione runica sull’altro, l’amuleto Mjöllnir appena scoperto era probabilmente prodotto da un artigiano locale. Frammenti di aghi d’argento e uno stampo per produrre spille indicano che i gioielli venivano forgiati in una bottega sull’isola di Lolland.

Era un abile artigiano – le rune sono alte tra i 3 e i 7 mm – ma non un bravo scrittore. Secondo gli archeologi, avrebbe lasciato fuori la lettera ‘a’ nella parola martello, e avrebbe rovesciato la runa-S.

Discovery

Pubblicato da https://ilfattostorico.com/2014/07/27/il-significato-del-mjollnir-il-martello-di-thor/
con Licenza Creative Commons.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia.

lunedì 1 aprile 2019

Vaccinazioni in gravidanza: ecco come danneggiano il feto (Video)

Vaccinazioni in gravidanza: ecco come danneggiano il feto (Video)




Uso del vaccino Dtap, vaccino influenzale, gardasil e gardasil 9 su donne in stato di gravidanza.

domenica 17 febbraio 2019

Tribunale inglese, sentenza: “5G pericoloso, lecito parlarne!” Mark Steele (attivista Stop 5G) racconta la sua storia: ora trema il grande business (“non è sicuro, per la legge possiamo dirlo!”) – INTERVISTA ESCLUSIVA OASI SANA



di Maurizio Martucci

L’accusa, reato d’opinione e falso ideologico. La sentenza: “Il 5G non è sicuro per l’umanità, l’opinione pubblica va informata, è lecito parlarne!” Primo caso al mondo, la sentenza crea un clamoroso precedente, imbarazzante per il grande business del wireless di quinta generazione. La divulgazione rassicurante e ‘intelligente’ del 5G, attivo sul territorio italiano dal 2019 ma già partito in Inghilterra, subisce una severa condanna dai giudici britannici. E’ accaduto l’11 Ottobre 2018 nel Tribunale della Contea di Newcastle,sponda meridionale del fiume Tyne, dove l’attivista ‘Stop 5G’ Mark Steele (57 anni, ingegnere inventore, esperto di sistemi di sicurezza a radiofrequenze) l’ha spuntata in sede civile contro il Consiglio del Comune di Gateshead (tra le città pilota della fase sperimentale, ha installato lampioni LED con mini-antenne a microonde millimetriche puntate sull’inerme popolazione che ora lamenta l’insorgenza di anomali stati di malessere) e la diffidenza iniziale degli stessi togati che, alla fine, non hanno potuto non dargli ragione. Fuori dall’aula, tra gli applausi per lo stoico battagliero Mark, un pugno di militanti in difesa della salute pubblica, striscione in mano con teschio e feticci da residuo bellico. Elmetto in testa, siamo come in guerra: “Volevano imbavagliarmi, impedirmi di parlare dei pericoli del 5G. Dicevano che stavo inventando tutto, che le mie teorie fossero frutto di pseudo scienza. Mi accusavano di aizzare la gente, generando allarme infondato, psicosi collettiva. Non è vero”.


Alla fine Steele ha avuto la meglio, depositati in aula gli aggiornamenti scientifico-sanitari delle ricerche più accreditate sugli effetti biologici dell’elettrosmog, le stesse che l’Organizzazione Mondiale della Sanità potrebbe valutare nel 2019 rivedendo la classificazione sulla cancerogenesi da campi elettromagnetici, da possibili a probabili, se addirittura certi. E’ muro contro muro: “Ho parlato ai giudici delle ricerca americana del National Toxicology Program, dell’Istituto Ramazzini italiano, appellandomi al Principio di Precauzione sancito dall’Unione Europea. Il giudice non era d’accordo con l’accusa, affermando che sono legalmente qualificato alla difesa e che la scienza in mio possesso è legalmente accettata.”

Contrari gli amministratori della sua municipalità che, tentando si smontare l’assioma ‘il 5G non è sicuro’, avevano tuonato in giudizio puntando sull’inevitabile avanzata tecnologica: “Siamo consapevoli del fatto che certe persone spaventano la popolazione con false storie sui lampioni a Gateshead, nonostante il fatto che noi e altri abbiamo ripetutamente affermato che le loro accuse sono completamente false. I lampioni LED non provocheranno aborti nelle donne incinte e non causeranno insonnia o sanguinamenti dal naso e non uccideranno uccelli e insetti. Il Comune di Gateshead non sta conducendo prove segrete sulla tecnologia 5G attraverso i lampioni LED. Sostenere le nuove tecnologie come il 5G è fondamentale per continuare a costruire l’infrastruttura digitale, portando a una crescita economica a lungo termine per la collettività”. Sicuro di sé, colpo su colpo, Mark Steele ha però vinto l’insolita vicenda processuale, finita nelle cronache dei tabloid inglesi: “Ci sono prove sufficienti per concludere che i nuovi array 5G intelligenti messi sulla parte superiore dei nuovi lampioni a LED emettono frequenze di radiazione cancerogene di Classe 1, ovvero certezza cancro e dovrebbero essere considerati un pericolo pubblico”.


Ecco la voce del protagonista, in esclusiva assoluta per il pubblico italiano: Mark Steele, cosa hai detto in tribunale per convincere i giudici a darti ragione?
“Che le radiofrequenze del 5G aumentano il rischio cancro, stress cellulare, aumentano la produzione di dannosi radicali liberi, provocando danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali del sistema riproduttivo, deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere generale negli esseri umani. Ho vinto la causa e nella sentenza pronunciata dai giudici c’è scritto: la popolazione irradiata ha il diritto di sapere”.


Come è nato il tuo attivismo anti-5G?
“Dalle rete, prima un blog, poi la comunicazione alla gente, un sito Web, così mi sono ritrovato in tribunale, denunciato dagli amministratori della mia città. Il Comune aveva deliberatamente inviato a casa mia una delegazione poco amichevole per crearmi problemi, in modo che potessero farmi arrestare dalla polizia e mettermi a tacere.”

Cioè?
“Mi hanno accusato di violenza privata. Mi ritrovo imputato in un altro processo, un procedimento penale. Il 23 Ottobre 2018 c’è stata la prima sentenza, sono stato condannato ma mi difenderò in appello, sto studiando la mia difesa. Ho subito un giorno di detenzione, rischio fino a 6 mesi di carcere e la multa di 500 sterline. Ma l’importante è che abbia vinto la causa civile: il pericolo 5G è fondato, la gente deve sapere. In Inghilterra la mia vicenda ha avuto un’eco mediatico considerevole, questo è quello che conta”.

Fammi capire meglio la storia dell’arresto: cosa è successo?
“Delegati del Comune sono venuti nella mia abitazione, non per conciliare ma col solo scopo di inventare un pretesto, una storia fasulla contro di me, per crearmi problemi di carattere penale. Hanno chiamato la polizia per farmi arrestare. Sono stato arrestato il giorno successivo, rilasciato e poi processato. E’ stata una diabolica messa in scena, una strategia messa in piedi per zittirmi, per cercare di spaventarmi e intimidirmi. Stanno ancora provando a farlo, ma falliscono perché io lotto democraticamente solo sul fronte della divulgazione per una corretta informazione sulla precauzione socio-sanitaria.”


Cosa pensi del 5G, secondo te cos’è davvero? Perché sostieni non sia sicuro per la salute pubblica?
“Il 5G è tecnicamente un allineamento di fase per l’acquisizione di bersagli con la capacità di essere una vera e propria arma. Non andrebbe usato sugli umani. Il segnale è una frequenza militare, i governi stanno lanciando un sistema d’arma non un sistema di telecomunicazioni come vogliono farci credere. Ritengo che il 5G non sia legale. È giunto il momento che la gente sappia e opponga resistenza.”



Nella causa civile che hai vinto, racconti di casi anomali di malessere e nuove malattie insorte in Inghilterra da quando è operativo il 5G. E così?
“Sì, è vero. I primi ad essere colpiti sono stati purtroppo i bambini. Nella mia zona ci sono numerosi casi di minori esposti alle nuove irradiazioni che improvvisamente cominciano ad accusare emorragie nasali, perdite di sangue dal naso. Ho delle foto, eccole (me le mostra, NdR), foto che dimostrano quest’incresciosi episodi, bambini che improvvisamente sanguinano, me le mandano i loro genitori preoccupati, foto per le quali sono stato interrogato dalla polizia di Northumbria dopo averle postate sui social. E poi sono in considerevole aumento i casi di persone che accusano problemi a cuore e cervello. E la sperimentazione 5G è appena iniziata. Non sappiamo ancora cosa ci aspetta in futuro ….”


Cosa pensi dei mass media? Del loro ruolo sulla corretta informazione sul 5G. Secondo te ci sono cose che vengono volutamente tenute nascoste?
“La stampa sembra essere come imbavagliata. E’ ora di raccontare la verità”



L’ultima domanda: cosa pensi di quella parte del mondo medico-scientifico che ignora il pericolo 5G?
“Che dovrebbe sempre applicare il Principio di Precauzione e quelli che lo negano, sono loro che dovrebbero andare in galera. Non io, da libero cittadino che combatto per un diritto legittimo come quello della difesa della vita in piena salute.”


Infine, l’ultima notizia: il rotocalco d’inchiesta Report (Rai Tre) di Milena Gabanelli, il 15 Novembre 2018 dedicherà un servizio proprio sull’elettrosmog. Per la prima volta, in prima serata, il pubblico italiano potrà vedere in Tv gli effetti altamente invalidanti dell’Elettrosensibilità, malattia tipica dell’Era Elettromagnetica a cui ho dedicato il mio ultimo libro, pagine inquirenti finite nelle mani del Ministro della Salute Giulia Grillo e di Papa Francesco. Perché mentre il 5G è ormai alle porte, il possibile pericolo cancro pare solo la punta dell’iceberg. Come in Inghilterra, anche in Italia l’opinione pubblica dev’essere correttamente informata.

Articolo di Maurizio Martucci.